Jane con qualsiasi altro nome - Le traduzioni olandesi di Jane Austen

Le traduzioni olandesi di Jane Austen

Fino al 1870, l'anno in cui James Edward Austen-Leigh pubblicò il suo Memoir, Jane Austen, fu, nelle parole di B.C. Southam "non è mai stata considerata una scrittrice popolare né ha ricevuto molta attenzione dai critici vittoriani e dagli storici letterari". Non sorprende quindi che ci sia voluto molto tempo prima che le sue opere diventassero disponibili in traduzione all'estero, a differenza di quelle di Scott e dei maggiori romanzieri vittoriani, le cui opere trovarono rapidamente numerosi traduttori nel continente. Inoltre, Southam afferma che lei "non era una scrittrice europea", cosa che attribuisce al fatto che "la qualità inerente al suo tono e al suo stile non era traducibile". È stato solo nel secolo scorso che le sue opere hanno trovato interpretazioni in una grande varietà di lingue, incluso l'olandese. Questo saggio cerca di offrire alcune informazioni privilegiate su queste traduzioni olandesi, nonché di valutarne i meriti e, se possibile, di mappare la risposta critica che hanno ricevuto. La prima traduzione olandese di un'opera di Jane Austen fu pubblicata nel 1922. Intitolata Gevoel en verstand (Sense and Sensibility (1811)), fu pubblicato dalla "Maatschappij voor goede en goedkope Lectuur" ("Society for Good and Cheap Literature") con sede ad Amsterdam nella sua serie "Wereldbibliotheek" ("Biblioteca mondiale"), che era stata istituita dal Dr. L. Simons (1862-1952) nel 1905 con il preciso scopo di rendere disponibili edizioni economiche delle opere più importanti della letteratura mondiale. Fin dalla sua fondazione, "Wereldbibliotheek" doveva pubblicare centinaia di opere straniere sia native che tradotte in milioni di copie. Prima di Gevoel en verstand questa serie aveva pubblicato diverse traduzioni note di poeti inglesi, inclusa la traduzione di Hélène Swarth di Elizabeth Barrett Browning Sonetti portoghesi (1915) così come la versione olandese di Alex Gutteling Paradiso perduto (1912). Il prezzo di ciascuna copia di questa popolare serie era davvero basso, ovvero circa 1 fiorino olandese. La traduzione di Senso e sensibilità è stato realizzato da Hillegonda van Uildriks, alias Gonne Loman-van Uildriks (1863-1921), un'aspirante poetessa, ma principalmente conosciuta come traduttrice professionista, che aveva già fornito diverse traduzioni olandesi di letteratura inglese, comprese opere di HG Wells, RL Stevenson , J. Ruskin, EA Poe, H. Walpole ecc. Gevoel en verstand era preceduto da un'introduzione, che vale la pena mettere a fuoco, poiché è uno dei primi commenti olandesi sul genio di Jane Austen. Questo racconto di due pagine di un editore anonimo, ma quasi certamente dalla penna del dottor Simons, si proponeva di abbozzare una breve vita di Jane Austen, sottolineando le difficoltà che aveva incontrato nel far pubblicare i suoi romanzi. Ha poi caratterizzato la "grande qualità" del suo lavoro come segue:
è l'osservazione sottile e ironica della vita borghese contemporanea e del suo potere di renderla coinvolgente senza alcun artificio romantico. I suoi personaggi e il loro ambiente vivono per noi in completa purezza, e nel suo tempo, in cui tutto era romanticizzato, questa qualità è stata una così grande sorpresa che persino il maestro romantico Walter Scott l'ha elogiata con forza. Non c'è narrativa inglese che ci commuova quanto quella di Jane Austen per la sua affinità con la nostra letteratura olandese.
È interessante notare che questo critico paragonò Jane Austen a Betje Wolff (1738-1804) e Aagje Deken (1741-1804), entrambe scrittrici olandesi, che in collaborazione pubblicarono alcuni famosi romanzi ancora considerati classici nella letteratura olandese. Ma il lavoro dell'autore inglese, ha proseguito, "è più puro in assenza di ogni sentimentalismo". Dobbiamo aspettare fino al 1946 per la seguente traduzione olandese di uno dei romanzi di Jane Austen, vale a dire Trots en vooroordeel (Orgoglio e pregiudizio (1813)), pubblicato dall'editore fiammingo Jos Philippen della ditta "Pro Arte" di Diest. La traduzione era stata affidata al Dr. Fr. Verachtert (1900-1988), uno scrittore fiammingo di racconti regionali, che ha anche fornito alcune traduzioni in inglese e tedesco. Ha offerto un'introduzione a Trots en vooroordeel, che ha presentato alcune osservazioni critiche sull'arte di Austen degne di una certa attenzione. Verachtert definì la "forza" di Austen una menzogna
nella delineazione dei personaggi, soprattutto di natura femminile. Ottiene una forte delineazione registrando incidenti e tratti banali della vita quotidiana comune delle persone della classe media e dell'aristocrazia inferiore. I suoi personaggi sono sempre disegnati con mano molto ferma e precisa e sono magistralmente sostenuti nel corso della narrazione. Non sono mai colorati dalla personalità dell'autore. Jane Austen mostra un distacco sufficiente verso il suo lavoro per non far agire i suoi personaggi secondo la sua natura o le sue teorie. La vita per lei è generalmente attraente e le imperfezioni che mostra sono descritte con un umorismo mite. Scoppi di sentimenti profondi raramente si verificano nelle sue opere. Insomma, è distaccata e riservata, due qualità che puntano ad un forte autocontrollo, che solitamente avvantaggia il lavoro creativo.
Verachtert ulteriori citazioni dalla nota recensione di Scott di Emma (1815) nel Revisione trimestrale del 1816, riferendosi anche all'ammirazione di Coleridge e Southey per il suo lavoro. Trots en vooroordeel presentava un'illustrazione, un'incisione realizzata dall'artista di fama internazionale Nelly Degouy (1910-1979), che in questi anni incise numerose illustrazioni per edizioni bibliofili. Tre anni dopo, nel 1949, la casa editrice Het Kompas di Anversa, pubblicò una traduzione di Emma (Emma (1815)) nella sua serie "De Feniks" ("La fenice"), che, istituita all'inizio degli anni '30, ha portato alla luce importanti lavori belletristici, principalmente fiamminghi, nonché numerose traduzioni di famosi romanzi stranieri, tra cui quello di Tolstoj Anna Karenina, Thackeray's Henry Esmond, Kipling's La luce che ha fallito, Wilde's Il ritratto di Dorian Gray, Conrad's La linea dell'ombra, ecc. Het Kompas è scaduto alla fine degli anni Quaranta. La resa di Emma è stato realizzato da Johan Anton Schroeder (1888-1956), laureato in lingue classiche all'Università di Amsterdam, che divenne un versatile autore di antichità e noto traduttore. Het Spectrum, fondata a Utrecht nel 1935, è stata una delle prime case editrici olandesi nei Paesi Bassi a lanciare le edizioni tascabili olandesi, che continuarono dopo la guerra con il nome di "Prisma Pockets". Questa serie estremamente popolare, una copia della quale era inizialmente disponibile a solo 1 fiorino olandese, doveva offrire molti classici in traduzione, comprese diverse opere di Jane Austen. Nel 1954 la casa pubblicaMeisjeshoofd en meisjeshart (Sense and Sensibility (1811)), come Prisma Pocket, in realtà una ristampa della Wereldbibliotheek del 1922Gevoel en verstand. Questa versione ha venduto bene, poiché ha raggiunto tre edizioni. Negli anni '80, in particolare, Het Spectrum ha pubblicato quattro traduzioni dei romanzi di Jane Austen in brossura. Nel 1980 Emma è stato pubblicato in una traduzione di Carolien Polderman-De Vries, che non sono riuscito a identificare. A quest'opera fu apposta una postfazione, firmata da una Jenny Leach-Reitsma, che delineò brevemente l'ascesa del romanzo inglese nel diciottesimo secolo, citando così i suoi più celebri praticanti. Ma Jane Austen, ha sostenuto Leach-Reitsma, "li ha superati tutti" nei suoi capolavori. La loro costruzione eccitante, la comprensione della natura umana e lo stile brillante sono qualità che non diventano obsolete come il cambiamento delle regole di condotta, e le opere di Jane Austen rimangono di interesse attuale e sono ampiamente lette ".Emma stesso, Leach-Reitsma descrive il romanzo come "un buon esempio di una struttura stretta, in cui tutte le frazioni contribuiscono in modo indispensabile all'accumulo e alla tensione del tutto; ogni scena, ogni conversazione, spiega o sviluppa la trama", aggiungendo che gli "acuti poteri di osservazione combinati con la sua chiara intuizione psicologica e soprattutto il suo senso per l'umorismo le consentono di penetrare profondamente nella natura umana". Tale commento deve aver familiarizzato molto il genio di Jane Austen a un vasto pubblico di lingua olandese. Nello stesso anno, il 1980, uscì Prisma Waan en eigenwaan (Orgoglio e pregiudizio (1813)) in una traduzione di W.A. Dorsman-Vos, un prolifico traduttore professionista, che ha fornito traduzioni in olandese, tra gli altri, di George EliotIl mulino sul filo interdentalee romanzi di Margaret Drabble e V.S. Naipaul. Ha anche offerto alcune straordinarie lucubrazioni introduttive su Jane Austen, dal titolo "Jane Austen and her Times - Jane Austen in the Times". Non c'è bisogno qui di soffermarsi sul suo commento in dettaglio. Basti pensare che rivela una profonda conoscenza della carriera di Jane Austen e l'accoglienza delle sue opere. Ma forse la citazione di alcune osservazioni sorprendenti dal suo pezzo potrebbe essere a posto. Dorsman-Vos descriveWaan en eigenwaan come un "romanzo puro", cioè "una narrazione strutturata su persone riconoscibili con reazioni riconoscibili l'una all'altra e alle circostanze e agli incidenti. Il fatto che dopo due secoli il lettore si identifichi ancora con i personaggi dei suoi romanzi è una prova abbondante della sua maestria . " Menzionando l'assenza di riferimenti nelle opere di Jane Austen agli eventi drammatici contemporanei come la Rivoluzione francese, le campagne napoleoniche, la battaglia di Waterloo e la Rivoluzione industriale, Dorsman-Vos ipotizza: "Come sarebbero stati i suoi libri, quando avrebbe avuto ha incorporato questo tumulto nella sua narrativa, si può solo immaginare, ma avrebbero certamente perso qualcosa della loro purezza e sarebbero stati più ancorati alla storia e quindi sarebbero diventati più rapidamente obsoleti ". Nel 1882 pubblica PrismaVerstand en onverstand (Sense and Sensibility), di nuovo tradotto in olandese dalla signora Dorsman-Vos e ancora una volta ha fornito un'interessante postfazione, che si è concentrata sulle qualità più salienti dell'arte di Jane Austen. "Jane Austen era un'autrice nata", scrive, "che si era posta il compito di insegnare la conoscenza di sé ai suoi contemporanei tenendo loro uno specchio, spesso uno specchio che ride". "La sua sobria scaltrezza", prosegue Dorsman-Vos, "si rivela di volta in volta nella chiara costruzione dei suoi romanzi. Ogni personaggio, ogni scena riceve la sua funzione, ogni avvento, ogni uscita è posta con cura e ha la sua funzione. cool autodisciplina con i mezzi che impiega per dare profondità ai suoi personaggi e per rendere credibili gli incidenti "e" I mezzi impiegati da Jane Austen sono il contrasto e l'ironia ". Infine, nel 1983 Prisma ha pubblicatoMansfield Park (Mansfield Park (1814)), tradotta ancora una volta dalla signora Dorsman-Vos e ancora una volta scrisse una coda percettiva, che delineava la trama del romanzo e la situazione delle donne all'inizio del XIX secolo. Non a caso, diverse case editrici olandesi hanno cercato di incassare l'ormai enorme successo di Jane Austen sia nei Paesi Bassi che nelle Fiandre. Nel 1980 l'editore con sede a Utrecht L.J. Veen, specializzato dal 1887 nella stampa di famosi autori olandesi e fiamminghi e classici della letteratura mondiale, pubblicò nella sua serie "Amstelpaperbacks"Trots en vooroordeel (Orgoglio e pregiudizio) in una traduzione di H.E. van Praag, che rimane non identificato. Non ci sono state osservazioni introduttive, ma il wrapper del libro ha eloquentemente pubblicizzato il romanzo nei seguenti termini: "Le caratterizzazioni, la descrizione delle relazioni reciproche e il quadro dell'età che questo libro offre, fanno di Trots en vooroordeel uno dei migliori romanzi nella letteratura inglese ". L'anno successivo "Amstelpaperbacks" offrì una bella ristampa con copertina rigida di J.A. La traduzione di Schroeder del 1949Emma. Nei due decenni successivi il numero di traduzioni olandesi delle opere di Jane Austen aumentò notevolmente, soprattutto dopo la popolarissima serializzazione televisiva diOrgoglio e pregiudizio così come le trionfali produzioni cinematografiche diSenso e sensibilità, persuasione, eEmma. Nel 1994 pubblica Boekwerk di GroningenVerstand en gevoel (Sense and Sensibility) in una traduzione di Elke Meiborg, che dopo la laurea in inglese presso l'Università di Groningen nel 1990, ha assunto il lavoro di traduttrice freelance, offrendo interpretazioni in olandese di Jane Austen, le sorelle Brontë, Elizabeth Gaskell e alcuni racconti di Katherine Mansfield. Meiborg ha fornito una nota introduttiva aVerstand en gevoel, che sinteticamente caratterizzava l'arte di Austen come segue: l'autrice pone l'accento sulle "mutue relazioni dei personaggi o della loro relazione con un tema particolare. Austen assume un atteggiamento moralistico in tutta la sua opera, ma si tiene lontana da ogni sentimentalismo. il suo modo percettivo raffinato analizza i suoi personaggi, le loro motivazioni più profonde e modi di pensare. Sottile e piena di ironia dimostra il suo disprezzo per qualità come l'egoismo e la stupidità ". Questa pubblicazione è arrivata a quattro edizioni. Nel 1996 uscì la stessa casaOvertuiging (Persuasion (1818)), sempre in una traduzione di Elke Meiborg. La copertina del libro conteneva una bella copia colorata di un'immagine intitolata "Veel Vindet", dipinta dal famoso artista norvegese Hans Olaf Heyerdahl (1857-1913) nel 1881. L'introduzione alla traduzione ha preso il posto di quella diVerstand en gevoel, aggiungendo una sinossi della trama del romanzo. La signorina Meiborg mi ha detto che delle sue traduzioni sono state stampate da 5.000 a 6.000 copie, una quantità enorme nella produzione di libri nei Paesi Bassi. Nel 2000 non meno di tre traduzioni olandesi diEmma erano in circolazione. Pandora Klassiek ha pubblicato la versione ormai antiquata del romanzo di Schroeder e la famosa casa editrice Athenaeum Polak e Van Gennep hanno lanciato una nuova versione cartonata splendidamente stampata diEmma, dalla penna di Annelies Roeleveld, assistita da Margret Stevens. La signorina Roeleveld, un'anglicista di formazione con un particolare interesse per la linguistica inglese e attualmente collegata come ricercatrice all'Università di Amsterdam, è stata anche così gentile da fornirmi dettagli su questa bella edizione. Ne furono stampate 3.000 copie, tutte esaurite tanto che nel 2001 ne uscì una seconda edizione in brossura, che ancora una volta, come mi disse Roeleveld, era quasi esaurita. Karen van Velsen ha descritto questa versione olandese diEmma in quanto "paragonabile sotto tutti gli aspetti all'originale. Insomma, una delizia da leggere!" È interessante notare che la traduzione di Roeleveld diEmma è stato utilizzato nel 2000 dalla casa editrice XL dell'Aia per una pubblicazione stampata in maiuscolo per il bene dei lettori con handicap visivo. Infine, nel 2000 il Dutch Reader’s Digest, nella sua serie "I libri più amati del mondo", ha pubblicato un'edizione rilegata diVerstand en onverstand, nella traduzione di W.A. Dorsman-Vos. Per quanto ne so, questo era l'unico libro olandese della Austen che conteneva diverse incisioni, realizzate da Hugh Thomson (1860-1920), il noto illustratore di classici inglesi. In retrospettiva, quindi, nonostante l'interesse piuttosto tardivo degli editori fiamminghi e olandesi nell'offrire una Austen tradotta al loro pubblico, dalla metà degli anni '40 potrebbe apprezzare le sue opere principali in traduzione con l'eccezione diL'abbazia di Northanger (1818). Interpretazioni olandesi diSenso e sensibilitàOrgoglio e pregiudizio, eEmma divenne ampiamente disponibile dagli anni '80 in poi. Non c'è dubbio che la fortunata serializzazione televisiva e la versione cinematografica di molte delle opere di Jane Austen hanno contribuito notevolmente alla diffusione della sua narrativa tradotta nei Paesi Bassi, una visione sostenuta anche dalla signorina Meiborg nella sua comunicazione privata a me. Questo è un piacevole ripensamento. Apparentemente, gli adattamenti cinematografici e televisivi della narrativa di Jane Austen hanno acuito l'appetito del lettore per la stampa.

****

Il saggio "Jane con qualsiasi altro nome - Le traduzioni olandesi di Jane Austen" è stato scritto dal professor Oskar Wellens della Libera Università di Bruxelles, Belgio.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati