Irish, I Dare Say: Ireland in Jane Austen's Novels

Jane ha sentito molto parlare della bellezza [dell'Irlanda]; dal signor Dixon, voglio dire - non so se ne abbia mai sentito parlare da nessun altro; ma era molto naturale, sai, che gli sarebbe piaciuto parlare di casa sua mentre stava pagando i suoi indirizzi - e come Jane usciva molto spesso con loro - perché il colonnello e la signora Campbell erano molto esigenti riguardo la loro figlia non esce spesso solo con il signor Dixon, per cui non li biasimo affatto; naturalmente aveva sentito tutto quello che lui avrebbe potuto dire alla signorina Campbell sulla sua casa in Irlanda; e credo che ci abbia scritto dicendo che aveva mostrato loro alcuni disegni del luogo, opinioni che lui stesso aveva preso. È un giovanotto molto amabile e affascinante, credo. Jane desiderava molto andare in Irlanda, dal suo resoconto delle cose ". Emma
Jane Austen è nota per il suo amore per l'Inghilterra. Nei suoi romanzi, elogia tutti gli aspetti della Gran Bretagna, dalla sua bellissima campagna alla sua Marina e sebbene poco viaggiata, la preferiva patriotticamente a qualsiasi altra. Nelle sue lettere censura il viaggiatore che non desidera tornare a casa: "Spero che le tue lettere dall'estero siano soddisfacenti. Non mi soddisferebbero, lo confesso, a meno che non respirassero un forte spirito di rimpianto per non essere in Inghilterra. " Questa preferenza per il suo paese d'origine si estendeva al suo vicino più prossimo, l'Irlanda? Dall'invasione della nazione insulare da parte dell'Inghilterra nel 1171, i rapporti tra i due paesi erano stati tempestosi e nel 1799 suo fratello, Henry, e il suo reggimento di milizia furono inviati in Irlanda per mantenere la pace dopo le rivolte inscenate nel 1798. Nel 1801, sia il parlamento britannico che quello irlandese avevano approvato l'Atto di Unione che univa il Regno d'Irlanda e il Regno di Gran Bretagna per creare il Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda. In questo modo, l'Irlanda è diventata parte di un Regno Unito allargato, governato direttamente dal Parlamento di Londra. Ciò, tuttavia, non significava che tutti gli inglesi considerassero i paesi come uno. Quando Jane scrisse ad Emma nel 1816, la loquace Miss Bates commentò che "è molto strano essere in regni diversi, stavo per dire, ma comunque in paesi diversi". È questa la riflessione di una donna anziana non abituata a un nuovo sistema politico o i pensieri di Jane Austen sulla partnership? Una guerra civile negli anni '20 creò finalmente una nazione sovrana per l'Irlanda. Alla fine, le nazioni erano, ancora una volta, due regni.
"Ho deciso di non amare davvero i romanzi tranne quelli di Miss Edgeworth, il tuo e il mio." Jane Austen ad Anna Austen Lefroy, settembre 1814
Si possono leggere i libri di canzoni e le lettere di Jane Austen e sapere che aveva una predilezione per la musica e gli scrittori irlandesi.Maria Edgeworth (1767-1849), una delle preferite della famiglia Austen era una donna inglese trapiantata che scrisse romanzi comeBelinda eCastle Rackrent. Un altro romanziere irlandese letto dalla famiglia eraSydney Owenson (1776-1859). Jane, tuttavia, non poté darle la stessa sincera approvazione, scrivendo a Cassandra nel gennaio 1809: "Per contrapporsi al tuo nuovo romanzo, di cui nessuno ha mai sentito parlare prima, e forse non potrà mai più, abbiamo" Ida di Atene, "di Miss Owenson, che deve essere molto intelligente, perché è stato scritto, come dice l'autrice, in tre mesi. Abbiamo solo letto la prefazione, ma la sua ragazza irlandese non mi fa aspettare molto. Se il calore della sua lingua potesse influenzare il corpo, potrebbe valere la pena leggerlo con questo tempo. " Owenson aveva iniziato la sua carriera scrivendo parole che si adattassero ai vecchi brani irlandesi, stabilendo una nuova moda nella poesia. Il suo romanzo, Wild Irish Girl si è fatta un nome come autrice controversa e "ardente sostenitrice del suo paese natale, un politico piuttosto che un romanziere, esaltando la bellezza del paesaggio irlandese, la ricchezza della ricchezza naturale dell'Irlanda e tradizioni della sua prima storia. " Era senza dubbio questo calore d'espressione a cui si riferiva Jane Austen. Thomas Moore (1779-1852) era un altro autore che Jane Austen avrebbe senza dubbio conosciuto. Poeta, cantante, cantautore e intrattenitore irlandese, è ricordato soprattutto per i testi di The Last Rose of Summer, che scrisse nel 1805.
Mi sgridate così tanto nella bella e lunga lettera che ho ricevuto in questo momento da voi, che ho quasi paura di dirvi come ci siamo comportati io e il mio amico irlandese. Immagina a te stesso tutto ciò che è più dissoluto e scioccante nel modo di ballare e sedersi insieme. Posso espormi, però, solo una volta di più, perché lascia il paese poco dopo venerdì prossimo, giorno in cui dopotutto dobbiamo ballare ad Ashe. È un giovanotto molto gentiluomo, di bell'aspetto e piacevole, te lo assicuro. Jane Austen a Cassandra Austen gennaio 1796
Forse il legame più caldo di Jane con l'Irlanda deriva dal suo rapporto con Thomas Lefroy, nipote della sua cara amica Anne Lefroy. Jane e Thomas si incontrarono alla fine del 1795 quando lei aveva 20 anni e continuarono a flirtare per diverse settimane prima che tornasse alla scuola di legge a Londra nel gennaio 1796. Non è chiaro quanto fosse stretta la loro relazione o quanto tempo continuò dopo il ritorno a scuola di Lefroy. . Quello che si sa è che si sposò nel 1799 e riportò la sua famiglia in Irlanda, dove alla fine raggiunse la posizione di Lord Chief Justice. Forse è pensando a Thomas che permette a Lady Darymple di scambiare il capitano Wentworth per un irlandese,Persuasione
"Davvero un bravissimo giovanotto!" disse Lady Dalrymple. "Più aria di quella che si vede spesso a Bath. Irlandese, oserei dire."
Molti studiosi sostengono che Thomas Lefroy abbia spezzato il cuore di Jane. Con la distruzione di così tante lettere dopo la sua morte, è impossibile sapere quanto profondamente Jane si sentisse per la fine imprevista delle sue speranze. Forse, dopotutto, i pensieri dell'Irlanda hanno tenuto il pungiglione della delusione per tutta la vita.
Abbiamo finito [il tuo romanzo] la scorsa notte, dopo essere tornati da bere il tè alla Great House. L'ultimo capitolo non ci piace così bene; non ci piace molto la commedia, forse per aver avuto troppe rappresentazioni in quel modo ultimamente [a Mansfield Park, forse], e pensiamo che faresti meglio a non lasciare l'Inghilterra. Lascia che i Portman vadano in Irlanda; ma poiché non sai nulla delle buone maniere lì, faresti meglio a non seguirle. Correrai il rischio di fornire false rappresentazioni. Attenersi a Bath and the Foresters. Lì sarai abbastanza a casa. Jane Austen ad Anna Austen Lefroy August 1814
È vero che la Austen ha ben poco da dire sul paese in entrambi i casi nei suoi romanzi. Il signor Dixon porta la signorina Campbell là in Emma, ​​aprendo la strada a Jane Fairfax per tornare a Highbury. La zia di Emma Watson fa un matrimonio imprudente con un capitano irlandese in The Watsons, e Lady Darymple e sua figlia sono felicemente rivendicate come "legami familiari tra la nobiltà di Inghilterra e Irlanda" inPersuasione. Rivendicando il proprio consiglio, potrebbe essersi sentita a disagio all'idea di approfondire stili di vita di cui non sapeva nulla. Ulteriori letture possono essere trovate in Irlanda ai tempi di Jane Austen, di Joan Duffy Ghariani. Laura Boyle correAustentation: accessori Regency, creando cappelli, cuffie e reticoli su misura in stile Regency. Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro libreria su janeaustengiftshop.co.uk