Jane Austen e Vampyres

Una misteriosa piaga è caduta nel tranquillo villaggio inglese di Meryton e i morti stanno tornando in vita! La vivace eroina Elizabeth Bennet è determinata a spazzare via la minaccia degli zombi, ma viene presto distratta dall'arrivo del superbo e arrogante Mr. Darcy. Wheat ensues è una deliziosa commedia di buone maniere con un sacco di combattimenti civili tra i due giovani innamorati e combattimenti ancora più violenti sul campo di battaglia intriso di sangue. Riuscirà Elisabetta a sconfiggere la progenie di Satana e superare i pregiudizi sociali della nobiltà terriera cosciente di classe? Completo di romanticismo, crepacuore, combattimenti con la spada, cannibalismo e migliaia di cadaveri in putrefazione, Orgoglio e pregiudizio e Zombi trasformano un capolavoro della letteratura mondiale ... * Una mia amica, l'autrice Diana Birchall, ha recentemente sollevato la recente ondata di romanzi sui vampiri, molti con riferimenti ad Austen, chiedendomi se potessi spiegare l'improvvisa popolarità di questi sequel trash, ad esempio,Orgoglio e predatore e Orgoglio e pregiudizio e Zombi. Lei scrisse, "Sembra essere un genere inarrestabile, di fascino senza fine per le giovani donne in particolare, e sono sconcertato sul perché. Da adolescente non mi sarebbe piaciuto affatto. I romanzi di vampiri per adolescenti che ho letto sono per lo più molto anodini: vampiri sdentati, si potrebbe dire. Di solito bevono sangue, ma in modo carino, se una cosa del genere è possibile. Non c'è niente di raccapricciante o sanguinoso in questi libri ... Solo romanticismo da ragazzina sognante e avventura fantasy ... Il ragazzo piatto è un bel vampiro idoneo, tutto qui, e lui e la ragazza coraggiosa salvano il mondo ... Non capisco l'appello. " Mi sembra che questi libri appartengano al genere Arlecchino. Un altro amico ha sostenuto qualche tempo fa che i recenti adattamenti cinematografici rappresentano un'arlecchinizzazione dei romanzi di Austen. Non sono sicuro di essere d'accordo con questo, ma posso capire perché qualcuno potrebbe discuterne. La cosa fondamentale di loro è che sono non violenti e fanno del vampiro un corteggiatore fondamentalmente innocuo, consapevole del benessere dell'eroina. Orgoglio e pregiudizio e Zombi; Pride and Predator: l'uso di questo titolo specifico mostra il desiderio di raggiungere il vasto pubblico a cui è stato detto che questo romanzo è la cosa più grande mai scritta al di fuori di Shakespeare (il tipo di paragone che si sente.) Letteralmente il 200% o più delle persone hanno sentito parlare o letto P&P su tutti i suoi altri romanzi. Lost in Austen era un sequel del film P&P e gli adattamenti e sequel dei film P&P superano di gran lunga qualsiasi altro adattamento della Austen. Quando ho insegnato sul genere gotico alcuni anni fa, ho ordinato un volume di racconti sui vampiri (The Penguin Book of Vampire Tales). Questi non erano insulsi e anondini: erano brutali e per più della metà spaventosamente misogini. I vampiri uccidono le donne e le inseguono con la stessa ferocia che vediamo nel racconto di Bram Stoker: gli uomini piantano paletti nelle donne, drenano il loro sangue; umiliarli. È stato allora, ho imparato, che il racconto sui vampiri differisce da altri sottogeneri horror / fiction proprio perché è molto più spesso scritto da uomini e pieno di odio e paura delle donne. Il confronto con, diciamo, L'Oxford Book of Ghost Stories è sorprendente e istruttivo. Non brutale, spesso scritto da donne (forse più spesso), a favore delle donne, con eroine simpatiche (come Mary Reilly) ed eroi che sono sensibili (nervosi, come Le Fanu o Oliphant) o molto perspicaci - come MR James ' , Le storie di fantasmi di Edith Wharton e Henry James. Al contrario, ora abbiamo questo nuovo tipo di storia sui vampiri debole, non violenta e gentile. Tutta questa palese adorazione del potere e (presumibilmente) la libertà fisica (che favorisce gli uomini in quanto rende loro disponibili le donne in una cultura in cui gli uomini hanno un potere enorme e molto più denaro) produce un genere maschile che viene evirato per non spaventare o ferire la lettrice che davvero non vuole impegnarsi in qualcosa di serio. Questo non vuol dire che tutte le storie dell'orrore scritte da donne siano di moda. Suzy McKee Charnas: ricordala Arazzo del vampiro- ha scritto un'intelligente femminilizzazione di una storia di vampiri negli anni '80, e ho un libro da un'altra serie un tempo ampiamente venduta, Chelsea Quinn Yarbro, dove, ancora una volta, il vampiro è davvero una creatura brutale - Yarbro presenta le donne come masochiste. Mary Reilly di Valerie Martin combina in realtà la brutalità della storia del vampiro-lupo mannaro con il femminismo del terrore della storia di fantasmi di Ann Radcliffe. Il racconto straordinario di Martin "Sea Lovers" (originariamente intitolato "Spawning" in The Consolation of Nature) ha una sirena brutale che uccide casualmente un pescatore (il contrario di un vecchio racconto popolare). Quindi quello che abbiamo sono Arlecchini con vampiri, zombi e terrori soprannaturali fino ad ora parte di autentiche storie dell'orrore che infrangono tabù. Il Twlight libri che vendono selvaggiamente si adattano proprio qui: la sciocca Harlequinea, che dà alla ragazza un'eccitazione di vampirismo, ma perché lei non è davvero masochista e in violenza, torna a darle un eroe che le farà da madre. La parola "Jane" nel titolo e supponiamo che la connessione con Austen sia l '"indizio" o il segno che siamo nella popolare terra degli arlecchini. Siamo ancora con la bella Jane, solo che questa volta ci sono anche dei vampiri a tavola a bere il tè. Follie, capricci, incongruenze e sciocchezze mi distraggono, lo ammetto, e rido di loro ogni volta che posso. Jane Austen Alcuni suggeriscono che l'idea sia quella di ridere dell'incongruenza con i personaggi di Austen sconvolti mentre i vampiri e gli zombi appaiono, ad esempio, nelle illustrazioni di Hugh Thomson. Che miscuglio incongruo, davvero. È una banalizzazione molto nello spirito del recente adattamento gratuito di P&P, Lost in Austen. La miniserie inizia con un risonante riferimento all'anonimato e allo stress della vita moderna e al desiderio dell'eroina di fuggire di notte leggendo P&P. Nelle prime due parti del film, ci sono allusioni ponderate ai precedenti film di Austen, ma man mano che i cambiamenti nella storia aumentano, diventano incoerenti e sciocchi, e alla fine la serie è piena di assurdità incoerenti, né fantasia né realismo. . Il finale ha minato la seria accusa dell'apertura essendo in effetti una sciocchezza. Follie, capricci, incongruenze e sciocchezze mi distraggono, lo ammetto, e rido di loro ogni volta che posso. Jane Austen Alcuni suggeriscono che l'idea sia quella di ridere dell'incongruenza con i personaggi di Austen interrotti mentre i vampiri e gli zombi appaiono, ad esempio, nelle illustrazioni di Hugh Thomson. Che mix incongruo, davvero. È una banalizzazione molto nello spirito del recente adattamento gratuito diP&P,Lost in Austen. La miniserie inizia con un risonante riferimento all'anonimato e allo stress della vita moderna e al desiderio dell'eroina di fuggire di notte leggendoP&P. Nelle prime due parti del film ci sono allusioni ponderate ai precedenti film di Austen, ma man mano che i cambiamenti nella storia aumentano, diventano incoerenti e sciocchi, e alla fine la serie è piena di assurdità incoerenti, né fantasia né realismo. . Il finale ha minato la seria accusa dell'apertura essendo in effetti una sciocchezza. Ci sono posti in città, uffici, dove l'inchiesta presto produrrebbe qualcosa - Uffici per la vendita - non proprio di carne umana - ma dell'intelletto umano ... non intendevo, non pensavo alla tratta degli schiavi ... al commercio , Ti assicuro, era tutto quello che avevo in vista; certamente molto diverso per quanto riguarda la colpa di chi lo porta avanti; ma quanto alla maggiore miseria delle vittime, non so dove si trovi. Jane Fairfax,Emma Al contrario, ho ascoltato quella di Anne BronteAgnes Gray letta ad alta voce magnificamente da Donada Peters: questa storia di una governante repressa ha più autentiche emozioni appassionate, brutalità, vampirismo (che prosciuga la vita da qualcuno), vita più cruda (la giovane donna tenta di costruirsi una vita per se stessa riuscendo in lavori in cui lei è soggetta a una crudele umanità fin troppo usuale) di qualsiasi di questi magri racconti sui vampiri.
Ellen Moody, docente di inglese alla George Mason University, ha compilato i calendari più accurati per il lavoro di Jane Austen, fino ad oggi. Ha creato linee temporali per ciascuno dei sei romanzi e per i tre frammenti di romanzo incompiuti. Attualmente sta lavorando a un libro,I film di Austen. Questo articolo è apparso per la prima volta come post sul suo blog. Da allora, molti lettori hanno lasciato commenti divertenti e penetranti sulle sue teorie. Fai clic qui per leggerli o lasciane uno tuo. Jimandellen.org per ulteriori articoli relativi ad Austen. * Dalla copertina di Pride and Prejudice e Zombies Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libreria su janeaustengiftshop.co.uk