Il microcosmo di Londra: l'Astley's Amphitheatre

Edward e Frank sono usciti entrambi in cerca di fortuna; quest'ultimo deve tornare presto e aiutarci a cercare il nostro. Il primo non lo rivedremo mai più. Dobbiamo essere da Astley stasera, cosa di cui sono felice. Edward ha avuto notizie da Henry questa mattina. Non è stato affatto alle gare, a meno che il suo accompagnare Miss Pearson alla Rowling un giorno possa essere così chiamato. Lo troveremo lì giovedì. Jane Austen a Cassandra nell'agosto 1796
Nel 1808, Rudolph Ackerman (famoso per il suo Repository of Arts and Literature) ha pubblicato un set in più volumi intitolato Il microcosmo di Londra, in cui, ha descritto vari locali e punti caldi con l'entusiasmo di una guida turistica, lasciando un resoconto illustrato e dettagliato della Londra che Austen conosceva. L'Astley's Amphitheatre, famoso sia per la scuola di equitazione che per lo spettacolo di tipo circense che offrivano, era proprio un'attrazione di questo tipo, cui Jane e i suoi fratelli parteciparono almeno un viaggio a Londra nel 1796. La pubblicità per l'Anfiteatro offriva delizie come una bambina di otto anni chi poteva cavalcare due cavalli al galoppo, contemporaneamente, il figlio di Astley, che si diceva ballasse il minuetto sul dorso di tre cavalli in corsa, e, naturalmente, 'il piccolo cavallo istruito militare' che poteva, si dice, "fare il morto, prepara un tavolino da tè e riscalda un bollitore per preparare il tè, salta nei cerchi, gioca a nascondino, fai calcoli matematici e spara con una pistola. "* Andrew DuCrow, padre dell Il Microcosmo di Londra: L'ANFITEATRO DI ASTLEY L'Anfiteatro sul ponte di Westminster, in questi dodici anni, è stato due volte distrutto da un incendio; e le spese di ricostruzione, ecc. & c. ai signori Astleys, i due proprietari, è stato stimato un importo di quasi trentamila sterline. Il teatro attuale è il più arioso, e per certi versi il più bello, di tutti in questa grande metropoli. L'edificio è lungo centoquaranta piedi; la larghezza di quella parte assegnata al pubblico, da parete a parete, sessantacinque piedi; e il palcoscenico è largo centotrenta piedi, essendo il più grande palcoscenico in Inghilterra, ed estremamente ben adattato allo scopo per cui è stato costruito, l'introduzione di grandi spettacoli e pantomime, in cui si vedono numerose truppe di cavalli in ciò che ha ogni apparenza di vera guerra, galoppo avanti e indietro, ecc. & c. Astley's_Ampitheatre_Microcosm_edited L'intero teatro ha quasi la forma di un uovo. Due terzi dell'estremità più ampia formano la parte del pubblico e il cerchio equestre, e il terzo più piccolo è occupato dall'orchestra e dal palco. Da questa disposizione giudiziosa, l'intero pubblico ha una prospettiva ininterrotta dei divertimenti. È illuminato da un magnifico lampadario di vetro, sospeso al centro, e contenente cinquanta lampade in vernice e sedici lampadari più piccoli, con sei luci di cera ciascuno. Lo scenario, i macchinari, le decorazioni, ecc. sono stati eseguiti dai primi artisti in questo paese, sotto la direzione immediata del signor Astley, giugno. che ha realizzato il design fantasioso. Un'ottima idea del suo aspetto generale, compagnia, ecc. è riportato nella stampa allegata. Per uno spettatore descrivere una parte dei divertimenti sarebbe difficile, forse impossibile; e fortunatamente non è necessario, poiché in un annuncio pubblicato nel novembre 1807, lo stesso signor Astley ne ha descritto uno in un modo così singolarmente curioso, che pensiamo debba essere trasmesso ai posteri; e l'hanno quindi inserita in questo volume.
"AL DIRETTORE DELLA CRONACA DEL MATTINO." SIR, "Essendo stato fortemente richiesto di dare qualche spiegazione sull'utilità dei balli di campagna di otto cavalli, da eseguire questa e domani sera, vi chiedo di essere così cortese come per inserire i seguenti suggerimenti. In primo luogo, penso umilmente che un completo comando e duttilità a cavallo si ottenga con tali nobili esercizi. In secondo luogo, che nell'eseguire le varie figure di questa danza, il cavaliere ottiene una conoscenza della mano delle briglie, anche capacità e capacità del cavallo, più particolarmente al momento preciso di mollare e girare i partner, destro e sinistro, ecc., ecc. In terzo luogo, penso anche che il cavaliere possa essere notevolmente migliorato quando nell'atto di ridurre il cavallo a obbedienza ai principi scientifici !!! e non altrimenti Quarto, come conoscenza del appui nell'equitazione è altamente desiderabile, sia sulla strada, la caccia, o il campo d'onore, ho composto espressamente le varie figure nella danza di campagna per questo scopo desiderabile; e di cui i miei giovani artisti equestri hanno molto beneficiato, poiché alcuni di loro tre mesi fa non erano mai stati a cavallo. È da questa osservazione, durante quarantadue anni di pratica, che ho dato il nome a questo balletto equestre L'Ecole de Mars ; e sono vivamente grato che le mie umili capacità abbiano offerto alcune poche informazioni, oltre che divertimenti, alla città in generale. "Sono, con rispetto, il servo più umile e fedele del pubblico, PHILIP ASTLEY. Pavilion, Newcastle-street, Strand.
Da tutto ciò, uno spettatore sarebbe quasi tentato di pensare che, nonostante le numerose e dotte dissertazioni di filosofi per esaltare la propria specie, i cavalli rivaleggiano con l'uomo nelle sue facoltà superiori. Ho sentito una storia su questo argomento, che credo non abbia trovato spazio in Joe Miller; ma comunque sia, è una bella storia, e in una certa misura illustra questo argomento, e penso che il mio lettore non sarà dispiaciuto dell'inserimento di esso:
Alcuni anni fa, un dottore molto dotto e sagace dell'università di Oxford, compose e lesse una lunga conferenza sulla differenza tra l'uomo e la bestia; e nel descrivere il primo, ha affermato che l'uomo era superiore a tutti gli altri animali; perché non c'era nessun altro animale, eccetto l'uomo, che ragionasse o trasse un'inferenza, poiché l'ordine inferiore degli esseri era interamente governato dall'istinto. Alla conclusione di questo discorso filosofico, due degli studenti, che non erano del tutto soddisfatti del fatto, uscirono per conversare su di esso, e vedendo una casa con "WISEMAN, DRAWING MASTER", inscritto sul segno, entrarono nel negozio, e ha chiesto al maestro cosa ha disegnato? "Uomini, donne, alberi, edifici o qualsiasi altra cosa", fu la risposta. "Puoi trarre un'inferenza?" Disse uno di loro. L'uomo ha preso un breve periodo di tempo per considerarlo, e candidamente ha risposto, che non avendo mai visto o sentito una cosa del genere prima, lui non poteva. Gli studenti uscirono di casa e, prima di procedere lontano, videro il carro di un birraio con dentro un bellissimo cavallo. "Un bel cavallo questo," disse uno di loro all'autista. "Davvero molto bello," disse il ragazzo. "Sembra una bestia potente", disse l'altro. "Credo che lo sia davvero", rispose il ragazzo. "Può tirare un grande carico, suppongo?" disse l'Oxonian. "Più di qualsiasi cavallo in questa contea," rispose il drayman. "Pensi che potrebbe trarre un'inferenza?", Disse lo studioso. "Può disegnare qualsiasi cosa in ragione, Lo giuro ", rispose il drayman. Gli studiosi tornarono in aula e trovarono la compagnia ancora insieme; quando uno di loro, rivolgendosi al dottore con un'espressione molto grave, gli disse:" Maestro, noi ho indagato e ho scoperto che la tua definizione non è nulla; perché abbiamo trovato un uomo, e anche un uomo saggio, che non può trarre conclusioni, e abbiamo incontrato un cavallo che può"
Oltre all'Anfiteatro, i signori Astleys hanno un padiglione molto elegante, per esporre divertimenti di una descrizione simile, che hanno recentemente eretto e allestito in uno stile più completo, in Newcastle-street m the Strand, e chiamato ASTLEY'S PAVILION. In questo luogo i cavalli hanno mostrato alcune prodezze di così meravigliosa descrizione, che non potevano essere facilmente concepite se non fossero state viste. In questo luogo otto cavalli hanno recentemente eseguito danze campestri, ecc. in un modo che ha stupito tutti gli spettatori. A questo si sono aggiunte le cavalcature subacquee, i dodici meravigliosi voltigers, ecc. La stampa allegata, che è UNA VISTA DELL'ANFITEATRO SUL PONTE DI WESTMINSTER, dà un'ottima idea della scena. "UNA VISTA DELL Le cifre del signor Rowlandson sono qui, come del resto invariabilmente, descrizioni esatte del tipo di compagnia che frequenta spettacoli pubblici di questa descrizione; sono eminentemente caratteristici e descrittivi dell'attenzione avida con cui questo tipo di spettatori contempla il futuro degli affari. Per quanto piccole siano le figure, possiamo in una certa misura pronunciarne il rango nella vita, dall'aria generale e dal modo con cui sono contrassegnate. Il signor Pugin ha diritto a eguali elogi, dal gusto che ha dimostrato nella prospettiva e nell'effetto generale dell'insieme, che lo rende complessivamente una piccola stampa estremamente piacevole e interessante. Riguardo all'insegnamento ai cavalli di eseguire danze di campagna, fino a che punto il conseguimento di questo animale lo renda un membro più felice o più prezioso della comunità dei cavalli, è una questione che lascio essere discussa da quei filosofi sapienti, che hanno così ha discusso sapientemente e così a lungo questo importante affare, rispetto all'uomo. La scuola di Jean Jaques Rousseau, che insiste sul fatto che l'uomo, per la sua civiltà, è stato così lontano dall'aumentare la sua felicità, che ha aumentato e moltiplicato le sue miserie, insisterà ovviamente su questo, che un lo stato naturale deve essere infinitamente più felice di quanto possa esserlo con qualsiasi miglioramento introdotto dall'uomo; che tutte queste raffinatezze artificiali devono tendere a diminuire, invece di aumentare la sua felicità; e che, come cavallo, sarebbe stato molto meglio lasciarlo allo stato di natura, che torturato in tal modo per ottenere un raffinamento artificiale. I sostenitori del sistema Houyhnhnm di Swift, nei viaggi di Gulliver, ammettendo che un cavallo è superiore a un uomo, anche nel suo stato naturale, saranno indiscutibilmente della stessa opinione; e dobbiamo cercare più lontano per ottenere i vantaggi presentando un insegnante di danza e un maestro di cerimonie a questo animale nobile e dignitoso. È stato documentato che in un periodo molto precedente, un sindaco di Coventry, adorante di diritto, desiderava insegnare al suo cavallo le buone maniere. La regina Elisabetta, in uno dei suoi progressi verso quella città, fu accolta, circa un miglio prima che arrivasse lì, dal sindaco e dagli uomini di ontano, che desiderosi di dichiarare l'alto onore che sentivano avrebbe conferito alla loro città, impiegò il sindaco di essere il loro altoparlante. Il sindaco era a cavallo e (come dice la cronaca) anche la regina era a cavallo, dietro uno dei suoi cortigiani. Un piccolo ruscello che attraversava la strada dove si erano fermati, il cavallo del sindaco fece diversi tentativi per bere; che la regina osservando, disse alla sua adorazione, che prima di iniziare la sua orazione, avrebbe voluto che lasciasse che il suo cavallo prendesse la sua brutta copia. "Che, per favore, maestà, non lo farà", rispose il sindaco, "che certamente non lo farà ancora. Vorrei che lui sapesse che è giusto che il cavallo di vostra maestà beva prima, e poi lo farà . "
*A partire dal All Things Austen: A Concise Encyclopedia of Austen's World, Kirstin Olsen; ISBN-13: 978-1846450525

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati