La follia di Re Giorgio

Avevo appena smesso di scrivere e mi ero messo le mie cose per andare ad Alton, quando Anna e la sua amica Harriot sono venute lì, così siamo andati insieme. Il loro compito era di provvedere al lutto contro la morte del re, e mia madre le ha fatto comprare un bombassino. Non mi dispiace essere tornato di nuovo, perché le ragazze avevano molto da fare e senza molto metodo per farlo. Jane Austen a Cassandra il 6 giugno 1811 George William Frederick, (4 giugno 1738-29 gennaio 1820), o re Giorgio III, si dice che sia impazzito, rendendo necessaria la reggenza. Ma è davvero questo quello che è successo? Non secondo recenti ricerche. In realtà, la ricerca non è poi così nuova, motivo per cui è imperdonabile, a mio avviso, continuare a caratterizzare il Re come semplicemente impazzito. Nel 1994, il film, La follia di Re Giorgio ha cercato di mettere le cose in chiaro ... più o meno. Se ricordo bene, alla fine c'era un piccolo blurb che affermava che il re soffriva effettivamente di Porfiria, una malattia del sangue. Si è portati a pensare, tuttavia, che la maggior parte delle persone non abbia mai letto il blurb, sebbene questo sia, in realtà, il consenso moderno su ciò che in realtà era la malattia del re. Porfiria. Allora cosa, chiediamo, è la porfiria? I dizionari ti diranno semplicemente che si tratta di un disturbo metabolico che colpisce il sangue, secondariamente. La causa principale dei sintomi, tuttavia, non è il risultato di come viene influenzato il sangue, ma l'accumulo di porfirine nel corpo, che sono tossiche per i tessuti in alte concentrazioni. Le porfirine, a loro volta, sono in realtà precursori dell'eme, una parte essenziale del sangue. Nello stato di malattia, le porfirine non vengono trasformate in eme come dovrebbero essere, lasciandole così a vagare per il sistema, che è la radice del problema. Esistono diversi tipi di porfiria, che provocano sintomi diversi, ma si ritiene che il re avesse il gruppo sanguigno ("porfiria epatica") che colpisce il sistema nervoso e provoca dolore addominale, neuropatia, convulsioni e disturbi mentali, tra cui allucinazioni, depressione, ansia e paranoia. (Non c'è da stupirsi che i medici del 19 ° secolo pensassero che fosse pazzo!) È interessante notare che la ricerca ha dimostrato che la malattia è ereditaria e affligge la famiglia reale britannica, derivante dai monarchi scozzesi Giacomo 1 e Maria 1 di Scozia. La regina Anna di Gran Bretagna, la nipote della regina Vittoria Charlotte e il principe Guglielmo di Gloucester (da non confondere con l'attuale principe William) quasi certamente soffrirono della malattia (così come Vincent Van Gogh). Soffrivano di quella che viene chiamata "Porfiria acuta intermittente" che è certamente ciò che aveva il re, come può essere attestato dal suo record di attacchi; 1.1765 - un breve episodio. 2.1788 -un episodio più lungo. Si discute di un Regency Bill. 3.1810-finale, attacco debilitante; il Re è considerato pazzo e il Parlamento si riunisce per emanare un Regency Bill. Il re non è mai tornato in sé, o al potere, ed è stato "rinchiuso al castello di Windsor", dove è stato anche soggetto al trattamento disinformato ea volte brutale dei suoi medici, e alla fine negligenza. Alcuni dei comportamenti mistificatori che si diceva mostrasse? Per cominciare, ha affermato di parlare con gli angeli. Di per sé, e per gli standard moderni, probabilmente non lo etichetteremmo pazzo per tali affermazioni. (Discutibile, eccentrico o strano, forse, ma probabilmente non folle.) Ma c'è di più. Ha parlato per ore senza interruzioni; e una volta salutò una quercia come se fosse il re Federico Guglielmo III di Prussia. Purtroppo, prima di morire, ha continuato a chiacchierare senza senso per più di 50 ore, poi è caduto in coma e poi è morto. Re Giorgio è stato un monarca popolare in Gran Bretagna per la maggior parte del suo regno. Qui negli Stati Uniti tendiamo a pensare male di lui, senza dubbio perché i nostri antenati hanno ritenuto opportuno biasimarlo interamente per tutte le ingiustizie e i torti che abbiamo sofferto come colonia britannica. (Il Parlamento non è menzionato nella Dichiarazione, solo il Re.) Tuttavia, era un uomo di famiglia premuroso e domestico; amava coltivare i raccolti e costruire giardini e per questo veniva soprannominato "agricoltore George". Rimase fedele a sua moglie per tutta la vita, cosa singolare per un monarca di Hannover e molto ammirata dal popolo britannico. E sposò parsimonia ed economia; l'esatto contrario di ciò che suo figlio, il reggente, fece in seguito. In breve, non posso fare a meno di apprezzare questo Re. Non era in grado di coltivare un buon rapporto con il figlio maggiore e, infatti, suo padre non amava. Ma era un re con una coscienza e, a parte un'occasionale vena ostinata (che ha mostrato nel suo rifiuto di rinunciare alle colonie per così tanto tempo), era un uomo ragionevole, abbastanza esperto nell'arena politica da conservare il potere del trono durante il suo regno, e aveva un sincero desiderio di fare ciò che era giusto. Quanto alla sfortuna di aver avuto la porfiria, la cosa migliore che posso dire è che, se non fosse stato per la malattia, non avremmo avuto la Reggenza. Quella, in effetti, sarebbe stata una grande perdita, almeno per noi autori Regency! Linore Rose Burkard è l'autrice di Before the Season Ends, un romanzo ispirato alla reggenza che i lettori adorano. Ha trascorso molto tempo a fare ricerche sul periodo mentre scriveva il suo libro. Prossimamente da Harvest House Publishers: una nuova edizione di Prima della fine della stagione, (1 dicembre 2008) seguito dal suo seguito, La casa in Grosvenor Square. (Aprile, 2009) Visita lei sito web per leggere altri fantastici articoli e iscriversi alla sua eZine mensile gratuita, Sulla mia parola! Fatti, moda e cifre della Reggenza. Fonti: WordNet ® 2.0, © 2003 Princeton University, Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libreria su janeaustengiftshop.co.uk

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati