Il "pezzo di conversazione"

Mentre conduceva ricerche sul ritratto di "Rice", il signor Robin Roberts ha scoperto un'immagine molto interessante, che sembra essere passata inosservata in un catalogo di Christie's. La vendita della proprietà della signora Robert Tritton ha avuto luogo a Godmersham Park, nel Kent, tra lunedì 6 giugno e giovedì 9 giugno 1983. Elsie Tritton e suo marito avevano acquistato la proprietà nel 1936 e il catalogo riporta come lei e suo marito aveva amorevolmente salvato la casa e come Elsie, una newyorkese di nascita, desiderava che, dopo la sua morte, la loro meravigliosa collezione di mobili e orologi, pezzi di conversazione in inglese, oggetti d'arte e tessuti fosse disponibile per altri per l'acquisto. le proprie collezioni. Questo è un catalogo affascinante da vedere e penso che il fatto che il dipinto sia uscito dalla vendita di Godmersham Park sia molto eccitante! (Fare clic sull'immagine per ingrandirla.) Il dipinto è descritto nel catalogo come appartenente alla Scuola Inglese, intorno al 1780, penna, inchiostro nero e acquarello, misura 15½ per 19½ pollici. Raffigura una famiglia seduta attorno a un tavolo, gli adulti alle estremità opposte, con quattro bambini oltre. Penso che la cosa così interessante dell'immagine sia che più la studi; più i dettagli diventano affascinanti. Sembra essere un meraviglioso puzzle allegorico, pieno dell'umorismo e della farsa che la famiglia Austen amava, riflettendo così tanto di ciò che sappiamo sulla loro storia familiare e sulle loro finanze, con tutto il simbolismo letterario che avrebbero goduto così tanto. Ci sono alcune allusioni significative legate alla famiglia Austen, e sono entusiasta di condividere con voi i pensieri e le scoperte del signor Roberts. Si chiede se potrebbe essere un'opera di Ozias Humphry dipinta per commemorare l'adozione di Edward Austen da parte della famiglia Knight, parenti senza figli, ed eseguita in una data simile alla sagoma commemorativa. Quali potrebbero essere i simboli del monogramma di Ozias Humphry sembrano essere sparsi in diversi punti del dipinto, sulle figure, in un ricciolo sopra la mensola del caminetto, e c'è una possibile firma nell'angolo destro, anche se è difficile esserne certi senza vedere l'originale e, purtroppo, è impossibile mostrare tutti i piccoli dettagli su un blog. Se supponiamo che si tratti di un dipinto della famiglia Austen, la figura centrale mostra un ragazzo che molto probabilmente sarà Edward Austen. Tutta la famiglia ha la sua attenzione rivolta verso di lui e, cosa più importante, i loro occhi sono concentrati sul grappolo d'uva, che tiene in alto nell'aria, come se fosse presentato allo spettatore. Puoi quasi sentirlo dire: “Guardami, non sono il ragazzo più fortunato del mondo? Guarda cosa ho! " Sicuramente l'uva rappresenta la fortuna e la ricchezza che Edward sta per ereditare, e l'intera famiglia che sembra contenta come un pugno sta festeggiando con lui. George Herbert fa i collegamenti tra uva, frutta ed eredità nella sua poesia, Il tempio. Quello che segue è un estratto da Il grappolo d'uva: Allora abbiamo anche noi i nostri fuochi e le nuvole custodi; La nostra rugiada delle Scritture cade velocemente: abbiamo le nostre sabbie e serpenti, tende e truffe; Ahimè! i nostri mormorii non durano. Ma dov'è il cluster? dov'è il sapore della mia eredità? Signore, se devo prendere in prestito, lascia che anche io prenda la loro gioia, come il dolore. Ma può volere l'uva, chi ha il vino? Ho i loro frutti e altro ancora. Benedetto sia Dio, che prosperò la vite di Noè e le fece produrre uva da tavola. Ma molto di più devo adorarlo, Chi delle Leggi semina il succo di vino dolce ha fatto sì che Ev’n Dio stesso venisse pressato per amor mio. Mentre osserviamo il dipinto, la ragazzina con le guance rotonde alla sinistra di Edward deve essere la stessa Jane Austen! Questa è anche una delle parti più significative del puzzle. Sembra stringere in mano quello che potrebbe essere un chiodo a ferro di cavallo, che lei indica verso Edward, il braccio tenuto alto nello stesso modo in cui lui tiene in alto i suoi acini. È qui che diventa più eccitante e dove si crea un altro legame con Edward Austen. Sul dipinto di Edward Austen a Chawton House, c'è più distintamente un chiodo a ferro di cavallo sul terreno che punta verso i piedi di Edward. Il signor Roberts mi dice che questo piccolo chiodo è un simbolo, un'allusione al fatto che i Cavalieri lo hanno adottato. La cosa più interessante è che Jane fa riferimento al chiodo a ferro di cavallo in una lettera datata martedì 9 febbraio 1813. Sta parlando della signorina Clewes, una nuova governante che Edward ha assunto per prendersi cura dei suoi figli.
La signorina Clewes sembra proprio la governante che stavano cercando da dieci anni; - in arrivo più a lungo dell'ultimo Shock of Corn di J. Bond. - Se solo lei manterrà Buono, Amabile e Perfetto! Clewes & (sic) è meglio di Clowes. E non è un nome su cui Edward deve giocare? - una bugna non è un chiodo?
Jane giocava con la parola clew (o indizio) e la parola francese antico, clou (de girofle), che a sua volta derivava dal latino clavus, che significa chiodo (dell'albero di chiodi di garofano). Il bocciolo di fiore essiccato dell'albero di chiodi di garofano assomiglia a un piccolo chiodo o chiodo. Ovviamente, era un nome su cui Edward doveva fare il gioco di parole a causa delle sue stesse associazioni con un piccolo chiodo a ferro di cavallo. Ora ci rivolgiamo al signore a sinistra del dipinto che è vestito esattamente come il signor Austen nella sagoma attribuita a Wellings della presentazione di Edward alla famiglia Knight. È seduto, le mani giunte come se offrisse una grata preghiera per la loro buona fortuna. Alla sua portata sembra che abbia in mano un libro di preghiere, o messale, il cui nastro di seta è drappeggiato sulle dita, forse un'indicazione del suo status di rettore e uomo di stoffa. È interessante notare che è l'unica figura i cui occhi non sono concentrati sul grappolo d'uva, ma forse questo è per indicare che è più interessato a offrire ringraziamenti riconoscenti nel suo ruolo di sacerdote. Tra il signor Austen e Jane c'è Cassandra che appoggia la mano in modo protettivo sulla spalla di sua sorella, fornendo anche un eccellente dispositivo compositivo che guida l'occhio lungo il braccio di Jane fino alla punta del Triangolo d'Oro dove è sospeso il grappolo d'uva. Il dipinto segue la composizione tradizionale basata su un triangolo per una collocazione ottimale dell'interesse principale dell'opera. Penso anche che sia interessante notare che gli abiti delle ragazze sono del semplice tipo di mussola solitamente indossato dai bambini in questo momento. Per lo più bianchi, erano indossati con una fascia a nastro, all'altezza della vita o più in alto come nel caso di Jane. Dall'altra parte di Edward, si pensa che questo bambino sia molto probabilmente Francis. James sarebbe stato a scuola in quel periodo, e anche Henry avrebbe potuto essere via. Charles era troppo giovane per essere raffigurato e sarebbe stato comunque alloggiato presso la famiglia che si prendeva cura del bambino Austens, come era consuetudine. All'estrema destra, guardando il dipinto, si trova la formidabile figura della signora Austen vestita per l'occasione con un filo di perle e un nastro girocollo intorno al collo, completa di più di una "piuma nel berretto", che deve rappresentare il suo orgoglio e piacere per l'intero evento e, per estensione, i simboli della nobiltà e della gloria. Sta enfatizzando ulteriormente l'importanza di Edward indicando la sua direzione, e penso che sarebbe difficile immaginare una mamma più compiaciuta, nella sua aria elegante e nel suo sorriso. Sul tavolo c'è un ulteriore collegamento con la signora Austen. L'ananas, un frutto pregiato, che rappresenta la salute e la prosperità, fu introdotto per la prima volta in Inghilterra nel 1772 e il Duca di Chandos, Prozio della signora Austen, è stato uno dei primi a coltivarli. Il simbolismo dell'ananas rappresenta molte cose, non ultimo il grado della padrona di casa, ma era anche associato all'ospitalità, al buon umore e all'affetto familiare. Altri piatti di cibo illustrano ulteriore abbondanza, ricchezza e associazioni spirituali dei valori cristiani. Sulla tavola ci sono pane e vino: simboli cristiani, che rappresentano non solo la vita e la Comunione, ma mostrano anche che c'è motivo di gratitudine e di festa. I bicchieri non sono ancora riempiti, ma ci sono bicchieri posti davanti agli adulti per un brindisi. Più vicino a noi in primo piano, c'è un altro piatto fruttuoso, forse il budino di prugne, che rappresenta non solo la ricchezza a venire, ma anche un futuro abbondante. Posto prima di Edward, un altro piatto, che sembra suggerire anche l'immagine di un cane spaniel, potrebbe essere un'allusione all'amore di Edward per la caccia. Lo sfondo del dipinto ha i suoi indizi. È stato suggerito che il dipinto sopra la mensola del caminetto potrebbe essere Zeus che rapisce Ganimede agli dei, un altro riferimento alla fortuna del giovane Edward che è stato adottato dalla famiglia Knight, e sulla parete opposta, potrebbe essere un riferimento al ritratto in miniatura di George Austen, il bel sorvegliante, anche se questo sembra essere un ritratto più grande? Nel tappeto, i motivi suggeriscono che la data può essere nuovamente replicata e anche una M per simboleggiare il fatto che la coppia nel dipinto è sposata. Sopra lo specchio c'è uno stemma con quella che sembra essere la data. Sarebbe bello dare un'occhiata all'originale per vedere tutto in modo più dettagliato! Sfortunatamente, non sembra esserci alcuna traccia della vendita del dipinto e so che il signor Roberts e sua sorella, la signora Henry Rice, sarebbero interessati a saperne di più sul dipinto. Mi hanno chiesto di fare appello a loro nome per qualsiasi informazione, e se qualcuno sa dove si trova il dipinto o può dirci qualcosa al riguardo, per favore mettiti in contatto con me o con Museo della casa di Jane Austen.
Jane Odiwe è un autore e un artista. È completamente ossessionata da tutte le cose di Austen ed è l'autrice La storia di Lydia Bennet, Il ritorno di Willoughby e quello appena pubblicato Il segreto del signor Darcye autore e illustratore di Effusioni di fantasia, costituito da diversi schizzi annotati della vita di Jane Austen. Vive con suo marito e tre figli a nord di Londra e Bath, in Inghilterra. Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro Jane Austen Giftshop!

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati