All Hallow's Eve

Halloween, Hallowe'en, All Hallow's Eve ... suonano tutti misteriosi e inquietanti; ma da dove viene questa celebrazione del mondo sotterraneo e quando è iniziata? Jane Austen ha mai fatto dolcetto o scherzetto? La celebrazione ora nota come Halloween ha le sue radici nella festa celtica di Samhain, una delle quattro druido Festival del “falò”. Celebrato il 1 ° novembre, a metà strada tra il solstizio d'autunno e il solstizio d'inverno, alcuni studiosi ritengono che abbia segnato la fine dell'anno vecchio e l'inizio del nuovo. Samhain (pronunciato sów-en) non era un dio da adorare, ma piuttosto un termine che significava "La fine dell'estate". Fu in questo momento che fu portata la mietitura, completati i preparativi per l'inverno, saldati i debiti e sepolti i morti prima del prossimo inverno. Nella cultura celtica altamente superstiziosa, si credeva anche che in questo momento in cui "un nuovo anno veniva cucito al vecchio" il velo tra il mondo presente e il prossimo fosse particolarmente sottile, consentendo agli spiriti dei defunti, sia buoni che male a vagare. A causa di questa convinzione, il 31 ottobre è diventata una notte altamente superstiziosa. Alcuni colsero l'opportunità per supplicare i morti di ricevere guida nel prossimo anno. Altri hanno portato avanti tradizioni che coinvolgono la rivelazione della propria dolce metà o buona fortuna per il prossimo anno. Verso la fine della sera sacerdoti e cittadini, vestiti da spiriti, sfilavano per il villaggio per ricondurre i fantasmi erranti ai loro luoghi di riposo. Lungi dall'essere un inferno ardente, il "mondo sotterraneo" celtico era un luogo di luce e festa, molto più simile all'ideale cristiano del paradiso. La resa diffamata di Charles Smith del 1815 di un prete druido Dato che era anche la fine dell'anno, il falò acceso dai sacerdoti serviva a uno scopo in più. Ogni abitante del villaggio avrebbe lasciato spegnere il fuoco del focolare quella notte per essere nuovamente acceso dalle braci del falò, a simboleggiare un nuovo anno e la speranza di prosperità. Durante la notte di spettri e fantasmi, le case sarebbero state illuminate da rustici lanterne intagliato da rape (conosciute all'inizio come neeps), barbabietole e rape. Le zucche sarebbero state usate in seguito, poiché furono portate in Europa dal Nuovo Mondo nel 17 ° secolo. Queste luci tremolanti erano disposte nella speranza di accogliere a casa anime amiche e di scacciare gli spiriti maligni che vagavano quella notte. Un'altra parte importante delle baldorie della celebrazione includeva l'illegalità e il male. Fu durante questo periodo che le regole furono revocate e ai burloni fu data mano libera. Le mucche sarebbero state trovate lontano dai campi, i cancelli scardinati, le donne vestite con abiti da uomo e i servi governavano i loro padroni. Quando i romani conquistarono la Gran Bretagna nel 43 d.C., guidarono i Celti in Scozia e in Irlanda, costruendo il Vallo di Adriano attraverso la Britannia per proteggere i loro insediamenti dai predoni, dividendo ufficialmente i due paesi. Sebbene portassero con sé la propria religione politeista, non erano al di sopra di incorporare le festività già in atto nel paese, aggiungendo una celebrazione alla loro dea degli alberi da frutto, Pomona, alle baldorie, collegando per sempre le mele e banchettando ad Halloween. Il risultato dell'invasione romana e della successiva adozione del calendario giuliano, che spostò il capodanno al 1 gennaio, fu che per alcuni l'intero periodo tra il 31 ottobre (il vecchio anno nuovo) e il 1 gennaio divenne un periodo in cui i fantasmi erano liberi vagare per la terra e immischiarsi negli affari dei mortali. Fu con questo in mente che, nel 1843, Charles Dickens scrisse Un canto natalizio come una storia di fantasmi. Un'immagine vivida di questo tipo di vagabondaggio notturno può essere trovata nel primo incontro di Ebenezer Scrooge con Marley's Ghost. «L'aria era piena di fantasmi, che vagavano qua e là in una fretta irrequieta e gemevano mentre andavano. Ognuno di loro portava catene come il fantasma di Marley; alcuni pochi (potevano essere governi colpevoli) erano collegati tra loro; nessuno era libero. Molti erano stati conosciuti personalmente da Scrooge nelle loro vite. Aveva conosciuto un vecchio fantasma, in un panciotto bianco, con una mostruosa cassaforte di ferro attaccata alla caviglia, che piangeva pietosamente per non essere in grado di assistere una donna disgraziata con un bambino, che vide sotto, su un gradino della porta. . La miseria con tutti loro era, chiaramente, che cercavano di interferire, per sempre, nelle questioni umane, e avevano perso il potere per sempre ". Tale era il potere della tradizione iniziata dai Druidi. Con la diffusione del cristianesimo nel VII-X secolo venne il desiderio della chiesa di spazzare via riti e festività pagane e sostituirli con feste di importanza cristiana. Di conseguenza, Papa Gregorio III (731-741) spostò il giorno di Ognissanti (originariamente celebrato la prima domenica dopo la Pentecoste, segnando la fine ufficiale della Pasqua) da maggio al 1 ° novembre, seguito dal giorno dei morti il ​​2 novembre. Giorno di Ognissanti, che prevede una veglia celebrata la sera prima (31 ottobre) è stata accantonata per commemorare tutti i santi due numerosi a cui sarà data la propria festa. Con l'influenza di vasta portata della chiesa cattolica, la giornata fu presto celebrata in tutta Europa e successivamente nelle Americhe. Il giorno dei morti diventò un giorno per celebrare la memoria dei morti, le cui anime erano ancora in purgatorio. I mendicanti passavano di porta in porta implorando "torte dell'anima" da ogni casa in cambio delle preghiere fatte per i loro parenti. Questa connessione con i defunti legò ancora una volta la festa alla precedente festa di Samhain. Il nuovo nome, Halloween proviene dal Festival cristiano. Come notte di veglia, il 31 era una "Serata Consacrata", abbreviata in Hallowe'en e poi Halloween. Era anche noto come Hallowmas, una festa di accattonaggio, come menzionato in Shakespeare Due signori di Verona quando Speed ​​accusa il suo padrone di "puling (piagnucolando e piagnucolando) come un mendicante a Halloween". Nel 1605, un gruppo di ribelli cattolici pianificò di far saltare in aria il Parlamento nell'ormai famoso Gun Powder Plot. Il piano è stato scoperto e il 5 novembre, il principale ribelle Guy Fawkes è stato arrestato. Anche se in seguito fu giustiziato per tradimento, il giorno del suo arresto divenne una festa e i falò che una volta bruciavano il 31 ottobre venivano ora accesi il 5 novembre. Il Guy Fawkes Day è diventato un periodo di baldoria e malizia. Anche se il "souling" da allora si era estinto, i bambini spesso chiedevano soldi agli adulti di passaggio per acquistare fuochi d'artificio per le illuminazioni notturne, mantenendo viva la tradizione dell'accattonaggio rituale. Successivamente, sotto il dominio puritano di Oliver Cromwell, Halloween, così come la maggior parte delle altre festività e giorni di festa furono aboliti. Per molti anni c'era stata una spinta per sradicare le streghe, con le quali il festival era particolarmente popolare, e persino i gatti che erano visti come i loro familiari (uno spirito guida che assume la forma di un animale) .Questa distruzione dei gatti potrebbe aver effettivamente accelerato il diffusione della Peste Bubbonica (Morte Nera) in cui è diffusa da ratti e pulci. L'epidemia di Londra nel 1665-1666 uccise tra 75.000 e 100.000 persone, un quinto della popolazione della città. I Celti che popolavano la Scozia e l'Irlanda, tuttavia, erano restii a rinunciare ai loro vecchi modi in favore delle feste cristiane o in mancanza di quelle. Invece, hanno incorporato questi nuovi riti nella vecchia celebrazione. È chiaro dal poeta scozzese Robert Burns ' 1786 lavoro, Halloween, che ai tempi della Georgia, la festa era ancora viva e vegeta, con gran parte del suo simbolismo superstizioso intatto. La poesia descrive i trucchi (come mangiare una mela davanti a uno specchio nella speranza di vedere la persona amata) e le leccornie (Flummery e Barmbrack) della stagione a cui la maggior parte degli scozzesi o degli irlandesi avrebbe avuto familiarità. La Regency estesa era un'era affascinata dal misterioso e dall'orribile. Romance gotiche spaventose, come I misteri di Udolpho, sono stati scritti e sono stati letti da tutti. Alcune delle icone più familiari della moderna Halloween come Frankenstein (1816) e The Headless Horseman (portato in vita in La leggenda di Sleepy Hollow, 1820) furono creati durante questa era. Jane Austen, un'appassionata lettrice con un gusto per i romanzi, conosceva senza dubbio molti di questi capolavori gotici, così come il lavoro di Robert Burns. Sarebbe stata a conoscenza di queste celebrazioni e riti divinatori; tuttavia, in quanto figlia di un pastore anglicano, è dubbio che avrebbe preso parte a simili vicende. Sicuramente, crescendo in una casa piena di ragazzi, avrebbe festeggiato con un falò la notte di Guy Fawkes, ma non troviamo da nessuna parte che si sia dilettata in nessuna delle pratiche occulte delle feste più antiche ancora celebrate dai villaggi locali. Non menziona né queste vacanze né i suoi sentimenti nei loro confronti. Le trappole di Halloween che ora impieghiamo così regolarmente le sarebbero state estranee, anche se le loro radici affondavano profondamente nella storia inglese, a cui lei era così affezionata. Halloween fu portato negli Stati Uniti dai coloni irlandesi nel 1840, dove alla fine fu accolto da tutte le nazionalità. Nel 1915, i Boy Scouts of America programmarono il primo "dolcetto o scherzetto" come un modo per scoraggiare danni dannosi, ma fu solo nel 1938 che il termine apparve effettivamente in stampa. Con il passare degli anni da allora, i costumi, le feste e le decorazioni sono diventati più elaborati, evolvendosi infine in un miliardo L'industria del dollaro è piena di caramelle confezionate in modo speciale, costumi decorati e un'attrazione per tutto ciò che è spaventoso e malvagio. Questa mancanza di prove a sostegno di una celebrazione universale di Halloween nell'Inghilterra georgiana e reggenza non ha impedito a numerosi autori di inserirla nelle loro opere. Ci sono molti romanzi ispirati alla "Regency" ora in stampa che impiegano elementi delle varie superstizioni della vacanza come fatto ben noto, alcuni impiegano il paranormale, e altri interpretano i temi del raccolto e dell'abbondanza. Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libreria su janeaustengiftshop.co.uk

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati