Shapewear Nightmare - Intimo Regency

Shapewear Nightmare

Un meraviglioso articolo sulle (im) pratiche della biancheria intima, dal periodo Regency fino ai giorni nostri come Wonderbra.

Gentilmente riprodotto qui con il permesso del suo autore,Laurie Viera Rigler, che è anche l'autrice dei popolari romanzi di Jane Austen Addict.

***

Potrebbe essere il terzo millennio, ma non è cambiato molto * dai tempi in cui ci si allacciava un corsetto così rigido che ci si poteva appena sporgere, figuriamoci respirare. Non c'è da meravigliarsi se le donne dovevano portare in giro sali profumati, o "vinaigrette", come furono chiamati ai tempi di Jane Austen. Quei tipi di Mr. Darcy potrebbero essere stati degni di svenimento, ma probabilmente era più una mancanza di ossigeno che svolte romantiche a far svenire le donne. Non erano solo le donne che indossavano corsetti o "soggiorni". Il principe reggente era il bersaglio preferito dei fumettisti per aver cercato di mascherare la sua taglia con un corsetto. Oggi chiamiamo questi strumenti di tortura "shapewear". Sembra amichevole e accattivante, non è vero? Dopo tutto, chi non vuole avere una forma? La promessa e la realtà dello shapewear, tuttavia, possono essere due cose molto diverse. Se hai mai avuto un tuo incubo modellante, adorerai la storia di Melissa McCarthy. [incorporare] https://www.youtube.com/watch?v=-xrRWYouKy0[/embed] Ma qui è dove possiamo davvero esplorare il PERCHÉ dell'abbigliamento modellante e il ROFL nel processo. Si tratta di tre ragazzi che decidono di provare lo Spanx di una ragazza solo per una risata e ottenere più di quanto si aspettassero. Brillante. [incorporare] https://www.youtube.com/watch?v=RH8resqXUh4[/embed] Se il puro disagio non è sufficiente per ispirarti a scegliere sussulti piuttosto che strangolamento fisico,questo favoloso pezzo in Bustleparla della compressione di organi, infezioni da lieviti e altre cose divertenti supportate dall'abbigliamento modellante. In ogni caso, sia che tu ti stia ancora armando con indumenti modellanti, riponendoli in un angolo raramente visitato del tuo guardaroba o concedendoti un rogo cerimoniale completo **, puoi temperare tutto con una bella risata e un sano dose di compassione - per te stesso e per tutti noi che ci siamo mai preoccupati di misurarti con uno standard impossibile. In quella nota, eccone un altropezzo divertente e sentito in Bustle: The Seven Emotional Stages of Wearing Spanx for the Very First Time.Ecco una delle sette GIF del pezzo: Emotional Stage # 1: [embed] https://giphy.com/gifs/excited-hopeful-fingers-crossed-5J07pHrJ2lKhi[/embed] * C'è, ovviamente, un cambiamento molto importante dai tempi di Jane Austen. Il che è che mentre possiamo mettere le nostre mutande in una svolta sulla pressione di indossare indumenti modellanti, Jane Austen non poteva. Perché? Perché stiamo parlando praticamente di una zona senza mutandine. Il che suppongo abbia reso molto più facile svolgere la propria attività in questi: IMG_0693 - Versione 2 **Sebbenel'intera faccenda del bruciare il reggiseno è un mito, ci chiediamo se in qualche modo, da qualche parte, le donne stanno dando fuoco a un bidone della spazzatura pieno di indumenti modellanti.

1 commentare

Just as some don’t understand corsetry and the many myths that are still hanging around, I don’t understand modern concepts of ‘shape wear’, but the desire to alter the shape of our bodies to conform with the current ideal of beauty, has been around for centuries. It’s a fascinating subject.
I wear a corset 23 hours a day, I can breathe, I can do house work, I walk kilometres every day, and have no troubles with it. I make them myself, to my measurements, so they are comfortable, as well as beautiful. I’d rather wear a bespoke corset than modern underwear, any day. I do experiential Era Living, from early Georgian, to early Edwardian, with all the historically accurate clothing and underpinnings, from millinery, down to the shoes, and everything in between, which I make myself. I can say with all honesty that the split drawers are wonderful, they are comfortable and practical. I’ve not used a chamber pot though. Lol.
An interesting article, but honestly, corsets are not as bad as many assume, if it is a bespoke piece, and waist training is undertaken slowly, and with awareness of your body’s limitations, it is quite safe. Pregnancy (in the later stages) moves internal organs around too, yet few ever mention that.

Manja-Freyja luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati