In cucina con Jane Austen

È il giorno più caldo dell'anno. Fuori dall'agosto l'aria è pesante - umida - come ha scritto Jane Austen, "mantenere uno in costante stato di ineleganza". Al mio lavandino, mi sento come l'incarnazione di un cliché. Incinta, scalzo e in cucina, scorgo le pesche, preparandole per marmellata fatta in casa. Le mie due figlie, 2 e 4 anni, le hanno raccolte oggi, le loro piccole braccia, lottando per tenere i loro secchi pesanti, implorando che un altro ramo fosse tirato giù in modo che potessero raccogliere un'ultima pesca prima che dovessi entrare e sfuggire ancora una volta al caldo. Mi chiedo quante volte questa scena si sia ripetuta, anno dopo anno, madri e figlie da Eva, raccogliendo frutta in estate, preparandola per l'inverno, a cuore i veloci e fugaci momenti dell'infanzia. Sento un legame con queste donne; alle mie nonne e bisnonna, alle donne nel corso della storia che hanno pianificato e nutrito le loro famiglie. Mentre lavoro, immagino la signora Austen, con una giovane Cassandra e Jane che tengono le gonne, preparando il cibo nella cucina di Steventon. Potrebbe non essere stata responsabile dei pasti giornalieri, ma la cucina, i giardini e i latticini erano la sua provincia e lei glorificava in loro. Quando è stata portata la frutta estiva, senza dubbio ha preso il suo posto supervisionando la loro conservazione per la sua famiglia in costante aumento. Qui, Jane avrebbe imparato i segreti della marmellata e della vinificazione che avrebbe poi impiegato a Chawton - mi chiedo come fossero le giornate estive in quella cucina; del cameratismo tra Cassandra e Jane e ora Martha Lloyd. All'inizio di quest'anno, sono stato incaricato dal Jane Austen Centre di compilare un libro di cucina con ricette utilizzate dalla famiglia Austen austens e "estesa", cioè personaggi nei romanzi di Jane. La ricerca per questo è stata affascinante, mentre i libri di Austen possono trattenere i dettagli della preparazione e del consumo di cibo, le sue lettere sono pieni di menu, ricette e descrizioni dei pasti e della loro organizzazione. Non era certamente estranea alla cucina. Per cominciare, mi sono rivolto al libro per la casa di Martha Lloyd, un piccolo quaderno che teneva con molte delle ricette preferite della famiglia. Ho anche cercato libri di cucina d'epoca, come quello di Hannah Glasse "L'arte della cucina resa semplice e facile. Questo avrebbe potuto benissimo essere un punto fermo nella cucina della signora Austen, in quanto è scritto di non "cuochi professati, ma ... istruire gli ignoranti e gli ignoranti (che allo stesso modo saranno di grande uso in tutte le famiglie private), e in modo così semplice e pieno, che la persona più analfabeta e ignorante, che sa ma legge, saprà fare bene tutto nella cucina". Fortunato me, perché nel non sapere nulla di 19Th cucina del secolo, ero, davvero, un cuoco molto ignorante e incolto. Uno studio delle pratiche del tempo, tra cui la cottura al forno, la cottura sul focolare e la tostatura, mi ha presto convinto che le favolose diffusione della fama Regency, con 20 o più piatti per portata, erano a dir poco un miracolo da parte del cuoco. Tradurre queste ricette in stufe moderne e altri elettrodomestici sembrava un po 'come imbrogliare (anche se per fortuna non è più necessario "sbattere gli albumi di cinque uova con una forchetta su un piatto per un'ora" per ottenere una meringa soffice). una volta che il risultato di un anno di preparazione e di diversi giorni di cottura, potrebbe essere creato in poche ore, con ingredienti freschi acquistati in un supermercato locale, indipendentemente dalla stagione. Quello che ho guadagnato, oltre a un nuovo repertorio di ricette per la cena (la maggior parte erano sorprendentemente buone!) È stata una sbirciatina nella vita di Jane che non sarei stato in grado di comprendere semplicemente leggendo i suoi romanzi o una biografia. Creare i cibi che preparava con le sue mani, assaporare le ricette che apprezzava, persino assaggiare cibi menzionati nei romanzi, ha dato vita alla sua vita e alle sue opere per me. Ho sentito un'affinità con lei, come se stessi entrando in una sorta di sorellanza in cui tutto veniva raccolto localmente e fatto a mano e non una pizza surgelata o una crosta di torta refrigerata in vista ... anche se questo suona sospettosamente come il credo del moderno "cresciuto". movimento locale ”molto vivo nei mercati contadini di tutto il paese. Forse dopotutto non è un'idea così nuova. Spero che coloro che hanno letto il libro risultante, Cucinando con Jane Austen e gli amici, troverà la stessa gioia nel sperimentare queste ricette e nel provare piatti nuovi, vecchi. Nel frattempo fa caldo e io sono stanco. Prenderò una scorciatoia, qui nella mia casa climatizzata, che Jane non avrebbe mai potuto immaginare. Ore passate a mescolare una pentola di conserve bollenti su un fornello caldo, evaporano magicamente mentre contemplo due parole salvavita, "Freezer Jam". Vieni quest'inverno, però, ricorderemo questi ultimi giorni d'estate con il gusto di pesche fresche e succose. Penserò alle mani minuscole e alle dita appiccicose che le hanno raccolte, e spero che un giorno le mie nipoti saranno in piedi davanti a un lavandino da qualche parte (se le cucine non sono state, a quel punto, sostituite da replicatori di cibo) sbucciano le pesche, raccolte fresche, su il giorno più caldo dell'estate, preservando un po 'di sole per i lunghi mesi freddi a venire. Acquistare Cucinare con Jane Austen e gli amici online nel nostro negozio di regali Jane Austen Center! Clic Qui.  
 
Laura Boyle è affascinata da tutti gli aspetti della vita di Jane Austen. È la proprietaria di Austenazione: accessori Regency, creando cappelli, cuffie, reticoli e altro su misura per i clienti di tutto il mondo. Cooking with Jane Austen and Friends è il suo primo libro. La sua gioia più grande è il tempo che riesce a trascorrere a casa sua con la sua famiglia (1 marito fantastico, 3 adorabili bambini e un cane molto strano). Questo articolo è originariamente apparso nel JASNA newsletter. Per saperne di più Cucinare con Jane Austen e gli amici

1 commentare

Congratulations on your new book Laura. It looks delightful.

Laurel Ann luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati