La deliziosa Dora Jordan

Penso che giudichi molto saggiamente nel rimandare la tua visita a Londra, e mi sbaglio se non viene rimandato per un po 'di tempo. Parli con tale nobile rassegnazione della signora Jordan e dell'Opera House, che sarebbe un insulto supporre che sia necessaria una consolazione ... Jane Austen a Cassandra 8 gennaio 1801
È nata Dorothea Bland (anche se a volte è stata Dora o Dorothy) il 21 novembre 1761, vicino a Waterford, in Irlanda. Era la figlia di un macchinista, Francis Bland, e della sua amante, l'attrice Grace Phillips. Con queste premesse non sorprende che quando Francesco abbandonò la famiglia nel 1774 (per sposare l'ennesima attrice) Dora fu costretta ad andare a lavorare per aiutare sua madre e quattro fratelli. Sua madre le trovò figlia, allora tredicenne, un posto al Theatre Royal di Cork. Anche il manager dell'azienda, Richard Daly, ha visto del potenziale. Ha scritturato Dora in un numero qualsiasi di produzioni di secondo livello, recitando continuamente le sue scene d'amore. Dora non voleva avere niente a che fare con il suo manager sposato, nonostante la sua "gentilezza" nei confronti della sua famiglia. I suoi veri colori si sono rivelati quando, in un ultimo disperato tentativo di farsi strada con lei, l'ha minacciata di prigione se non fosse riuscita a ripagare i fondi che le aveva dato. Tuttavia Dorothy non si mosse e Daly fu costretto a rapirla. Ne risultò un bambino, tu Frances, nato a Dublino nel 1782. Finalmente Dora non ne poté più. Lei e sua madre fuggirono in Inghilterra, dove Dora prese il nome di "Mrs. Giordania". Non c'era il signor Jordan, ovviamente, ma essere considerata una vedova con un figlio era più rispettabile che l'alternativa. Alcuni dicono che abbia scelto il nome Jordan come riferimento alla sua fuga attraverso il Mare d'Irlanda, paragonato al fiume Giordano. Indipendentemente da ciò, l'Inghilterra avrebbe presto dimostrato di essere la sua terra promessa. Qui sua madre ha trovato il suo lavoro con Tate Wilkinson, manager di una compagnia teatrale a Leeds. Dorothy era alla deriva. Ha iniziato diversi affari. Uno, con il tenente dell'esercito, Charles Doyne, che ha proposto il matrimonio, più tardi con Tate Wilkinson, se stesso, e persino con George Inchbald, il protagonista maschile della compagnia. Secondo Claire Tomalin, la biografa di Dorothea, Dorothea avrebbe sposato Inchbald, quindi era innamorata di lui, ma non l'ha mai chiesto. Con il cuore spezzato, lo lasciò nel 1786 per iniziare una relazione con Sir Richard Ford, un magistrato di polizia e un avvocato. Si è trasferita da Ford quando lui le ha promesso di sposarla. Hanno avuto tre figli, un figlio di breve durata e due figlie. Nel 1785 fece la sua prima apparizione a Londra a Drury Lane come Peggy in Una ragazza di campagna. Prima della fine della sua prima stagione era diventata una delle preferite dal pubblico, la sua recitazione nella commedia è stata dichiarata seconda solo a quella di Kitty Clive. La commedia era il suo forte e le sue apparizioni come Lady Teazle, Rosalind e Imogen erano particolarmente apprezzate, e le parti "calzoni" come William in Rosina. Il suo fidanzamento a Drury Lane durò fino a quando il teatro non fu bruciato nel 1809, dopodiché apparve ad Haymarket e al nuovo teatro di Covent Garden.

Una relazione con la famiglia reale

Bella, spiritosa e intelligente (e si dice che abbia le gambe più belle mai viste sul palco), Jordan è presto arrivata all'attenzione di uomini ricchi. Divenne l'amante di Guglielmo, duca di Clarence, poi re Guglielmo IV, nel 1791, vivendo con lui a Bushy House, e sembrava non essersi preoccupata della politica o degli intrighi politici che spesso si svolgevano dietro le quinte nelle corti reali. Mentre William aveva un occhio per le donne da giovane, sembrava godersi la vita domestica della sua vita con la signora Jordan. Il duca ha osservato a un amico,
"La signora Jordan è una creatura molto buona, molto domestica e attenta ai suoi figli. Certo, a volte è assurda e ha i suoi umori. Ma ci sono cose del genere più o meno in tutte le famiglie."
La coppia, pur vivendo in silenzio, si divertì a intrattenere, con la signora Jordan che scrisse alla fine del 1809:
"Avremo una casa piena e allegra questo Natale, è ciò di cui il caro Duca si diletta."
Il re, Giorgio III, generalmente un po 'puritana, accettava il rapporto di suo figlio con l'attrice (sebbene raccomandasse di dimezzare la sua indennità) e nel 1797 creò William Ranger di Bushy Park, che comprendeva una grande residenza, Bushy House, per la famiglia in crescita di William. Dorthea ha continuato la sua carriera di attrice e ha fatto apparizioni pubbliche con il Duca quando necessario. Insieme ebbero almeno dieci figli illegittimi, che presero tutti il ​​cognome FitzClarence:
  • George Augustus (1794-1842), creato conte di Munster nel 1831.
  • Henry Edward (27 marzo 1795 - settembre 1817)
  • Sophia (agosto 1796-10 aprile 1837) sposò Philip Sidney, primo barone De L'Isleand Dudley.
  • Mary (19 dicembre 1798-13 luglio 1864), sposò il generale Charles Richard Fox
  • Frederick (9 dicembre 1799-30 ottobre 1854) - Tenente generale dell'esercito britannico e nominato Lord Frederick FitzClarence
  • Elizabeth (17 gennaio 1801 - 16 gennaio 1856) sposò William Hay, 18 ° conte di Erroll
  • Adolphus (Contrammiraglio) (18 febbraio 1802-17 maggio 1856) - Lord AdolphusFitzClarence
  • Augusta (17 novembre 1803-8 dicembre 1865) sposò, in primo luogo, l'On. John Kennedy-Erskine, 5 luglio 1827, sposò in secondo luogo l'ammiraglio Lord John Hallyburton
  • Reverendo Lord Augustus (1 marzo 1805 - 14 giugno 1854); rettore a Mapledurham inOxfordshire. Sposato Sarah Gordon
  • Amelia (21 marzo 1807-2 luglio 1858) sposò Lucius Bentinck Cary, 10 ° visconte Falkland
La relazione sarebbe durata vent'anni prima di concludersi nel 1811. La signora Jordan almeno non aveva dubbi sul motivo della rottura, "Il denaro, il denaro, mio ​​buon amico, sono convinto che in questo momento LUI abbia reso LUI il più disgraziato degli uomini", aggiungendo: in questo momento soffri? "
Alla signora Jordan è stato concesso un risarcimento finanziario di £ 4400 all'anno e la custodia delle figlie, a condizione che non riprendesse la scena. Quando riprese la sua carriera di attrice nel 1814, per ripagare i debiti contratti a suo nome da suo genero (il marito di una delle figlie della signora Jordan da una precedente relazione), il duca prese la custodia delle figlie e si fermò pagando il £ 1500 designato per la loro manutenzione. Con la sua carriera fallita, fuggì in Francia per sfuggire ai suoi creditori e morì, impoverita, vicino a Parigi nel 1816. Profondamente indebitato, il Duca fece più tentativi per sposare una ricca ereditiera, ma i suoi abiti non hanno avuto successo. Tuttavia, quando la nipote del duca, la principessa Charlotte, la seconda in linea al trono, morì di parto nel 1817, il re rimase con dodici figli, nessuno dei quali con figli legittimi. La corsa era in corso tra i duchi reali per sposarsi e produrre un erede. William aveva grandi vantaggi in questa razza: i suoi due fratelli maggiori erano entrambi senza figli ed estranei alle loro mogli (che erano entrambi probabilmente oltre l'età fertile) e William era il più sano dei tre. Se fosse vissuto abbastanza a lungo, quasi certamente sarebbe diventato re e avrebbe avuto l'opportunità di generare il prossimo monarca. Tuttavia, le prime scelte di William di sposarsi incontrarono la disapprovazione del Principe reggente o rifiutato. Alla fine, fu trovata una principessa che era amichevole, amante della casa ed era disposta ad accettare, anche con entusiasmo, i nove figli sopravvissuti di William, molti dei quali non avevano ancora raggiunto l'età adulta. A Kew l'11 luglio 1818, William sposò la principessa Adelaide di Sassonia-Meiningen, figlia del duca di Sassonia-Meiningen. A 25 anni, Adelaide aveva la metà dell'età di William. Il matrimonio, che durò quasi vent'anni fino alla morte di Guglielmo, fu felice. La nuova duchessa prese in mano sia Guglielmo che le sue finanze. Per il loro primo anno di matrimonio, la coppia visse in modo economico in Germania, i debiti di Guglielmo furono presto sulla strada per essere pagati, soprattutto perché il Parlamento gli aveva votato un'indennità maggiore, che accettò a malincuore dopo che le sue richieste di aumentarlo ulteriormente furono rifiutate. William non è noto per aver avuto amanti. Il principale dolore del matrimonio è che non avevano figli sani che avrebbero assicurato la successione. La coppia ebbe due figlie di breve durata, e Adelaide subì tre aborti spontanei. Quando Giorgio IV morì il 26 giugno 1830, il Duca di Clarence salì al trono, all'età di 64 anni, come Guglielmo IV, la persona più anziana ad assumere il trono britannico. A differenza di suo fratello stravagante, che incarnava gli eccessi della Reggenza, Guglielmo era senza pretese, scoraggiando lo s pompa e la cerimonia. In contrasto con Giorgio IV, che tendeva a trascorrere la maggior parte del suo tempo nel Castello di Windsor, Guglielmo era noto, specialmente all'inizio del suo regno, per camminare, non accompagnato, attraverso Londra o Brighton. Nel 1831, William commissionò una statua di Dorothy, che alla fine trovò una casa a Buckingham Palace. Guglielmo morì il 20 giugno 1837, e gli successe il suo neice, Vittoria, che si sarebbe fatto un nome tra i monarchi più famosi di sempre a regnare.
Esplora il nostro Libreria a janeaustengiftshop.co.uk. Preso in prestito da Wikipedia Risorse aggiuntive: Claire Tomalin, Professione della sig.ra Jordan, Viking, 1994 Otis Skinner, Gente pazza del teatro, Ayer Publishing, 1928

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati