Per vestire Broccoli

La zuppa, sferzata da una grande tureen, era senza nome e salata, ma Miss Gateshead e il signor Cranbrook, impegnati alacremente a divulgarsi le loro circostanze, storie familiari, gusti, antipatie e aspirazioni, l'hanno bevuta senza lamentele ... Il montone, che seguiva la zuppa era sottotono e duro, e il contorno dei Broccoli sarebbe stato migliorato... Night at the Inn, Pistols for Two (1960) di Georgette Heyer
Georgette Heyer è riconosciuto come uno dei più rispettati storici della Reggenza nel mondo degli autori di narrativa. I suoi romanzi sono pieni di costumi regency e cant come sono audaci combattimenti con la spada, voli per Gretna Green e giri comici di frase. La sua collezione di racconti, Pistole per due, non fa eccezione. Divertito dalla descrizione della tariffa locanda poveri servito in Notte all'inn, ero abbastanza curioso da cercare una ricetta d'epoca. Finalmente ne ho trovato uno in uno dei miei libri di cucina preferiti dell'era regency, Un nuovo sistema di cucina domestica, di Eliza Kettelby Rundell (1806). Nonostante le proteste dei miei figli sul fatto che Broccoli non è affatto un alimento "reale", piuttosto un prodotto di mutazione genica scientifica e non destinato da Dio alla tavola, la verità è che si tratta di un ortaggio antico, perfezionato (alcuni potrebbero dire) dai Romani e infine introdotto in Inghilterra a metà del XVIII secolo da Peter Scheemakers; ed è per questo che ho deciso di "vestire Broccoli".

Il "recepit", per vestire Broccoli, sembra abbastanza semplice, anche se gli oste nel racconto di Heyer avrebbero potuto beneficiare di questo consiglio di Hannah Glasse, autrice di L'arte della cucina resa semplice e facile (1747):
"La maggior parte delle persone rovina le cose del giardino facendole bollire. Tutte le cose verdi dovrebbero avere un po 'di freschezza, perché se sono overboil'd non hanno né dolcezza o bellezza.
Sempre buono da ricordare, con o senza il toast.

  Laura Boyle è affascinata da tutti gli aspetti della vita di Jane Austen. Lei è la proprietaria di Austenation: Accessori regency, creando cappelli personalizzati, cofani, reticoli e altro ancora per i clienti di tutto il mondo. Cucinare con Jane Austen e gli amici è il suo primo libro. La sua gioia più grande è il tempo che è in grado di trascorrere nella sua casa con la sua famiglia.