L'arpa come status symbol

L'arpa come status symbol

Una giovane donna, graziosa, vivace, con un'arpa elegante come lei, ed entrambe poste vicino a una finestra, abbattute fino a terra, e che si aprivano su un piccolo prato, circondato da arbusti nel ricco fogliame estivo, bastava il cuore di qualsiasi uomo. Mansfield Park
Accanto al pianoforte, l'Arpa è lo strumento più menzionato nei romanzi di Jane Austen. Le lezioni sull'arpa erano riservate alle figlie privilegiate di genitori indulgenti. Mentre il pianoforte era necessario e funzionale, l'arpa era elegante. Era una costosa indulgenza insegnata visitando i "Maestri". Alcuni corsi di musica, insieme a lezioni di arte e danza, sono stati ritenuti necessari per completare la formazione fornita dall'istitutrice di famiglia, indipendentemente dal fatto che le figlie di famiglia fossero mandate a scuola o meno. In effetti, il livello di istruzione ottenuto dalle eroine di Jane Austen è direttamente proporzionale allo stato finanziario e sociale della sua famiglia. Jane Fairfax, Marianne Dashwood e Anne Elliot suonano il piano, ma Catherine Morland, figlia di un curato di campagna, non disegna né suona. Mary Crawford, Georgiana Darcy e Henrietta e Louisa Musgrove, giovani donne ricche e alla moda, tutte, suonano l'arpa.
Nel suo saggio sui risultati femminili, Henry Churchyard osserva: "Per le donne delle classi" signorili "l'obiettivo dell'educazione non domestica era quindi spesso l'acquisizione di" risultati ", come la capacità di disegnare, cantare, suonare musica o parlare lingue moderne (cioè non classiche) (generalmente francese e italiano). Sebbene di solito non fosse affermato con un cinismo così aperto, lo scopo di tali risultati era spesso solo quello di attrarre un marito; in modo che queste abilità tendevano a essere trascurate dopo matrimonio (Lady Middleton in Senso e sensibilità "aveva celebrato il suo matrimonio rinunciando alla musica, anche se a detta di sua madre aveva suonato molto bene, e per conto suo la amava molto", mentre la signora Elton in Emma teme che le sue abilità musicali si deteriorino come quelle di molte donne sposate che conosce). In Orgoglio e pregiudizio, Elizabeth Bennet mostra il suo atteggiamento relativamente distaccato verso gli aspetti più banali di questo gioco convenzionale adottando un atteggiamento un po 'disattento nei confronti della sua "realizzazione" di suonare il pianoforte, e non praticandolo diligentemente. "
Le origini dell'arpa potrebbero risiedere nel suono della corda dell'arco di un cacciatore pizzicato. I più antichi riferimenti documentati all'arpa risalgono al 4000 a.C. in Egitto e al 3000 a.C. in Mesopotamia. Mentre l'arpa è menzionata nella maggior parte delle traduzioni della Bibbia, essendo il re Davide il musicista più importante, l '"arpa" biblica era in realtà un kinnor, un tipo di lira con 10 corde. Le arpe appaiono anche nei poemi epici antichi e nei dipinti murali egiziani. Questo tipo di arpa, ora conosciuta come l'arpa popolare, ha continuato ad evolversi in molte culture diverse in tutto il mondo. Potrebbe essersi sviluppato in modo indipendente in alcuni luoghi. L'arpa a leva è nata nella seconda metà del XVII secolo per consentire modifiche chiave durante il gioco. Il suonatore ha ruotato manualmente un gancio o una leva contro una singola corda per aumentare l'altezza della corda di un semitono. Nel 1700 fu sviluppato un meccanismo di collegamento che collegava questi ganci con i pedali, portando all'invenzione dell'arpa a pedali a singola azione. Successivamente, una seconda fila di ganci è stata installata lungo il collo per consentire l'arpa a pedali a doppia azione, in grado di alzare il tono di una corda di uno o due semitoni. Con questo miglioramento finale, è nata la moderna arpa da concerto. La tradizione europea dell'arpa sembra aver avuto origine nell'antica Irlanda più di mille anni fa. Nella mitologia irlandese, un'arpa magica, Daurdabla è posseduta da The Dagda. La maggior parte delle arpe di derivazione europea ha una singola fila di corde con corde per ogni nota della scala di Do maggiore (su più ottave). Gli arpisti possono dire quali corde stanno suonando perché tutte le corde di F sono nere o blu e tutte le corde di C sono rosse o arancioni. Lo strumento poggia tra le ginocchia dell'arpista e lungo la spalla destra. La tripla arpa gallese e le prime irlandesi e scozzesi arpa24Le s, tuttavia, sono tradizionalmente posizionate sulla spalla sinistra. Le prime quattro dita di ogni mano servono per pizzicare le corde; i mignoli sono troppo corti e non possono raggiungere la posizione corretta senza distorcere la posizione delle altre dita, sebbene su alcune persone arpa25s con leggera tensione, stringhe ravvicinate, possono essere usate occasionalmente. La spiumatura con vari gradi di forza crea dinamica. A seconda della posizione del dito, è possibile produrre toni diversi: una pizzica carnosa (vicino alla metà dell'articolazione del primo dito) produrrà un tono caldo, mentre una pizzicata vicino all'estremità del dito emetterà un suono forte e brillante.
Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libri di saggistica nel nostro negozio di articoli da regalo online.

1 commentare

I see this is an old post, but what kind of music would have been played on the harp? Any specific composers or pieces?

Amandalynn luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati