Il calendario di Mansfield Park

Clicca qui per andare direttamente al calendario. Premetto questo calendario con un riassunto del lavoro recente sul romanzo, poiché questo riassunto suggerisce quanto sia importante studiare attentamente il testo del libro prima di andare a interpretare eventi e personaggi come allusioni a persone specifiche o eventi politici in Austen. periodo. Nella più recente interpretazione di Mansfield Park, Jane Austen e rappresentanze della Regency England Roger Sales dice che non ci sono state polemiche sugli anni in cui è ambientato; presume semplicemente che sia ambientato nell'anno in cui è stato scritto e scrive come segue:
"I dettagli riguardanti la composizione e la pubblicazione di MP sono relativamente incontrovertibili. Probabilmente fu iniziato nel febbraio 1811, completato durante l'estate del 1813 e poi pubblicato nel 1814 ".
La nota a piè di pagina non fa alcun riferimento a tre articoli che hanno contestato queste date. Tutti e tre sono noti e citati nel Macmillan del 1986 Jane Austen Companion (edd. J. David Gray et alia) degno di essere esaminato perché il cast dubita delle date di composizione e degli anni in cui si svolge il romanzo (vedi Jo Modert, "Chronology within the Novels", 53-9.) È vero che il libro che conosciamo come MP fu messo insieme e riscritto un po '(tema dell' "ordinazione" introdotto) come annotò Cassandra ("iniziato da qualche parte intorno al febbraio 1811 - Finito subito dopo il giugno 1813"). Ma è anche vero che la composizione di MP assomiglia alla composizione di tutti i romanzi di Austen: era in una prima bozza originale e poi rivisto e rivisto di nuovo per un lungo periodo di tempo. A. Walton Litz pensa che "il calendario effettivo in MP sono gli anni 1796-7. "Dice che durante quest'anno i ricordi di Austen del flirt di Eliza de Feuillide con Henry e James Austen e le rappresentazioni teatrali di Steventon sarebbero state ancora vividi nella mente di Austen, e cita un articolo del nipote di Francis Austen per suggerire che Austen avesse in mente le rappresentazioni teatrali a Steventon nel 1797 (Note e domande, 208 [1961], 221-2. In Il Collected Reports of the Jane Austen Society1949-65 (Londra 1967), 197-203, Bernard Ledwidge studia i periodici per capire quale fosse "lo strano affare in America" ​​e giunge alla conclusione che il calendario per MP è il 1809-10 e quelli erano gli anni in cui Austen iniziò il romanzo. Cita anche che l'anno in cui la Pasqua cadeva in ritardo (il che sconvolge così Fanny perché si dice che la tenga a Portsmouth) era il 1810. Warren Roberts ha optato per l'anno 1805-7 senza studiare il romanzo stesso: sostiene che debba essere ambientato in questo periodo perché questo è stato l'anno in cui il blocco francese ha avuto conseguenze disastrose per il commercio di zucchero britannico. La replica di Sutherland nel suo "Da dove viene la ricchezza di Sir Thomas?" dimostra che non ci sono nemmeno prove testuali sufficienti per dimostrare che Sir Thomas era nello zucchero o possedeva molti schiavi, tanto meno che il suo viaggio ad Antigua è stato causato da un evento specifico (vedi Roberts's Jane Austen e la rivoluzione francese e John Sutherland, Jane Eyre può essere felice? [New York: Oxford University Press, 1996), pagg. 2-9). Ho studiato il testo con molta attenzione e ho deciso che i calendari di MacKinnon e Chapman nell'edizione di Oxford di Mansfield Park sono preferibili. Gli eventi centrali di Mansfield Park come ora rappresentato nel testo di Austen si incastrano in modo più coerente negli anni 1808-9, sebbene ci sia ugualmente un argomento per il 1796-7 se vediamo il tempo indeterminato nelle rappresentazioni teatrali e nella fuga successiva. Tuttavia, il 1808-9 rivela l'importante revisione che ha avuto luogo mentre Austen viveva a Southampton: Portsmouth riflette il suo periodo successivo a Bath; Il personaggio di Fanny Price mostra la risposta comprensiva di Austen a come Caroline non sia riuscita a far fronte a Godmersham nel 1808. 1808-9 si adatta ai citati giorni cruciali di martedì (Fanny e William arrivano a Portsmouth e Henry Crawford incontra la signora Rushworth un martedì sera) . Henry Per lunghi periodi di tempo, il calendario per MP mostra una sorprendente, per non dire sbalorditiva accuratezza, minuziosità e coerenza interna. I riferimenti più piccoli (ore, mezze ore, decenni citati su un paio di centinaia di pagine) si incastrano. Un'attenta elaborazione ripetuta del calendario per questo romanzo, a volte utilizzando griglie diverse (ad esempio, 1796-1797) dimostra che le narrazioni drammatiche e le meditazioni di MPsono strettamente collegati tra loro attraverso l'uso di uno schema temporale continuamente riferito come S&Se quella volta in MP è molto più frequentemente e costantemente determinato rispetto al tempo in P&P e N / A. Se ancora non possiamo dire con certezza che il testo che abbiamo è stato iniziato già nel 1796-97, questa realtà suggerisce che nella sua concezione originale il romanzo potrebbe essere stato costruito nel modo in cui Austen ha costruito i tre libri di cui sopra, e potrebbe anche avere era originariamente pesantemente epistolare, come affermò una volta QD Leavis. Dove diventa incoerente o vago si verifica precisamente in quei punti in cui è stato suggerito che abbiamo tessuto vecchio materiale intrecciato (i teatrali, il ritardo della Pasqua e la fuga di Maria ed Henry, il cui legame è radicato negli eventi psicologici dei teatrali ). Breve riassunto: La domanda su quale anno scegliere per disegnare un calendario Mansfield Parkdeve rimanere indeciso. Nonostante le sue coerenze interne su gran parte del libro, come ha mostrato A. Walton Litz solo il 1796-7 si adatta a tutti gli eventi datati del romanzo. D'altra parte, alluso ad eventi al di fuori del romanzo, riporta il calendario al 1809-1810 così come il giorno del ballo (vedi anche Warren Roberts e Bernard Ledgewick); poi di nuovo il suo umore e la sua severità morale sostengono la prospettiva reggenza di Sales. La soluzione a questo è capire il nostro testo esistente come un libro molto rivisto, iniziato nel 1797, rielaborato durante gli anni di Austen a Bath, e poi ripreso, messo in una forma definitiva, aggiungendo il "tema dell'ordinazione" (in contrasto con P&P, riorganizzando, riattaccando e qua e là semplicemente sollevato dalla sua griglia. Vai al calendario di Mansfield Park  
Ellen Moody, docente di inglese alla George Mason University, ha compilato i calendari più accurati per il lavoro di Jane Austen, fino ad oggi. Tratto da una varietà di fonti, inclusi i calendari originali Chapman e gli almanacchi d'epoca, il suo lavoro è stato riconosciuto come il più completo e certamente comprensivo di tutti i calendari Austen. Ha creato linee temporali per ciascuno dei sei romanzi e per i tre frammenti di romanzo incompiuto; uno dei calendari è stato pubblicato come "A Calendar For Senso e sensibilità"nell'edizione dell'autunno 2000 di Trimestrale filologico. Per vedere più del suo lavoro su Austen, visita il suo sito web per trovare Saggi su Mansfield Park, Una copia di una recensione-saggio pubblicata sugli adattamenti cinematografici dei romanzi di Jane Austen, And More! Per informazioni su come Ellen ha creato i suoi calendari, clicca qui Ti è piaciuto questo articolo? Visita il nostro negozio di articoli da regalo e fuggire nel mondo di Jane Austen.