La morte arriva a Pemberley, di P. D. James

Una recensione di Laurel Ann Nattress Considero più che un po 'perplesso quando un autore inizia il suo libro con delle scuse. In questo caso, è l'autore Jane Austen per aver usato i suoi personaggi. Da La morte arriva a Pemberley è un sequel di Austen Orgoglio e pregiudizio, è come chiedere scusa per il freddo della neve. Se hai intenzione di scrivere un sequel di un classico della letteratura mondiale, è quello che è. Non scusarti per questo. Mi mette davvero fuori dal mio gioco di lettura sin dall'inizio. Ok, me lo sono tolto dal petto, quindi ora passiamo ad argomenti più piacevoli: il fatto che il venerabile scrittore di gialli PD James abbia preso la sua penna ispirata dal mio e suo autore preferito e ha creato un mistero di omicidio da divorare per me è delizioso. Quale Janeite sana di mente non sta sbavando al pensiero di un sequel di Austen scritto da un autore così acclamato ed esaltato? Solo il pensiero di Austen e del mistero in una frase mi spinge in una zona vertiginosa. Dire che i miei "desideri e speranze potrebbero essere fissati" in anticipo è un eufemismo. Sono passati sei anni dal giorno felice in cui la signora Bennet si è sbarazzata delle sue due figlie più meritevoli in matrimonio: Jane con Charles Bingley ed Elizabeth con Fitzwilliam Darcy. Sia le sorelle che i loro mariti sono a Pemberley, la sontuosa tenuta di campagna dei Darcys nel Derbyshire, la cui grandezza è solo pari ai diecimila all'anno che genera per il suo padrone precedentemente altero e amante decisamente supponente. Elisabetta si è stabilita come castellana in una grande tenuta e madre di due figli piccoli. La vita è ordinata e bella a Pemberley, finché si resta fuori dal bosco infestato. Anche la sorella Georgiana, più giovane e non sposata di Darcy, è in residenza corteggiata da due bellezze: suo cugino, il colonnello Fitzwilliam, e il giovane, ambizioso, ma disonesto avvocato, Henry Alveston. Tutti si sono riuniti per il ballo di Lady Anne, un evento annuale in onore del compleanno della madre defunta del signor Darcy. Saranno presenti molte famiglie di contea. Alla vigilia del grande evento, la signora Reynolds, la governante e il personale sono impegnati a prepararsi per il grande raduno formale mentre la famiglia cena e poi si incontra nella sala da musica. È una notte ventosa e illuminata dalla luna, ma il colonnello Fitzwilliam si congeda per il suo esercizio notturno, un giro lungo il fiume. Più tardi, molti si sono detti la buonanotte e se ne sono andati quando Darcy è sorpreso dalla vista di una carrozza che sfreccia a tutta velocità lungo la strada boschiva verso Pemberley. L'allenatore arriva all'improvviso depositando sulla soglia di casa una frenetica Lydia Wickham, la sorella minore di Elisabetta. È isterica, grida: "Wickham è morto. Denny gli ha sparato! " I Wickham stavano viaggiando a Pemberley con l'amico capitano Denny in carrozza. Anche se il signor Wickham non sarebbe mai stato ammesso a Pemberley a causa della sua passata indiscrezione con Georgiana, Lydia, non invitata, aveva comunque programmato di far precipitare la festa. Wickham e Denny avevano litigato mentre viaggiavano attraverso il bosco, erano partiti dalla carrozza e subito dopo si udirono colpi di pistola. Nel bosco infestato vai alla ricerca di Darcy, Alveston e Col. Fitzwilliam per scoprire un corpo nel bosco che Lydia è certa sia suo marito.
E ora la radura era davanti a loro. Passando lentamente, quasi in soggezione, tra due degli esili tronchi, rimasero come se fossero fisicamente radicati, ammutoliti dall'orrore. Prima di loro, i colori netti erano un contrasto brutale con la luce soffusa, era un quadro di morte. Nessuno ha parlato. Si mossero lentamente in avanti come uno, tutti e tre tenendo alte le lanterne; i loro forti raggi, che risplendevano del dolce splendore della luna, intensificarono il rosso vivo della tunica dell'ufficiale e il volto spettrale imbrattato di sangue e gli occhi folli e fissi si voltarono verso di loro. p. 65
Un omicidio nel bosco infestato. Inizia l'indagine. Il corpo viene trasferito a Pemberley. Il signor Darcy informa il magistrato locale, Sir Selwyn Hardcastle, che arriva per condurre le indagini. Darcy, Elizabeth, Jane e Bingley sono tutti sconvolti dalla morte scioccante. Il personale è terrorizzato dal fatto che la maledizione dei Darcys continui nel bosco infestato. Lydia è isterica. Il ballo di Lady Anne viene annullato. Inizia l'inchiesta ufficiale. Perché il colonnello Fitzwilliam ha lasciato Pemberley per andare a cavallo con un tempo terribile a tarda notte? Qual è il segreto dietro la famiglia Bidwell che vive nel cottage nel bosco in cui il bisnonno di Darcy si è suicidato? Chi, o cosa, è la figura avvolta che infesta il bosco? Qual è il motivo dell'omicidio? Siamo felicemente riuniti con molti dei personaggi dell'amato romanzo originale e depositati a Pemberley, molto probabilmente l'apice del mondo janeita. Vero cibo di conforto per i fan di Austen. Le prime venti pagine del prologo riassumono la trama ei dettagli in Orgoglio e pregiudizio. Era questo a beneficio dei suoi lettori di mistero che non l'hanno letto P&P? In tal caso, lo stesso effetto avrebbe potuto essere ottenuto inserendolo nella narrazione in modo più creativo. James continua a costruire il mistero lentamente aggiungendo elementi del bosco infestato, la maledizione e le figure spettrali che ricordano una fiaba di Grimm. La trama riflette insieme a pezzi occasionali di eccitazione da quella regina del dramma sempreverde, Lydia Wickham, nata Bennet, il cui personaggio ha colpito azzeccato. Un altro personaggio che sviluppa in modo interessante è il colonnello Fitzwilliam. Era il secondo figlio di un conte di Orgoglio e pregiudizio, e sappiamo tutti che i secondi figli devono farsi strada nel mondo. Ha scelto l'esercito. La sua vita cambia drasticamente e la sua personalità, quando suo fratello muore e diventa erede di una grande tenuta. Corteggia Georgiana, ma non cerca molto romanticismo in questo romanzo. È un mistero e il suo triangolo romantico è il secondo violino delle indagini sull'omicidio. Darcy ed Elizabeth sono, beh, una vecchia coppia sposata e non così interessanti come i personaggi orgogliosi e prevenuti che Jane Austen ha presentato. Mi mancavano le loro battute spiritose. Per i fan di Austen questo sarà divertente, è un po 'pesante, leggi se trascuri alcuni dei fastidiosi errori nella continuità, e per gli appassionati di mistero, James gira una storia intelligente con un finale a sorpresa che viene fuori dal nulla. Combinati, gli elementi Austen e misteriosi non sfruttano il loro potenziale. Tuttavia, è ancora una lettura interessante che si è fatta strada nelle liste dei bestseller. Questo è un risultato incredibile e una grande prova che il marchio Austen continua a crescere. Knopf Doubleday Publishing Group (2011) Rilegato (304) pagine ISBN: 978-0307959850 La morte arriva a Pemberley è disponibile nel nostro negozio di regali online, fare clic su Qui comprare!
Laurel Ann Nattress è un'accolita per tutta la vita di Jane Austen, è l'autrice / editrice di Austenprose.com, un blog dedicato all'opera del suo autore preferito e ai molti libri e film che ha ispirato. È membro a vita della Jane Austen Society of North America, collabora regolarmente al blog di PBS Remotely Connected e alla rivista online Jane Austen Center. Di formazione classica come paesaggista presso la California Polytechnic State University di San Luis Obispo, ha anche lavorato nel marketing per una compagnia della Grand Opera e attualmente si diletta nell'introdurre i neofiti al fascino della prosa di Miss Austen come libraia presso Barnes & Noble. Laurel Ann, espatriata della California meridionale, vive in un cottage di campagna vicino a Snohomish, Washington, dove piove molto. Visita Laurel Ann nel suo blog Austenprose - Un blog di Jane Austen, su Twitter come @Austenprosee su Facebook come Laurel Ann Nattress.