Una breve panoramica della guerra del 1812

 
..E il bagliore rosso dei razzi, le bombe che esplodevano in aria, hanno dato prova, per tutta la notte, che la nostra bandiera era ancora lì ... La difesa di Fort McHenry Francis Scott Key
Anche se sarebbe difficile discernere, semplicemente leggendo i suoi romanzi, il mondo in cui viveva Jane Austen era costantemente in guerra. Durante la sua vita (1775-1817) vide la guerra d'indipendenza americana (conosciuta come la guerra rivoluzionaria), la rivoluzione francese, la guerra britannica con la Francia (combattendo Napoleone dal 1803-1815) e la guerra del 1812, che è in gran parte dimenticata alla luce delle altre guerre "maggiori" che l'hanno oscurata, sia nella storia britannica che in quella americana. Con il 200 ° anniversario della guerra del 1812 (e no, l'ouverture del 1812 non fu scritta per questa guerra - fu scritta in Russia, nel 1880, da Pyotr Ilyich Tchaikovsky, per commemorare la battaglia della Russia e l'eventuale trionfo sulle forze di Napoleone) e il introduzione della nuovissima American Girl Doll, Caroline Abbott, l'interesse è stato rinnovato per questa guerra che ha visto non solo l'invasione britannica di Washington D.C., con le truppe che bruciano la Casa Bianca, ma anche la battaglia che ha ispirato il poema, La difesa di Fort McHenry, che in seguito sarebbe stato intitolato The Star Spangled Bannere adottato come inno nazionale degli Stati Uniti. guerra del 1812 La battaglia che ha ispirato la poesia, La difesa di Fort McHenry

Guerra del 1812

La guerra del 1812 fu un conflitto militare combattuto tra le forze degli Stati Uniti e quelle dell'Impero britannico. Gli Stati Uniti dichiararono guerra nel 1812 per diversi motivi, comprese le restrizioni commerciali provocate dalla guerra britannica in corso con la Francia, l'impressione dei marinai mercantili americani nella Royal Navy, il sostegno britannico delle tribù indiane americane contro l'espansione americana, l'indignazione per gli insulti all'onore nazionale dopo le umiliazioni in alto mare e il possibile desiderio americano di annettere il Canada. Legati in Europa fino al 1814, gli inglesi inizialmente usarono una strategia difensiva, respingendo le molteplici invasioni americane delle province dell'Alto e del Basso Canada. Tuttavia, gli americani acquisirono il controllo del Lago Erie nel 1813, presero parti dell'Ontario occidentale e pose fine alla prospettiva di una confederazione indiana e di uno stato indiano indipendente nel Midwest sotto il patrocinio britannico. Nel sud-ovest, il generale Andrew Jackson distrusse la forza militare della nazione Creek nella battaglia di Horseshoe Bend nel 1814. Con la sconfitta di Napoleone nel 1814 il 6 aprile, gli inglesi adottarono una strategia più aggressiva, inviando tre grandi eserciti d'invasione. La vittoria britannica nella battaglia di Bladensburg nell'agosto 1814 permise loro di catturare e bruciare Washington, D.C. Le vittorie americane nel settembre 1814 e gennaio 1815 respinsero tutte e tre le invasioni britanniche a New York, Baltimora e New Orleans. La guerra fu combattuta in tre teatri principali: (1) in mare, navi da guerra e corsari di entrambe le parti si attaccarono a vicenda le navi mercantili, mentre gli inglesi bloccarono la costa atlantica degli Stati Uniti e organizzarono incursioni su larga scala nelle fasi successive della guerra ; (2) sia le battaglie terrestri che quelle navali furono combattute sulla frontiera americano-canadese, che correva lungo i Grandi Laghi e il fiume San Lorenzo; e (3) anche la costa sud americana e quella del Golfo hanno visto grandi battaglie terrestri in cui le forze americane hanno sconfitto gli alleati indiani britannici e respinto una forza di invasione britannica a New Orleans. Entrambe le parti hanno invaso il territorio dell'altra, ma queste invasioni non hanno avuto successo o sono state temporanee. Alla fine della guerra, entrambe le parti occuparono parti della terra dell'altra, ma queste aree furono ripristinate dal Trattato di Gand.

All'inizio del 1800 negli Stati Uniti

Negli Stati Uniti, le vittorie nella battaglia di New Orleans nel 1815 e nella battaglia di Baltimora del 1814 (che ispirò il testo dell'inno nazionale degli Stati Uniti, "The Star-Spangled Banner") produssero un senso di euforia per un " seconda guerra d'indipendenza "contro la Gran Bretagna. La pace portò una "Era di buoni sentimenti" in cui l'animosità partigiana quasi svanì. Anche il Canada è emerso dalla guerra con un accresciuto senso di solidarietà e sentimento nazionale, avendo respinto molteplici invasioni americane. Battaglie come la battaglia di Queenston Heights e la battaglia di Crysler's Farm sono diventate iconiche per i canadesi di lingua inglese. In Canada, in particolare in Ontario, la memoria della guerra conserva un significato nazionale, poiché le invasioni furono ampiamente percepite dai canadesi come un tentativo di annessione da parte dell'America che cercava di espandere il territorio degli Stati Uniti. In Canada, nel 2012 sono previste numerose cerimonie per commemorare una vittoria canadese. La guerra è appena ricordata in Gran Bretagna oggi; poiché considerava il conflitto come un evento secondario rispetto alle guerre napoleoniche molto più grandi che infuriavano in Europa. In quanto tale, ha accolto con favore un'era di relazioni pacifiche e commercio con gli Stati Uniti.


A partire dal Wikipedia. L'enciclopedia libera.