Franz Joseph Haydn: padre del quartetto d'archi

Franz Joseph Haydn (31 marzo 1732-31 maggio 1809) è stato un compositore austriaco. Fu uno dei compositori più importanti, prolifici e di spicco del periodo classico. È spesso chiamato il "padre della sinfonia" e "padre del quartetto d'archi" per via dei suoi importanti contributi a questi generi. È stato anche determinante nello sviluppo del trio con pianoforte e nell'evoluzione della forma sonata. Residente per tutta la vita in Austria, Haydn ha trascorso gran parte della sua carriera come musicista di corte per la ricca famiglia aristocratica ungherese Esterházy nella loro remota tenuta. Isolato dagli altri compositori e dalle tendenze musicali fino all'ultima parte della sua lunga vita, fu, come diceva lui, "costretto a diventare originale". Al momento della sua morte, era uno dei compositori più celebri d'Europa. Una famiglia musicale di talento - Joseph Haydn era il fratello di Michael, egli stesso un compositore molto apprezzato, e Johann Evangelist, un tenore. Era anche un caro amico di Wolfgang Amadeus Mozart e un insegnante di Ludwig van Beethoven. Joseph Haydn è nato a Rohrau, in Austria, un villaggio vicino al confine con l'Ungheria. Suo padre era Mathias Haydn, un carraio che serviva anche come "Marktrichter", un ufficio simile al sindaco del villaggio. La madre di Haydn, Maria, nata Koller, aveva precedentemente lavorato come cuoca nel palazzo del conte Harrach, l'aristocratico presiedente di Rohrau. Nessuno dei genitori sapeva leggere la musica; tuttavia, Mathias era un entusiasta musicista folk, che durante il periodo di operaio della sua carriera aveva imparato da solo a suonare l'arpa. Secondo le successive reminiscenze di Haydn, la sua famiglia d'infanzia era estremamente musicale e spesso cantava insieme e con i loro vicini. I genitori di Haydn avevano notato che il loro figlio era musicalmente dotato e sapevano che a Rohrau non avrebbe avuto alcuna possibilità di ottenere una seria formazione musicale. Fu per questo motivo che accettarono la proposta del loro parente Johann Matthias Frankh, il maestro di scuola e maestro di coro di Hainburg, che Haydn fosse apprendista di Frankh nella sua casa per addestrarsi come musicista. Haydn quindi partì con Frankh a Hainburg (a sette miglia di distanza) e non visse mai più con i suoi genitori. Aveva sei anni. La vita in casa Frankh non era facile per Haydn, che in seguito ricordò di essere spesso affamato e costantemente umiliato dallo stato sporco dei suoi vestiti. Tuttavia, iniziò la sua formazione musicale lì e presto fu in grado di suonare sia il clavicembalo che il violino. La gente di Hainburg lo sentì presto cantare parti di acuti nel coro della chiesa. C'è motivo di pensare che il canto di Haydn abbia impressionato chi lo ascoltava, perché presto fu portato all'attenzione di Georg von Reutter, il direttore della musica nella cattedrale di Santo Stefano a Vienna, che stava girando per le province alla ricerca di cantori di talento. Haydn superò l'audizione con Reutter e nel 1740 si trasferì a Vienna, dove lavorò per i successivi nove anni come corista, dopo il 1745 in compagnia del fratello minore Michael. Haydn viveva a casa di Reutter con gli altri cinque ragazzi del coro. È stato istruito in latino e in altre materie scolastiche, nonché in canto, violino e tastiera. Reutter è stato di scarso aiuto per Haydn nelle aree della teoria musicale e della composizione, dandogli solo due lezioni in tutto il suo tempo come corista. Tuttavia, poiché St. Stephen's era uno dei principali centri musicali in Europa, Haydn è stato in grado di imparare molto semplicemente servendo lì come musicista professionista. Come Frankh prima di lui, Reutter non si è sempre preoccupato di assicurarsi che Haydn fosse nutrito adeguatamente. Come disse in seguito al suo biografo Albert Christoph Dies, Haydn era motivato a cantare molto bene, nella speranza di ottenere più inviti a esibirsi davanti al pubblico aristocratico, dove ai cantanti veniva solitamente servito un rinfresco. Nel 1749, Haydn era finalmente maturato fisicamente al punto che non era più in grado di cantare parti corali acute. Con un debole pretesto, fu licenziato sommariamente dal suo lavoro. È stato mandato in strada senza una casa dove andare. Tuttavia, ha avuto la fortuna di essere accolto da un amico, Johann Michael Spangler, che per alcuni mesi ha condiviso con Haydn l'affollata soffitta della sua famiglia. Haydn è stato in grado di iniziare immediatamente la sua carriera come musicista freelance. Durante questo periodo difficile, Haydn ha svolto molti lavori diversi: come insegnante di musica, come serenatore di strada, e infine, nel 1752, come cameriere-accompagnatore per il compositore italiano Nicola Porpora, dal quale ha poi detto di aver appreso "i veri fondamenti di composizione ". Quando era un corista, Haydn non aveva ricevuto una formazione seria in teoria e composizione musicale, che percepiva come una grave lacuna. Per riempirlo, si è fatto strada attraverso gli esercizi di contrappunto nel testo Gradus ad Parnassum di Johann Joseph Fux, e ha studiato attentamente il lavoro di Carl Philipp Emanuel Bach, che in seguito ha riconosciuto come un'influenza importante. Con l'aumentare delle sue capacità, Haydn iniziò ad acquisire una reputazione pubblica, prima come compositore di un'opera, Der krumme Teufel "The Limping Devil", scritto per l'attore comico Johann Joseph Felix Kurz, il cui nome d'arte era "Bernardon". L'opera fu presentata per la prima volta con successo nel 1753, ma fu presto chiusa dalla censura. Haydn notò anche, apparentemente senza fastidio, che le opere che aveva semplicemente regalato venivano pubblicate e vendute nei negozi di musica locali. Tra il 1754 e il 1756 Haydn lavorò anche come freelance per la corte di Vienna. Era tra i numerosi musicisti che venivano pagati per servizi come musicisti supplementari ai balli dati per i bambini imperiali durante la stagione del carnevale, e come cantanti supplementari nella cappella imperiale (la Hofkapelle) durante la Quaresima e la Settimana Santa. Con l'aumento della sua reputazione, Haydn riuscì infine a ottenere un mecenatismo aristocratico, cruciale per la carriera di un compositore ai suoi tempi. La contessa Thun, dopo aver visto una delle composizioni di Haydn, lo chiamò e lo ingaggiò come suo insegnante di canto e tastiera. Nel 1756, il barone Carl Josef Fürnberg assunse Haydn nella sua tenuta di campagna, Weinzierl, dove il compositore scrisse i suoi primi quartetti d'archi. In seguito Fürnberg raccomandò Haydn al conte Morzin, che nel 1757 divenne il suo primo datore di lavoro a tempo pieno. Il titolo di lavoro di Haydn sotto il conte Morzin era Kapellmeister, cioè direttore musicale. Ha guidato la piccola orchestra del conte e ha scritto le sue prime sinfonie per questo ensemble. Nel 1760, con la sicurezza di una posizione di Kapellmeister, Haydn si sposò. Sua moglie era l'ex Maria Anna Aloysia Apollonia Keller (1729-1800), la sorella di Therese (nata nel 1733), di cui Haydn era stato precedentemente innamorato. Haydn e sua moglie hanno avuto un matrimonio completamente infelice, dal quale le leggi del tempo non hanno permesso loro di sfuggire; non hanno prodotto figli. Entrambi hanno preso amanti. Il conte Morzin subì presto rovesci finanziari che lo costrinsero a licenziare la sua istituzione musicale, ma Haydn ricevette rapidamente un lavoro simile (1761) come Vice Kapellmeister alla famiglia Esterházy (parenti della principessa Esterhazy, patrona di Almack), una delle più ricche e più importante nell'impero austriaco. Quando il vecchio Kapellmeister, Gregor Werner, morì nel 1766, Haydn fu elevato a Kapellmeister completo. In qualità di "ufficiale della casa" nello stabilimento Esterházy, Haydn indossava la livrea e seguiva la famiglia mentre si muovevano tra i loro vari palazzi, soprattutto la sede ancestrale della famiglia Schloss Esterházy a Eisenstadt e più tardi Eszterháza, un nuovo grande palazzo costruito nell'Ungheria rurale nel 1760. Haydn aveva una vasta gamma di responsabilità, tra cui la composizione, la direzione dell'orchestra, la musica da camera per e con i suoi mecenati e, infine, il montaggio di produzioni operistiche. Nonostante questo carico di lavoro, il lavoro è stato in termini artistici una superba opportunità per Haydn. I principi Esterházy (prima Paul Anton, poi soprattutto Nikolaus I) erano intenditori di musica che apprezzavano il suo lavoro e gli davano accesso quotidiano alla sua piccola orchestra. Durante i quasi trent'anni in cui Haydn ha lavorato alla corte Esterházy, ha prodotto una marea di composizioni e il suo stile musicale ha continuato a svilupparsi. Anche la sua popolarità nel mondo esterno è aumentata. A poco a poco, Haydn arrivò a scrivere tanto per la pubblicazione quanto per il suo datore di lavoro, e diversi importanti lavori di questo periodo, come il Sinfonie di Parigi (1785–1786) e la versione orchestrale originale di Le sette ultime parole di Cristo (1786), erano commissioni dall'estero. Anche Haydn cominciò gradualmente a sentirsi più isolato e solo, soprattutto perché la corte veniva a trascorrere la maggior parte dell'anno a Esterháza, lontano da Vienna, piuttosto che nella più vicina Eisenstadt. Haydn desiderava particolarmente visitare Vienna a causa delle sue amicizie lì. Di questi, uno particolarmente importante fu con Maria Anna von Genzinger (1750–93), la moglie del medico personale del principe Nikolaus a Vienna, che iniziò uno stretto rapporto platonico con il compositore nel 1789. Haydn scrisse spesso alla signora Genzinger , esprimendo la sua solitudine a Eszterháza e la sua felicità per le poche occasioni in cui ha potuto visitarla a Vienna; in seguito, Haydn le scrisse spesso da Londra. La sua morte prematura nel 1793 fu un duro colpo per Haydn e per la sua Variazioni minori in fa per pianoforte, Hob. XVII: 6, potrebbe essere stato scritto in risposta alla sua morte. Un altro amico a Vienna era Wolfgang Amadeus Mozart, che Haydn incontrò intorno al 1784. Secondo la testimonianza successiva di Michael Kelly e altri, i due compositori suonavano occasionalmente insieme in quartetti d'archi. Haydn è stato enormemente colpito dal lavoro di Mozart e lo ha lodato senza riserve agli altri. Mozart ha evidentemente restituito la stima, come si è visto nella sua dedica di un set di sei quartetti, ora chiamati i quartetti "Haydn", al suo amico. Nel 1790, il principe Nikolaus morì e gli successe un principe completamente poco musicale che licenziò l'intero istituto musicale e mise Haydn in pensione. Liberato dai suoi obblighi, Haydn fu in grado di accettare un'offerta redditizia da Johann Peter Salomon, un impresario tedesco, per visitare l'Inghilterra e dirigere nuove sinfonie con una grande orchestra. La visita (1791–1792), insieme a una visita ripetuta (1794–1795), fu un enorme successo. Il pubblico accorreva ai concerti di Haydn; Haydn aumentò la sua fama e realizzò grandi profitti, diventando così finanziariamente sicuro. Charles Burney ha recensito il primo concerto così: "Haydn stesso ha presieduto il piano-forte; e la vista di quel famoso compositore elettrizzò così il pubblico, da suscitare un'attenzione e un piacere superiore a qualsiasi altro che fosse mai stato causato dalla musica strumentale in Inghilterra." Musicalmente, le visite in Inghilterra hanno generato alcuni dei lavori più noti di Haydn, tra cui il Sorpresa, militare, rullo di tamburi, e Sinfonie di Londra, il Quartetto di motociclisti, e il "Gypsy Rondo" piano trio (come si sente nella BBC del 1995 Orgoglio e pregiudizio Produzione, anche se da non confondere con quella di Mozart Rondo Alla Turka, sentito anche in quel film.). L'unico passo falso nell'impresa è stata un'opera, Orfeo ed Euridice, chiamato anche L'Anima del Filosofo, che Haydn era stato incaricato di comporre, ma la cui esecuzione è stata bloccata da intrighi. Haydn ha fatto molti nuovi amici ed è stato coinvolto per un certo periodo in una relazione romantica con Rebecca Schroeter. Tra una visita e l'altra, Haydn ha insegnato a Ludwig van Beethoven. Beethoven lo trovava insoddisfacente come insegnante e cercava aiuto dagli altri; il rapporto tra i due era a volte piuttosto teso. Haydn tornò a Vienna nel 1795, si trasferì in una grande casa nel sobborgo di Gumpendorf e si dedicò alla composizione di grandi opere religiose per coro e orchestra. Questi includono i suoi due grandi oratori (La creazione e Le stagioni) e sei messe per la famiglia Eszterházy, che a questo punto era di nuovo guidata da un principe incline alla musica. Haydn ha composto anche musica strumentale: il popolare Concerto per tromba e gli ultimi nove della sua lunga serie di quartetti d'archi, compreso il Quinti, imperatore, e Quartetti all'alba. Nel 1802, una malattia di cui Haydn soffriva da tempo era aumentata di gravità al punto che divenne fisicamente incapace di comporre. Questo è stato senza dubbio molto difficile per lui perché, come ha riconosciuto, il flusso di nuove idee musicali in attesa di essere elaborate come composizioni non è cessato. Haydn era ben curato dai suoi servi e durante i suoi ultimi anni ricevette molti visitatori e riconoscimenti pubblici, ma non avrebbero potuto essere anni molto felici per lui. Durante la sua malattia, Haydn trovava spesso conforto sedendosi al pianoforte e suonando Gott erhalte Franz den Kaiser, che egli stesso aveva composto come gesto patriottico nel 1797. Questa melodia fu poi usata per gli inni nazionali austriaci e tedeschi. Il pubblico di lingua inglese riconoscerà la melodia come inno, Si dicono cose gloriose di te. Haydn morì alla fine di maggio del 1809, poco dopo un attacco a Vienna da parte dell'esercito francese sotto Napoleone. Aveva 77 anni. Tra le sue ultime parole c'era il suo tentativo di calmare e rassicurare i suoi servi quando i colpi di cannone caddero nel quartiere. "Figli miei, non abbiate paura, perché dov'è Haydn, nessun male può cadere." Due settimane dopo, il 15 giugno 1809, nella Schottenkirche si tenne una cerimonia commemorativa, durante la quale Requiem è stata eseguita. Contemporanea di Jane Austen, la musica di Haydn è nota per essere stata ammirata dalla famiglia ed è inclusa in diverse raccolte "Jane Austen's Music" disponibili su CD. James Webster scrive del carattere pubblico di Haydn così: "La vita pubblica di Haydn esemplificava l'ideale illuminista dell'honnête homme (uomo onesto): l'uomo il cui buon carattere e il successo mondano si abilitano e si giustificano a vicenda. La sua modestia e probità erano ovunque riconosciute. Questi tratti non erano solo prerequisiti per il suo successo come Kapellmeister , imprenditore e personaggio pubblico, ma ha anche favorito l'accoglienza favorevole della sua musica ". Haydn era particolarmente rispettato dai musicisti di corte di Eszterházy che supervisionava, poiché manteneva un'atmosfera di lavoro cordiale e rappresentava efficacemente gli interessi dei musicisti con il loro datore di lavoro. Haydn aveva un forte senso dell'umorismo, evidente nel suo amore per le battute pratiche e spesso evidente nella sua musica, e aveva molti amici. Per gran parte della sua vita ha beneficiato di un "temperamento felice e naturalmente allegro", ma nella sua vita successiva, ci sono prove di periodi di depressione, in particolare nella corrispondenza con la signora Genzinger e nella biografia di Dies, basata sulle visite fatte in Haydn vecchiaia. Haydn era un cattolico devoto che spesso si rivolgeva al suo rosario quando aveva problemi a comporre, una pratica che di solito trovava efficace. Normalmente iniziava il manoscritto di ogni composizione con "in nomine Domini" ("nel nome del Signore") e terminava con "Laus Deo" ("lode a Dio"). Haydn era basso di statura, forse a causa di essere stato denutrito per gran parte della sua giovinezza. Non era bello, e come molti ai suoi tempi era un sopravvissuto al vaiolo, il suo viso era segnato dalle cicatrici di questa malattia. Il suo biografo Dies ha scritto: "non riusciva a capire come fosse successo che nella sua vita fosse stato amato da tante belle donne." Non potevano essere state guidate dalla mia bellezza ". Haydn soffrì anche di poliposi nasale per gran parte della sua vita adulta; questa era una malattia angosciante e debilitante nel XVIII secolo, ea volte gli impediva di scrivere musica. James Webster riassume il ruolo di Haydn nella storia della musica classica come segue: "Eccelleva in ogni genere musicale ... È conosciuto come il 'padre della sinfonia' e potrebbe quindi essere considerato con maggiore giustizia per il quartetto d'archi; nessun altro compositore si avvicina alla sua combinazione di produttività, qualità e importanza storica in questi generi ". Una caratteristica centrale della musica di Haydn è lo sviluppo di strutture più grandi a partire da motivi musicali molto brevi e semplici, spesso derivati ​​da figure di accompagnamento standard. La musica è spesso concentrata in modo abbastanza formale e gli eventi musicali importanti di un movimento possono svolgersi piuttosto rapidamente. Il lavoro di Haydn è stato fondamentale per lo sviluppo di quella che sarebbe stata chiamata forma sonata. La sua pratica, tuttavia, differiva in qualche modo da quella di Mozart e Beethoven, i suoi contemporanei più giovani che egualmente eccellevano in questa forma di composizione. Haydn amava particolarmente la cosiddetta "esposizione monotematica", in cui la musica che stabilisce la tonalità dominante è simile o identica al tema di apertura. Haydn si differenzia da Mozart e Beethoven anche nelle sue sezioni di riepilogo, dove spesso riorganizza l'ordine dei temi rispetto all'esposizione e utilizza un ampio sviluppo tematico. L'inventiva formale di Haydn lo portò anche a integrare la fuga nello stile classico e ad arricchire la forma rondò con una logica tonale più coesa (vedi forma sonata rondo). Haydn era anche il principale esponente della forma di doppia variazione - variazioni su due temi alternati, che sono spesso versioni in modalità maggiore e minore l'una dell'altra. Forse più di qualsiasi altro compositore, la musica di Haydn è nota per il suo umorismo. L'esempio più famoso è l'improvviso accordo forte nel lento movimento del suo Sinfonia "Sorpresa"; Le molte altre battute musicali di Haydn includono numerosi falsi finali (ad esempio, nei quartetti Operazione. 33 n. 2 e Operazione. 50 n. 3), e la notevole illusione ritmica posta nella sezione trio del terzo movimento di Operazione. 50 n. 1. Gran parte della musica è stata scritta per compiacere e deliziare un principe, e il suo tono emotivo è corrispondentemente ottimista. Questo tono riflette anche, forse, la personalità fondamentalmente sana ed equilibrata di Haydn. Le opere occasionali in tonalità minore, spesso di carattere mortalmente serio, costituiscono eccezioni sorprendenti alla regola generale. I movimenti veloci di Haydn tendono ad essere ritmicamente propulsivi e spesso trasmettono un grande senso di energia, specialmente nei finali. Alcuni esempi caratteristici del tipo di finale "frenetico" di Haydn si trovano nel Sinfonia "Londra" n. 104, il quartetto d'archi Operazione. 50 n. 1e il trio con pianoforte Piano cottura XV: 27. I primi movimenti lenti di Haydn di solito non sono troppo lenti nel tempo, rilassati e riflessivi. Successivamente, la gamma emotiva dei movimenti lenti aumenta, in particolare nei movimenti lenti e profondamente sentiti dei quartetti Operazione. 76 nn. 3 e 5, sinfonia n. 102, e piano trio Hob XV: 23. I minuetti tendono ad avere un forte battere e un carattere chiaramente popolare. Già Operazione. 33 (1781) Haydn trasformò alcuni dei suoi minuetti in "scherzi" che sono molto più veloci, ad un battito alla battuta.
Adattato da Wikipedia: L'Enciclopedia online gratuita.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati