Una storia di lettere d'amore

Una storia di lettere d'amore

Povera anima! Sono sicuro che se ne avessi avuto un'idea, non l'avrei presa in giro per tutti i miei soldi. Ma allora, sai, come dovrei indovinare una cosa del genere? Mi sono assicurato che non fosse altro che una comune lettera d'amore, e sai che ai giovani piace essere deriso per loro. Senso e sensibilità

La lettera d'amore è stata composta e apprezzata per secoli. Nel corso degli anni, la forma, i media e il contenuto della lettera sono cambiati. Il suo scopo, tuttavia, rimane lo stesso: comunicare attraverso la parola scritta la vera e cruda emozione della passione umana. La storia delle lettere d'amore inizia presto. La prima manifestazione della lettera d'amore potrebbe forse essere la Bibbia Cantico dei cantici. La scrittura di lettere è stata promossa da Cicerone e Plinio, romani di inizio secolo che scrivevano affettuosamente lettere alle loro mogli. Come forma letteraria, la storia delle lettere d'amore iniziò probabilmente nel primo Rinascimento. The Age of Chivalry produsse una serie di corrispondenze discrete basate sui casti complimenti e sull'eccessiva autoironia dell'amore cortese. All'inizio del diciottesimo secolo, le lettere d'amore divennero molto più personali e pure. Le missive di questo periodo mostravano tenerezza, fascino e persino umorismo. Man mano che il diciottesimo secolo progrediva e gli ideali romantici venivano messi da parte, anche le lettere d'amore stavano cambiando. Gli intellettuali applicavano le loro idee all'arte, che consideravano non banale, ma piuttosto essenziale per la ricerca della conoscenza di sé e della felicità. Il diciannovesimo secolo ha generato le grandi lettere d'amore private di Beethovan al suo "Immortal Beloved", così come il romanzo letterario dei poeti Robert Browning ed Elizabeth Barrett. Computer, fax e mezzi di trasporto moderni non hanno superato l'arte della lettera d'amore. Invece, hanno alimentato il suo interesse e il suo effetto. La storia delle lettere d'amore continua a scrivere se stessa. Le lettere d'amore ora possono essere inviate tramite e-mail, fax e persino inviate durante la notte agli amanti separati da oceani e continenti. Chiaramente, la lettera d'amore si è evoluta attraverso i secoli, ancora da apprezzare e significativa ai giorni nostri. Sebbene le lettere abbiano un ruolo fondamentale in tutte le opere di Jane Austen, raramente tenta di precisare effettivamente il contenuto di una lettera d'amore. Un'eccezione a questo è la lettera immortale del capitano Wentworth ad Anne Elliot, in Persuasione, Il lavoro finale di Austen. Non solo capovolge rapidamente la trama e determina una risoluzione soddisfacente della storia, ma rimane oggi uno standard con il quale tutte le altre lettere d'amore possono essere misurate. Al pari della proposta appassionata del signor Darcy, le sincere parole del capitano Wentworth si distinguono come alcune delle linee più memorabili, non solo nei romanzi di Austen, ma in tutta la letteratura.

Le lettere private di molti contemporanei di Jane Austen sono state pubblicate, tra queste, da notabili della Regency. Scritto dal campo di battaglia, da un paese straniero - anche dalla porta accanto, il tema è lo stesso: amore, desiderio, desiderio di riunione. Non osare dire che l'uomo dimentica prima della donna, che il suo amore ha una morte anticipata.

Generale Napoleone Bonaparte Alla cittadinanza Joséphine Bonaparte: Qualche giorno fa pensavo di amarti; ma dall'ultima volta che ti ho visto sento di amarti mille volte di più. Da quando ti conosco, ti adoro ogni giorno di più; questo dimostra quanto fosse sbagliata la massima di La Bruyére secondo cui l'amore arriva tutto in una volta. Tutto in natura ha una sua vita e diverse fasi di crescita. Ti prego, fammi vedere alcuni dei tuoi difetti: sii meno bello, meno aggraziato, meno gentile, meno buono ... Mia unica Giuseppina, a parte te non c'è gioia; lontano da te il mondo è un deserto dove sono solo e non riesco ad aprire il mio cuore. Hai preso più della mia anima; sei l'unico pensiero della mia vita. Quando sono stanco della preoccupazione del lavoro, quando temo il risultato, quando gli uomini mi infastidiscono, quando sono pronto a maledire essere vivo, metto la mano sul cuore; il tuo ritratto è appeso lì, lo guardo e l'amore mi porta una felicità perfetta ... Oh, mia adorabile moglie! Non so cosa il destino abbia in serbo per me, ma se mi terrà lontano da te ancora, sarà insopportabile! Il mio coraggio non basta per questo. Vieni ed unisciti a me; prima di morire possiamo almeno dire: "Abbiamo passato tanti giorni felici!"

Percy Bysshe Shelley A Mary Godwin Shelley Bagni di Lucca, domenica 23 agosto 1818 Mia carissima Mary, siamo arrivati ​​qui ieri sera a mezzogiorno, ed è ora prima della colazione del mattino successivo. Ovviamente non posso dirti nulla del futuro, e anche se non chiuderò questa lettera prima del post-time, tuttavia non so esattamente quando sarà. Eppure, se sei ancora molto impaziente, guarda la lettera e vedrai un'altra data, in cui potrei avere qualcosa da raccontare ... Beh, ma il tempo stringe. Vado ora dal banchiere a mandarvi i soldi per il viaggio, che vi indirizzerò a Firenze, Poste. Vi prego, vieni subito ad Este, dove aspetterò nella massima ansia il tuo arrivo ... Sai, carissima, come fu scritta questa lettera? Con rottami e toppe e interrotti ogni minuto. La gondola sta arrivando per portarmi dal banchiere. Este è un posticino e la casa si trova senza difficoltà. Conterò quattro giorni per questa lettera, un giorno per fare le valigie, quattro per venire qui e il nono o decimo giorno ci incontreremo. Sono in ritardo per il post, ma mando un espresso per superarlo. In allegato un ordine di cinquanta sterline. Se sai tutto quello che devo fare! Carissimo amore, stai bene, sii felice, vieni da me. Confida nel tuo costante e affettuoso P.B.S. P.S. Bacia i tesori dagli occhi azzurri * per me e non lasciare che William mi dimentichi. Clara non può ricordarsi di me. * Il loro figlio e la loro bambina

John Keats a Fanny Brawne 25 College Street, 13 ottobre 1819 Mia carissima ragazza, in questo momento mi sono prefissato di copiare alcuni versi in modo corretto. Non posso procedere con alcun livello di contenuto. Devo scriverti una o due righe e vedere se questo aiuterà a scacciarti dalla mia mente per un tempo così breve. Sulla mia anima non riesco a pensare ad altro. È passato il tempo in cui ho avuto il potere di consigliarti e metterti in guardia dal mattino poco promettente della mia vita. Il mio amore mi ha reso egoista. Non posso esistere senza di te. Mi dimentico di tutto, ma rivederti - la mia vita sembra fermarsi qui - non vedo oltre. Mi hai assorbito. In questo momento ho la sensazione come se mi stessi dissolvendo - sarei squisitamente infelice senza la speranza di vederti presto. Avrei paura di separarmi lontano da te. Mia dolce Fanny, il tuo cuore non cambierà mai? Amore mio, vero? Non ho limiti ora al mio amore ... Ti è piaciuto questo articolo? Visita il nostro negozio di articoli da regalo e fuga nel mondo di Jane Austen.