Maria Eliza Ketelby Rundell - Dea domestica

Maria Eliza Ketelby Rundell - La prima dea domestica

Poiché le seguenti indicazioni erano intese per il comportamento delle famiglie delle figlie dell'autore e per la disposizione della loro tavola, in modo da unire una buona figura con una corretta economia, ha evitato ogni lusso eccessivo, come l'essenza di prosciutto, e quel dispendio dispendioso di grandi quantità di carne per il sugo, che così tanto contribuisce a mantenere alto il prezzo, e non è meno dannoso per coloro che mangiano che per coloro la cui miseria li obbliga ad astenersi. Si danno molte ricevute per cose che, essendo in punta di piedi quotidianamente, si può supporre che il modo di prepararle sia troppo noto per richiedere un posto in un libro di cucina; eppure come rarefatti ci incontriamo con burro fuso fine, buon pane tostato e acqua, o caffè ben fatto! Non si scusa per la minuzia in alcuni articoli, o per aver lasciato altri inosservati, perché non scrive per cuochi professi. Questo piccolo lavoro sarebbe stato un tesoro per se stessa all'inizio della sua vita, e spera quindi che possa rivelarsi utile agli altri. In quella aspettativa è data al Pubblico; e siccome non ne riceverà alcun emolumento, così confida che sfuggirà senza censura. -Un nuovo sistema di cucina domestica di Maria Ketelby Rundell
La seguente biografia di Maria Eliza Ketelby Rundell (o la signora Rundell, come era conosciuta) apparve nel Gentleman's Magazine * nel 1829, appena un anno dopo la sua morte. La signora Rundell era famosa per il suo best seller in fuga, Un nuovo sistema di cucina domestica: fondato sui principi dell'economia e adattato all'uso delle famiglie private, pubblicato per la prima volta nel 1806 da John Murray. (Murray ha anche pubblicato la seconda edizione di Jane Austen di Mansfield Park, insieme a Emma, Persuasione e L'abbazia di Northanger. ) Ora considerato come il primo "Dea domestica", precedendo di quasi un secolo la prediletta Isobella Beeton, la signora Rundell affermò con modestia che il suo libro non era solo essenziale per la" moderna "casalinga borghese (piuttosto che per i" cuochi professi "- nota, la differenza che una generazione fa qui tra questo lavoro del 1747 di Hannah Glasse, che era diretto ai servi: "... ci sono pochi servi che sanno come arrostire e bollire alla perfezione. Non pretendo di insegnare a cuochi professi, ma il mio progetto è istruire gli ignoranti e gli inesperti (cosa che sarà altrettanto di grande utilità in tutte le famiglie private ) e in un modo così semplice e completo, che la persona più analfabeta e ignorante, che sa leggere, saprà fare bene ogni cosa in cucina ".) ma un regalo al pubblico. Ha riempito le sue pagine con ricette per tutto, dal caffè "buono" a Bubble e Squeak, insieme a copiose note sui servi, "C'è molto tempo, prezioso per le loro famiglie, sprecato da donne virtuose e ben intenzionate a correre dietro a carità istituzioni, mentre i loro figli soffrono di abbandono, o sono abbandonati a servi negligenti ... "a un'alimentazione sana", tutti noi, e in ogni momento, consumiamo più cibo di quanto la salute o la prudenza garantiscano. Ciò che dà problemi a digerire un uomo ne manterrebbe tre comodamente ", per mantenere la biancheria e apparecchiare la tavola. La signora Maria Eliza Rundell (1745–1828), scrittrice di cucina, nata nel 1745, era figlia unica di Abel Johnstone Ketelby di Ludlow, nello Shropshire. Ha sposato Thomas Rundell, socio dell'eminente ditta Rundell & Bridges, argentieri e gioiellieri, che era da tempo stabilita a Ludgate Hill, Londra. L'azienda ha fornito tabacchiere per un valore di 8.205 litri. 15s. ai ministri degli esteri all'incoronazione di Giorgio IV (Gent. Mag. 1823, ii. 77). Mentre viveva a Swansea nel 1806, la signora Rundell raccolse varie ricette per la cucina e suggerimenti per la gestione della casa per l'uso delle sue figlie sposate. Inviò il manoscritto all'editore, John Murray (1778–1843) [q. v.], della cui famiglia era una vecchia amica. Ha suggerito il titolo "Cucina domestica", ha fatto revisionare il lavoro con cura da editori competenti, tra i quali il dottor Charles Taylor, della Society of Arts, e ha aggiunto incisioni. È stato pubblicato come "Un nuovo sistema di cucina domestica'Nel 1808, e ha avuto un enorme successo. Da cinque a diecimila copie venivano stampate a lungo ogni anno. Divenne una delle proprietà più preziose di Murray e nel 1812, quando acquistò l'affitto della casa in Albemarle Street, parte della garanzia consisteva nel copyright della "Cucina domestica". Come il primo manuale di gestione domestica con qualsiasi pretesa per completezza, ha evocato molte imitazioni. Nel 1808 Murray ha presentato alla signora Rundell 150l. Lei rispose: "Non ho mai avuto la minima idea di un ritorno per quello che consideravo un dono gratuito a qualcuno che avevo considerato a lungo come mio amico." Nel riconoscere una copia della seconda edizione, la signora Rundell pregò Murray di non pensare a remunerandola ulteriormente, e nella prefazione all'edizione del 1810 dichiarò espressamente che non avrebbe ricevuto alcun emolumento. Ma nel 1814 la signora Rundell accusò Murray di trascurare il libro e di ostacolarne la vendita. Dopo aver ottenuto un'ingiunzione presso la corte del vicerettore per impedire a Murray di ripubblicare il libro, nel 1821 ne mise una versione migliorata nelle mani dei signori Longman per la pubblicazione. Murray si vendicò ottenendo un'ingiunzione dal lord cancelliere per impedire alla signora Rundell di pubblicare il libro con le sue aggiunte e abbellimenti. Il 3 novembre il lord cancelliere ha sciolto l'ingiunzione contro Murray, ma ha dato diritto a nessuna delle parti, dichiarando che un tribunale e non un tribunale di equità deve decidere tra di loro (Gent. Mag. 1821, ii. 465). Dopo un lungo ritardo, la signora Rundell accettò l'offerta di Murray di 1.000l. in piena estinzione di tutte le richieste, insieme a una somma simile per sostenere i suoi costi e le spese (cfr. Moore, Memorie, v. 118, 119). Il libro fu tradotto in tedesco nel 1841; la sessantacinquesima edizione inglese è apparsa nello stesso anno. La signora Rundell morì, all'età di 83 anni, a Losanna il 16 dicembre 1828. Suo marito la premette. Altri libri della signora Rundell sono: 1. "Felicità domestica", 1806. 2. "Lettere indirizzate a due figlie assenti", 1814.
 
 
Un resoconto più dettagliato della vita di Ketelby Rundell può essere trovato su The Historic American Cookbook Project. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo Blog della collezione della biblioteca di Cambridge. * io. 94; Dict di Allibone. ii. 1890; Memoirs of John Murray, i. 90 et passim, ii. 120-5.]

1 commentare

hello! Maria Eliza Rundell was my 5th great grandmother and her husband was a surgeon based in Bath. His brother Philip was the silversmith based in London! I now live in Bath and it’s funny to think she was so familiar with it as a city. Her letters to her daughters feel as if they were from a Jane Austen novel. She sounds as if she was a formidable person, I think I would have liked to have met her though – cooking is not my strong point!

Beccy R luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati