La colazione del matrimonio Regency

Durante la Reggenza, i matrimoni venivano spesso celebrati per prima cosa al mattino con gli sposi ei loro ospiti che tornavano a casa per festeggiare con una colazione di matrimonio, un precursore del moderno ricevimento di nozze, prima di partire per la loro nuova casa, o forse in luna di miele. Una rumorosa colazione in famiglia ... La nipote di Jane Austen, Caroline (figlia di James), ha fornito una meravigliosa descrizione del matrimonio di sua sorella Anna con l'amico di famiglia Benjamin Lefroy l'8 novembre 1814:
"Il matrimonio di mia sorella era certamente nell'estrema quiete ... La stagione dell'anno, la strada poco frequentata per la chiesa, la luce grigia all'interno ... nessuna stufa per dare calore, nessun fiore per dare colore e luminosità, niente amici, alti o bassi , per offrire i loro auguri, e quindi per rivendicare un certo interesse per il grande evento della giornata - tutte queste circostanze e carenze devono, credo, aver dato un'aria cupa al matrimonio ... I matrimoni erano allora di solito molto tranquilli. di festività e pubblicità era ormai passato, ed era universalmente condannato per mostrare il cattivo gusto di tutte le generazioni precedenti ... Questo era l'ordine del giorno. Lo sposo veniva da Ashe, dove aveva vissuto fino a quel momento con suo fratello (il Rettore), e con lui vennero il signor e la signora Lefroy, e l'altro suo fratello, il signor Edward Lefroy ... Mio fratello venne da Winchester quella mattina, ma sarebbe rimasto solo poche ore. leggera colazione anticipata al piano di sopra, e tra le nove e le dieci la sposa, mia madre, il signor S. Lefroy, Anne ed io fummo portati in chiesa nella nostra carrozza. Tutti i gentiluomini camminavano. "Continua:" Mr. Lefroy ha letto il servizio e mio padre ha dato via sua figlia. Nessuno era in chiesa tranne noi, e nessuno fu invitato alla colazione, alla quale ci sedemmo appena tornati ... La colazione era quella migliore di allora. Qualche varietà di pane, panini caldi, toast imburrati, lingua, prosciutto e uova. L'aggiunta di cioccolato a un'estremità della tavola e la torta nuziale al centro hanno segnato la specialità della giornata..subito dopo la colazione gli sposi partirono. Avevano una lunga giornata di viaggio prima di loro per Hendon ... La sera i servi avevano torta e vino. " Edmund Blair Leighton, Firma del registro, 1920.
Va notato, tuttavia, che Caroline scriveva negli anni successivi. C'è un certo disaccordo su quanto presto il termine sia stato effettivamente applicato a ciò che, in passato, era considerato una "festa di matrimonio". Sebbene non sia specificamente menzionato nei romanzi di Jane Austen, sulla base delle descrizioni di Caroline, personalmente lo penso era un termine accettato ai suoi tempi. La prima menzione registrata di una colazione di matrimonio in stampa è a Londra Volte il 15 gennaio 1838, quando un recensore di libri cita da Il veterano, di John Harley, "C --- e la sua sposa tornarono alla caffetteria, dove furono accolti con grande gentilezza il padrone e la padrona che, nonostante il breve preavviso, fecero preparare loro una confortevole colazione di nozze". L'implicazione qui è, ovviamente, che nel 1838 era un'abitudine riconosciuta dei matrimoni. In Dare festa su ogni scala (Londra, 1880) il termine è dato il rispetto della tradizione,
La "colazione di nozze" ortodossa potrebbe essere più propriamente definita "pranzo di nozze", poiché assume in larga misura il carattere di quel pasto; in ogni caso ha poca relazione con la colazione di quel giorno, anche se ad essa viene ancora applicato il titolo di colazione, per complimento alla tradizione. Non più di cinquant'anni fa il pranzo non era un pasto riconosciuto, nemmeno nelle famiglie più ricche, e il banchetto nuziale veniva modernizzato nella colazione nuziale, appellativo che questo intrattenimento porta ancora.
I pezzi importanti, un raduno di famiglia per celebrare gli sposi e la torta, rimangono fino ad oggi. Oltre a condividere questa torta con i membri della festa di matrimonio, le famiglie spesso inviavano pezzi agli amici come gesto di buona volontà e festa. Jane menziona questo invio di torta nelle sue lettere a Cassandra. Nella nota seguente, Jane si riferisce a Catherine Bigg, sorella di Harris Bigg-Wither, che una volta era un pretendente accettato di Jane. Catherine, a 33 anni, aveva appena sposato il Rev. Herbert Hill, di quasi 60 anni, una coppia che Jane sembra non aver favorito (chiamandola "povera Catherine" nelle sue lettere). La menzionata Martha è, senza dubbio, la cara amica di Jane, Martha Lloyd. «Ricordi se la famiglia Manydown mi ha mandato la torta nuziale? La signora Dundas ha deciso di avere un pezzo dalla sua amica Catherine, e Martha, che sa l'importanza che attribuisce a questo genere di cose, è ansiosa per il bene di entrambi che non ci dovrebbe essere una delusione. " Jane Austen a Cassandra il 13 ottobre 1808 La ricetta di Elizabeth Raffald e un'interpretazione moderna si possono trovare in Cooking with Jane Austen and Friends, di Laura Boyle. La ricetta di Elizabeth Raffald e un'interpretazione moderna si possono trovare in Cucinando con Jane Austen e gli amici, Le prime torte nuziali erano simili alle torte alla frutta di Natale: pesanti, dense di frutta secca e in grado di essere conservate per mesi e persino anni a venire. La pratica moderna di conservare il primo ordine della torta nuziale da consumare nel primo anniversario degli sposi è tratta dalla storica pratica di conservare qualche torta da servire al battesimo del primo figlio della coppia (evento che spesso seguì nel primo anno di matrimonio). 1794 di Elizabeth Raffald Governante inglese esperta è stato il primo libro di cucina a pubblicare una ricetta per torte specifica per i matrimoni.
Laura Boyle è affascinata da tutti gli aspetti della vita di Jane Austen. È la proprietaria di Austenazione: accessori Regency, creazione di cappelli, cuffie, reticoli e altro su misura per i clienti di tutto il mondo. Cucinare con Jane Austen e gli amici è il suo primo libro. La sua gioia più grande è il tempo che riesce a trascorrere a casa sua con la sua famiglia (1 marito fantastico, 4 bambini adorabili e un cane molto strano).
   

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati