Pagare chiamate sociali

Pagare le chiamate sociali in Regency England

Raggiunse la casa senza alcun impedimento, guardò il numero, bussò alla porta e chiese della signorina Tilney.

L'uomo credeva che la signorina Tilney fosse a casa, ma non ne era del tutto sicuro.

Sarebbe stata lieta di inviare il suo nome?

Ha dato la sua carta.

Dopo pochi minuti il ​​domestico tornò e, con uno sguardo che non confermò le sue parole, disse che si era sbagliato, perché la signorina Tilney era uscita.

Catherine, con un rossore di mortificazione, lasciò la casa.

Si sentiva quasi persuasa che la signorina Tilney fosse a casa e troppo offesa per ammetterla; e mentre si ritirava lungo la strada, non poté trattenere uno sguardo alle finestre del salotto, aspettandosi di vederla lì, ma nessuno si presentò.

L'abbazia di Northanger

All'inizio del XIX secolo, l'etichetta della chiamata era un rituale saldamente stabilito nella società e il biglietto da visita una parte essenziale di presentazioni, inviti e visite. Le carte telefoniche si sono evolute in Inghilterra come un modo per far entrare le persone nella cerchia sociale d'élite e per quelle già presenti per tenere fuori gli indesiderati. Le carte telefoniche potrebbero tenere a distanza gli aspiranti sociali fino a quando non potrebbero essere adeguatamente controllati.

Le carte

Il biglietto da visita di una signora era più grande di quello di un signore, che doveva entrare nel taschino della giacca. Le carte durante l'era Regency erano più piccole dei 9 x 6 cm dell'era vittoriana. La carta di una signora potrebbe essere smaltata, mentre quella di suo marito non lo era. L'incisione era di caratteri semplici, piccoli e senza svolazzi, sebbene la scrittura divenne più elaborata con il passare del secolo. Un semplice "Mr." O "Signora" prima il nome era sufficiente, tranne nel caso di riconoscimento di rango (Conte, Visconte, ecc.). Le prime carte vittoriane portavano solo il titolo e il nome di una persona, con a volte aggiunto il nome della loro casa o distretto. Entro la fine del secolo, l'indirizzo fu aggiunto alla carta e, se del caso, il giorno del ricevimento di una signora. Gli astucci per biglietti da visita erano realizzati con una varietà di materiali, tra cui argento, avorio e cartapesta. Le loro palpebre durante gli anni '30 dell'Ottocento rappresentavano spesso vedute di castelli, come Warwick o Windsor. Nel 1840, dopo l'acquisto di Balmoral da parte della regina Vittoria, le vedute scozzesi divennero popolari. I casi durante la reggenza erano principalmente di filigrana, pelle e tartaruga. I vittoriani preferivano l'avorio, il guscio di tartaruga e la lavorazione del legno. Poiché l'oro e altri metalli erano costosi, solo i ricchi potevano permettersi casse fatte di queste sostanze. Le carte vittoriane erano più grandi delle loro controparti precedenti, quindi ne venivano trasportate solo poche alla volta.

Regole per le chiamate e per lasciare le carte

Una signora iniziava a telefonare non appena arrivava in città, per avvisare tutti che la sua famiglia era arrivata. Rimase nella sua carrozza mentre il suo sposo le prendeva la tessera e la consegnava. La tessera veniva trasmessa alla padrona di casa, la quale avrebbe poi deciso se ricevere o meno la chiamata. Se la padrona "non era a casa", era un rifiuto del visitatore. Una carta reciproca può essere data al chiamante, ma se non presentata formalmente, ciò di solito significava che non c'era alcun desiderio di promuovere la conoscenza. Se, tuttavia, una chiamata formale veniva restituita con una chiamata formale, c'era speranza che la relazione crescesse. Le carte dei visitatori sono state posizionate su un salver d'argento nella sala d'ingresso - i nomi più impressionanti visualizzati in cima. I vassoi avevano un bordo in crosta di torta in modo che le carte non scivolano via. Nelle famiglie meno ricche, le ciotole di porcellana erano usate per tenere le carte. Per una prima chiamata, si è saggiamente lasciare la carta senza chiedere se l'amante fosse o meno a casa. Avrebbe poi fatto il passo successivo. Entro la metà del secolo, una moglie potrebbe lasciare la carta di suo marito per lui. Ha lasciato la sua carta, più due di suo marito... uno per l'amante di casa e uno per il padrone. I nomi delle figlie adulte potevano essere stampati sulla sua carta quando l'accompagnavano in una chiamata finché vivevano ancora a casa. Un angolo rifiutato indicava che la carta era stata consegnata di persona, piuttosto che da un servo. Alcune carte elaborate avevano le parole Visite, Felicitation, Affaires e Adieu impresse sul retro, agli angoli. Quindi, qualunque angolo sia stato alzato, uno di quegli angoli è apparso e ha spiegato il motivo della visita. Le chiamate devono essere effettuate solo nei giorni di casa. Giorni e orari per questi sono stati incisi sui biglietti da visita. Una nuova arrivata ha aspettato che ricevessi le carte dai vicini. Era allora buona maniera invitare quei vicini che lasciarono le carte. Le chiamate formali sono state fatte a seguito di eventi cerimoniali come il matrimonio o il parto, e anche come riconoscimento dell'ospitalità. Le richieste di condoglianze e congratulazioni sono state fatte circa una settimana dopo l'evento. Se intimo, un visitatore può chiedere l'ammissione. In caso contrario, chiesero al servo il benessere della persona. Le visite cerimoniali sono state fatte il giorno dopo una palla, quando è bastato lasciare semplicemente una carta. O entro un giorno o due dopo una cena, e entro una settimana da una piccola festa. Gli orari sono stati allocati per ogni tipo di chiamata. Le "chiamate mattutine" sono state fatte nel pomeriggio. Le "chiamate cerimoniali" sono state fatte tra le tre e le quattro, semi-cerimoniali tra le quattro e le cinque e chiamate intime tra le cinque e le sei - ma mai la domenica, il giorno riservato ad amici intimi e parenti. Le visite sono state brevi, della durata da venti a trenta minuti. Se un altro chiamante è arrivato durante una visita, il primo chiamante è partito entro un momento o due. Una chiamata deve essere restituita con una chiamata, una carta con una carta, entro una settimana o al massimo dieci giorni. Se una famiglia stava temporaneamente lasciando l'area, hanno scritto P.P.C. (pour prendage conge) sulle loro carte quando hanno chiamato Uno sguardo approfondito al pagamento e alla ricezione delle chiamate mattutine può essere trovato nel 1861 di Isabella Beeton, Libro della signora Beeton sulla gestione domestica. Questo libro è stato rivoluzionario nel fornire alle giovani mogli una guida di riferimento rapido a tutti gli aspetti della gestione di una famiglia e copre tutto, dalla spesa alla pianificazione del menu, all'allevamento dei figli, al diventare una graziosa hostess e alla gestione della servitù. La raffinata arte del pagamento delle chiamate era entrata in piena fioritura durante il Regency e poco era cambiato quando la signora Beeton scrisse il suo indispensabile manuale. "Dopo il pranzo, si possono fare e ricevere chiamate e visite mattutine. Queste possono essere suddivise in tre punti: quelle di cerimonia, amicizia e congratulazioni o cordoglio. Visite di cerimonia o cortesia, che occasionalmente si fondono in quelle di amicizia, devono essere pagati in varie circostanze. Pertanto, sono richiesti in modo uniforme dopo aver cenato a casa di un amico, o dopo un ballo, un picnic o qualsiasi altra festa. Queste visite dovrebbero essere brevi, una permanenza da quindici a venti minuti è abbastanza sufficiente. la signora in visita può togliersi il boa o il fazzoletto da collo; ma né lo scialle né il berretto. Quando vengono annunciati altri visitatori, è bene ritirarsi il prima possibile, avendo cura di far sembrare che il loro arrivo non sia la causa. sono tranquillamente seduti, e il trambusto del loro ingresso è terminato, alzati dalla sedia, salutando gentilmente la padrona di casa e salutando cortesemente gli ospiti. Se chiami in un momento scomodo, non avendo accertato l'ora del pranzo, o dal un Per qualsiasi altra inavvertenza, ritirati il ​​prima possibile, senza però dimostrare di sentirti un intruso. Non è difficile per una persona ben educata o anche di buon carattere sapere cosa dire in un'occasione del genere e, ritirandosi educatamente, si può fare una promessa di chiamare di nuovo, se la signora che hai chiamato appare davvero deluso. Nel fare visite di amicizia, non sarà tanto necessario lasciarsi guidare dall'etichetta quanto nel pagare visite di cerimonia; e se una signora viene spinta dal suo amico a togliersi lo scialle e il berretto, può essere fatto se non interferisce con i suoi successivi accordi. Tuttavia, è necessario chiamare a orari adeguati ed evitare di trattenersi troppo a lungo se il tuo amico è fidanzato. Le cortesie della società dovrebbero essere sempre mantenute, anche nella cerchia domestica e tra gli amici più vicini. Durante queste visite, le maniere dovrebbero essere facili e allegre e gli argomenti di conversazione che possono essere prontamente terminati. Devono essere evitate del tutto discussioni o discussioni serie, e c'è molto pericolo e scorrettezza nell'esprimere le opinioni di quelle persone e personaggi con i quali, forse, c'è solo una scarsa conoscenza. Non è consigliabile, in qualsiasi momento, portare i cani preferiti nel salotto di un'altra signora, poiché molte persone hanno un'assoluta antipatia per tali animali; e oltre a questo, c'è sempre la possibilità che si verifichi una rottura di qualche articolo, attraverso il loro salto e salto qua e là, a volte con grande paura e fastidio della padrona di casa. Anche i suoi figli, a meno che non siano particolarmente ben addestrati e ordinati, e lei sia in rapporti estremamente amichevoli con la padrona di casa, non dovrebbero accompagnare una signora nelle telefonate mattutine. Quando una signora, invece, fa le sue visite in carrozza, i bambini possono essere accompagnati nel veicolo e rimanere in esso fino al termine della visita. Per le chiamate mattutine, è bene essere vestiti in modo ordinato; perché un costume molto diverso da quello che indossi generalmente, o qualsiasi cosa che si avvicini a un abito da sera, sarà decisamente fuori luogo. Come regola generale, si può dire, sia in riferimento a questa che a tutte le altre occasioni, è meglio essere sottovestiti che sopraffatti. Si dovrebbe tenere un rigoroso conto delle visite cerimoniali e notare quanto presto sono state restituite le visite. Si può così formulare un'opinione sul fatto che le tue frequenti visite siano o meno desiderabili. Ci sono, naturalmente, casi in cui le circostanze della vecchiaia o della cattiva salute precluderanno qualsiasi ritorno di una chiamata; ma in tal caso non deve interrompere lo svolgimento dell'incarico. Nel fare le visite di cordoglio, va ricordato che dovrebbero essere pagate entro una settimana dall'evento che le ha provocate. Se la conoscenza, tuttavia, è scarsa, subito dopo che la famiglia è apparsa al culto pubblico. Una signora dovrebbe inviare il suo biglietto e, se i suoi amici sono in grado di riceverla, i modi e la conversazione del visitatore dovrebbero essere sommessi e in armonia con il carattere della sua visita. La cortesia imporrebbe di usare una carta di lutto e che i visitatori, nel pagare le visite di condoglianze, dovrebbero essere vestiti con abiti neri, di seta o in tinta unita. Si esprime così simpatia per l'afflizione della famiglia, e queste attenzioni sono, in questi casi, piacevoli e lenitive. In tutte queste visite, se il tuo conoscente o amico non è a casa, dovrebbe essere lasciato un biglietto. Se sei in carrozza, il domestico risponderà alla tua richiesta e riceverà la tua carta; se fate le vostre visite a piedi, date la vostra tessera al domestico nell'atrio, ma non vi si deve chiedere il permesso di entrare e riposare. La forma delle parole, "Non a casa", può essere intesa in diversi sensi; ma l'unico modo cortese è riceverli come perfettamente veri. Potete immaginare che la padrona di casa sia veramente a casa, e che farebbe un'eccezione a vostro favore, oppure pensate che la vostra conoscenza non sia desiderata; ma, in entrambi i casi, non ti sfugge la minima parola, il che suggerirebbe, da parte tua, una simile impressione. Nel ricevere le chiamate mattutine, la precedente descrizione dell'etichetta da osservare nel pagarle sarà di notevole utilità. Va aggiunto, tuttavia, che le occupazioni di disegno, musica o lettura dovrebbero essere sospese all'ingresso dei visitatori mattutini. Se una donna, tuttavia, è impegnata con un ricamo leggero, e nessun altro è appropriato in salotto, in alcune circostanze potrebbe non essere incoerente con un buon allevamento continuare tranquillamente durante la conversazione, in particolare se la visita è prolungata, oi visitatori siano gentiluomini. Un tempo si usava accompagnare alla porta tutti i visitatori che lasciavano la casa e lì congedarsi; ma la società moderna, che ha rinunciato a gran parte di questo tipo di cerimonia, ora richiede semplicemente che la padrona di casa si alzi dal suo posto, si stringa la mano o sia cortese, in conformità con l'intimità che ha con i suoi ospiti, e suona il campanello per chiamare il servitore ad assisterli e apri la porta. "

***

Questo articolo è stato scritto da Michelle Hoppe Prima per Rapporti letterari, un sito web gestito da un autore dedicato alla storia della reggenza e vittoriana. La sig.ra Prima è un'autrice pluripremiata a pieno titolo, con diversi titoli al suo attivo. Vive a Chicago con suo marito, due figlie e cinque cani. Le fonti per questo articolo includono: Biglietti da visita e casi di Edwin Banfield, Baros Books, Wiltshire, 1989. ISBN # 0948382031 Quello che Jane Austen ha mangiato e Charles Dickens sapevano di Daniel Pool, Simon & Schuster, New York, 1993 ISBN # 0671793373 The Writer's Guide to Everyday Life in Regency and Victorian England From 1811-1901 di Kristine Hughes, Writer's Digest Books, Cincinnati, 1998. ISBN # 0898798124 La Moglie Modello, Stile Ottocento di Rona Randall, The Herbert Press, Londra, 1989. ISBN # 0906969840 Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro Jane Austen Giftshop!

1 commentare

Funny that it was better to be under-dresse than over-dresse. Quite the opposit today (at least here in Denmark).

Manne luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati