Philip Astley: padre del circo moderno

Edward e Frank sono usciti entrambi in cerca di fortuna; quest'ultimo deve tornare presto e aiutarci a cercare il nostro. Il primo non lo rivedremo mai più. Dobbiamo essere da Astley stasera, cosa di cui sono felice. Edward ha avuto notizie da Henry questa mattina. Non è stato affatto alle gare, a meno che il suo accompagnare Miss Pearson alla Rowling un giorno possa essere così chiamato. Lo troveremo lì giovedì. Jane Austen a Cassandra nell'agosto 1796
Philip Astley (8 gennaio 1742 - 27 gennaio 1814) è stato un equestre inglese, proprietario di un circo e inventore, considerato il "padre del circo moderno". L'industria del circo, come presentatrice di un'esperienza di intrattenimento integrata che include musica, animali domestici, acrobati e clown, fa risalire la sua eredità all'Astley's Amphitheatre, una scuola di equitazione che Astley ha fondato a Londra in seguito al successo della sua invenzione del circus ring in 1768. Sagoma di Sstley dal suo Sistema di educazione equestre, 1802 Astley silhouette dalla sua Sistema di educazione equestre Philip Astley è nato a Newcastle-under-Lyme in Inghilterra, figlio di un ebanista. All'età di nove anni, divenne apprendista con suo padre, ma il sogno di Astley era quello di lavorare con i cavalli, così si unì ai Quindicesimi Dragoni Leggeri del colonnello Eliott quando aveva 17 anni, diventando in seguito un sergente maggiore. Il suo servizio nella Guerra dei Sette Anni lo ha portato a contatto con allenatori e ciclisti professionisti. Lo stesso Astley era un pilota brillante. Astley aveva un genio per il trick riding. Ha visto che i cavalieri del trucco hanno ricevuto più attenzione dalla folla a Islington. Ha avuto l'idea di aprire una scuola di equitazione a Londra in cui avrebbe potuto condurre anche spettacoli di abilità di equitazione acrobatica. Nel 1768, Astley si esibì in un campo aperto in quella che ora è l'area di Waterloo di Londra, dietro l'attuale sito della chiesa di San Giovanni. Cavalcava in cerchio anziché in linea retta come facevano i suoi rivali, e quindi si imbatté nel formato che in seguito fu chiamato `` circo ''. Questo formato ebbe un tale successo che Astley aggiunse un clown ai suoi spettacoli per divertire gli spettatori tra le sequenze equestri , e in seguito si trasferì in locali recintati appena a sud di Westminster Bridge, dove aprì la sua scuola di equitazione dal 1770 in poi e ampliò il contenuto dei suoi spettacoli (vedi sotto). Insegnava a cavalcare la mattina e nel pomeriggio compiva le sue "imprese di equitazione". Astley's_Ampitheatre_Microcosm_edited Astley iniziò a farsi una reputazione ea diventare più ricco. Dopo due stagioni a Londra ha dovuto portare qualche novità alle sue esibizioni, quindi ha assunto altri cavalieri, musicisti, un clown, giocolieri, burattini, funamboli e cani danzanti: il circo moderno è stato creato. Gilde e lignaggi di acrobati e clown si erano esibiti in tutta Europa per secoli prima di questo, ma come membri di professioni indipendenti, non come parte di un'esperienza di intrattenimento integrata per la quale veniva venduto un biglietto tutto compreso. Andrew DuCrow, padre dell Astley non ha inventato il trick-riding, che era già un intrattenimento popolare del periodo. La sua invenzione dell'arena circolare ha avuto successo per due ragioni. In primo luogo, è stato più facile per il pubblico tenere d'occhio i motociclisti. In secondo luogo, l'anello circolare (sebbene Astley lo chiamasse "The Ride") ha aiutato i cavalieri nella generazione della forza centrifuga, che ha permesso loro di mantenere l'equilibrio stando in piedi sul dorso dei loro cavalli al galoppo. Astley non ha mai chiamato il suo "Astley's Amphitheatre of Equestrian Arts" a circo, poiché quel titolo è stato ideato da Charles Dibdin, che in collaborazione con il rivale di Astley Charles Hughes, ha aperto il Royal Circus il 4 novembre 1782, a breve distanza da Astley's a Lambeth, Londra.  Dopo alcuni anni, Astley aggiunse una piattaforma, sedili e un tetto al suo anello. Anche dopo la sua morte l'"Anfiteatro Reale" di Astley rimase famoso per tutto il XIX secolo, essendo menzionato sia da Charles Dickens che da Jane Austen. Fu chiuso nel 1893 e demolito l'anno successivo. Il blocco di alloggi delle infermiere del St Thomas's Hospital si trova ora sul posto. "UNA VISTA DELL L'anello da circo originale di Astley aveva un diametro di 62 piedi (~ 19 m), e in seguito lo stabilì a 42 piedi (~ 13 m), che da allora è stato uno standard internazionale per i circhi. Non lontano dal sito dell'Anfiteatro si trova Hercules Road, che prende il nome dalla casa costruita da Astley e chiamata Hercules Hall. La casa è sparita da tempo, ma si dice che il suo nome abbia commemorato la celebre rappresentazione a cavallo di Astley delle Fazioni di Ercole. Il circo di Astley era così popolare che fu invitato nel 1772 ad esibirsi prima di Luigi XV di Francia a Versailles. Fondato dal 1770 come maneggio e per spettacoli all'aperto, il primo Anfiteatro di Astley aprì a Londra nel 1773; bruciò il 17 settembre 1794, ma con abbondanti risorse disponibili a causa della prosperità dell'impresa fu ricostruita e, a tempo debito, fu ricostruita di nuovo dopo successivi incendi, e alla fine crebbe fino a diventare l'Anfiteatro Reale di Astley. Nel 1782, Astley fondò il primo circo appositamente costruito in Francia, l'Anfiteatro Anglais di Parigi. Durante le estati e altre volte in cui il suo stabilimento londinese era inattivo, Astley fondò anfiteatri di legno in tutta la Gran Bretagna; il primo di questi fu eretto nel 1773 a Dublino, in Irlanda. In seguito fondò altri diciotto circhi nelle città europee, fu patrocinato da un gran numero di reali, ed era famoso, invidiato e occasionalmente ricco. Non ha mai usato animali selvatici nell'arena circense. Cominciarono ad essere esposti 14 anni dopo la sua morte a Parigi. Fu sepolto nel cimitero di Père Lachaise a Parigi, essendo scaduto da "gotta nello stomaco". L'Anfiteatro di Astley è menzionato nella narrativa popolare di Charles Dickens, Jane Austen e William Makepeace Thackeray, tra gli altri. Jane Austen visitò Astley's nel 1796 e citì di nuovo l'anfiteatro Emma, come scena della riconciliazione di Harriet Smith e Robert Martin, nel capitolo 54:
[Robert Martin] consesse questi documenti a John, nelle sue stanze, e gli fu chiesto di unirsi al loro partito la stessa sera da Astley. Avrebbero preso i due ragazzi più grandi da Astley..."
 

Da Wikipedia.com

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati