Thomas Gainsborough

 
Thomas Gainsborough nacque nel 1727 a Sudbury, Suffolk, in Inghilterra. Suo padre era un insegnante coinvolto nel commercio della lana. All'età di quattordici anni impressionò suo padre con le sue capacità di disegnare, così che lo lasciò andare a Londra per studiare arte nel 1740. A Londra si formò dapprima sotto l'incisore Hubert Gravelot ma alla fine divenne associato a William Hogarth e alla sua scuola. Uno dei suoi mentori era Francis Hayman. In quegli anni ha contribuito alla decorazione di quella che oggi è la Thomas Coram Foundation for Children e ai palchi della cena a Vauxhall Gardens. Nel 1740, Gainsborough sposò Margaret Burr il cui padre illegittimo, il duca di Beaufort, diede loro una rendita di £ 200. Il suo lavoro, composto principalmente da dipinti di paesaggi, non stava vendendo molto bene. Tornò a Sudbury nel 1748-1749 e si concentrò sulla pittura di ritratti. Nel 1752, lui e la famiglia, che ora include due figlie, si trasferirono a Ipswich. Le commissioni per i ritratti personali aumentarono, ma la sua clientela comprendeva principalmente mercanti e scudieri locali. Ha dovuto prendere in prestito contro la rendita di sua moglie. Nel 1759, Gainsborough e la sua famiglia si trasferirono a Bath da Ipswich su istigazione, si dice, dell'eccentrico Philip Thicknesse, sebbene il fatto che sua sorella, la signora Mary Gibbon, tenesse un alloggio in città, vicino ad Abbey Churchyard, potrebbe aver influenzato la sua decisione. Dopo il suo arrivo a Bath, rimase a casa della signora Gibbon, utilizzando come studio una stanza che si affacciava sulla porta sud-ovest dell'abbazia. A quel tempo gli artisti in visita furono invitati a mostrare il loro lavoro nella Pump Room, con la loro scala di accuse, e Gainsborough approfittò prontamente di questa struttura. La qualità del suo lavoro è stata rapidamente riconosciuta e le commissioni per i ritratti hanno cominciato ad affluire. Durante i suoi primi mesi in città ha fatto pagare cinque ghinee per un ritratto e, quando si è affermato, ha aumentato la tariffa a cento ghinee per un intero ritratto di lunghezza, quaranta ghinee per mezzo busto e cinque ghinee per una testa. Presto fu pronto a trasferirsi in locali più comodi, e alla fine del 1763 scrisse al suo amico James Unwin: `` Ho preso una casa a circa tre quarti di miglio in Lansdown Road: è situata in una posizione dolce, e ho tutti comodità che potrei desiderare. Pago trenta sterline all'anno ... "Tre anni dopo si sentì abbastanza sicuro da trasferirsi al Circo e da affittare una delle case appena costruite, a duecento ghinee all'anno. Lì studiò ritratti di van Dyck e alla fine riuscì ad attirare una clientela dell'alta società meglio pagata. Nel 1761 iniziò a inviare lavori alla mostra della Society of Arts di Londra (ora la Royal Society of Arts, di cui era uno dei primi membri) e dal 1769 alle mostre annuali della Royal Academy. Ha selezionato ritratti di clienti noti o famigerati per attirare l'attenzione. Le mostre lo aiutarono a guadagnare una reputazione nazionale e fu invitato a diventare uno dei membri fondatori della Royal Academy nel 1769. Il suo rapporto con l'Accademia, tuttavia, non fu facile e smise di esporre i suoi dipinti lì nel 1773. Le case in the Circus non erano numerati in quel momento, e Gainsborough dava sempre il suo indirizzo semplicemente come "Mr Gainsborough, Bath". Inizialmente si pensava che la sua casa avesse 24 anni, e nel giugno 1902 una tavoletta di bronzo fu svelata lì da Sir Walter Armstrong, una nota autorità sul lavoro del pittore. Ma dopo una ricerca dettagliata sui tariffari del periodo, è stato dimostrato che la casa che aveva affittato aveva 17 anni; e alla fine del 1971 la targa è stata trasferita nella sua posizione attuale. Durante gli anni trascorsi a Bath, Gainsborough dipinse i ritratti di Lord Chesterfield, Garrick, Sterne, Richardson, Sheridan, Burke, James Quin, Elizabeth Linley e molti altri. Uno dei suoi dipinti più famosi, The Blue Boy, fu probabilmente completato durante il suo soggiorno in città e riflette chiaramente la sua ammirazione per Van Dyck. Il modello per il ritratto era Jonathan Buttall, figlio di uno degli amici di Gainsborough che era un ricco ferramenta a Soho di Londra. Gainsborough lasciò Bath nel 1774 dopo una lite con Thicknesse e si stabilì a Londra, dove il suo lavoro continuò ad attrarre mecenati alla moda. Nel 1777 iniziò di nuovo a esporre i suoi dipinti alla Royal Academy, con ritratti di celebrità contemporanee, tra cui il Duca e la Duchessa di Cumberland, legati alla famiglia reale. Queste mostre continuarono per i successivi sei anni. Nel 1780 dipinse i ritratti del re Giorgio III e della sua regina e in seguito ricevette molte commissioni reali. Questo gli diede una certa influenza presso l'Accademia per affermare in quale forma desiderava che il suo lavoro fosse esposto. Tuttavia, nel 1783 prese i suoi dipinti dalla prossima mostra e li trasferì a Schomberg House. Nel 1784, il pittore reale Allan Ramsay morì e il re fu obbligato a dare il lavoro al rivale di Gainsborough e presidente dell'Accademia, Joshua Reynolds. Gainsborough rimaneva ancora il pittore preferito della famiglia reale. Negli ultimi anni ha spesso dipinto paesaggi di ambienti comuni. Con Richard Wilson, è stato uno degli ideatori della scuola di paesaggio britannica del XVIII secolo e con Joshua Reynolds è stato il ritrattista britannico dominante della seconda metà del XVIII secolo. Gainsborough dipinse più dalle sue osservazioni sulla natura che da qualsiasi applicazione di regole formali. La sensibilità poetica dei suoi dipinti indusse Constable a dire: "Guardandoli, troviamo le lacrime agli occhi e non sappiamo cosa le porta". Lui stesso ha detto: "Sono stanco dei ritratti e desidero davvero prendere il mio viol-da-gam e andare a piedi in qualche dolce villaggio, dove posso dipingere paesaggi (sic) e godermi la fine della vita frocio in tranquillità facilità. " Le sue opere migliori, come Portrait of Mrs. Graham; Mary and Margaret: The Painter's Daughters; William Hallett e sua moglie Elizabeth, nato Stephen, noto come La passeggiata mattutina; e Cottage Girl with Dog and Pitcher, mostrano l'unicità (individualità) dei suoi soggetti. Il suo unico assistente era suo nipote Gainsborough Dupont. Gainsborough il 2 agosto 1788 nel suo 62 ° anno, dopo aver contratto un brivido che si trasformò in un tumore canceroso del collo al processo di Warren Hastings. Le sue ultime parole sono state: "Andiamo in paradiso e Van Dyck è della compagnia". A partire dal Wikipedia e Sono venuti a Bath.
 

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati