La vita di una sarta

15 marzo - La sarta è venuta questa mattina per iniziare il mio guardaroba. Siamo stati con lei per più di due ore e la mamma ha ordinato così tanti vestiti nuovi che sono sicuro che non ne indosserò mai la metà, ma insiste che devo essere vestito adeguatamente. - Da The Journal of a Regency Lady, capitolo 5 di Anne Herries La citazione sopra, sebbene provenga da un autore contemporaneo, potrebbe essere stata scritta durante l'era della reggenza. Gli abiti da donna venivano confezionati in casa durante questo periodo dalle donne stesse, dai loro domestici o da una sarta professionista. Un sarto (o un produttore mantovano) addebiterebbe circa 2 sterline per capo e verrebbe a casa per le finiture, dove potrebbe essere servito il tè. Un produttore mantovano di successo che avesse aperto un negozio nella parte alla moda della città avrebbe anche fornito un ambiente piacevole in cui una signora poteva rilassarsi, servendo tè e rinfreschi per prolungare l'esperienza di acquisto. Nelle sue lettere, Jane Austen menzionava una signorina Burton, che produceva pelisses per lei e Cassandra nel 1811. Il costo della stoffa e della manodopera era ragionevole, scriveva, ma i bottoni sembravano costosi. I tessuti, sempre più prodotti in serie, divennero più convenienti durante la rivoluzione industriale e la domanda di vestiti crebbe tra le donne della classe media recentemente ricche. Le ragazze che cercavano lavoro nelle città diventavano sarte nelle case e nelle fabbriche di sudore. Poco più di vent'anni dopo la morte di Jane, le pessime condizioni di lavoro descritte di seguito erano comuni per le sarte.
PROVE PRESO DALLA Commissione per il lavoro dei bambini, febbraio 1841 Signorina - è stata per diversi anni nel settore della sartoria… Gli orari di lavoro comuni sono dalle 8:00 alle 23:00 in inverno; in estate dalle 6 o 6 e mezza del mattino. fino alle 12 di notte. Durante la stagione della moda, cioè da aprile fino alla seconda fine di luglio, accade frequentemente che le ore ordinarie vengano ampiamente superate; se c'è un salotto o una grande festa, o un lutto da fare, capita spesso che il lavoro si svolga per 20 ore su 24, occasionalmente tutta la notte ... Il risultato generale delle lunghe ore e dell'occupazione sedentaria è quello di compromettere seriamente e molto frequentemente per distruggere la salute delle giovani donne. Soffre soprattutto la digestione, e anche i polmoni: il dolore al fianco è molto comune, e mani e piedi muoiono per mancanza di circolazione e di esercizio, "non vedendo mai fuori dalla porta da domenica a domenica". [Una causa] è il breve tempo concesso alle donne per farsi fare i loro vestiti. La signorina è sicura che ci siano alcune migliaia di giovani donne impiegate nell'azienda a Londra e nel paese. Se un posto vacante dovesse verificarsi adesso, ci sarebbero 20 candidati. I salari generalmente sono molto bassi ... Pensa che nessun uomo potrebbe sopportare il lavoro imposto dalle sarte.

Visita il popolare sezione costume nel nostro negozio di regali online per abiti, modelli e accessori! Fonte: Hellerstein, Hume & Offen, Victorian Women: A Documentary Accounts of Women's Lives in Nineteenth-Century England, France and the United States, Stanford University Press.