Spencer Perceval: uno dei primi ministri dimenticati della Gran Bretagna

Spencer Perceval: uno dei primi ministri dimenticati della Gran Bretagna

Anche se Jane Austen non lo menziona nelle sue lettere pubblicate, in effetti menziona raramente la politica o l'attualità ... ha vissuto uno degli eventi più scioccanti nella storia della Camera dei Comuni quando, nel 1812, il Primo Ministro fu assassinato nell'atrio della casa. Spencer Perceval, sebbene non particolarmente amato prima del suo omicidio, è stato stimato dopo la sua morte come l'unico Primo Ministro mai ucciso in carica. Senza dubbio tutti ne stavano parlando in quel momento. Spencer Perceval, KC (1 novembre 1762-11 maggio 1812) è stato uno statista britannico e Primo Lord del Tesoro, rendendolo di fatto Primo Ministro. È l'unico Primo Ministro britannico ad essere stato assassinato. È l'unico procuratore generale o procuratore generale ad essere stato primo ministro. Figlio minore di un conte irlandese, Perceval ha studiato all'Harrow e al Trinity College di Cambridge. Ha studiato legge al Lincoln’s Inn, ha esercitato la professione di avvocato nel circuito di Midland ed è diventato un consigliere del re, prima di entrare in politica all'età di 33 anni come membro del parlamento di Northampton. Un seguace di William Pitt, Perceval si è sempre descritto come un "amico del signor Pitt" piuttosto che un Tory. Perceval era contrario all'emancipazione cattolica e alla riforma del Parlamento; ha sostenuto la guerra contro Napoleone e l'abolizione della tratta degli schiavi. Era contrario alla caccia, al gioco d'azzardo e all'adulterio, non beveva quanto la maggior parte dei parlamentari, dava generosamente in beneficenza e si divertiva a passare il tempo con i suoi dodici figli. Dopo un tardivo ingresso in politica, la sua ascesa al potere fu rapida; fu procuratore legale e poi procuratore generale presso il ministero di Addington, cancelliere dello scacchiere e capo della Camera dei comuni nel ministero di Portland, e divenne primo ministro nell'ottobre 1809. A capo di un ministero debole, Perceval affrontò una serie di crisi durante il suo mandato, inclusa un'inchiesta sulla disastrosa spedizione di Walcheren, la follia di re Giorgio III, la depressione economica e le rivolte luddiste. Sopravvisse a queste crisi, perseguì con successo la guerra peninsulare nonostante il disfattismo dell'opposizione e ottenne il sostegno del principe reggente. La sua posizione sembrava più forte nella primavera del 1812, quando un uomo con un reclamo contro il governo gli sparò a morte nell'atrio della Camera dei Comuni. Sebbene Perceval fosse un settimo figlio e avesse quattro fratelli maggiori che sopravvissero fino all'età adulta, la contea di Egmont tornò a uno dei suoi pronipoti all'inizio del XX secolo e rimane nelle mani dei suoi discendenti.

Infanzia e istruzione

Spencer Perceval era il settimo figlio di John Perceval, 2 ° conte di Egmont; era il secondo figlio del secondo matrimonio del conte. Sua madre, Catherine Compton, la baronessa Arden, era una nipote del 4 ° conte di Northampton. Spencer era un nome di famiglia Compton; Il prozio di Catherine Compton, Spencer Compton, primo conte di Wilmington, era stato Primo Ministro. Suo padre, un consigliere politico di Federico, Principe di Galles e Re Giorgio III, prestò servizio per un breve periodo nel Gabinetto come Primo Lord dell'Ammiragliato e la prima infanzia di Perceval fu trascorsa a Charlton House, che suo padre aveva considerato vicino al porto di Woolwich. Il padre di Perceval morì quando lui aveva otto anni. Perceval è andato a Harrow, dove era un allievo disciplinato e laborioso. Fu ad Harrow che sviluppò un interesse per l'anglicanesimo evangelico e formò quella che sarebbe stata un'amicizia per tutta la vita con Dudley Ryder. Dopo cinque anni ad Harrow seguì il fratello maggiore Charles al Trinity College di Cambridge, dove vinse il premio di declamazione in inglese e si laureò nel 1782.

Carriera legale e matrimonio

Essendo il secondo figlio di un secondo matrimonio e con un'indennità di sole 200 sterline all'anno, Perceval ha affrontato la prospettiva di dover fare la sua strada nella vita. Scelse la legge come professione, studiò al Lincoln's Inn e fu chiamato al bar nel 1786. La madre di Perceval era morta nel 1783 e Perceval e suo fratello Charles, ora Lord Arden, affittarono una casa a Charlton, dove caddero amore con due sorelle che vivevano nella vecchia casa d'infanzia dei Perceval. Il padre delle sorelle, Sir Thomas Spencer Wilson, ha approvato l'incontro tra la figlia maggiore Margaretta e Lord Arden, che era ricco e già membro del Parlamento e Lord dell'Ammiragliato. A Perceval, che a quel tempo era un impeccabile avvocato nel circuito di Midland, fu detto di aspettare fino a quando la figlia minore Jane non fosse diventata maggiorenne entro tre anni. Quando Jane raggiunse i 21 anni nel 1790, la carriera di Perceval non stava ancora prosperando e Sir Thomas si opponeva ancora al matrimonio. Così la coppia è fuggita e si è sposata con una licenza speciale a East Grinstead. Si stabilirono insieme in alloggi sopra un negozio di tappeti a Bedford Row, per poi trasferirsi a Lindsey House, Lincoln's Inn Fields. I legami familiari di Perceval ottennero una serie di posizioni per lui: vicedirettore di Northampton e commissario di Bankrupts nel 1790; Surveyor of the Maltings e Clerk of the Irons in the Mint - un sinecure del valore di £ 119 all'anno - nel 1791; consigliere al Consiglio dell'Ammiragliato nel 1794. Ha agito come giovane consigliere della Corona nei processi contro Thomas Paine in contumacia per diffamazione sediziosa (1792) e John Horne Tooke per alto tradimento (1794). Perceval si unì ai Light Horse Volunteers nel 1794, quando il paese era minacciato dall'invasione della Francia. Perceval ha scritto opuscoli anonimi a favore dell'impeachment di Warren Hastings e in difesa dell'ordine pubblico contro la sedizione. Questi opuscoli lo portarono all'attenzione di William Pitt e nel 1795 gli fu offerta la nomina di Segretario capo per l'Irlanda. Ha rifiutato l'offerta. Avrebbe potuto guadagnare di più come avvocato e aveva bisogno di soldi per sostenere la sua famiglia in crescita. Nel 1796 divenne consigliere del re e aveva un reddito di circa 1000 sterline all'anno.

Inizio carriera politica 1796-1801

Nel 1796 morì lo zio di Perceval, l'8 ° conte di Northampton. Il cugino di Perceval, che era parlamentare di Northampton, successe alla contea e prese il suo posto alla Camera dei Lord. Perceval è stato invitato a candidarsi alle elezioni al suo posto. Nelle elezioni suppletive di maggio è stato eletto senza opposizione, ma settimane dopo ha dovuto difendere il suo seggio in un'elezione generale ferocemente contestata. Northampton aveva un elettorato di circa mille - ogni capofamiglia maschio che non riceveva aiuti per i poveri aveva un voto - e la città aveva una forte tradizione radicale. Perceval rappresentava l'interesse di Castle Ashby, Edward Bouverie per i Whigs e William Walcot per la società. Dopo un conteso conte Perceval e Bouverie furono restituiti. Perceval ha rappresentato Northampton fino alla sua morte, 16 anni dopo, ed è l'unico deputato di Northampton ad aver ricoperto la carica di Primo Ministro. Il 1796 fu la sua prima e ultima elezione contestata; nelle elezioni generali del 1802, 1806 e 1807 Perceval e Bouverie furono restituiti senza opposizione. Quando Perceval prese posto alla Camera dei Comuni nel settembre 1796, le sue opinioni politiche erano già formate. "Era per la costituzione e Pitt; era contro la Fox e la Francia", scrisse il suo biografo Denis Gray. Durante la sessione 1796–1797 fece diversi discorsi, leggendo sempre dalle note. Le sue capacità di parlare in pubblico erano state affinate alla società di discussione Crown and Rolls quando era uno studente di legge. Dopo aver preso posto alla Camera dei Comuni, Perceval ha continuato con la sua pratica legale poiché i parlamentari non ricevevano uno stipendio e la Camera si è seduta solo per una parte dell'anno. Durante l'interruzione parlamentare dell'estate del 1797 fu consigliere senior della Corona nel processo contro John Binns per sedizione. Binns, che è stato difeso da Samuel Romilly, è stato dichiarato non colpevole. Gli onorari del suo studio legale hanno permesso a Perceval di stipulare un contratto di locazione per una casa di campagna, Belsize House a Hampstead. Fu durante la successiva sessione del Parlamento, nel gennaio 1798, che Perceval stabilì la sua reputazione di dibattitore - e le sue prospettive di futuro ministro - con un discorso a sostegno dell'Assessed Taxes Bill (un progetto di legge per aumentare le tasse sulle case, finestre, servi maschi, cavalli e carrozze, per finanziare la guerra contro la Francia). Ha colto l'occasione per lanciare un attacco a Charles Fox e alle sue richieste di riforma. Pitt descrisse il discorso come uno dei migliori che avesse mai sentito, e più tardi quello stesso anno Perceval ricevette la carica di Solicitor to the Ordnance.

Solicitor and Attorney General 1801–1806

Pitt si dimise nel 1801 quando il re e il gabinetto si opposero alla sua proposta di emancipazione cattolica. Poiché Perceval condivideva le opinioni del re sull'emancipazione cattolica, non si sentì obbligato a seguire Pitt all'opposizione e la sua carriera continuò a prosperare durante l'amministrazione di Henry Addington. Fu nominato Procuratore Generale nel 1801 e Procuratore Generale l'anno successivo. Perceval non era d'accordo con le politiche generali di Addington (specialmente sulla politica estera) e si limitò a discorsi su questioni legali. Ha mantenuto la carica di procuratore generale quando Addington si è dimesso e Pitt ha formato il suo secondo ministero nel 1804. Come procuratore generale, Perceval è stato coinvolto nell'accusa dei radicali Edward Despard e William Cobbett, ma è stato anche responsabile di decisioni più liberali sui sindacati, e per migliorare le condizioni dei detenuti trasportati nel New South Wales. Pitt morì nel gennaio 1806. Perceval era un portatore di emblemi al suo funerale e, sebbene avesse pochi soldi da spendere (ormai aveva undici figli), contribuì con 1000 sterline a un fondo per saldare i debiti di Pitt. Si è dimesso da Procuratore generale, rifiutando di servire nel ministero di "Tutti i talenti" di Lord Grenville in quanto includeva Fox. Invece è diventato il leader dell'opposizione pittita alla Camera dei Comuni. Durante il suo periodo di opposizione, le capacità legali di Perceval furono messe a frutto per difendere la principessa Carolina, la ex moglie del Principe di Galles, durante la "delicata indagine". La principessa era stata accusata di aver dato alla luce un figlio illegittimo e il principe di Galles ha ordinato un'inchiesta, sperando di ottenere prove per il divorzio. L'inchiesta del governo ha rilevato che l'accusa principale era falsa (il bambino in questione era stato adottato dalla principessa) ma era critica nei confronti del comportamento della principessa. L'opposizione balzò in sua difesa e Perceval divenne il suo consigliere, redigendo una lettera di 156 pagine a suo sostegno al re Giorgio III. Conosciuto come "Il libro", è stato descritto dal biografo di Perceval come "l'ultima e più grande produzione della sua carriera legale". Quando il re si rifiutò di far tornare Caroline in tribunale, Perceval minacciò la pubblicazione del libro. Ma il ministero di Grenville cadde - ancora una volta per una divergenza di opinioni con il re sulla questione cattolica - prima che il libro potesse essere distribuito e, come membro del nuovo governo, Perceval redasse un verbale di gabinetto che assolse Caroline da tutte le accuse e raccomandandone il ritorno a Tribunale. Aveva un falò del libro alla Lindsey House e ingenti somme di denaro del governo furono spesi per riacquistare copie vaganti, ma alcune rimasero in libertà e "The Book" fu pubblicato subito dopo la sua morte.

Cancelliere dello Scacchiere 1807–1809

Sulle dimissioni di Grenville, il Duca di Portland mise insieme un ministero di Pittiti e chiese a Perceval di diventare Cancelliere dello Scacchiere e Capo della Camera dei Comuni. Perceval avrebbe preferito rimanere procuratore generale o diventare ministro degli interni, e ha dichiarato di ignorare gli affari finanziari. Ha accettato di prendere la posizione quando lo stipendio (inferiore a quello del Ministero degli Interni) è stato aumentato dal Ducato di Lancaster. Lord Hawkesbury (in seguito Liverpool) lo raccomandò al re spiegando che proveniva da un'antica famiglia inglese e condivideva le opinioni del re sulla questione cattolica. Il figlio più giovane di Perceval, Ernest Augustus, nacque subito dopo che Perceval divenne Cancelliere (la principessa Carolina era la madrina). Jane Perceval si ammalò dopo la nascita e la famiglia si trasferì dall'umida e piena di spifferi Belsize House, trascorrendo alcuni mesi nella casa di Lord Teignmouth a Clapham prima di trovare una casa di campagna adatta a Ealing. Elm Grove era una casa del XVI secolo che era stata la casa del vescovo di Durham; Perceval pagò 7.500 sterline per questo nel 1808 (prendendo in prestito da suo fratello Lord Arden e dagli amministratori della dote di Jane) e iniziò la lunga collaborazione della famiglia Perceval con Ealing. Nel frattempo, in città, Perceval si era trasferito da Lindsey House a 10 Downing Street, quando il Duca di Portland tornò a Burlington House poco dopo essere diventato Primo Ministro. Uno dei primi compiti di Perceval in Gabinetto era quello di espandere gli Ordini in Consiglio che erano stati introdotti dalla precedente amministrazione e erano progettati per limitare il commercio dei paesi neutrali con la Francia, in rappresaglia all'embargo di Napoleone sul commercio britannico. Era anche responsabile di garantire che il disegno di legge di Wilberforce sull'abolizione del commercio di schiavi, che non aveva ancora superato le sue fasi finali alla Camera dei Lord quando cadde il ministero di Grenville, non sarebbe "caduto tra i due ministeri" e sarebbe stato respinto in un attimo divisione. Perceval è stato uno dei membri fondatori dell'African Institute, istituito nell'aprile 1807 per salvaguardare l'Abolition of the Slave Trade Act. Come Cancelliere dello Scacchiere Perceval dovette raccogliere fondi per finanziare la guerra contro Napoleone. Riuscì a farlo nei suoi bilanci del 1808 e del 1809 senza aumentare le tasse, ottenendo prestiti a tassi ragionevoli e facendo economie. Come leader della Camera dei Comuni ha dovuto affrontare una forte opposizione, che ha sfidato il governo sulla condotta della guerra, l'emancipazione cattolica, la corruzione e la riforma parlamentare. Perceval ha difeso con successo il comandante in capo dell'esercito, il duca di York, dalle accuse di corruzione quando l'ex amante del duca Mary Anne Clarke ha affermato di aver venduto commissioni dell'esercito con la sua conoscenza. Sebbene il Parlamento abbia votato per assolvere il Duca dall'accusa principale, la sua condotta è stata criticata e ha accettato il consiglio di Perceval di dimettersi. (Doveva essere reintegrato nel 1811). Il ministero di Portland conteneva tre futuri primi ministri - Perceval, Lord Hawkesbury e George Canning - così come altri due grandi statisti del XIX secolo: Lord Eldon e Lord Castlereagh. Ma Portland non era un leader forte e la sua salute stava peggiorando. Il paese cadde in crisi politica nell'estate del 1809 quando Canning tramò contro Castlereagh e il duca di Portland si dimise a seguito di un ictus. I negoziati iniziarono a trovare un nuovo Primo Ministro: Canning voleva essere Primo Ministro o niente, Perceval era pronto a servire sotto una terza persona, ma non Canning. I rimanenti del gabinetto decisero di invitare Lord Gray e Lord Grenville a formare "un'amministrazione estesa e combinata" in cui Perceval sperava per l'Interno. Ma Grenville e Gray si rifiutarono di avviare i negoziati e il re accettò la raccomandazione del gabinetto di Perceval per il suo nuovo Primo Ministro. Perceval baciò le mani del re il 4 ottobre e iniziò a formare il suo gabinetto, compito reso più difficile dal fatto che Castlereagh e Canning si erano esclusi dalla considerazione combattendo un duello (che Perceval aveva cercato di impedire). Dopo aver ricevuto cinque rifiuti per l'incarico, ha dovuto servire come suo Cancelliere dello Scacchiere - tipicamente rifiutando di accettare lo stipendio.

Primo ministro 1809–1812

Il nuovo ministero non doveva durare. Era particolarmente debole alla Camera dei Comuni, dove Perceval aveva un solo membro del governo - il ministro dell'Interno Richard Ryder - e doveva fare affidamento sul sostegno dei backbencher nel dibattito. Nella prima settimana della nuova sessione parlamentare del gennaio 1810 il governo perse quattro divisioni, una su una mozione per un'inchiesta sulla disastrosa spedizione di Walcheren (in cui, l'estate precedente, una forza militare che intendeva impadronirsi di Anversa si era invece ritirata dopo aver perso molti uomini per un'epidemia nell'isola di Walcheren) e tre sulla composizione del comitato finanziario. Il governo è sopravvissuto all'inchiesta sulla spedizione Walcheren a costo delle dimissioni del leader della spedizione Lord Chatham. Il deputato radicale Sir Francis Burdett era impegnato nella Torre di Londra per aver pubblicato una lettera nel Registro politico di William Cobbett in cui denunciava l'esclusione della stampa dall'inchiesta da parte del governo. Ci sono voluti tre giorni, a causa di vari errori, per eseguire il mandato di arresto di Burdett. La folla è scesa in piazza a sostegno di Burdett, le truppe sono state chiamate fuori e ci sono state vittime mortali. Come cancelliere, Perceval ha continuato a trovare i fondi per finanziare la campagna di Wellington nella penisola iberica, contraendo un debito inferiore rispetto ai suoi predecessori o successori. Re Giorgio III aveva celebrato il suo cinquantesimo giubileo nel 1809; nell'autunno successivo stava mostrando segni di un ritorno dello squilibrio che aveva portato a una reggenza nel 1788. La prospettiva di un'altra reggenza non era attraente per Perceval, poiché il principe di Galles era noto per favorire i Whigs e non amava Perceval per la parte aveva giocato nella "delicata indagine". Due volte il parlamento fu aggiornato nel novembre 1810, poiché i medici fornivano rapporti ottimistici sulle possibilità del re di un ritorno alla salute. A dicembre, comitati selezionati dei Lord e dei Comuni hanno ascoltato le prove dei medici, e Perceval ha infine scritto al Principe di Galles il 19 dicembre dicendo che aveva in programma il giorno successivo di introdurre un Regency Bill. Come per il disegno di legge di Pitt del 1788, ci sarebbero state delle restrizioni: i poteri del reggente di creare pari e assegnare uffici e pensioni sarebbero limitati per 12 mesi, la regina sarebbe stata responsabile della cura del re e la proprietà privata del re sarebbe stata esaminata dopo da fiduciari. Il Principe di Galles, sostenuto dall'opposizione, si è opposto alle restrizioni, ma Perceval ha indirizzato il disegno di legge in Parlamento. Tutti si aspettavano che il reggente cambiasse i suoi ministri ma, sorprendentemente, scelse di mantenere il suo vecchio nemico Perceval. La ragione ufficiale fornita dal reggente era che non voleva fare nulla per aggravare la malattia di suo padre. Il re ha firmato il Regency Bill il 5 febbraio, il reggente ha prestato il giuramento reale il giorno successivo e il Parlamento ha aperto formalmente la sessione del 1811. La sessione è stata in gran parte occupata da problemi in Irlanda, depressione economica e controversia sui lingotti in Inghilterra (è stato approvato un disegno di legge per rendere le banconote a corso legale) e operazioni militari nella penisola. Le restrizioni sulla reggenza scadevano nel febbraio 1812, il re non mostrava ancora segni di ripresa e il principe reggente decise, dopo un tentativo infruttuoso di persuadere Gray e Grenville a unirsi al governo, di mantenere Perceval ei suoi ministri. Wellesley, dopo intrighi con il principe reggente, si è dimesso da ministro degli esteri ed è stato sostituito da Castlereagh. L'opposizione nel frattempo stava attaccando gli Ordini in Consiglio, che avevano causato una crisi nelle relazioni con l'America ed erano ampiamente accusati di depressione e disoccupazione in Inghilterra. Le rivolte erano scoppiate nelle Midlands e nel Nord, ed erano state duramente represse. La mozione di Henry Brougham per un comitato ristretto è stata sconfitta nei comuni, ma, sotto la continua pressione dei produttori, il governo ha accettato di istituire un comitato di tutta la casa considerare gli ordini in Consiglio e il loro impatto sul commercio e sulla produzione. Il comitato iniziò l'esame dei testimoni all'inizio di maggio 1812.

Assassinio

Alle 5:15 della sera dell'11 maggio 1812, Perceval era in viaggio per partecipare all'inchiesta sugli Ordini in Consiglio. Mentre entrava nell'atrio della Camera dei Comuni, un uomo si fece avanti, estrasse una pistola e gli sparò al petto. Perceval cadde a terra, dopo aver pronunciato qualcosa che fu variamente sentito come "omicidio" o "oh mio Dio". Erano le sue ultime parole. Quando fu portato in una stanza adiacente e appoggiato su un tavolo con i piedi su due sedie, era senza sensi, sebbene avesse ancora un debole battito cardiaco. Quando un chirurgo è arrivato pochi minuti dopo, il polso si era fermato e Perceval è stato dichiarato morto. All'inizio si temeva che lo sparo potesse segnalare l'inizio di una rivolta, ma presto divenne chiaro che l'assassino - che non aveva tentato di scappare - era un uomo con una protesta ossessiva contro il governo e aveva agito da solo. John Bellingham era un commerciante che era stato ingiustamente imprigionato in Russia e riteneva di avere diritto a un risarcimento da parte del governo, ma tutte le sue petizioni erano state respinte. Il corpo di Perceval è stato adagiato su un divano nel salotto del relatore e trasferito al numero 10 di Downing Street nelle prime ore del 12 maggio. Quella stessa mattina si è svolta un'indagine presso la trattoria Cat and Bagpipes all'angolo di Downing Street e il verdetto di omicidio intenzionale è stato restituito. Perceval lasciò una vedova e dodici figli di età compresa tra i tre ei vent'anni, e presto si sparse la voce che non li avesse lasciati ben forniti. Quando è morto aveva solo 106 sterline e 5 centesimi in banca. Pochi giorni dopo la sua morte, il Parlamento ha votato per accontentare 50.000 sterline sui figli di Perceval, con rendite aggiuntive per la vedova e il figlio maggiore. Jane Perceval sposò il tenente colonnello Sir Henry Carr nel 1815 e rimase vedova sei anni dopo. Morì all'età di 74 anni nel 1844. Perceval fu sepolta il 16 maggio nella volta di Egmont a Charlton. Su richiesta della vedova, fu un funerale privato. I signori Eldon, Liverpool, Harrowby e Richard Ryder erano portatori di spade. Il giorno precedente, Bellingham era stato processato e, rifiutandosi di presentare un'istanza di follia, è stato dichiarato colpevole. È stato impiccato il 18 maggio.

Legacy

Perceval era un uomo piccolo, magro e molto pallido, che di solito si vestiva di nero. Lord Eldon lo chiamava "Little P". Non si è mai seduto per un ritratto a grandezza naturale; le somiglianze sono miniature o si basano su una maschera mortuaria di Joseph Nollekens. A volte è indicato come uno dei primi ministri dimenticati della Gran Bretagna, ricordato solo per il modo in cui è morto. Sebbene non sia considerato un leader ispiratore, è generalmente visto come un uomo devoto, industrioso e di principio che a capo di un governo debole ha guidato il paese attraverso tempi difficili. Un deputato contemporaneo Henry Grattan, ha usato un'analogia navale per descrivere Perceval: "Non è una nave di linea, ma porta molti cannoni, è di corporatura stretta ed è fuori con qualsiasi condizione atmosferica". Il biografo moderno di Perceval, Denis Gray, lo ha descritto come "un araldo dei vittoriani". La percezione che Perceval fosse poco interessante non ha offuscato il suo appello personale, tuttavia, come osserva Landsman: "Percival [sic] era un leader estremamente popolare. Il giudice nel caso ha letteralmente pianto mentre faceva le sue osservazioni finali alla giuria". Monumenti pubblici a Perceval furono eretti a Northampton, Lincoln's Inn e Westminster Abbey. Sono state pubblicate quattro biografie su Perceval: un libro sulla sua vita e amministrazione di Charles Verulam Williams è apparso subito dopo la sua morte; la biografia di suo nipote Spencer Walpole nel 1894; La breve biografia di Philip Treherne nel 1909; La biografia politica di 500 pagine di Denis Gray nel 1963. Inoltre ci sono due libri sul suo assassinio, uno di Mollie Gillen e uno di David Hanrahan. L'assassinio di Perceval ispirò poesie come la simpatia universale per lo statista martire (1812):
Tale era la sua vita privata, tale la sua vita pubblica, che tutti coloro che differivano in polemiche polemiche, o variavano di opinione con il suo piano, concordavano di comune accordo di amare l'uomo.
Uno dei critici più noti di Perceval, soprattutto sulla questione dell'emancipazione cattolica, è stato il religioso Sydney Smith. Nelle Lettere di Peter Plymley Smith scrive:
Se vivessi ad Hampstead mangiando carne in umido e chiaretto; se andassi in chiesa ogni domenica prima di undici giovani gentiluomini di mia generazione, con la faccia lavata ei capelli piacevolmente pettinati; se l'Onnipotente mi avesse benedetto con ogni conforto terreno, come mi sarei fermato terribilmente prima di inviare la fiamma e la spada sulle capanne dei contadini d'Irlanda poveri, coraggiosi, generosi e dal cuore aperto!
Lo storico americano Henry Adams ha suggerito che era questa immagine di Perceval che è rimasta nella mente dei liberali per un'intera generazione
A partire dal Wikipedia.com.

Lascia un commento