Jane Austen: terapista familiare?

di Patrice Sarath Una delle gioie di rileggere i romanzi di Jane Austen è trovare ogni volta qualcosa di nuovo, portando con sé una comprensione più profonda dei suoi personaggi e della società in cui vivono. Sebbene Austen sia conosciuta come scrittrice di romance (e, direi, l'inventore della moderna struttura del romanticismo), trovo che la sua illustrazione delle dinamiche familiari sia l'aspetto più attraente del suo lavoro, e la ragione per cui ha fan in tutto il mondo, nel tempo e nella cultura. Ci invita nella sua vita e nei suoi tempi e riconosciamo noi stessi e le nostre famiglie nei suoi personaggi. A volte una rilettura mi fa vedere qualcosa che mi sono perso le dozzine di letture prima. Ad esempio, in orgoglio e pregiudizio, quando Jane prende freddo e deve pernottare a Netherfield, avevo letto il libro innumerevoli volte prima che mi venisse in mente che non si trattava di una "cosa Regency". Era imbarazzante per Jane come se fosse successo a qualcuno nel 21st secolo. La sfacciataggine della signora Bennet nell'ingegnerizzare l'intera faccenda è peggiorata ancora quando l'ho guardata da quel punto di vista. Riuscite a immaginare - andare a casa di uno sconosciuto per il tè e poi dover pernottare per giorni? E il dottore deve venire? Povera Jane! Allo stesso modo, immagina la mia gioia quando ho colto Elisabetta che roteava gli occhi al pontificato di Maria:
Poi, non percependo in Elisabetta alcuna inclinazione a rispondere, aggiunse: «Per quanto l'evento debba essere infelice per Lydia, possiamo trarne questa utile lezione: che la perdita di virtù in una femmina è irrecuperabile; quell'unico passo falso la coinvolge in una rovina infinita; che la sua reputazione non è meno fragile di quanto è bella; e che non può essere troppo prudente nel suo comportamento nei confronti degli immeritevoli dell'altro sesso ". Elizabeth alzò gli occhi sbalordita, ma era troppo oppressa per rispondere. Mary, tuttavia, continuò a consolarsi con questo tipo di estrazioni morali dal male che avevano di fronte.
Persuasione è piena zeppa della sua profonda comprensione delle dinamiche familiari. Basta leggere questo estratto:
La dichiarazione di Mary era: "Odio mandare i bambini alla Grande Casa, anche se la loro nonna vuole sempre vederli, perché li asseconda e li asseconda a tal punto, e dà loro così tanta spazzatura e cose dolci, che sono sicuri tornare malato e arrabbiarsi per il resto della giornata ". E la signora Musgrove colse la prima opportunità di essere sola con Anne, per dire: "Oh! Miss Anne, non posso fare a meno di desiderare che la signora Charles avesse un po 'del tuo metodo con quei bambini ... credo che la signora Charles non sia del tutto soddisfatta del mio non invitare loro più spesso; ma sai che è molto brutto avere figli con uno che si è obbligati a controllare in ogni momento; "non farlo" e "non farlo" o che si può solo tenere in tollerabile ordina più torta di quanta ne faccia loro ".
Suocere e nuore, discutendo su come allevare i figli da allora - per sempre. Adoro anche questa descrizione di Charles Musgrove, verso la fine del libro:
I visitatori si congedarono; e Charles, dopo averli accolti civilmente, e poi fatto loro una smorfia e insultati per essere venuti ...
Oops - colpevole come accusato! Concentrandosi sul romanticismo, gli adattamenti cinematografici e televisivi rendono i libri di Austen un disservizio. Sì, adoro Amanda Root e Ciaran Hinds Persuasione e Emma Thompson Senso e sensibilità, e sia Keira Knightley Orgoglio e pregiudizio e la miniserie Colin Firth, ma nessuno degli adattamenti (ad eccezione di Persuasione) arriva davvero alla profondità dei romanzi. Mansfield Park è stato particolarmente mal utilizzato. Mansfield Park non è una storia d'amore, quindi i tentativi di classificarla come tale di solito sono un disastro. Invece, è un romanzo triste, divertente e difficile sui fallimenti e le dislocazioni familiari. La povera schifosa Fanny torna a casa, solo per scoprire che non appartiene alla sua prima famiglia più di quanto non appartenga ai Bertram. Ci sono troppi esempi da citare, ma due vengono in mente: tutti gridano le stesse informazioni ogni volta che entrano nella stanza e una lite tra due sorelle per un coltello d'argento. Il primo è praticamente un pezzo di sitcom. Quest'ultima è solo una semplice rivalità tra fratelli. La rappresentazione di Austen della povera, rumorosa e turbolenta famiglia di Portsmouth di Fanny Price è perfetta. Le persone litigano e gridano, i padri non hanno autorità nella propria casa, le madri non possono controllare le loro figlie, tutti sono rumorosi e maleducati - è divertente e, beh, umano. Pensiamo che Austen sia calmo, freddo, uno spirito cerebrale. Nessuno può scrivere di una famiglia disfunzionale con quel livello di familiarità e non averla vissuta. Leggere di Fanny Price ci dà un'idea di Jane Austen. Consiglio vivamente di leggere Mansfield Park per la sua profonda conoscenza delle famiglie. È abbastanza divertente, anche se, ammettiamolo, è difficile arrivare alle parti divertenti. Comunque, ne vale la pena. Emma è il capolavoro di Austen e lo adoro per come ritrae la genitorialità e la vita familiare. Questa è una cosa che gli adattamenti della Austen non mostrano davvero: la presenza di bambini piccoli nei suoi libri. Sono ovunque, e più che semplici dispositivi di trama, sono personaggi vivi e respiranti. Il cognato di Emma le dice:
Ebbene, Emma, ​​non credo di avere altro da dire sui ragazzi; ma hai la lettera di tua sorella, e ogni cosa è completamente spiegata lì, possiamo esserne sicuri. La mia accusa sarebbe stata molto più concisa di quella di lei, e probabilmente non molto nello stesso spirito; tutto ciò che devo raccomandare di essere compreso, non rovinarli e non sottoporli a fisica.
Chiunque abbia ogni baby-sat ha ricevuto gli stessi messaggi contraddittori dai genitori. I Watsons, il romanzo incompiuto, ha uno dei passaggi più dolci con un ragazzino che ama ballare, ed Emma Watson che ha pietà di lui e si offre di ballare con lui. Amo questo. Adoro il modo in cui questo ragazzo ha il suo arco e la sua motivazione, e posso dire che Austen conosceva ragazzini come questo.
Se il viso del povero ragazzino nella sua felicità era stato interessante per Emma, ​​lo era infinitamente di più sotto quell'improvviso rovescio; - era il ritratto della delusione, con le guance cremisi, le labbra tremanti e gli occhi piegati sul pavimento. Sua madre, soffocando la propria mortificazione, cercò di placare la sua, con la prospettiva della seconda promessa della signorina Osborne; - ma anche se riuscì a pronunciare con uno sforzo di Coraggio fanciullesco "Oh! Non mi dispiace - era molto evidente dall'incessante agitazione dei suoi lineamenti che gliene importava più che mai. - Emma non pensava, né rifletteva; - sentiva e agiva. "Sarò molto felice di ballare con voi, signore, se vi piace", disse, tendendogli la mano con il massimo del buon umore. - Il ragazzo in un momento restituito a tutta la sua prima gioia - guardò con gioia sua madre e facendosi avanti con un sincero e semplice Grazie, la signora fu immediatamente pronta ad assistere alla sua nuova conoscenza.
Oh mio Dio, lei lo chiama "Signore"! Mi rende solo felice di leggerlo. Io non ho dimenticato L'abbazia di Northanger. L'abbazia di Northanger è un romanzo di YA tanto quanto una parodia dei raccapriccianti romanzi gotici che le ragazze stavano leggendo in quel momento. Catherine ha fratelli e sorelle minori; gioca ancora con loro, ed è molto giovane e ingenua, anche più della maggior parte dei sedicenni o diciassette anni. È molto interessante vedere come viene ritratta la maternità L'abbazia di Northanger. La signora Moreland è impegnata ma calma, amorevole ma con gli occhi chiari sulla giovinezza e le prospettive di sua figlia, e piuttosto rilassata sull'avventura di Catherine. Quando ha saputo che Catherine doveva prendere l'allenatore di scena da sola per tornare a casa, loda sua figlia per il suo buon senso, mentre allo stesso tempo sa che era una cosa piuttosto spaventosa da fare. Ha giustamente dubbi sulla proposta di Henry Tilney a Catherine, e devo ammetterlo anch'io. Ma poi di nuovo, anch'io sono una madre, e la forza della scrittura di Austen è che posso riconoscere gli elementi comuni della maternità nel suo lavoro. So che c'è molto di più in Austen di quello che ho descritto qui, e potrei parlare dei miei pezzi preferiti tutto il giorno se ne avessi la possibilità. Adoro che ogni ri-lettura approfondisca la mia comprensione e apprezzamento per il mio autore preferito. Quali sono i tuoi esempi di gemme austen nascoste? Fatemelo sapere nei commenti. Buona (ri)lettura!
Patrice Sarath è l'autore della Orgoglio & Pregiudizio Sequel L'inaspettata signorina Bennet sulla sorella imbarazzante preferita di tutti, Mary Bennet, e il romanzo ispirato austen Le sorelle Mederos. Scopri di più sul suo lavoro su www.patricesarath.com