Evelyn

Per Miss Mary Lloyd, il seguente romanzo è su autorizzazione Dedicato, dal suo Obedt: umile Servt: l'autore In una parte in pensione della contea del Sussex c'è un villaggio (per quel che so al contrario) chiamato Evelyn, forse uno dei i luoghi più belli del sud dell'Inghilterra. Un gentiluomo di passaggio a cavallo una ventina d'anni fa, era così totalmente della mia opinione a questo riguardo, che si fermò nella piccola birreria e chiese con grande serietà se ci fosse qualche casa da affittare nella parrocchia. La padrona di casa, che come tutti gli altri di Evelyn era straordinariamente amabile, scosse la testa a questa domanda, ma non sembrava disposta a dargli alcuna risposta. Non poteva sopportare questa incertezza, ma sapeva di non ottenere le informazioni che desiderava. Ripetere una domanda che sembrava già mettere a disagio la brava donna era impossibile ... Si voltò da lei con visibile agitazione. "In che situazione mi trovo!" disse tra sé mentre si avvicinava alla finestra e sollevava la fascia. Si ritrovò ravvivato dall'Aria, che sentì in misura molto maggiore quando aveva aperto la finestra di quanto avesse fatto prima. Eppure fu solo per un momento ... Il dolore straziante del dubbio e della sospensione appesantiva di nuovo i suoi spiriti. La brava donna che aveva osservato in ansioso silenzio ogni svolta del suo volto con quella benevolenza che caratterizza gli abitanti di Evelyn, lo pregò di spiegarle la causa del suo disagio. «C'è qualcosa, signore, in mio potere che possa sollevare i vostri Greif? Dimmi in che modo posso calmarli, e credimi che il balsamo gentile di Comfort e Assistenza non mancherà; perché davvero, signore, ho un'anima simpatica. 'Donna amabile' (disse il signor Gower, colpito quasi fino alle lacrime da questa generosa offerta) 'Questa grandezza d'animo in uno per cui sono quasi uno sconosciuto, non serve che a farmi desiderare più calorosamente una casa in questo dolce villaggio- -. Cosa non darei per essere il tuo prossimo, per essere benedetto con la tua conoscenza e con la conoscenza più approfondita delle tue virtù! Oh! con che piacere mi formerei con un simile esempio! Dimmi allora, migliore delle donne, non c'è possibilità? - Non posso parlare - Conosci il mio significato ... ». 'Ahimè! Signore, "rispose la signora Willis," non ce n'è. Ogni casa in questo villaggio, dalla dolcezza della situazione e dalla purezza dell'aria, in cui né la miseria, né la cattiva salute, né il vizio sono mai stati diffusi, è abitata. Eppure, "(dopo una breve pausa)" c'è una Famiglia, che anche se si è affezionata calorosamente al luogo, ma da una peculiare generosità di disposizione forse sarebbe disposta ad accontentarti con la loro casa. Ha colto con entusiasmo questa idea e, avendo ottenuto una direzione per il luogo, si è subito incamminato per raggiungerlo. Mentre si avvicinava alla Camera, era felicissimo della sua situazione. Si trovava al centro esatto di un piccolo paddock circolare, delimitato da una palizzata regolare, e delimitato da una piantagione di pioppi lombardi e abeti rossi alternativamente disposti su tre file. Una passeggiata di ghiaia attraversava questo bellissimo arbusto e poiché il resto del paddock non era numerato da qualsiasi altro legname, la superficie di esso perfettamente uniforme e liscia, e sfiorata da quattro mucche bianche che erano disposte a distanze uguali l'una dall'altra, il tutto l'aspetto del luogo quando il signor Gower entrò nel recinto era insolitamente sorprendente. Una strada di ghiaia ben arrotondata, senza alcuna svolta o interruzione, conduceva immediatamente alla casa. Il signor Gower suonò: la porta fu presto aperta. "Il signore e la signora Webb sono a casa?" "Mio buon signore, lo sono" - rispose il servo; E facendo strada, condusse il signor Gower al piano di sopra in uno spogliatoio molto elegante, dove una signora che si alzava dal suo posto, lo accolse con tutta la generosità che la signora Willis aveva attribuito alla famiglia. «Benvenuto al meglio degli uomini: benvenuto in questa Casa e in tutto ciò che contiene. William, dì al tuo padrone della felicità io divertitevi - invitatelo a prenderne parte -. Portate subito un po 'di cioccolato; Stendi un panno nella sala da pranzo e porta il pasticcio di cervo ... Nel frattempo lascia che il gentiluomo mangi dei panini e porti un cesto di frutta. Manda su un po 'di ghiaccio e una bacinella di minestra, e non dimenticare gelatine e torte ». Poi, voltandosi verso il signor Gower, e tirando fuori la sua borsa: "Accetti questo, mio ​​buon signore. Credimi, sei il benvenuto in tutto ciò che è in mio potere di concedere ... Vorrei che la mia borsa fosse più pesante, ma il signor Webb deve supplire alle mie mancanze ... So che ha contanti in casa per un importo di cento sterline, che ti porterà immediatamente ». Il signor Gower si sentì sopraffatto dalla sua generosità mentre si metteva la borsa in tasca, e dall'eccesso della sua gratitudine, riuscì a malapena a esprimersi in modo intelligibile quando accettò la sua offerta delle cento sterline. Il signor Webb entrò presto nella stanza e ripeté ogni protesta di amicizia e cordialità che la sua signora aveva già fatto. Il cioccolato, i panini, le gelatine, le torte, il ghiaccio e la zuppa fecero presto la loro comparsa e il signor Gower, dopo aver assaggiato qualcosa di tutto e intascato il resto, fu condotto nella sala da pranzo, dove mangiò un ottimo Cena e bevuto dei vini più squisiti, mentre i coniugi Webb gli stavano accanto e continuavano a insistere perché mangiasse e bevesse ancora un po '. «E ora mio buon signore», disse Mr Webb, quando il pranzo di Mr Gower fu concluso, «cos'altro possiamo fare per contribuire alla tua felicità ed esprimerti l'affetto che ti portiamo. Dicci cosa desideri di più ricevere e fai affidamento sulla nostra gratitudine per la comunicazione dei tuoi desideri. «Allora dammi la tua casa e il tuo giardino; Non chiedo altro. "È tuo", esclamarono entrambi insieme; "da questo momento è tuo." L'accordo concluso e il presente accettato dal signor Gower, il signor Webb telefonò per ordinare il trasporto, dicendo allo stesso tempo a William di chiamare le giovani signore. "Best of Men", disse la signora Webb, "non ci intrometteremo a lungo nel tuo tempo." "Non chiedere scusa, cara signora", rispose il signor Gower, "se le va, può restare questa mezz'ora". Entrambi scoppiarono in estasi di ammirazione per la sua gentilezza, che concordarono servisse solo a far apparire la loro condotta più imperdonabile nel trasgredire il suo tempo. Le Giovani Donne entrarono presto nella stanza. Il maggiore di loro aveva circa diciassette anni, l'altro di parecchi anni più giovane. Il signor Gower aveva appena fissato gli occhi su Miss Webb che sentiva che era necessario qualcosa di più per la sua felicità della casa che aveva appena ricevuto: la signora Webb lo presentò a sua figlia. "Il nostro caro amico Mr Gower, amore mio, è stato così bravo da accettare questa casa, piccola com'è, e da promettersi di mantenerla per sempre." "Mi permetta di assicurarle, signore," disse la signorina Webb, "che sono molto sensibile alla sua gentilezza a questo riguardo, che per la brevità della conoscenza di mio padre e di sua madre è più del solito lusinghiero." Il signor Gower si inchinò: "Lei è troppo cortese, signora, le assicuro che la casa mi piace moltissimo, e se completassero la loro generosità dandomi in sposa la loro figlia maggiore con una bella porzione, avrei dovuto farlo". niente di più da desiderare. Questo complimento fece arrossire le guance dell'adorabile Miss Webb, che sembrava però riferirsi a suo padre e sua madre. Si guardarono felici l'un l'altro - Alla fine la signora Webb rompendo il silenzio, disse - «Ci pieghiamo sotto un peso di obblighi nei tuoi confronti che non potremo mai ripagare. Prendi la nostra ragazza, prendi la nostra Maria, e su di lei deve ricadere il difficile compito di tentare di far tornare un po 'a tanta Benefiscenza. Il signor Webb ha aggiunto: "La sua fortuna è di diecimila sterline, una somma quasi troppo piccola per essere offerta". Questa obiezione è stata però immediatamente rimossa dalla generosità del signor Gower, che si è dichiarato soddisfatto della somma menzionata, i coniugi Webb, con il loro la figlia più giovane si congedò e il giorno dopo furono celebrate le nozze della loro maggiore con il signor Gower. Quest'uomo amabile si trovava ora perfettamente felice; unito a una giovane donna molto bella e meritevole, con una bella fortuna, una casa elegante, stabilitasi nel villaggio di Evelyn, e in tal modo abilitato a coltivare la sua conoscenza con la signora Willis, poteva avere un desiderio non gratificato? - Per alcuni mesi si accorse di non poterlo fare, finché un giorno mentre passeggiava nell'Arbusto con Maria appoggiata al braccio, videro una rosa in piena regola distesa sulla ghiaia; era caduto da un roseto che insieme ad altri tre era stato piantato dal signor Webb per dare una piacevole varietà alla passeggiata. Questi quattro alberi di rose servivano anche a contrassegnare i quartieri del Bosco, il che significa che il Viaggiatore poteva sempre sapere fino a che punto si trovava nel suo percorso intorno al recinto. Maria si chinò a raccogliere il bel fiore e con tutta la sua generosità familiare lo presentò a suo marito. "Mio caro Frederic," disse, "ti prego, prendi questa rosa affascinante." 'Rosa!' esclamò il signor Gower ... 'Oh! Maria, che cosa non mi ricorda! Ahimè, povera sorella mia, come ti ho trascurata! La verità era che il signor Gower era l'unico figlio di una famiglia molto numerosa, di cui Miss Rose Gower era la tredicesima figlia. Questa giovane donna i cui meriti meritavano un destino migliore di quello che aveva incontrato, era la beniamina dei suoi parenti: dalla chiarezza della sua pelle e dalla brillantezza dei suoi occhi, aveva pienamente diritto a tutto il loro affetto parziale. Un'altra circostanza ha contribuito all'amore generale che le portavano, e quella era una delle più belle chiome del mondo. Pochi mesi prima del matrimonio di suo fratello, il suo cuore era stato coinvolto dalle attenzioni e dal fascino di un giovane uomo il cui alto rango e le cui aspettative sembravano preannunciare obiezioni da parte della sua famiglia a un matrimonio che sarebbe stato altamente desiderabile per la loro. Furono fatte proposte da parte del giovane, e le debite obiezioni da parte di suo padre: gli si desiderava tornare da Carlisle, dove si trovava con la sua amata Rose, alla sede della famiglia nel Sussex. Fu obbligato a obbedire, e il padre arrabbiato, scoprendo poi dalla sua conversazione quanto fosse determinato a non sposare nessun'altra donna, lo mandò per due settimane all'Isola di Wight sotto la cura della famiglia Chaplin, con la speranza di superare la sua Costanza. dal tempo e dall'assenza in un paese straniero. Di conseguenza si prepararono a dare un lungo addio all'Inghilterra: al giovane nobile non fu permesso di vedere la sua Rosa. Salparono - Sorse una tempesta che sconcertò le arti dei marinai. La nave è stata distrutta sulla costa di Calshot e tutte le anime a bordo sono morte. Questo triste Evento raggiunse presto Carlisle e la bella Rosa ne fu colpita, al di là del potere dell'Espressione. Fu per alleviare la sua sofferenza ottenendo un'immagine del suo sfortunato amante che suo fratello intraprese un viaggio nel Sussex, dove sperava che la sua richiesta non sarebbe stata respinta dal padre severo ma afflitto. Quando raggiunse Evelyn non si trovava a molte miglia da ...----- Castello, ma i piacevoli eventi che gli erano accaduti in quel luogo gli avevano fatto dimenticare per un po 'l'oggetto del suo viaggio e della sua infelice sorella. Il piccolo incidente della rosa, tuttavia, gli fece ricordare di nuovo tutto ciò che la riguardava, e si pentì amaramente della sua negligenza. Tornò immediatamente a casa e agitato da Greif, Apprehension and Shame scrisse la seguente Lettera a Rosa. 14 luglio ... Evelyn Mia carissima sorella, poiché sono passati quattro mesi da quando ho lasciato Carlisle, periodo durante il quale non ti ho scritto una volta, forse mi accuserai ingiustamente di negligenza e dimenticanza. Ahimè! Arrossisco quando riconosco la verità della tua accusa. Eppure, se sei ancora vivo, non pensare troppo duramente a me, o supponi che potrei dimenticare per un momento la situazione della mia Rose. Credimi, non ti dimenticherò più, ma mi affretterò come il prima possibile a ... Castello se scopro dalla tua risposta che sei ancora vivo. Maria si unisce a me in ogni doveroso e affettuoso augurio, e io sono tuo sinceramente F. Gower. Attese nella più ansiosa attesa una risposta alla sua Lettera, che arrivò non appena la grande distanza da Carlisle avrebbe ammesso ... Ma ahimè, non veniva da Rosa. Carlisle 17 luglio Caro fratello, mia madre si è presa la libertà di aprire la tua lettera alla povera Rose, poiché è morta in queste sei settimane. La tua lunga assenza e il continuo silenzio ci hanno dato a tutti un grande disagio e l'hanno portata in fretta alla Tomba. Il tuo viaggio a ---- Castle potrebbe quindi essere risparmiato. Non ci dici dove sei stato dal momento in cui hai lasciato Carlisle, né in alcun modo spieghi la tua noiosa assenza, il che ci sorprende. Ci uniamo tutti in Complimenti a Maria e imploriamo di sapere chi è ... Yr affec: te Sister M. Gower. Questa lettera, con la quale il signor Gower fu obbligato ad attribuire alla propria condotta, la morte di sua sorella, fu uno shock così violento per i suoi sentimenti, che nonostante vivesse a Evelyn, dove la malattia era quasi mai sentita parlare, fu attaccato da un attacco di gotta, che confinarlo nella sua stanza offrì a Maria l'opportunità di risplendere in quel personaggio preferito di Sir Charles Grandison, un'infermiera. Nessuna donna sarebbe mai potuta apparire più amabile di Maria in tali circostanze, e finalmente per le sue continue attenzioni ebbe il piacere di vederlo riprendere gradualmente l'uso dei piedi. Non fu affatto una benedizione per lui, perché non appena fu in grado di lasciare la casa, montò a cavallo e cavalcò fino al Castello, desiderando scoprire se sua Signoria si fosse ammorbidita dalla sua La morte di Son, avrebbe potuto essere portata per acconsentire alla partita, se lui e Rosa fossero stati vivi. La sua amabile Maria lo seguì con i suoi occhi finché non lo vide più, e poi sprofondando nella sua sedia sopraffatta da Greif, scoprì che in sua assenza non poteva godere di alcun conforto. Il signor Gower arrivò in tarda serata al castello, che era situato su un'eminenza boscosa che dominava una bella prospettiva sul mare. Il signor Gower non disprezzava la situazione, anche se certamente era di gran lunga inferiore a quella di casa sua. C'era un'irregolarità nella caduta del terreno e una profusione di legname antico che gli sembrava inadatto allo stile del castello, poiché si trattava di un edificio di una data molto antica, pensava che fosse necessario il paddock di Evelyn lodge per formare un contrasto e ravvivare la struttura. L'aspetto cupo del vecchio castello che lo guardava accigliato mentre seguiva il suo tortuoso avvicinamento, lo colse di terrore. Né si credeva al sicuro, finché non fu introdotto nel salotto dove la famiglia era riunita per il tè. Il signor Gower era un perfetto estraneo per tutti nel Cerchio, ma sebbene fosse sempre timido nell'oscurità e facilmente terrorizzato quando era solo, non voleva quel coraggio più necessario e più nobile che gli permetteva senza un rossore di entrare in una grande festa di rango superiore, che non aveva mai visto prima, e di prendere il suo posto tra loro con perfetta indifferenza. Il nome di Gower non era sconosciuto a Lord -----. Si sentiva angosciato e stupito; Tuttavia si alzò e lo accolse con tutta la gentilezza di un uomo ben educato. Lady ----- che provò un dolore più profondo per la perdita di suo Figlio, di quanto il cuore più duro di Sua Signoria fosse capace, riuscì a malapena a mantenere il suo seggio quando scoprì che era il fratello della sua lamentata Rosa di Enrico. "Mio signore," disse il signor Gower non appena si fu seduto, forse sei sorpreso di ricevere la visita di un uomo che non potevi aspettarti di vedere qui. Ma mia sorella, la mia sfortunata sorella, è la vera causa del mio disturbo in questo modo: quella sfortunata ragazza ora non c'è più - e sebbene non possa ricevere alcun piacere dall'intelligenza, tuttavia per la soddisfazione della sua famiglia desidero sapere se la morte di questo infelice La coppia ha fatto un'impressione nel tuo cuore abbastanza forte da ottenere quel consenso al loro matrimonio che in circostanze più felici non saresti persuaso a dare supponendo che ora fossero entrambi vivi ». Sua Signoria sembrava smarrita per lo stupore. Lady ----- non poté sostenere la menzione di suo figlio e lasciò la stanza in lacrime; il resto della Famiglia rimase in ascolto, quasi convinto che il signor Gower fosse distratto. 'Signor Gower', rispose sua Signoria, 'questa è una domanda molto strana ... Mi sembra che lei stia supponendo un'impossibilità ... Nessuno può rimpiangere più sinceramente la morte di mio Figlio di quanto ho sempre fatto, e questo mi dà grande preoccupazione di sapere che la signorina Gower è stata affrettata dal suo ... Eppure supporre che siano vivi sta distruggendo immediatamente il motivo di un cambiamento nei miei sentimenti riguardo all'afrair. "Mio Signore," rispose il signor Gower con rabbia, "vedo che sei un uomo estremamente inflessibile e che nemmeno la morte di tuo Figlio può farti augurare felice la sua vita futura. Non tratterrò più Vostra Signoria. Capisco, vedo chiaramente che sei un uomo molto vile ... E ora ho l'onore di augurare una buona notte a tutte le vostre Signorie e Signorie. Immediatamente lasciò la stanza, dimenticando nella foga della sua rabbia l'ora tarda, che in qualsiasi altro momento lo avrebbe fatto tremare, e lasciando l'intera Compagnia unanime nel giudizio sul suo essere Pazzo. Tuttavia, quando era salito a cavallo e la grande Porta del Castello lo aveva escluso, sentì un tremito universale in tutto il suo corpo. Se consideriamo la sua situazione davvero, da solo, a cavallo, fino alla fine dell'anno come agosto, e di giorno, come le nove, senza luce a dirigerlo se non quella della luna quasi piena e le stelle che allarmarono lui dal loro luccichio, chi può trattenersi dal compatirlo? - Nessuna casa nel raggio di un quarto di miglio, e dietro di lui un castello oscuro annerito dall'ombra profonda di noci e pini .-- Si sentiva davvero quasi distratto dalle sue paure e chiudendo gli occhi finché non arrivò al villaggio per impedirgli di vedere zingari o fantasmi, cavalcò al galoppo fino in fondo. Al suo ritorno a casa suonò il campanello della casa, ma non apparve nessuno, una seconda volta suonò, ma la porta non si aprì, una terza e una quarta con altrettanto scarso successo, osservando la finestra della sala da pranzo aperta saltò dentro, e proseguì per la casa finché non raggiunse il camerino di Maria, dove trovò tutti i Servi riuniti per il tè. Sorpreso da uno spettacolo così insolito, svenne, dopo essersi ripreso si trovò sul divano, con la cameriera di sua moglie inginocchiata accanto a lui, che si irritava le tempie con l'acqua ungherese ... Da lei apprese che la sua amata Maria era stata così addolorata alla sua partenza che morì di crepacuore circa 3 ore dopo la sua partenza. Divenne quindi sufficientemente composto per dare gli ordini necessari per il suo funerale, che ebbe luogo il lunedì successivo a questo sabato - Quando il signor Gower ebbe stabilito l'ordine del corteo, si recò a Carlisle, per dare sfogo al suo dolore nel petto della sua famiglia - Vi arrivò in salute e di buon umore, dopo un viaggio delizioso di 3 giorni e 1/2 - Quale fu la sua sorpresa entrando nella sala colazioni nel vedere Rosa, la sua amata Rosa, seduta su un Divano; alla vista di lui svenne e sarebbe caduta se un Grentleman non fosse seduto con le spalle alla porta, si fosse alzato e l'avesse salvata dall'affondare a terra - Presto tornò in sé e presentò questo gentiluomo a suo fratello come suo marito, un signor Davenport ... "Ma mia carissima Rosa," disse lo stupito Gower, "pensavo che fossi morto e sepolto". "Ebbene, mio ​​caro Federico," rispose Rosa "desideravo che lo pensassi, sperando che diffondessi il rapporto sul paese e che in qualche modo raggiungesse ... Castello - Con questo speravo che qualcuno come o altro per toccare il cuore dei suoi abitanti. Non è stato fino a l'altro ieri ho saputo della morte del mio amato Henry, cosa che ho saputo dal signor Davenport che ha concluso dandomi la mano. L'ho accettato con trasporto e ieri mi sono sposato ... ». Il signor Gower, abbracciò sua sorella e strinse la mano al signor Davenport, poi fece una passeggiata in città - Passando davanti a un pub chiamò un boccale di birra, che gli fu portato immediatamente dalla sua vecchia amica Mrs Willis - Grande fu il suo stupore nel vedere la signora Willis a Carlisle. Ma non dimenticando il rispetto che le doveva, si inginocchiò e ricevette da lei la tazza schiumosa, più grato a lui di Nectar - Le fece subito un'offerta della sua mano e del suo cuore, che lei gentilmente si degnò di accettare , dicendogli che era solo in visita a suo cugino, che teneva l'Ancora e doveva essere pronto a tornare da Evelyn, ogni volta che voleva - 'La mattina dopo si sono sposati e si sono diretti immediatamente a Evelyn - Quando è arrivato a casa , ha ricordato di non aver mai scritto ai coniugi Webb per informarli della morte della loro figlia, di cui giustamente supponeva non sapessero nulla, dato che non hanno mai preso alcun giornale - Spedì immediatamente la seguente Lettera - Evelyn - 19 agosto 180-- Carissima signora, come possono le parole esprimere l'intensità dei miei sentimenti! La nostra Maria, la nostra amata Maria non c'è più, ha esalato l'ultima volta, sabato 12 agosto - Ti vedo ora in un'agonia di dolore lamentarti non della tua, ma della mia perdita - Resto soddisfatta, sono felice, posseduta mia adorabile Sarah, cosa posso desiderare di più? - Rimango rispettosamente vostro F. Gower Westgate Builgs 22 agosto Generoso, il migliore degli uomini come ci rallegriamo veramente di sentire del vostro attuale benessere e felicità! e quanto siamo veramente grati per la tua generosità senza precedenti nello scrivere per condurci con noi per lo sfortunato incidente che è accaduto alla nostra Maria - ho allegato una cambiale sul nostro banchiere per 30 sterline, che il signor Webb si unisce a me nel supplicare te e il mirabile Sarah ad accettare ... La vostra più grata Anne Augusta Webb I coniugi Gower hanno vissuto molti anni a Evelyn godendo della perfetta felicità, la giusta ricompensa delle loro virtù. L'unico cambiamento avvenuto a Evelyn fu che il signore e la signora Davenport si stabilirono lì nella vecchia dimora della signora Willis e furono per molti anni i proprietari del White Horse Inn - Finis

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati