Come Melissa Dring ha creato il suo ritratto di Austen forense

Il ritratto di New Jane Austen utilizzando materiale originale e metodi forensi

Melissa Dring - nuova ritrattista di Jane Austen

Introduzione:  Nel 2001, Melissa Dring * è stata incaricata da David Baldock, direttore del Jane Austen Center di Bath, di produrre un nuovo ritratto dell'autore, come avrebbe potuto apparire durante la sua permanenza a Bath, 1801-06. Combinando le intuizioni del ritrattista professionista con quelle dell'artista forense della polizia, Melissa era qualificata in modo univoco per accettare questa sfida. David Baldock aveva sentito parlare del suo lavoro su una somiglianza speculativa del compositore veneziano Antonio Vivaldi. Un produttore cinematografico, desideroso di una somiglianza da utilizzare come aiuto per il casting per una proposta di biografia cinematografica del compositore, e ritenendo che fosse un lavoro per un artista forense, si era avvicinato a Scotland Yard, che aveva raccomandato Melissa. La difficoltà con entrambe le commissioni era la loro comune mancanza di ritratti contemporanei affidabili, sebbene in entrambi i casi sopravviva una grande quantità di testimonianze scritte.

Melissa riprende la storia ...

La mia nuova somiglianza speculativa di Jane Austen colma il vuoto lasciato dalla scarsità di rappresentazioni autentiche dell'autore. Poiché spero che venga accettato come un buon ritratto di lei, nonostante sia stato realizzato a 185 anni dalla sua morte, descriverò la ricerca e i metodi di lavoro che ho utilizzato, in modo che si possa vedere come si basa quasi interamente sul solido fatto, e quanto poche supposizioni fossero necessarie. C'è un suo piccolo schizzo a matita e acquerello, nella National Portrait Gallery di Londra, della sorella maggiore dell'artista dilettante, Cassandra, e un'incisione su acciaio realizzata anni dopo, che tenta di ammorbidire il cupo racconto di Cassandra, ma secondo uno osservatore, il viso di Jane non è mai stato così ampio e paffuto.

Cassandra, in qualche modo inutilmente, dipinse anche una vista posteriore di Jane, e ci sono due sagome, così popolari ai suoi tempi, una delle quali si dice che sia un autoritratto. In modo allettante, non ci sono altre somiglianze indiscusse di Jane. Abbiamo i ritratti dei suoi genitori e tutti i suoi fratelli tranne uno, compresi non meno di tre ritratti abbastanza buoni del suo giovane fratello, Francis, di cui esiste anche un interessante dagherrotipo, che lo mostra come un vecchio. Il punto di partenza naturale, quindi, doveva essere lo schizzo di Cassandra, che ho invertito, poiché ho deciso che Jane guardasse dall'altra parte, e dovevo anche farla sembrare qualche anno più giovane. Cassandra ha disegnato Jane a 35 anni, e ho dovuto farla avere tra i 26 ei 31 anni, durante i suoi anni a Bath. Soprattutto, però, volevo far emergere qualcosa del carattere vivace e divertente di Jane, così evidente nei suoi romanzi e in tutti i suoi racconti contemporanei. Il disegno di Cassandra potrebbe essere stato abbastanza simile a Jane fisicamente, ma non è riuscito a catturare il suo splendore.

"Non possiamo mai sapere esattamente che aspetto avesse, e la somiglianza deve rimanere, in parte speculativa, ma sento che c'è una possibilità distintamente sportiva che non possa sbagliare troppo."

Melissa Dring

Cassandra Austen Per il Nuovo ritratto di Jane Austen, Ho dato a Jane the Austen l'aspetto della famiglia che tutti i suoi fratelli condividevano, gli occhi luminosi, il naso lungo, la bocca piccola e stretta. Ha i capelli castani ricci, così simili a suo padre alla sua età, anche i suoi occhi nocciola, la bocca piccola, il naso di famiglia e la carnagione sana. Un nipote l'ha descritta come una bruna chiara con un colore intenso, e un altro osservatore la sua bambola come guance rosee. Per inciso, a questo punto a Bath, Jane era ancora fortunatamente lontana anni dall'insorgenza della malattia di Addison che alla fine la uccise. Lo scolorimento della pelle che ha sofferto come uno dei suoi sintomi può essere completamente eliminato dall'equazione. Suo fratello Henry ha scritto che aveva una vera eleganza, quindi sono convinto che si manteneva bene, con una postura eretta snella, anche se questo è stato scortesemente definito poker come da un conoscente.

Gli elementi verificabili del nuovo ritratto di Jane Austen, il costume, la scrivania e l'attrezzatura per scrivere sono tutti autentici. Il berretto era, come mi ha detto Sue Ralph del Museum of Costume di Bath, "abbigliamento essenziale per spogliarsi" ed è noto che Jane era piuttosto antiquata nei suoi modi. Austen Leigh ricorda Jane a Chawton nel 1808, dicendo che,

"Non è mai stata vista, né mattina né pomeriggio, senza berretto"

Pensava anche che sia Jane che Cassandra si fossero "vestite da mezza età prima della loro età o aspetto richiesto". Questo suona un po 'da vecchia zitella, eppure Jane si interessò molto alla moda, scrivendo a sua sorella per esempio, mentre era in visita al fratello Henry a Londra che aveva "guardato i veli mentre guidavano per le strade, e ho avuto il piacere di vederne diversi su teste volgari! " Il tipo preciso di berretto e il motivo per lo stile del vestito in mussola, di moda all'epoca, ho trovato alla Berrington Hall nell'Herefordshire con il gentile aiuto di Althea MacKenzie, la curatrice della collezione di costumi del National Trust ospitata lì. In una stanza buia, ha aperto scatole dopo scatole di fragili abiti del XVIII secolo per farmi vedere, tutto il periodo giusto per il tempo di Jane a Bath. Ho scelto un abito di mussola a macchie blu perché ne volevo uno che potessi adattare facilmente alla scelta del tessuto di Jane, descritto in un'altra delle sue lettere a Cassandra, "Sono stato tentato da una mussola piuttosto colorata e ne ho comprato dieci metri, ma a allo stesso tempo, se non ti va bene, non ti devi ritenere per niente obbligato a prenderlo, lo schema è una piccola macchia rossa ”. Althea mi ha anche consigliato lo stile di corsetteria che Jane avrebbe indossato per darle il giusto grado di allacciatura, letteralmente, e un seno rialzato così tipico dei suoi tempi.

Jane Austen ritratto La croce topazio sulla catena d'oro può essere vista su Chawton, ed era uno di una coppia che il più giovane dei fratelli navali, Charles, ha acquistato per le sue sorelle con il suo premio in denaro dopo aver preso parte come tenente sull '"Endymion" in un impegno di successo con un corsaro "La Furie". Jane ha scritto per ringraziarlo e rimproverarlo, dicendogli: "a che serve prendere dei premi, se espone i prodotti in regali per le sue sorelle?", Aggiungendo che ora sarebbero "insopportabilmente bene!"

Il nuovo ritratto di Jane Austen mostra Jane all'epoca in cui viveva e lavorava a Bath, soffusa di un delicato bagliore ambientale di pietra di Bath color oro pallido. L'illuminazione è classica settecentesca; all'interno, suadente, illuminata dall'alto a sinistra, suggerendo un'alta finestra georgiana appena fuori dalla vista al suo fianco. In bilico alla scrivania, con la penna e gli occhiali a portata di mano, questa è Jane nel suo ambiente di scrittura.

L'attuale pendenza in mogano che ha sempre usato si trova nella Treasures Gallery della British Library, dove ho potuto fare schizzi e calcolare misurazioni. Era affascinante vedere, non solo i suoi occhiali nel cassetto semiaperto, ma dove evidentemente aveva distrattamente pugnalato la penna al calamaio, e l'aveva mancato, lasciando più minuscoli buchi d'inchiostro nel legno accanto. Il Victoria and Albert Museum ha fornito utilmente le informazioni che le penne in acciaio non furono inventate fino al 1839, quindi ovviamente Jane scrisse con una penna d'oca. Molto probabilmente sarebbe stata una piuma d'oca, con tutte le impennate inutili eliminate. Jane scriveva su piccoli fogli di carta sciolti e li nascondeva frettolosamente se qualcuno si avvicinava.

Il che ci porta a discutere del suo personaggio, la cui comprensione è così vitale per un ritratto realistico. Era una persona molto riservata e riservata. La grafologa, Patricia Field, è convinta di avere "una natura solitaria che deduce dallo stretto riempimento della pagina, e che era" un'ossessivo compulsivo "dalla" connessione estrema della sua scrittura ", e aveva una" preoccupazione per salvaguardare i segreti ", Usando il suo" ingegno e saggezza "come armi per la sua auto-protezione. Jane era anche estremamente pratica, apparentemente dando istruzioni che la porta cigolante oltre la quale era solita scrivere, non doveva mai essere oliata.

Era una romantica, ma per niente sentimentale. Nell'Inghilterra georgiana c'era un realismo terroso e poco schizzinoso, e il George sul trono era "Farmer George", e Jane stessa sapeva tutto sull'uccisione del maiale di famiglia, sulla birra e sulle pulci delle sue nipoti, tutte menzionate nelle sue lettere. Francis Austen

I suoi nipoti e le sue nipoti hanno descritto quanto si divertivano con zia Jane e lei chiaramente adorava tutta la sua famiglia, essendo particolarmente vicina a sua sorella. Fin dall'inizio, sebbene sia stato un processo lento e difficile, ho cercato di tenere in considerazione tutto questo e di incorporare tutti i fili rilevanti della storia in un tutt'uno. La sua espressione è quindi complessa, di piacevole divertimento privato. Sta per prendere in giro qualche pomposità da qualche parte, o ha intenzione di mandare Marianne con Willoughby o qualche altro complotto deliziosamente malizioso. È ancora, ma sotto quel cappello ribolle di idee, sebbene abbia anche una qualità serena, sognante, interiore. Quella di Jane non era una voce forte, e questa è una piccola immagine tranquilla, ma ha forza, come la sua, ed è sottile e complessa. Per quanto riguarda l'autenticità del dettaglio, tutto ciò che poteva essere verificabile, l'ho ricercato e utilizzato. Sembrava solo appropriato, perché dopo tutto, Jane stessa ha fatto di tutto per garantire che tutti i suoi dettagli fossero accurati, persino chiedendo, ad esempio, "se c'erano siepi a Northampton", durante le ricerche su "Mansfield Park". Era anche un'appassionata visitatrice di gallerie d'arte, alla ricerca di ritratti lungo Pall Mall e Spring Gardens che potessero essere modelli per i suoi personaggi, dicendo di uno, trionfante, "Sono stato molto contento, in particolare, di un piccolo ritratto della signora Bingley ", Dicendo che era," eccessivamente simile a lei ". Bene, speriamo che anche questo ritratto possa incontrare la sua approvazione. Ho fatto del mio meglio per accontentarla.

Non possiamo mai sapere esattamente che aspetto avesse, e la somiglianza deve rimanere, in parte speculativa, ma sento che c'è una possibilità distintamente sportiva che non possa sbagliare troppo.

 

Melissa Dring è stata addestrata alla Royal Academy Schools di Londra come ritrattista e come artista della polizia forense dall'FBI a Washington, USA. È membro della The Pastel Society UK e mostra il suo lavoro nella mostra annuale primaverile alle Mall Galleries di Londra. Ha un B.Sc. Hons. in Psicologia dell'identificazione facciale e lavora come freelance per le forze di polizia in tutta la Gran Bretagna. Ha anche lavorato come artista di tribunale per i notiziari televisivi.

Jane Austen cera

Una statua di cera a grandezza naturale è stata realizzata ed è in mostra al Jane Austen Center di Bath. La statua di cera è stata una collaborazione dello scultore Mark Richards e Melissa Dring ed è stata presentata al pubblico nel luglio 2014. La reazione è stata straordinariamente positiva quando le tende sono state aperte. La statua di cera è ora esposta al pubblico.

Sviluppato da un ritratto forense dell'autore di Melissa Dring, il lavoro in cera ha richiesto più di 2 anni. I membri del team dietro la sua creazione, riuniti appositamente per il progetto, erano presenti all'evento: lo scultore di fama internazionale, un artista forense formato dall'FBI e un costumista vincitore del premio Bafta ed Emmy. Aprile 2019 - Sono in corso piani entusiasmanti per creare una statua in bronzo da collocare a Bath of Jane Austen. Il bronzo sarà scolpito da Mark Richards.

4 commentare

I don’t think that Melissa Dring’s forensic portrait of Jane Austin is accurate, because nobody has ever described Austin as plain or ugly. And this likeness of her is. It definitely resembles – but is much less good looking- Jennifer Ehle who starred opposite Colin Firth in Pride and Prejudice PBS Series. So I think that the pictures of Jennifer Ehle should be used as Jane Austen in 1801-6 Bath rather than this forensic portrait which also lacks in projecting Jane Austen amazing personality.

jwatson luglio 26, 2020

[…] Dring explains her research and methodology here. […]

What Did Jane Austen Look Like? - Austen Marriage luglio 26, 2020

[…] Dring explains her research and methodology here. […]

What Did Jane Austen Look Like? | Austen Authors luglio 26, 2020

Oh, this painting as well as the wax work look exactly how I would imagine Jane to have looked! So well done, and with that mischievous spark of humor in her eyes, I don’t think it could have been done any better!

Cathryn luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati