Wentworth fa le sue ossa: la battaglia di San Domingo: 4 febbraio 1806

Wentworth fa le sue ossa: la battaglia di San Domingo: 4 febbraio 1806

Nel volume I, capitolo IV di Persuasione, Jane Austen afferma che il capitano Wentworth era stato "nominato comandante in conseguenza dell'azione al largo di St Domingo, e non immediatamente impiegato, era arrivato nel Somersetshire, nell'estate del 1806" (26), dove incontrò e corteggiò l'adorabile giovane secondogenita di Sir Walter Elliot. Un allettante riferimento; il pubblico contemporaneo per il quale Jane stava scrivendo avrebbe ovviamente saputo tutto di quella battaglia, ma che dire dei moderni Janeiti, che hanno letto il romanzo quasi due secoli dopo e si sono chiesti come questa oscura azione si inserisca tra Trafalgar e Waterloo? Il capitano Wentworth nella versione del 1995 di PersuasionLa legione di biografi di Jane Austen ha già registrato che suo fratello Francis Austen partecipò alla battaglia di San Domingo il 6 febbraio 1806 come capitano della HMS Canopo, una nave di linea da 80 cannoni al comando del vice ammiraglio Sir John Duckworth. Abbiamo il Canopo ' voci del giornale di bordo, che descrivono la battaglia con la concisione militare; abbiamo anche la lettera di Frank alla sua fidanzata Mary Gibson, assicurandola della sua sicurezza e fornendo un resoconto più descrittivo dell'azione. La borsa di studio austriaca di solito si ferma qui, se menziona in qualche modo la partecipazione di Frank alla battaglia; un esercizio frustrante per il Janeite alla ricerca di informazioni sulla carriera immaginaria di Wentworth. La battaglia di San Domingo è menzionata solo di sfuggita nelle storie navali, mentre la battaglia di Trafalgar, avvenuta solo pochi mesi prima, ne ha scritti interi libri ed è celebrata fino ad oggi. È comprensibile che un lettore possa considerare la battaglia di San Domingo relativamente poco importante e tornare alla storia senza ulteriori delucidazioni. Tuttavia, se si considera la battaglia nel contesto degli eventi circostanti del suo tempo, l'importanza dell'azione può essere meglio compresa, così come la mentalità del giovane e fiducioso Comandante Frederick Wentworth nell'estate dell'anno Sei. Un trattato di pace tra Francia e Inghilterra fu firmato ad Amiens il 25 marzo 1802, ma la pace era stata difficile e di breve durata, e gli inglesi dichiararono guerra alla Francia e al suo dittatore, Napoleone Bonaparte, il 16 maggio 1803. Napoleone aveva programmato di farlo invadono la Gran Bretagna anche prima del trattato di pace (Parkinson 91), e quando si incoronò Imperatore di Francia nel dicembre 1804 e iniziò ad ammassare truppe nelle città di mare lungo la Manica, gli inglesi mobilitarono le loro forze navali per impedire il piano dell'Imperatore di avere successo. Organizzarono compagnie di "fencibles del mare", una specie di milizia navale, e Frank Austen ricevette il comando di un gruppo che proteggeva la costa vicino a Ramsgate nel luglio 1803 (Nokes 261). L'ammiraglio Lord Horatio NelsonLa flotta della Manica e la flotta del Mediterraneo avevano i francesi bloccati, e alcune battute offensive della flotta del Mare del Nord tenevano sotto controllo i francesi (Parkinson 93). William Pitt, il Primo Ministro, fece alleanze con Russia, Austria e Svezia, un'alleanza chiamata Terza Coalizione, mentre la Spagna scelse di rimanere neutrale, sebbene resistesse alle pressioni per prendere una posizione attiva contro la Francia. Secondo C. Northcote Parkinson, "Napoleone si rese conto che i suoi nemici si stavano radunando contro di lui. La coalizione impiegò tempo per organizzarsi, ma Napoleone riconobbe il suo pericolo e concluse che la sua invasione della Gran Bretagna doveva avvenire nel 1805 se avesse avuto luogo a Non poteva contare sulla vittoria navale, ma cominciò a sognare piani elaborati con cui la flotta britannica poteva essere ingannata e attirata lontano dalla sua posizione in meta ". (96) Il piano di Napoleone prevedeva che due squadroni sfuggissero ai blocchi e salpassero per le Indie Occidentali; gli inglesi, timorosi dell'interruzione francese del loro lucroso commercio nelle isole di zucchero, sarebbero naturalmente seguiti. Quando le navi francesi raggiunsero la Martinica, si sarebbero incontrate e sarebbero tornate prontamente alla Manica, che ora sarebbe stata indifesa. Con questo piano in mente, il 30 marzo 1805 il contrammiraglio Villeneuve salpò da Tolone verso lo Stretto di Gibilterra. "Giunto a Cadice, l'ammiraglio francese sollevò il blocco di Cadice, aggiunse sei navi spagnole e una francese al suo squadrone, attraversò l'Atlantico e riferì al momento il suo arrivo in Martinica con 18 vele di linea." (Parkinson 99) Purtroppo la controparte di Villeneuve, il contrammiraglio Ganteaume, non fu in grado di rompere il blocco a Brest, essendo stato ordinato da Napoleone di non ingaggiare la flotta britannica (Glover 39). Tuttavia, l'azione di Villeneuve aveva indotto l'ammiraglio Lord Nelson a prendere 10 vele di linea e inseguire lo squadrone francese attraverso l'Atlantico, solo per scoprire quando arrivarono nelle Indie occidentali che le navi francesi avevano voltato pagina e avevano fatto ritorno in Francia. Una delle navi sotto il comando di Nelson era la nave di Frank Austen, laCanopo, che Nelson aveva catturato dai francesi sul Nilo (la nave era stata poi chiamataLe Franklin dopo Benjamin Franklin) e che trasportava il secondo in comando di Nelson, l'ammiraglio Louis. (Honan 216) Scoraggiato dal suo fallimento nel fermare Villeneuve, Nelson prese una breve licenza a terra al suo ritorno in Inghilterra, ma presto fu ordinato di tornare al suo comando. Quando raggiunse Cadice il 28 settembre 1805, Nelson trovò la flotta bisognosa di rifornimenti e la spedìCanopo a Gibilterra per l'acqua e le scorte; Nelson assicurò l'ammiraglio Louis, che non voleva perdere l'ormai inevitabile battaglia, che c'era tutto il tempo per loro per andare a Gibilterra e tornare prima che la flotta nemica combinata entrasse in azione (Nokes 293). HMS Ganges, costruito nel 1819 come riproduzione dell'HMS Canopus.Tuttavia, Nelson ha calcolato male; il 14 settembre Napoleone aveva mandato a Villeneuve l'ordine di "evadere da Cadice, passare Gibilterra, raccogliere lo squadrone di Cartagena e trasportare le truppe francesi a Napoli". (Glover 101) MentreCanopo Era sulla via del ritorno a Cadice il 19 ottobre, la flotta combinata (francese e spagnola), guidata dall'ammiraglio Villeneuve, lasciò Cadice e fece rotta verso Capo Trafalgar con una flotta composta da 33 vele di linea, 5 fregate e 2 corvette. Due giorni dopo, Nelson diede ordini per il famoso segnale: "L'Inghilterra si aspetta che ogni uomo faccia il suo dovere" e la flotta britannica, leggermente svantaggiata con 27 vele di linea, quattro fregate, una goletta e un cutter, salpò verso il nemico, guidato dall'ammiraglia di NelsonVittoria. Alla fine dell'azione, la flotta combinata aveva solo 11 vele della linea rimanenti. Gli altri furono catturati dagli inglesi o distrutti e l'ammiraglio Villeneuve era stato fatto prigioniero. Tuttavia, gli inglesi avevano perso Nelson, abbattuto dalla palla di moschetto di un cecchino francese. Quattro velisti francesi di linea, comandati dal contrammiraglio Dumanoir, fuggirono a sud. Non sono stati in grado di salpare per Tolone a causa della presenza diCanopo e le altre navi britanniche di ritorno da Gibilterra, quindi navigarono verso nord e incontrarono la fregataFenice. Inseguirono la fregata, che li riportò alla squadriglia britannica che bloccava Ferrol sotto il comando del capitano Sir Richard Strachan, che ingaggiò e alla fine catturò le quattro navi francesi. I francesi avevano 730 morti o feriti nell'azione mentre gli inglesi avevano solo 135 vittime. (Parkinson 114) La decimazione della flotta fece sì che Napoleone fosse costretto ad abbandonare il suo piano di invasione dell'Inghilterra per il momento, così decise di provare a interrompere il commercio britannico nelle Indie occidentali, commercio che contribuì a finanziare lo sforzo bellico britannico. Due squadroni francesi, comandati dal contrammiraglio Willaumez e dal vice ammiraglio Leissegues, riuscirono a rompere il blocco a Brest e salparono per le Indie occidentali. "Quando la notizia delle operazioni di Leissegues raggiunse il vice ammiraglio Sir John Duckworth, che, con sei vele di linea e due fregate, stava bloccando Cadice, salpò con sei vele di linea per Madeira. Alla fine raggiunse lo squadrone francese. al largo di Santo Domingo nelle Indie Occidentali. Qui le cinque navi francesi furono tutte catturate o condotte a terra, solo le navi più piccole in fuga. Ci furono di nuovo pesanti perdite, oltre 1.500 uomini in tutto, oltre 500 dei quali a bordo della nave ammiraglia a tre pianiImperiale." (Parkinson 114)

La battaglia di San Domingo La battaglia di San Domingo. In fiamme le navi francesi Diomede e Imperiale.

La descrizione ufficiale dell'azione di Frank è riportata da Nokes: "" Cinque minuti prima delle sette ", scrisse Frank nel suo diario," le navi del nemico sono di linea ". Alle dieci e un quarto notò: "ilStupendo ha iniziato a sparare sul furgone del nemico '. Alle dieci e mezza lui stesso era in azione; 'ha aperto il nostro fuoco sulla prima nave in linea nemica ... con una fiancata ha portato i suoi alberi dalla tavola ... dieci minuti alle undici, la nave disalberata ha colpito ... Impegnata con il tre ponti ... dieci minuti a dodici anni, le diede una bordata rastrellante che fece cadere il suo albero di mezzana ... "(299) La lettera di Frank a Mary Gibson era un po 'più descrittiva:" (H) è la prima fiancata del Canopo che ha abbattuto i tre alberi del nostro avversario subito, e verso la fine della trattativa abbiamo avuto anche la soddisfazione di fare un solletico al tre piani che ha fatto cadere tuttii suoi bastoni via. '"(Tucker 173-174) Capt. Francis William Austen, 1794 miniatura. Per gentile concessione del proprietario. Ogni riproduzione è vietata.Canopo tornò a Plymouth all'inizio di maggio, dopo di che "il Lloyd's Patriotic Fund presentò a (Frank) un vaso d'argento del valore di 100 libbre come ricordo di San Domingo, e ricevette anche una medaglia d'oro quando lasciò ilCanopo. Questa adesione di onori e premi in denaro evidentemente lo incoraggiava a pensare che ora poteva permettersi di sposare Mary Gibson, e così fu scelta la data del 24 luglio. "(Austen-Leigh 137) Non era raro che i primi luogotenenti delle navi coinvolte in un'azione di successo per ricevere la promozione, e pochi anni dopo, quando Jane Austen creò il suo ufficiale navale immaginario, attinse alle esperienze di suo fratello. Il comandante Frederick Wentworth, che era stato promosso ma non aveva ancora ricevuto un comando, si diresse verso Somerset per trascorrere l'estate dell'anno sei e perseguire una storia d'amore tutta sua. Tra Trafalgar, la cattura delle quattro navi fuggite da Strachan e la battaglia di San Domingo, la marina francese fu gravemente paralizzata. Solo 32 navi della linea rimase, anche se i francesi stavano lavorando alacremente a costruirne altri 21, e potevano catturarsi o allearsi con altri paesi e fare uso delle loro marine. Ma la diminuzione della potenza navale francese significava che la paura di un'imminente invasione dell'Inghilterra era pa st, oltre a stabilire l'importanza della Royal Navy; è facile capire perché il capitano Francis Austen abbia ricevuto medaglie e premi come risultato della sua partecipazione all'azione, e perché un bravo giovane tenente che ha preso parte all'azione sia stato promosso al grado di comandante.

***

Margaret C. Sullivan è la webmistress diTilneys e botole eIl culto di Da Man e ha un fascino infantile per le grandi navi di legno e gli uomini che le navigano. Ritratto in miniatura del capitano Francis Austen, per gentile concessione del proprietario. Qualsiasi altra riproduzione vietata. BIBLIOGRAFIA Austen, Jane.Persuasione. Ed. di R.W. Chapman. Oxford: Oxford University Press, 1923. Austen-Leigh, William e Richard Arthur.Jane Austen, A Family History. Rivisto e ampliato da Deirdre LeFaye. Boston: G.K. Hall & Co., 1989. Glover, Michael.Le guerre napoleoniche: una storia illustrata 1792-1815. New York: Hippocrene Books, Inc., 1979. Honan, Park.Jane Austen: la sua vita. New York: St. Martin's Press, 1996. Nokes, David.Jane Austen: una vita. New York: Farrar, Straus e Giroux, 1997. Parkinson, C. Northcote.Brittania Rules: The Classic Age of Naval History, 1793-1815. Alan Sutton Publishing Limited, 1994. Tucker, George Holbert.Una storia della famiglia di Jane Austen. Sutton Publishing, 1998. Ti è piaciuto questo articolo? Visita il nostro negozio di articoli da regalo e fuggire nel mondo di Jane Austen per altre ricette Regency.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati