Un'intimità pericolosa: Mansfield Park e Playing at Love

Vento contrarioDi Lona Manning Un gruppo di giovani, trascorrendo insieme le piovose settimane autunnali in “una monotona casa di campagna”, decide di divertirsi mettendo in scena uno spettacolo teatrale. Allora cosa c'è di sbagliato in questo, come chiede retoricamente il critico Lionel Trilling nel suo saggio del 1954? I personaggi del grande romanzo di Jane Austen, Mansfield Park, dedica molto tempo alla discussione della questione. Il gioco scelto, I voti degli innamorati, è una vera opera teatrale, e Austen avrebbe potuto fare affidamento sul fatto che i suoi lettori contemporanei avrebbero familiarizzato con questa commedia. Una maggiore comprensione del gioco e dell'ambiente sociale di Mansfield Park, aiuterà i lettori moderni a capire perché l'eroe e l'eroina del romanzo - Edmund Bertram e la sua mite cugina Fanny Price - pensavano che sì, lì era molto sbagliato su questo. I voti degli innamorati ha due trame: una melodrammatica e una comica. Frederick, un giovane soldato che torna a casa, incontra sua madre che muore di fame sul ciglio della strada. Impara anche con orrore che è illegittimo, e suo padre è il barone Wildenhaim da tempo assente. Un gentile contadino locale, o Cottager, e sua moglie prendono sua madre sotto il loro tetto. Federico si avvicina a suo padre e viene gettato in prigione, ma alla fine le cose vengono risolte e il barone pentito sposa Agatha. Nel frattempo, la figlia legittima del barone, Amelia, è la protagonista della trama del fumetto. Corteggia civettuola il suo tutore, il predicatore Anhalt, mentre respinge una proposta di matrimonio del conte Cassel. L'intera azione è commentata, in versi in rima, dal maggiordomo, un altro personaggio dei fumetti. In altre parole, i temi di I voti degli innamorati (nell'originale tedesco, lo spettacolo si chiamava Il bambino dell'amore) sono il sesso extra-coniugale e la seduzione, anche se dove i peccatori si pentono e la virtù trionfa alla fine. Fanny pensa che le due protagoniste femminili, Agatha e Amelia, siano "totalmente improprie per la rappresentazione domestica: la situazione dell'una e il linguaggio dell'altra non [sono] adatte ad essere espresse da una donna modesta". Sì, per gli standard moderni lo spettacolo è, per usare le parole di Kingsley Amis, `` innocua spazzatura '', ma tenendo in considerazione anche il fatto che le attrici professioniste erano socialmente al livello delle cortigiane nella società reggenza, possiamo iniziare ad apprezzare le apprensioni di Fanny su a nome dei suoi cugini. Edmund si sente lo stesso, in particolare quando il loro padre, Sir Thomas, è nel mezzo di un pericoloso viaggio per mare, e ha anche sostenuto che gli altri non dovrebbero liberarsi della casa di suo padre costruendo un teatro nella sua sala da biliardo, usando il suo studio privato per una stanza verde. Ma le molte obiezioni di Edmund vengono ignorate dal fratello maggiore Tom. La fusione delle parti crea una grande tensione tra i giovani. Maria e Julia, le sorelle Bertram, vogliono entrambe interpretare la parte drammatica di Agatha, ma ce ne può essere solo una; Viene scelta Maria: reciterà scene con Henry Crawford (che interpreta la parte di suo figlio, non il suo amante) e la gelosa Julia giura che non avrà nulla a che fare con lo spettacolo. Il loro ospite in casa, il signor Yates, interpreterà il barone. Il fidanzato di Maria; il faticoso signor Rushworth, è sbagliato come il conte Cassel, ma Mary Crawford si adatta bene alla parte della sfacciata e fanciullesca Amelia. Tom Bertram interpreterà il maggiordomo in rima, una parte che in seguito decide non è gratificante. Chiunque legga I voti degli innamorati oggi potrebbe benissimo essere propenso ad essere d'accordo con lui! I personaggi e le trame del gioco spesso rispecchiano o fanno eco al dramma che si svolge a Mansfield Park tra i Bertram ei Crawford. Quelle "instancabili prove", Maria Bertram e Henry Crawford, non perdono alcuna opportunità di esercitarsi ripetutamente nella loro tenera scena di riunione, il che li porta in una "pericolosa intimità". Quando Mary Crawford prende la parte di Amelia, è chiaro che vuole Edmund come il suo Anhalt. Inizialmente rifiuta per principio, ma la sua rapida capitolazione è una chiara prova, con sgomento Fanny, del crescente potere di Mary Crawford su di lui. La povera Fanny è costretta a recitare come suggeritrice mentre l'uomo che ama recita scene d'amore con Mary Crawford, e si scambiano dialoghi in questo modo: Amelia. Non mi sposerò. Anhalt. Vuoi dire che non ti innamorerai. Amelia. Oh no! [vergognoso] Sono innamorato. Anhalt. Sono innamorati! [iniziando] E con il Conte? Amelia. Vorrei essere stato. Anhalt. Perchè così? Amelia. Perché forse mi amerebbe di nuovo. Anhalt. [calorosamente]. Chi c'è che non lo farebbe? Amelia. Vorresti? Anhalt. Io — io — io — io — io sono fuori questione. Amelia. No; tu sei proprio la persona a cui ho posto la domanda. Anhalt. Cosa intendi? Amelia. Sono contento che tu non mi capisca. Avevo paura di aver parlato troppo chiaramente. [in confusione]. Per torcere ancora di più il coltello per Fanny, Amelia ama Anhalt in gran parte perché era il suo tutore; l'ha formata e ha plasmato la sua mente, proprio come Edmund ha fatto con Fanny. Nello spettacolo, Anhalt si sente di rango troppo basso per osare confessare il suo amore; mentre Fanny si sente così al di sotto di Edmund che anche solo pensare a lui romanticamente è una "presunzione per la quale non aveva parole abbastanza forti da soddisfare la propria umiltà". Ahimè, povera Fanny - come poteva dirle Amelia, l'amore arriva come vuole, senza che gli venga chiesto. Nel frattempo lo sfortunato signor Rushworth sta interpretando il Conte, uno spietato seduttore di donne: (in un allegro, vivace, sconsiderato, fragile, frivolo coxcomb, come me ……. mantenere la parola data a una donna, sarebbe un inganno: non ci si aspetta da me. È nel mio carattere rompere i giuramenti innamorati) mentre il suo promesso sposo viene sedotto sotto il suo naso da Henry Crawford. Un pubblico contemporaneo avrebbe capito l'ironia di questa giustapposizione e se conoscessero bene la commedia, avrebbero anche colto il fatto che quando la signora Norris rimprovera Fanny per essersi rifiutata di prendere il ruolo minore della moglie di Cottager, cita l'apertura di quel personaggio linea. La moglie di Cottager viene in aiuto di Agatha alla fine del primo atto e respinge i ringraziamenti di suo figlio Federico con: Grazie e benedizioni! ecco un lavoro davvero per niente! Brava signora malata, appoggiati sulla mia spalla. Zia Norris rimprovera Fanny con "Che lavoro qui non riguarda niente", chiaramente un riferimento a questa frase di apertura, per la sua riluttanza a partecipare alla recitazione. O forse zia Norris, citando la commedia, lo sta suggerendo lei sarebbe una brava moglie di Cottager, dal momento che, dopo tutto, si considera benevola come quel personaggio? Fanny protesta: "Non potrei agire se tu mi regalassi il mondo", e il fatto è che la Cottager's Wife ha delle battute piuttosto buffe, che semplicemente non puoi immaginare che Fanny sia in grado di esprimere: Se trovi amici e ottieni salute, non ti disturberemo a chiamarci di nuovo: ma se dovessi ammalarti o trovarti in povertà, saremo molto scortesi se non ti vedremo. Non c'è da stupirsi che la signora Grant, che interpreta il ruolo, "abbia rovinato tutto ridendo". Ma sfortunatamente per i giocatori di Mansfield Park, le loro prove finiscono drammaticamente un pomeriggio con il ritorno inaspettato di Sir Thomas, seguito da una scena che balza fuori dalla pagina: Sir Thomas va a guardare nel suo amato studio privato e scopre che è tutto disordinato. : La rimozione della libreria da prima che la porta della sala da biliardo lo colpisse soprattutto... Si avvicinò alla porta e, aprendola, si trovò sul palco di un teatro, e si oppose a un giovane che srotolava .... Nel momento stesso di Yates percepire Sir Thomas, e dando forse il miglior inizio [cioè, una reazione spaventata] aveva mai dato in tutto il corso delle sue prove, Tom Bertram entrò all'altra estremità della stanza; e non aveva mai trovato maggiori difficoltà a mantenere il suo volto. Gli sguardi di solennità e stupore di suo padre su questo la sua prima apparizione su qualsiasi palcoscenico, e la graduale metamorfosi dell'appassionato barone Wildenheim nel ben educato e facile Mr. Yates, facendo il suo inchino e le scuse a Sir Thomas Bertram, era una tale mostra, un tale pezzo di vera recitazione, come non avrebbe perso su nessun conto. La frase "questa è la sua prima apparizione su qualsiasi palco" sembra presa direttamente dal vecchio linguaggio dei barker di carnevale - direttamente di esibirsi davanti alle teste coronate d'Europa! Possiamo immaginare il piacere malizioso di Austen nel concepire e scrivere questa scena. Il ritorno del pater familia riporta tutti alla realtà - Henry in seguito descrive la "settimana della recitazione" come un "sogno piacevole", e ricordare la sua prova con Edmund mette Mary "in una fantasticheria di dolce ricordo". Ma il male è stato fatto : Maria è stata sedotta, nello spirito se non in realtà, da Henry Crawford, ed Edmund è ugualmente sotto l'incantesimo di Mary Crawford. Sia Edmund che Maria affrontano la disillusione, e lei affronta la rovina, alla fine del romanzo. Nelle parole del maggiordomo in rima: Poi tu, che ora conduci una sola vita, Da questa triste storia attenzione; E non comportarti come eri mogli, Prima che tu lo sia davvero.
Lona Manning è l'autrice di A Contrary Wind: una variazione su Mansfield Park, disponibile tramite Amazon. Il suo sito web è all'indirizzo www.lonamanning.ca.