Alla scoperta di Bath con Jane Odiwe

Ora per il bagno ... Jane Austen a Cassandra, 13 settembre 1815

 Alla ricerca del capitano Wentworth, il mio ultimo libro, è stato ispirato dal romanzo di Jane Austen, Persuasione. In esso, la mia eroina Sophie è invitata dalla zia a trascorrere un po 'di tempo nella residenza di famiglia. Dato che è in bilico con il cuore spezzato, pensa che potrebbe essere un'idea brillante. Dopotutto, voleva visitare Bath da quando ha letto per la prima volta il suo romanzo preferito, Persuasione, e desidera ardentemente seguire le orme di Jane Austen.

All'arrivo, scopre di vivere in realtà accanto alla casa di Jane Austen, ma lungi dall'essere la fantasia Regency che ha immaginato, il suo appartamento si rivela un luogo piuttosto trascurato e ha accesso solo ai piani superiori. La parte inferiore della casa è occupata dal misterioso Josh Strafford che lavora all'Holburne Museum sulla strada a Sydney Gardens, ma non passa molto tempo prima che Sophie scopra di non essere sola.

Una presenza spettrale e la scoperta del diario di un antenato la affascinano. Quando vede Josh lasciare qualcosa sul marciapiede fuori, lo segue e prende l'oggetto bagnato che le si dispiega in mano. Sembra il guanto del capitano Wentworth. Correndo dietro di lui nei giardini, lo perde di vista e quando attraversa un cancello di ghisa fino al canale, è lì che inizia la sua avventura nel tempo.

Mi sono divertito così tanto con questo libro perché amo Bath e sono molto fortunato di poter trascorrere molto tempo lì. È la mia idea di Fairyland e ha totalmente ispirato questo libro. Scrivere del periodo in cui Jane ha vissuto lì ha richiesto molte belle ricerche e mi è piaciuto intrecciare fatti e finzioni insieme. Ci sono tre trame romantiche che attraversano il libro, ma non è tutto rose e fiori: volevo davvero mostrare quanto fosse difficile per le donne nell'era di Jane Austen, e avere i diversi punti di vista di quelle del passato e del presente. La storia di Jane Austen si dipana insieme a quella di Sophie e mi è piaciuto includere molti membri della famiglia Austen, in particolare Charles Austen, uno dei miei bellissimi eroi. Foto della sala da tè del Jane Austen Center per gentile concessione di Katrina Casey

Visito tutti i miei posti preferiti a Bath. L'azione si svolge presso l'Holburne Museum, i Sydney Gardens, le Assembly Rooms, la Pump Room e su Beechen Cliff. Il mio eroe e la mia eroina prendono persino il tè al Jane Austen Center nell'incantevole sala da tè!

Facendo una svolta in Quiet Street e svoltando l'angolo su Gay Street, siamo saliti sempre più in alto, incapaci di passare il Jane Austen Center senza visitare il negozio di articoli da regalo dove Josh mi ha regalato un libro. Ho scelto Cooking with Jane Austen and Friends, un volume sontuoso, che mi ha fatto venire l'acquolina in bocca alle fantastiche ricette. Josh ha suggerito di interrompere il nostro digiuno assaggiando le "Crawford's Crumpets" imburrate calde, innaffiate con una tazza di tè alla pechinese nella sala da tè Regency al piano di sopra, e in un ambiente simile ci siamo sentiti fuggiti dal caos e dalla frenesia della vita cittadina sottostante.

-Ricerca del capitano Wentworth

Sono lieto di essere stato invitato a parlare al Festival di Jane Austen quest'anno, non vedo l'ora di incontrare quelli di voi che verranno. Cercami sulla passeggiata in costume: sarò lì con la mia macchina fotografica, così potrò inviare foto in giro per il mondo per mostrare ai Janeites che non possono essere lì che spettacolo meraviglioso c'è da vedere. Questo è uno dei momenti salienti per me: alcuni dei costumi sono fantastici. Cuciti a mano e meravigliosamente cuciti, molti costumisti e rievocatori professionisti si dilettano a mostrare le loro abilità. Altrettanto accattivanti sono gli abiti fatti in casa ei bambini sono particolarmente adorabili vestiti con costumi e abiti realizzati con abiti che già possiedono. C'è una bella atmosfera di carnevale e un tale brusio di conversazioni che potresti pensare di essere davvero tornato indietro nel tempo!

jane odiwe Visita Katrina's blog

Ci sono così tanti bei discorsi, dimostrazioni e spettacoli teatrali durante l'intero festival che hai davvero l'imbarazzo della scelta. Per non parlare della danza! E ci sono anche lezioni, quindi non puoi sbagliare. Beh, a meno che tu non sia come me - mi piace ballare ma a volte dimentico i passi, ma poi fa tutto parte del divertimento. Lo prometto, passerai molto tempo a ridere. Il Festival Fayre è uno dei miei preferiti: se hai bisogno di un nuovo reticolo, di un ombrellone o di un nuovo libro, lo troverai sicuramente. Quando non sei impegnato con il Festival, ci sono alcuni luoghi imperdibili da visitare. In cima alla mia lista perché è così centrale è The Pump Room. Non devi prendere il tè qui, anche se è un bel regalo. Puoi assaggiare le acque con un piccolo supplemento e dare un'occhiata ai meravigliosi dintorni!

Il solo fatto di attraversare la porta girevole sotto l'insegna delle Pump Rooms era come tornare indietro nel tempo e sembrava meraviglioso come speravo. Un mare di tavoli vestiti di fresco lino bianco si estendeva per tutta la lunghezza della stanza, ciascuna decorata con composizioni di gigli bianchi che profumavano l'aria insieme agli aromi evocativi del tè Earl Grey, del caffè pungente del mattino, degli odori fragranti di torta e panini tostati da bagno. Dall'alto soffitto, un lampadario abbagliante brillava sopra la folla di turisti. Ricoperto di fili di cristalli come granelli su ragnatele invernali, ogni pendalogo gocciolava prismi di luce arcobaleno per illuminare i capelli lucenti di una giovane ragazza, o per ammiccare in un tintinnante cucchiaino d'argento. -Ricerca del capitano Wentworth

Non dimenticare di visitare le Sale delle Assemblee, se puoi. Non solo troverai la sala da ballo, la sala da tè e la sala ottagonale di cui parla Jane Austen nei suoi romanzi, ma qui si trova il Museo della Moda. Hanno una collezione favolosa che include molti abiti georgiani: c'è sempre qualcosa di nuovo da vedere. Ultimo, ma non meno importante, fai un salto al Jane Austen Center per un divertente discorso e mostre, oltre allo splendido negozio. Non credo di essere mai andato via senza aver comprato qualcosa, quindi preparati! Parlerò della mia scrittura e della lettura da Alla ricerca del capitano Wentworth mercoledì 19 settembre presso la Duncan Room, BRLSI 16-18 Queen Square BA1 2HN alle 10.30 - sarebbe meraviglioso vedervi lì o ad uno qualsiasi degli eventi del Festival!

 

Jane Odiwe è un'autrice e un'artista. È completamente ossessionata da tutte le cose di Austen ed è l'autore di è l'autore di Mr Darcy's Secret,La storia di Lydia BennetIl ritorno di Willoughbye quello appena pubblicato Alla ricerca del capitano Wentworth. Vive con suo marito e tre figli a nord di Londra e Bath, in Inghilterra.