Il re di fiori:

Mi aspetto il mio geometra da Brockham con il suo rapporto domattina; e dopo non posso per decenza mancare di frequentare il club. Generale Tilney, L'abbazia di Northanger Ogni rispettabile gentiluomo Regency (e alcuni che non erano esattamente rispettabili) apparteneva a un club per gentiluomini. Alcuni di quelli più popolari erano White, Brooks (sì, l'ortografia e la punteggiatura corrette) e Boodle. Tutti erano molto esclusivi. Quando un socio veniva accettato nel club, veniva chiamato "elezione". Se un gentiluomo fosse stato membro per 3 anni, altri direbbero "tre anni dopo la sua elezione in tal dei tali". Tutti i club esclusivi per gentiluomini di Londra utilizzavano un metodo di voto per i nuovi membri proposti in base al quale un sistema di palle bianche e posteriori veniva depositato, in segreto da ciascun membro del comitato elettorale, in una scatola speciale. Una sola pallina nera era sufficiente per negare l'adesione. Da qui il termine "blackballed". Di gran lunga il più venerato (e il più antico) dei club per gentiluomini di Londra durante l'era della reggenza era White's. Fu fondata come cioccolateria nel 1693 da un italiano, Francesco Bianco, che aveva cambiato il suo nome in Francis White. White's era fondamentalmente conservatore, il che significa principalmente appartenenza ai conservatori. È ancora considerato il club più prestigioso. In origine, White's era principalmente un centro di gioco d'azzardo, con membri che giocavano spesso a giochi di carte ad alto rischio. Whist, faro, quinze e hazard erano alcuni dei giochi più popolari giocati. Con tutti i club, scommesse ossessive si sono verificate con una certa frequenza. La più piccola differenza di opinione si traduceva invariabilmente in una scommessa e veniva debitamente registrata in un libro. Brooks's era fondamentalmente liberale, il che significa una grande partecipazione ai Whig. Per un po 'il Principe di Galles lo ha favorito. Ha cambiato la sua preferenza in quella di White quando hanno preso di mira il suo caro amico, Jack Payne. Come club di gioco nel diciottesimo secolo, che è appena prima dell'era Regency, era a Pall Mall, dove la posta in gioco era alta. Era consuetudine che i giocatori d'azzardo giocassero da 50 a 10.000 sterline sul tavolo! Si sapeva che Charles Fox ei suoi fratelli avevano perso molte migliaia di sterline in una sola notte. Hazard era il loro gioco abituale preferito. Con Boodle's, Ho visto così tante diverse caratterizzazioni di questo che è difficile da dire, ma sembra che abbia offerto un gioco più profondo rispetto ai due precedenti. Alcune fonti dicono che Boodles era il club dei signorotti di campagna e di coloro che andavano a caccia di segugi nelle cacce alla volpe. Non era legato a nessun partito politico, almeno non durante la Reggenza. Un altro era il Watier's, un club di breve durata fondato dallo chef del Principe di Galles (o Prinny's) specializzato in cibo raffinato e giochi molto profondi. C'erano molti, molti altri club, ma i quattro di cui sopra erano quelli con spazio in St. James's Street e quindi al centro della società. C'era il club Beaf-steak (o Beefsteak), che contava esattamente trenta membri e si incontrava una volta alla settimana per una cena raffinata; il loro edificio era aperto ai membri per i soliti scopi come conversare con gli amici, leggere gli ultimi giornali, giocare, ecc. L'Athenium Club si concentrava sull'antica Roma e la Grecia; Ricordo di aver sentito che lì si parlava solo il latino, il che non sarebbe stato un problema per troppi gentiluomini della Reggenza, dal momento che il latino veniva insegnato a scuola. C'erano inferni di gioco privato, che, poiché il gioco era limitato a membri e ospiti, si qualificano come club. Molti club avevano camere da letto che i membri potevano usare durante un breve viaggio in città. Il mio preferito era anche il Four-Horse Club, chiamato anche Four-in-Hand Club che, sebbene in origine un club selvaggio di giovani uomini, all'inizio del 1800 era diventato un club rispettabile per piloti eccellenti. Ottimo foraggio per gli eroi, non è vero? Era un piccolo gruppo con solo da qualche parte tra i 30-40 membri al suo apice. Non si sono incontrati in nessun luogo specifico. Cominciò a svanire intorno al 1815 e si sciolse nel 1820, fu brevemente ripreso nel 1822 ma alla fine si concluse. I membri si sono incontrati a intervalli prestabiliti per guidare gli allenatori e quattro a Chalk Hill e ritorno. I corinzi irriducibili si esercitavano con un'uniforme molto specifica, ma non avevano una club house. Il resto del tempo i Corinthians usavano il Jackson's Salon o il Manton's come ritrovo diurno e potevano trascorrere una serata al Cribb's Parlour, ma tutti questi posti erano aperti a chiunque, quindi difficilmente si qualificano come club. Ho sempre sentito dire che i Corinthians frequentavano gli inferni del gioco più che nei club. C'era anche l'Alfred Club al 23 di Albermarle Street. Iniziò nel 1808 e attirò scrittori e altri letterati. Se ricordo bene, Byron era un membro. Fu un grande successo e nel 1855 si unì all'Oriental Club che fu fondato nel 1824 (subito dopo l'era Regency) come club per uomini che erano stati "nell'est" in India e in altre aree.
Donna Hatch scrive dall'età di 8 anni. Nel prendersi cura di sei bambini, si concede la sua ossessione, spesso scrivendo fino a tarda notte. Tutti i suoi eroi sono modellati su suo marito di 20 anni, che continua a dimostrare che esiste davvero un lieto fine. Il suo ultimo libro, The Stranger She Married è finalista di Desert Rose Golden Quill. Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro Jane Austen Giftshop!