London Theatre durante il Regency: Covent Garden

Jane Austen visita il Regency Covent Garden

Penso che giudichi molto saggiamente nel rimandare la tua visita a Londra, e mi sbaglio se non viene rimandato per un po 'di tempo. Parli con tale nobile rassegnazione della signora Jordan e dell'Opera House, che sarebbe un insulto supporre che sia necessaria una consolazione ... Jane Austen a Cassandra l'8 gennaio 1801 La famiglia Austen amava il teatro. Amavano assistere a rappresentazioni teatrali, parlare di commedie e spettacoli e si divertivano a recitare. Alcuni dei primi lavori di Austen hanno la forma di un'opera teatrale e molte scene di sviluppo della trama nei suoi romanzi ruotano attorno alla recitazione e alla partecipazione a eventi teatrali. Ai tempi di Austen, non era insolito che un'opera seria fosse seguita da una commedia o opera più leggera. Molte esibizioni serali includevano due o anche tre opere di fila. Quando visitava la casa londinese di suo fratello, Henry Austen, Jane sembra aver visitato il teatro il più spesso possibile, osservando alcuni dei più grandi artisti di scena del suo tempo, tra cui la signora Siddons, la signora Jordan ed Edmund Kean nel suo acclamato ruolo di Shylock. La stessa Austen sembra aver preferito le commedie leggere a quelle delle prodezze operistiche. Nel 1814 scrisse a Cassandra che, "Dobbiamo vedere" The Devil to Pay "stasera. Mi aspetto di essere molto divertito. A parte la signorina Stephens, oserei dire che" Artexerxes "sarà molto noioso." Questa era una posizione insolita in un'opera teatrale che era "una delle opere inglesi di maggior successo e influenti del diciottesimo secolo". La storia, adattata dall'opera italiana del 1729, è stata scritta da Thomas Arne, in inglese, attirando così sia gli amanti della musica inglese che i fan dell'opera. Fu ripetuto più e più volte dopo la sua prima nel 1762. Mozart assistette a un'esibizione nel 1765 così come Hayden, che esclamò: "Non avevo idea che avessimo un'opera del genere in lingua inglese." Nonostante la sua professione che era, "molto stanco di" Artexerxes ", molto divertito con la farsa e, in modo inferiore, con la pantomima che seguì"Tuttavia, Jane ha copiato la partitura della sovrasatura dell'opera in uno dei suoi libri di musica. Questi libri scritti a mano danno uno sguardo penetrante nel gusto musicale della famiglia Austen. Sono tenuti dal Jane Austen Memorial Trust, a Chawton Cottage, e contengono selezioni di Handel, Mozart, Gay, Gluck, Clementti e Haydn, oltre a canzoni popolari del giorno. L'aria, "Il soldato tirato dalla guerra", da Artexerxesrimane un fiore all'occhiello popolare fino ad oggi.

Il Theatre Royal di Regency Covent Garden

La fondazione del Theatre Royal, Covent Garden, risiede nelle lettere di brevetto concesse da Carlo II a Sir William Davenant nel 1660, consentendo a Davenant di gestire una delle due sole compagnie teatrali brevettuali (The Duke's Company) a Londra. Poco dopo, nel 1683, John Blow compose Venere e Adone, spesso considerata la prima vera opera in lingua inglese. Il successore immediato di Blow fu il più noto Henry Purcell. Nonostante il successo del suo capolavoro Didone ed Enea (1689), in cui l'azione è favorita dall'uso di recitativi all'italiana, gran parte del lavoro migliore di Purcell non è stato coinvolto nella composizione dell'opera tipica. Invece di solito lavorava entro i vincoli del formato semi-opera, dove scene e maschere isolate sono contenute all'interno della struttura di un'opera teatrale, come Shakespeare in Purcell La regina delle fate (1692) e Beaumont e Fletcher in La Profetessa (1690) e Bonduca (1696). I personaggi principali della commedia tendono a non essere coinvolti nelle scene musicali, il che significa che Purcell è stato raramente in grado di sviluppare i suoi personaggi attraverso la canzone. Nonostante questi ostacoli, il suo scopo (e quello del suo collaboratore John Dryden) era quello di stabilire un'opera seria in Inghilterra, tuttavia, queste speranze si sono concluse con la morte prematura di Purcell all'età di 36 anni. Dopo Purcell, la popolarità dell'opera in Inghilterra è diminuita per diversi decenni. Un rinnovato interesse per l'opera si è verificato negli anni '30 del 1700, che è in gran parte attribuito a Thomas Arne, sia per le sue composizioni sia per aver allertato Handel sulle possibilità commerciali di opere di grandi dimensioni in inglese. Arne è stato il primo compositore inglese a sperimentare con l'opera comica tutta cantata in stile italiano, con il suo più grande successo Thomas e Sally nel 1760. Sebbene Arne imitasse molti elementi dell'opera italiana, fu forse l'unico compositore inglese a quel tempo che fu in grado di andare oltre le influenze italiane e creare la sua voce unica e distintamente inglese. La sua opera ballata modernizzata, Amore in un villaggio (1762), iniziò una moda per l'opera pastiche che durò fino al XIX secolo. Charles Burney ha scritto che Arne ha introdotto "una melodia leggera, ariosa, originale e piacevole, completamente diversa da quella di Purcell o Handel, che tutti i compositori inglesi avevano saccheggiato o imitato". Oltre ad Arne, l'altra forza dominante nell'opera inglese in questo momento era George Frideric Handel, le cui serie operistiche riempirono i palcoscenici operistici di Londra per decenni e influenzarono la maggior parte dei compositori locali, come John Frederick Lampe, che scriveva utilizzando modelli italiani. Questa situazione continuò per tutto il XVIII e XIX secolo, anche nell'opera di Michael Balfe, e le opere dei grandi compositori italiani, così come quelle di Mozart, Beethoven e Meyerbeer, continuarono a dominare il palcoscenico musicale in Inghilterra. Nel 1728, John Rich, attore-manager della Duke's Company al Lincoln's Inn Fields Theatre, commissionò L'opera del mendicante di John Gay. Il successo di questa impresa gli fornì la capitale per costruire il Theatre Royal (progettato da Edward Shepherd) sul sito di un antico giardino conventuale, parte del quale era stato sviluppato da Inigo Jones negli anni '30 del 1630 con una piazza e una chiesa. Inoltre, una Carta Reale aveva creato un mercato ortofrutticolo nella zona, un mercato che sopravvisse in quel luogo fino al 1974. Alla sua apertura il 7 dicembre 1732, Rich fu portato dai suoi attori in trionfo processionale nel teatro per il suo apertura della produzione di William Congreve La via del mondo. Durante i primi cento anni circa della sua storia, il teatro era principalmente un teatro, con il brevetto delle lettere concesso da Carlo II che concedeva a Covent Garden e al Theatre Royal, Drury Lane i diritti esclusivi per presentare il dramma parlato a Londra. Nonostante la frequente intercambiabilità tra le società di Covent Garden e Drury Lane, la concorrenza era intensa, spesso presentando le stesse commedie contemporaneamente. Rich introdusse la pantomima nel repertorio, eseguendo egli stesso (sotto il nome d'arte John Lun, come Arlecchino) e una tradizione di pantomima stagionale continuò nel teatro moderno, fino al 1939. Nel 1734, Covent Garden presentò il suo primo balletto, Pigmalione. Marie Sallé ha abbandonato la tradizione e il suo corsetto e ha ballato in abiti diafani. Il pastor fido seguito da Ariodante (1735), la prima di Alcina, e Atalanta l'anno seguente. Ci fu un'esibizione reale del Messia nel 1743, che fu un successo e iniziò una tradizione di spettacoli oratori quaresimali. Dal 1735 fino alla sua morte nel 1759 vi tenne regolarmente delle stagioni e molte delle sue opere e oratori furono scritti per Covent Garden o vi furono le prime rappresentazioni londinesi. Lasciò in eredità il suo organo a John Rich, che fu collocato in una posizione di rilievo sul palco, ma fu tra i tanti oggetti di valore persi in un incendio che distrusse il teatro nel 1808. La ricostruzione iniziò nel dicembre 1808 e il secondo Theatre Royal, Covent Garden (progettato da Robert Smirke) è stato inaugurato il 18 settembre 1809 con un'esibizione di Macbeth seguito da un intrattenimento musicale chiamato Il quacchero. L'attore-manager John Philip Kemble, alzò i prezzi dei posti per aiutare a recuperare i costi della ricostruzione, ma la mossa fu così impopolare che il pubblico interrompeva le esibizioni battendo bastoni, sibili, fischi e balli. Le Rivolte dei vecchi prezzi durò più di due mesi, e la direzione fu infine costretta ad accogliere le richieste del pubblico. Durante questo periodo, gli intrattenimenti furono vari; opera e balletto sono stati presentati, ma non esclusivamente. Kemble ha ingaggiato una varietà di atti. Molti attori famosi dell'allora apparvero a teatro, tra cui le tragedie Sarah Siddons ed Eliza O'Neill, gli attori shakespeariosi William Charles Macready, Edmund Kean e suo figlio Charles. Il 5 marzo 1856, il teatro fu nuovamente distrutto da un incendio. I lavori per il terzo teatro, progettato da Edward Middleton Barry, iniziarono nel 1857 e il nuovo edificio, che rimane ancora come nucleo dell'attuale teatro, aprì il 15 maggio 1858 con una applicazione di Meyerbeer Ugonotti.
Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro Jane Austen Giftshop!