'Per fare una crostata di' Pastinaca e Scyrrets '

La pastinaca (Pastinaca sativa) è un ortaggio a radice correlato alla carota. Le pastinache assomigliano alle carote, ma sono più chiare e hanno un sapore più forte. Come le carote, le pastinache sono originarie dell'Eurasia e sono state mangiate lì fin dai tempi antichi. Zohary e Hopf notano che le prove archeologiche per la coltivazione della pastinaca sono "ancora piuttosto limitate", e che le fonti letterarie greche e romane sono una delle principali fonti sul suo uso precoce, ma avvertono "ci sono alcune difficoltà nel distinguere tra pastinaca e carota negli scritti classici poiché entrambe le verdure sembrano essere state talvolta chiamate pastinaca, tuttavia ogni verdura sembra essere ben coltivata in epoca romana ". Fino all'arrivo della patata dal Nuovo Mondo, il suo posto nei piatti era occupato dalla pastinaca. Le pastinache possono essere bollite, arrostite o utilizzate in stufati, zuppe e sformati. In alcuni casi, la pastinaca viene bollita e le porzioni solide vengono rimosse dalla zuppa o dallo spezzatino, lasciando un sapore più sottile dell'intera radice e contribuendo con l'amido per addensare il piatto. La pastinaca arrosto è considerata una parte essenziale del pranzo di Natale in alcune parti del mondo anglofono e, nel nord dell'Inghilterra, compare spesso accanto alle patate arrosto nel tradizionale Sunday Roast. Febbraio è il mese tradizionale in cui piantare le pastinache. La pastinaca è un ortaggio coltivato, nella sua forma attuale, da centinaia di anni. Sono più resistenti e meno inclini a parassiti e malattie rispetto alla maggior parte delle verdure che ora coltiviamo nei nostri giardini. La ragione per piantare presto le pastinache è che questo consente loro una lunga stagione di crescita in cui diventare il più grande possibile: è abbastanza comune ottenere pastinache lunghe più di 18 pollici e di peso superiore a 2 libbre (1 kg). *
Per fare una crostata di pastinaca e Scyrrets Vedi le tue radici nell'acqua e nel vino, poi mettile in pastiglie e sbattile in una morter, con uova crude e pane grattugiato. bagnateli spesso con acqua di rose e vino, poi versateli in polvere e metteteci dello zucchero e un po 'di succo di limoni, e metteteli nella vostra crosta; Quando la tua torta è sfornata, tagliala e imburrala ben calda, oppure puoi mettere un po 'di burro dentro, quando la metti nel forno, e mangiarla fredda. Il succo di leamone che potresti mettere o lasciare fuori a tuo piacimento. Da Booke of Cookery di Martha Washington
Anche se all'inizio le istruzioni per questa torta sembrano strane, un esame più attento rivela una ricetta abbastanza simile alla moderna torta di zucca con il vino che sostituisce il latte usato in quest'ultima. Lo skirret è una pianta perenne talvolta coltivata come ortaggio a radice. Ha un grappolo di radici bianche dolci e luminose simili alle patate dolci, ma più lunghe (15-20 cm). Gli skirret possono essere bolliti, in umido o arrostiti. All'inizio si pensava fosse un afrodisiaco. Alcune ricette successive suggeriscono di sostituirle con le carote se non disponibili. Una variante moderna di questa torta utilizza solo pastinaca, insieme a 4 uova (per quattro tazze di polpa), una tazza di vino, 1/4 tazza di pangrattato, zucchero e acqua di rose a piacere. La maggior parte delle ricette di torta di zucca richiede 3/4 tazza di zucchero, anche se le pastinache e le carote sono generalmente più dolci della zucca. Aggiungi uno o due cucchiai di burro. Versare nella tortiera ricoperta di pasta frolla e infornare a 400 ° per 15 minuti; ridurre la fiamma a 350 ° e infornare per circa 35 minuti in più, o fino a quando il centro è impostato. Informazioni storiche da Wikipedia l'enciclopedia in linea così come Jamboree: The Young People's Real Education Website. Suggerimenti di ricette di Karen Hess, da Booke of Cookery di Martha Washington. Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro negozio di articoli da regalo all'indirizzo janeaustengiftshop.co.uk per i ricettari Regency!

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati