Intervista con Helena Kelly, autrice di Jane Austen the Secret Radical

Intervista con Helena Kelly, autrice di Jane Austen the Secret Radical

Il libro di Helena Kelly, Jane Austen the Secret Radical,ha iniziato un interessante dibattito intorno all'amato autore Regency quando è stato pubblicato nel novembre 2016. Il libro di Kelly ha esplorato Jane Austen come una scrittrice radicale, vivace e politicamente impegnata, e questo è stato uno shock per quelle persone che avevano pensato a Jane solo come una tranquilla , donna sorridente che passava il suo tempo scrivendo romanzi puramente romantici.

Dopo aver ricevuto una copia di revisione di questo brillante lavoro e dopo aver letto la sua analisi originale, la blogger di Jane Austen Maria Grazia si è conclusa con alcune domande che voleva porre a Helena Kelly. Così li ha scritti e le sono state gentilmente concesse le risposte. Ecco l'intervista che ne è risultata.

***

Ciao Helenae benvenuti nel nostro club del libro Jane Austen online! La mia prima domanda è ... Ho sempre pensato che Jane Austen fosse piuttosto rivoluzionaria, ma ora hai fatto un passo avanti a me: una radicale? Ciao e grazie per avermi invitato! Il titoloJane Austen the Secret Radicalin realtà non è mio, ma è una buona scelta per il libro. Non so che Austen volesse ribaltare le cose, ma voleva scavare ed esaminarle, per mostrare alle persone Nuovo ritratto di Jane Austencome hanno effettivamente funzionato, ed è di questo che si tratta il radicalismo, non è vero, scendendo alla "radice", la radice delle cose. Sono totalmente d'accordo con te, ovviamente. Ma quando e come hai capito esattamente che i suoi romanzi non sono semplicemente grandi case, balli ed eroi fantastici? Per quanto amassi - e tuttora amo - la BBC del 1995Orgoglio e pregiudizio, Mi è stato presto presentato un lato molto diverso di Austen. Abbiamo studiatoMansfield Parkper A-Level; un romanzo che ha un eroe molto audace, solo una palla e un'eroina che non finisce nella grande casa. Ho davvero lottato conMansfield Parke da allora ho cercato di portare quei due lati molto diversi di Austen in una sorta di equilibrio! Questa è più una richiesta di conferma, quindi una vera domanda. Qualcosa di cui voglio discutere con te. Trovo che il desiderio ostinato di Jane Austen di scrivere e pubblicare romanzi sia la sua prima dichiarazione politica e il suo atto più rivoluzionario come donna che vive in quel tempo e in quel luogo. Poi è arrivato il suo rifiuto di sposarsi. Non erano quegli atti veramente rivoluzionari? Certamente Austen era ostinata riguardo alla sua scrittura; estremamente testardo. Ha dovuto sopportare molte delusioni - come probabilmente saprai,Susan(quasi certamenteL'abbazia di Northanger) fu accettato da un editore nel 1803 ma non apparve. Scrisse agli editori nel 1809, cercando di convincerli a pubblicare il romanzo e la sua lettera è incredibilmente forte e davvero piuttosto aggressiva.Jane Austen the Secret Radicalinizia con lei che scrive quella lettera. Ma era meno anticonformista di quanto si pensi spesso; è cresciuta leggendo un buon numero di scrittrici di successo, molte delle quali hanno pubblicato con il proprio nome. Scrivere romanzi era un'occupazione ragionevolmente accettabile per le donne, sebbene (come la maggior parte delle occupazioni femminili) non molto apprezzata. Per quanto riguarda il matrimonio, non ci sono prove reali del fidanzamento di una notte con Harris Bigg-Wither; la "prova" sembra essere stata messa insieme da una nipote che non era nemmeno nata al momento del fidanzamento. Quindi è possibile che nessuno si sia mai proposto ad Austen! Si sarebbe sposata se fosse arrivato l'uomo giusto? Può essere. Ma aveva visto abbastanza dei pericoli del matrimonio e delle esigenze di una gravidanza senza fine per averla resa cauta. Tra i tanti argomenti seri affrontati dalla Austen nei suoi romanzi più importanti - femminismo, schiavitù, abusi, povertà, potere - qual è secondo te il più rivoluzionario e pericoloso? InMansfield ParkAusten non affronta solo il tema della schiavitù, ma del coinvolgimento attivo della Chiesa d'Inghilterra nella schiavitù. Portare la Chiesa a un compito in questo modo è stato davvero incendiario, e non è una coincidenza, credo, questoMansfield Parkè l'unico dei suoi romanzi che non è stato recensito al momento della pubblicazione. In effetti, sembra che ci sia stata una sorta di cospirazione del silenzio al riguardo. Qual è il suo romanzo più rivoluzionario? E invece la sua eroina più radicale? Come sopra,Mansfield Park- è profondamente anti-establishment. L'eroina Fanny Price, però, abbraccia Mansfield Park e tutto ciò che rappresenta. Penso che l'eroina più radicale sia probabilmente Elizabeth Bennet - lei che ama mettere in discussione, discutere, ridere del potere e sfidare l'autorità per giustificarsi. So che insegni Austen a centinaia di persone di tutte le età, nazionalità e background. Che ne dici di uno o due consigli per i poveri che tentano di insegnare ad Austen - tra gli altri classici - al pubblico più difficile che ci si possa aspettare, intendo gli adolescenti e soprattutto i ragazzi? I miei studenti sono stati prevalentemente donne e penso che anche gli uomini a cui piace Austen tendano a non venire da lei fino a quando Wentworthssono più grandi. Così tante persone "sanno" già cosa troveranno nei romanzi (grandi case, balli ed eroi ardenti, come dici sopra). Sono sempre un po 'titubante nel dire ad altre persone come insegnare, ma dato che hai chiesto un consiglio, penso che inizino conPersuasione, se possibile - ci sono alcuni uomini davvero virili, con tutti quegli ufficiali di marina e c'è un grande adattamento con Amanda Root e Ciaran Hinds che mette davvero in primo piano la guerra. Scegli i pezzi che non sono affatto romantici e lavora a ritroso da lì. L'immagine popolare intralcia il testo. Posso chiederti cosa ne pensi della grande quantità di fan fiction e adattamenti cinematografici di Jane Austen degli ultimi anni? Contribuiscono alla popolarità del suo lavoro o contribuiscono alla loro interpretazione errata? Tutti e due! Sono davvero combattuto su questa domanda, ad essere onesto. Come ho detto sopra, l'immagine popolare di Austen nasconde il testo. Ma molti degli adattamenti e delle continuazioni e dei sequel e così via sono davvero divertenti e rendono accessibile Austen; quelle non sono cose cattive. Ho appena finito di leggere un libro intitolatoLydiadi Natasha Farrant che mi è piaciuto molto e che penso sarebbe un ottimo libro "gateway" nei romanzi originali. E poi, guarda qualcosa di simileOrgoglio e pregiudizio e Zombi- è assurdo ma allo stesso tempo chiunque lo legga ha letto ben tre quarti del romanzo di Austen. Inoltre, ovviamente, rende esplicito il senso di minaccia esterna nel libro, sebbene i personaggi di Austen siano infastiditi dai francesi, non dalle orde di zombi! Ma sì, suppongo che mi piacerebbe vedere meno romanticismo e più adattamenti più grintosi, come il 1999Mansfield Park, diretto da Patricia Rozema. La Jane Austen evocata dagli adattamenti, ecc. Non somiglia così tanto all'autrice dei romanzi! Quindi, in conclusione, perché hai sentito il bisogno di scrivere il tuo "Jane Austen The Secret Radical"? Come i tuoi lettori sapranno, la Bank of England sta per introdurre una nuova banconota da £ 10 il prossimo anno, con Jane Austen. Tranne che non è davvero Jane Austen. È un ritratto idealizzato che è stato commissionato cinquant'anni dopo la sua morte, e sullo sfondo c'è l'immagine di una grande casa in cui Austen non ha mai realmente vissuto. È un'immagine così riduttiva di chi era e di cosa stanno facendo i suoi romanzi che ho pensato che fosse così. era tempo per un correttivo!     Helena Kellysi è laureato in Lettere Classiche e Inglese presso Oxford e King's College London. Lei insegnaAustenin una scuola estiva di Oxford e per un programma per studenti americani in visita a Bath. Ha insegnatoAustena centinaia di persone, di tutte le età, nazionalità e background. Jane Austen The Secret Radicalè il suo primo libro.

***

Questa intervista è stata pubblicata per la prima volta online su Maria's Il mio Jane Austen Book Club blog, e riprodotto qui con il suo gentile permesso.