Passare al contenuto

Jane Austen News - Numero 74

Quali sono le notizie di Jane Austen questa settimana?

Austen Holy Grail vale mezzo milione "Anche se ci sono edizioni interessanti dei suoi romanzi pubblicati tra la fine del XIX e l'inizio del XX secolo, il valore maggiore è, ovviamente, nelle prime edizioni", afferma Mark Wiltshire, specialista in libri e manoscritti di valore da Christie's. " Un nuovo articolo pubblicato da I tempi questa settimana ha esaltato i vantaggi dell'investimento in libri, e in particolare nelle prime edizioni dei libri di Jane Austen. È facile capire perché considerando il fatto che il libraio raro Peter Harrington è in procinto di vendere una prima edizione diMansfield Park- di cui ce ne sono solo 1.250 - e il prezzo previsto è di circa £ 17.500! Questa è una cifra considerevole, ma non se paragonata al record d'asta per una Jane Austen; nel 2008 una prima edizione diEmmaè stato venduto dalla casa d'aste Bonhams per £ 180.000. Era una copia di presentazione all'amica e governante di Austen, Anne Sharp, che era stata incisa "dall'autore" da un editore o impiegato per conto di Austen. Tuttavia, il prezzo migliore, dice l'articolo, andrebbe a un'edizione firmata. "È difficile dire cosa possa recuperare una copia con iscrizione di Austen [il Santo Graal in termini di Austen - una cosa del genere potrebbe non esistere], ma sono abbastanza sicuro che sarebbe un record per un libro del XIX secolo, e potrebbe facilmente prendere fino a mezzo milione di sterline. "

Potrebbe non esistere ... ma possiamo sognare!


La Banca d'Inghilterra in letteratura
In concomitanza con l'uscita della nuova banconota da £ 10 di Jane Austen, la Banca d'Inghilterra lancia una nuova mostra che esplora la sua collegamenti letterari. Storie dalla cittàpresenterà vari manufatti in mostra che evidenziano oltre 300 anni di legami letterari con la Banca. Questi includono una banconota da £ 10 di Charles Dickens - con l'opera d'arte originale disegnata a mano che l'accompagna e una banconota da mille sterline firmata da George Eliot. Alcuni degli altri autori citati nella mostra includono Jules Verne e John Brophy, che sono solo alcuni degli autori che hanno menzionato la Banca d'Inghilterra nel loro lavoro. (Altri, tra cui P.G. Wodehouse, T.S. Eliot e Charles Lamb, hanno lavorato nelle vicinanze e ne hanno tratto ispirazione). La mostra è al Museo della Banca d'Inghilterra dal 19 luglio 2017 fino all'estate 2018.

 "Like A Modern Day Austen"

Un tempo sembrava che non si potesse prendere in mano un libro romantico ambientato nell'era Regency senza che da qualche parte sul retro della copertina fosse scritto qualcosa del genere; "la cosa migliore dai tempi di Austen", "con toni di Austen", "la nuova Jane Austen". Quello che non sapevamo era che un'autrice era così stanca di questo tipo di commento che una rara intervista a cui ha dato L'osservatore nel 2001 si chiamava "Non menzionare Jane Austen"!

Anita Brookner ha proseguito nell'intervista che ha rilasciato che "Mi hanno parlato nello stesso contesto di Jane Austen. Non ho appiccicato quell'etichetta su me stesso, altre persone l'hanno fatto. Abbastanza impreciso. Non sono mai andato d'accordo. molto bene con Jane Austen. "

Riteniamo che abbia un buon punto. Solo perché un autore scrive romanzi Regency, non dovrebbe automaticamente associarli ad Austen. Lo diciamo non perché un'altra Jane Austen sarebbe una brutta cosa, o perché il confronto è in qualche modo lieve, ma piuttosto perché sarebbe bello pensare che il lavoro degli autori moderni sia abbastanza buono da ottenere riconoscimenti e lodi in è proprio giusto ... Quindi possiamo capire perché Brookner potrebbe aver detto quello che ha detto.


Rendo chiaro Austen?
Durante la navigazione Il New Yorker, il Jane Austen News ha notato una nuova proposta piuttosto intrigante sotto forma di un nuovo libro. Il libro si intitola "Do I Make Myself Clear?" ed è scritto da Harold Evans, che mira a mostrare il disprezzo dei politici, dei C.E.O. e dei marketer che usano "parole non per comunicare idee ma nasconderle". Tuttavia, tra le polizze di assicurazione sanitaria e le relazioni governative sul terrorismo che ha riscritto e incluso nel suo libro, ha deciso di andare oltre e dimostrare che anche Jane Austen non ha sempre scelto di usare un linguaggio che avrebbe chiarito il significato del suo personaggio. Non sappiamo di te, ma al Jane Austen News siamo piuttosto curiosi di scoprire quali cambiamenti il signor Evans ha ritenuto necessari per dimostrare le virtù della concisione e della chiarezza nel lavoro di Austen ...
Autori su Austen
Ci siamo imbattuti in queste recensioni di Austen di autori famosi questa settimana e, poiché sono piuttosto affascinanti, abbiamo pensato di condividerle con te nel caso in cui non le avessi mai viste prima. 'Uno dei miei ricordi più vividi di leggere qualsiasi libro è in piedi a una fermata dell'autobus completamente assorbita negli ultimi capitoli delPersuasione. Ero così legato alla storia che ho lasciato passare due autobus. Jane Austen era una cantastorie suprema e, come E.M. Forster si lamentò con una sorta di voce cadente e pentita: "Sì- oh cara, sì - il romanzo racconta una storia". Pochi l'hanno mai fatto meglio " Philip Pullman ' Jane Austen è la più grande scrittrice romantica di sempre, che in Mr Darcy e Mr Knightley, ha creato alla fine eroi desiderabili. È anche una delle scrittrici più divertenti perché, come Proust, ha un perfetto pitch class-wise e ha affetto anche per i personaggi più ridicoli, come mrs Elton e Mr Collins. Come uno dei suoi personaggi più accattivanti, Bennet, sottolinea: "Per cosa viviamo, ma per fare sport per i nostri vicini, e ridere di loro a nostra volta?" Jilly Cooper

'Adoro i romanzi di Jane Austen. È stata la mia scrittrice preferita da quando ho letto Mansfield Park quando avevo 14 anni. Leggere i suoi romanzi è come sorseggiare un brandy caldo e confortante - con solo un pizzico di pepe e spezie ' Paula Byrne


Jane Austen Day con Charlotte Jane Austen Notizieè la nostra raccolta settimanale di storie su o relative a Jane Austen. Qui presenteremo una varietà di oggetti, tra cui tutorial artigianali, recensioni, notizie, articoli e foto da tutto il mondo. Se vuoi includere la tua storia, per favorecontattacicon un comunicato stampa o un riepilogo, insieme a un link. È inoltre possibileinviare articoli uniciper la pubblicazione nel nostroJane Austen Online Magazine. Non perdetevi le nostre ultime notizie-diventare un membro Jane Austene ricevere un digest di storie, articoli e notizie ogni settimana. Potrai anche accedere alla nostra rivista online con oltre 1000 articoli, testare le tue conoscenze con il nostro quiz settimanale e ottenere offerte sul nostro Negozio di articoli da regalo online. Inoltre, i nuovi membri ottengono un esclusivo buono di sconto del 10% da utilizzare nel Negozio di articoli da regalo online.

3 commentare

Not all authors are quite so complimentary of Austen, Mark Twain for example had some pretty trenchant opinions.
“Jane Austen’s books, too, are absent from this library. Just that one omission alone would make a fairly good library out of a library that hadn’t a book in it.”

“I haven’t any right to criticise books, and I don’t do it except when I hate them. I often want to criticise Jane Austen, but her books madden me so that I can’t conceal my frenzy from the reader; and therefore I have to stop every time I begin. Everytime I read ‘Pride and Prejudice’ I want to dig her up and beat her over the skull with her own shin-bone.”

Though there is a clue in the last sentence that perhaps Twain did not really hate Austen quite so much as it seems if he keeps reading ‘Pride and Prejudice’ over and over.

AdamQ luglio 26, 2020

Aha, the dangers of reading something out of context! I had wondered from the shin-bone quote if Mark Twain disliked Jane for the same reason she vowed not to enjoy Scott’s Waverley…but reading the preceding portion of the quote it does seem pretty definitive – if you think no books at all is better than even one of hers in a full-to-bursting library, that’s definitely a negative review! But as you say, he does keep rereading it…doth the gentleman protest too much?!

lj.fox1@yahoo.co.uk luglio 26, 2020

[…] Jane Austen News – Issue 74 – Jane Austen Centre […]

Austentatious Links: August 6, 2017 | Excessively Diverting luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati

x