La proposta di matrimonio di Harris Bigg-Wither: un mistero in corso?

Qual era la vera storia dietro la proposta di Jane Austen e Harris Bigg-Wither? Sapremo mai?

Proposta di Harris Bigg-Wither Nel tardo autunno del 1802, Jane e Cassandra Austen, che allora vivevano a Bath, andarono a stare con i loro buoni amici, Catherine e Alethea Bigg a Manydown Park, non lontano da Steventon. La visita è stata accolta con favore da entrambe le sorelle Austen, ma è finita male; alcuni giorni portarono il ritorno di Jane e Cassandra a casa del loro fratello a Steventon Rectory in lacrime, implorando James, il loro fratello sacerdote, di riportarli immediatamente a Bath. Allora divenne chiaro che Harris Bigg-Wither, il figlio della casa e fratello di Catherine e Alethea, aveva proposto il matrimonio a Jane. Era stato accettato, ma il mattino seguente fu respinto, poiché Jane aveva cambiato idea dall'oggi al domani. Qual è stata la ragione dietro l'accettazione iniziale di Jane della proposta di Bigg-Wither, seguita dalla sua ritrattazione il giorno successivo? Certamente sembra probabile che la proposta la colse di sorpresa. Forse perché si rendeva conto di quanto potesse essere infelice un matrimonio senza almeno una certa attrazione per il suo futuro marito? La consapevolezza che il matrimonio e la gravidanza avrebbero potuto significare la fine della sua carriera di scrittore l'ha influenzata? Jane Austen potrebbe essere piuttosto schietta su questo lato della vita matrimoniale, descrivendo una volta sua cognata, Elizabeth, che ha dato alla luce 11 figli, come un "povero animale". In una delle sue lettere alla sorella Cassandra, parla di una conoscente, la signora Deedes, che ha da poco dato alla luce una figlia, e commenta che ora raccomanda ai coniugi D. il regime delle stanze separate! Era semplicemente un commento arguto per il divertimento di Cassandra o rifletteva i suoi veri sentimenti che la maternità potesse effettivamente porre fine alla sua vita letteraria? Possiamo anche ipotizzare se nel 1802 Jane avesse intuito che poteva essere sull'orlo di irrompere nel mondo letterario e che il matrimonio con il giovane (secondo alcuni) poco attraente e socialmente inetto avrebbe potuto porre fine a questa ambizione? O c'era qualche altra ragione? Bigg-Wither era a detta di tutti circa 6 anni più giovane di Jane, ed è interessante riflettere se questo avesse qualche rapporto con i suoi "ripensamenti". In Orgoglio e pregiudizio lo sciocco Mr Collins è di qualche anno più giovane della sua futura moglie Charlotte Lucas, che ha raggiunto la veneranda età di 27 anni senza essere sposata! È anche interessante considerare se Jane possa essersi resa conto di provare ancora dei sentimenti per un altro uomo che aveva incontrato alcuni anni prima (Tom Lefroy), o forse il contrasto era troppo grande con un altro giovane che aveva incontrato e con cui un'attrazione reciproca si era formato prima della sua morte improvvisa? Era così sorpresa dalla proposta di Bigg-Wither da dare il suo consenso senza pensare a quello che stava dicendo? Forse non lo sapremo mai con certezza, ma quando leggiamo il capitolo 59 di Orgoglio e pregiudizio apprendiamo come, nella privacy della camera da letto, Lizzy Bennet "ha aperto il suo cuore a sua sorella Jane" riguardo al suo attaccamento a Darcy. Non posso fare a meno di chiedermi se questa scena, in cui Jane Bennet esclama con orrore all'idea stessa della sua adorata sorella che sposa quest'uomo, rifletta in qualche modo quello che è successo tra Jane e la sua amata Cassandra dopo la proposta di Bigg-Wither. È stata la reazione di Cassandra quella notte, quando i due erano soli nella loro camera da letto, che ha contribuito a far cambiare idea a Jane sul matrimonio con Bigg-Wither? Naturalmente, né Jane né Cassandra hanno lasciato alcun disco di cui siamo a conoscenza, ma il grido angosciato di Jane Bennet di "Oh Lizzy! Fai qualsiasi cosa piuttosto che sposarti senza affetto ". può darci qualche indizio su ciò che è realmente accaduto. A differenza del personaggio di Lizzy Bennet in Orgoglio e pregiudizioTuttavia, Jane Austen non è stata in grado di dare le sue "solenni assicurazioni di attaccamento" a sua sorella. Fanny Austen Knight KnatchbullCertamente, se leggiamo le lettere di avvertimento che Jane scrisse in seguito alle sue nipoti Fanny Knight e Anna Lefroy sull'argomento dei loro coinvolgimenti romantici, sembra chiaro che lei consiglia l'opportunità di riflettere molto sull'argomento prima di ogni possibile proposta di matrimonio e accettazione. Nel capitolo 7 di Emma, il dialogo che Jane dà a Emma Woodhouse quando consiglia ad Harriet Smith sulla proposta di matrimonio di Robert Martin è abbastanza esplicito: Emma parla del dovere di una donna in quel momento e dice: "Se può esitare in quanto a" Sì ", dovrebbe dire" No "direttamente. Non è uno stato in cui entrare in sicurezza con sentimenti dubbi, con mezzo cuore ”. Era questa la voce amara dell'esperienza di parlare e Jane rimpiangeva ancora profondamente quello che aveva fatto? Forse è una testimonianza della forza dell'affetto e del rispetto delle ragazze Bigg per le sorelle Austen che la loro reciproca amicizia alla fine si è ripresa da questo shock e ha continuato ad essere vicina e calda. Quali sono state le implicazioni del rifiuto di Jane Austen di una proposta di Harris Bigg-Wither che aveva così tanto da consigliarla? Doveva essere fin troppo consapevole che il matrimonio con quel giovane a suo agio sarebbe stato vantaggioso da un punto di vista mondano. Avrebbe guadagnato una casa stabile e avrebbe accolto favorevolmente la sicurezza finanziaria, l'unica vera possibilità per una donna single di una vita attiva e indipendente e i benefici che ne derivavano per sua sorella e i suoi genitori. Inoltre, avrebbe sollevato i fratelli Austen dalla necessità di sostenere finanziariamente e dare alloggio alle loro sorelle non sposate alla morte dei loro genitori. Possiamo solo speculare sul vero motivo per cui Jane Austen ha ritirato la sua promessa, ma possiamo essere sicuri che l'ha influenzata profondamente. Possiamo anche solo ipotizzare quali fossero i pensieri del reverendo e della signora George Austen.

****

Articolo scritto da Margaret Mills
Luglio 2019