Il calendario di Watson

The Watsons è uno schizzo breve e semplice di una famiglia di giovani donne. Visitare ilJaneinfo pagina per il testo di questa storia. Non c'è consenso sulla data di composizione. C'è stato solo un breve tentativo di dire in quale anno dovrebbe aver luogo. Ecco un riassunto di ciò che è stato detto, e un argomento a favore di un calendario 1801 e di un'altra "performance graduale". Sia R. W. Chapman che B. Southam scrivono che la versione esistente diI Watsons, che rimane senza nome nel manoscritto, è scritto su carta con una filigrana del 1803. Ciò non significa che Austen abbia scritto necessariamente il libro nel 1803; significa che non avrebbe potuto copiarlo prima su questo particolare fascicolo di fogli. Ci viene data una data in questo libro - e di nuovo è un martedì. Il libro si apre con la data del ballo come un martedì 13 ottobre. Durante la vita di Jane Austen tra il 1792 e il 1803 il 13 ottobre cadde di martedì nel 1795 e nel 1801; dopo il 1803 il 13 ottobre cadde di martedì nel 1807 e nel 1812. Fare clic per visitare l'Abbazia di StonleighSecondo Edith Brown (figlia di John Hubback, figlio di Catherine Hubback, quarta figlia di Frank, e coautrice con suo padre diJA's Sailor Brothers), il manoscritto è un'unica bozza scritta tutta in una volta nel 1807 e poi abbandonata: si basa sulla data di martedì 13 ottobre e sulla sua idea che il castello di Osborne sia modellato sull'abbazia di Stoneleigh che Austen visitò nel 1806. Secondo Fanny Lefroy (una nipote del fratello maggiore di Austen, James, e una figlia di Anne Austen Lefroy), "Da qualche parte nel 1804 [JA] iniziò 'The Watsons', ma suo padre morì all'inizio del 1805 [27 gennaio] e non fu mai finito". La Austen era troppo depressa per continuare, soprattutto perché la sua grande amica anziana, la signora Lefroy, morì proprio in quel momento [16 dicembre 1804]. Fanny non dice dove ha preso le sue informazioni: presumibilmente questo era il punto di vista di sua madre; si adatta allo stesso modo sentimentale di JA che troviamo in James-Edward Austen-LeighMemoria. Austen-Leigh sembra pensare che sua zia Jane abbia iniziato il libro qualche volta mentre era a Bath (dopo aver lasciato Steventon), e l'ha abbandonato perché si trattava di un gruppo di persone di classe troppo bassa: si rese conto che la storia avrebbe avuto una "tendenza" degenerare in volgarità ". R. W. Chapman sostiene una bozza del 1803 e un abbandono quasi immediato. Southam sostiene un'altra "performance graduale" su un foglio del 1803 che non è mai stato restituito dopo il 1808. La visione di Southam della data di composizione è la più vicina all'evidenza e alle probabilità, dati gli altri metodi di composizione della Austen e il suo carattere come rivelato nei suoi romanzi e lettere. Ha rielaborato il libro più di una volta come ha fatto tutte le sue composizioni; quando l'ha messo giù, poteva benissimo voler tornare al libro, ma aveva troppi altri manoscritti su cui lavorare ed è morta, come sappiamo, giovane. Ciò è coerente con il punto di vista di Austen-Leigh sulle date, tralasciando l'idea della natura di classe bassa del libro. Ad Austen non importava scrivere di persone al livello di WatsonsS&S eMansfield Park (l'episodio di Portsmouth); dopotutto questo era proprio il livello in cui viveva da giovane a Steventon (suo padre aveva un piccolo reddito) e di nuovo a Bath, in particolare dopo la morte del padre. La cronologia del romanzo è probabilmente 1801, l'anno in cui il libro è stato probabilmente iniziato. Non esiste una descrizione del castello di Osborne se non nel linguaggio più indeterminato di Austen (ci viene fatto sentire che è imponente, grande, grandioso) quindi qualsiasi teoria che dipenda dal dire che nel castello di Osborne Austen ha alluso all'abbazia di Stoneleigh dipende interamente da fantasie immaginarie che non hanno alcuna fonte nel testo di Austen.
1771
Trent'anni fa il signor Edwards ballava con la zia di Emma, ​​una brava donna, nelle vecchie stanze di Bath (Penguin 117)
1787
Quattordici anni fa Emma andò a vivere nello Shropshire con sua zia (Penguin 112); all'epoca Sam aveva 7 anni; si pensa che si assomiglino (Penguin 116) Quattordici anni fa i Watson si stabilirono a Stanton (Penguin 138)
1795
Sei anni fa: Tom Musgrave arrivò per la prima volta nella contea e scelse e sembrava apprezzare Elizabeth. Elizabeth allora innamorata di Purvis; viene tradita da Penelope e Purvis ha sposato qualcun altro (Penguin 108)
1799
Per due anni: Sam Watson ha amato Mary Edwards (Penguin 112) Mr Turner è morto da circa due anni (Penguin 117)
1801
Mar:
Margaret va da Robert e Jane Watson a Croydon per inseguire Tom Musgrave (Penguin 111)
Settembre-ottobre
Poco prima che Emma tornasse a casa, Penelope partì per Chicester "l'altro giorno", per inseguire il matrimonio nella persona del ricco vecchio dottor Harding (Penguin 110); disse che sarebbe stata "l'ultima volta; così anche Margaret è andata a inseguire Tom Musgrave a Croydon, a suo fratello e sua sorella, Robert e Jane Watson, la seconda volta in un anno (Penguin 111)
Martedì 13 ottobre:
Si terrà un'assemblea invernale; Osbornes stesso sarebbe lì (Penguin 107); 35 minuti per arrivare a Dorking da Stanton (Penguin 114), mezz'ora in più prima che Mr Edwards si unisca a Emma, ​​Mrs Edwards e Mary (Penguin 114); cena, tè alle 7, carrozza di Tomlinson passa alle 8, e la signora Edwards ordina la sua carrozza, e in "pochissimi minuti sono al White Hart (Penguin 118) Horses from White Hart per 2 carrozze all'Osborne Castle alle 9 (Penguin 115) Dopo il ballo di Emma con il piccolo Charles e vanno a bere il tè, sono le "undici" (Penguin 124); Mr Howard le chiede di ballare; lei fugge da una richiesta sentita proveniente da Musgrave, e "in meno di cinque minuti" la signora Edwards e Mary la raggiungono ( Pinguino 125)
Mercoledì 14 ottobre:
la mattina dopo molti visitatori all'Edwards (Penguin 128); sono le "due" e ancora Emma non ha sentito parlare della "sedia di suo padre" (Penguin 129), apprende dalla lettera inviata dalla sorella tramite Musgrave che il padre è andato in "visita"; la lettera è stata data a Tom Musgrave "dalle belle mani della signorina [Elizabeth] Watson solo dieci minuti fa" (Penguin 129). La signora Edwards vedendo Emma non vuole accettare l'offerta di Musgrave di riportarla a casa lei stessa, offre un invito " fino a domani "o la loro" carrozza è "al suo" servizio "e Mary sarà lieta di visitare Elisabetta (Pinguino 129); rimane solo pochi minuti perché è l'ora di cena a Stanton (Penguin 131)
Venerdì 16 ottobre:
"Il terzo giorno dopo il ballo" (Penguin 135), Elizabeth vuole sapere di Mary Edwards poiché ha "iniziato la sua lettera" a Sam, e "Jack Stokes lo chiamerà domani, perché suo zio sta per miglio di Guildford il giorno successivo "; "cosa devo dire a Sam [?]"; La tata di 5 a 3 tira fuori portacoltelli e vassoio e, nonostante l'ingiunzione di Elizabeth, fa entrare Lord Osborne e Musgrave. Sono costretti ad andarsene al segnale di una cena anticipata; tuttavia, Lord Osborne riesce a invitare Emma ed Elizabeth a venire a "Stanton Wood mercoledì [la prossima settimana] alle nove" (Penguin 137); Il signor Howard non torna con il padre anche se lo ha aiutato; Emma vorrebbe aver accompagnato Lord Osborne (Penguin 138).
Mercoledì 21 ottobre
Questo sarebbe stato il giorno in cui sarebbe avvenuta la caccia a cui Emma ed Elizabeth avevano invitato, invito che non avevano rifiutato (Penguin 137). Quando il padre torna dalla "visita non è stato contento dell'invito:" Ho vissuto qui quattordici anni senza che nessuno della famiglia si accorgesse di lui. È una sciocchezza ... di Tom Musgrave. Non posso restituire la visita. - Non lo farei se potessi "(Penguin 138).
Sabato 24 ottobre:
Apprendiamo quando Robert e Jane Watson vengono a trovarlo (vedi sotto) che "lo scorso sabato verso le nove o le dieci di sera" al castello di Osborne mentre la gente giocava a carte, Musgrave ha preso in giro il signor Howard riguardo al suo ballo ("guancia- incandescente ") con Emma nelle sale riunioni; che Howard iniziò a raccontare "com'era" e fu (secondo Musgrave) un po 'insolente o almeno sfidato Lord Osborne ("Vedo che muori dalla voglia di saperlo. - Dice Howard a Lord Osborne -" (Penguin 148) .
Lunedì 26 ottobre:
"Una settimana o dieci giorni trascorsero tranquillamente via" e la lettera annuncia il ritorno di Margaret con Robert e Jane Watson per una visita di 2 o 3 giorni (Penguin 138); la conversazione prima e poi dopo cena, Tom Musgrave chiama mentre tornava a casa da Londra, uscì di strada per "chiamare per dieci minuti" tornando a casa per una "cena delle otto" (Penguin 145), vedendo la festa intorno al fuoco dice non importa se cena alle "nove"; ci viene detto che ha lasciato Londra "quattro ore fa;" Musgrave finge di pensare che Margaret sia andata "quindici giorni", ma Watsons afferma che se ne è andata "un mese" (Penguin 146), e si ferma per le carte per "un altro quarto d'ora" Di Più; l'orologio suona le "nove" e la pappa del signor Watson chiede e Musgrave se ne va invece di partecipare, invitato a cena il giorno successivo e dice che verrà se sparare con Lady Osborne non lo ferma (Penguin 148)
Martedì 27 ottobre:
"La mattina dopo" Margaret cerca di confidare la sua relazione con Musgrave ad Emma, ​​odiosa con Emma; gioco di carte con Tom Musgrove (Penguin 149-50)
Mercoledì 28 ottobre:
Il giorno in cui Tom Musgrove non si è mai presentato (149-50)
Giovedì 29 ottobre:
Margaret avvelena ancora tutto ciò che c'è di cordialità in famiglia, Emma Emma preferisce rimanere al piano di sopra (Penguin 149-150).
Venerdì 30 ottobre: ​​Emmma è invitata ad andare a Croydon, ma rifiuta
  • Il signor Watson morirà presto
  • Emma diventa dipendente nella casa del fratello e della cognata, per rifiutare un'offerta di matrimonio di Lord Osborne
  • Tensione del racconto dall'amore di Lady Osborne per Mr Howard, il suo per Emma e il matrimonio di Emma con lui in conclusione; possibili storie subordinate di Mary Edwards combattuta tra l'amore per Sam Watson e il capitano Hunter; La signorina Osborne ha coinvolto anche militari. Margaret ha un ruolo nel destino di Tom simile a quello di Maria Bertram in quello di Henry Crawford? Tom vorrebbe sposare la signorina Osborne che è denaro e porterà prestigio; forse 'salvato' da questo dalla precipitosità di Margaret (l'analogo qui è anche Lydia Bennet)
   

Commenti:

È stato affermato che The Watsons è una prima bozza; una lettura di esso rispetto ad alcuni scap di Austen o ai capitoli cancellati di Persuasion - persino Sanditon, mostra ciò che Virginia Woolf e Q. D. Leavis hanno sostenuto nel secolo scorso: il genio e la magia del testo suggestivo e ricco di sfumature di Austen derivano da ripetute infinite revisioni. Questo è esattamente ciò che troviamo in questo frammento manoscritto di un romanzo.Clicca qui leggere alcuni post che mostrano la pianificazione dettagliata di Austen negli schizzi dei personaggi, le relazioni tra i personaggi e la storia di Emma. Ellen Moody, docente di inglese alla George Mason University, ha compilato i calendari più accurati per il lavoro di Jane Austen, fino ad oggi. Tratto da una varietà di fonti, inclusi i calendari originali Chapman e gli almanacchi d'epoca, il suo lavoro è stato riconosciuto come il più completo e certamente comprensivo di tutti i calendari Austen. Ha creato linee temporali per ciascuno dei sei romanzi e per i tre frammenti di romanzo incompiuto; uno dei calendari è stato pubblicato come "A Calendar ForSenso e sensibilità"nell'edizione dell'autunno 2000 diTrimestrale filologico. Per vedere più del suo lavoro su Austen, visita il suo sito web per trovare Saggi su _Mansfield Park
    Una copia di una recensione-saggio pubblicata sugli adattamenti cinematografici dei romanzi di Jane Austen, E altro ancora! Per informazioni su come Ellen ha creato i suoi calendari,clicca qui Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libreria su janeaustengiftshop.co.uk

    Lascia un commento

    Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati