Claire Tomalin e Carol Shields su Jane Austen's Life

Jane Austen - Una vita di Claire Tomalin

Recensito da Arti di Effetto a catena In qualità di biografo, il racconto di Tomalin sulla vita di Jane Austen è meticoloso ed esaustivo. La sua analisi è critica e acuta, il suo stile di scrittura audace, preciso e tagliente. I seguenti estratti sono ottimi esempi. Quando specula sulle possibili conseguenze della signora Austen che manda via i suoi bambini per essere allevati, Tomalin fa la seguente inferenza:
"L'aspetto più sorprendente delle lettere adulte di Jane è la loro difesa. Mancano di tenerezza verso se stessi tanto quanto verso gli altri. Sei consapevole della creatura interiore, profondamente reattiva e viva, ma soprattutto ti trovi di fronte al guscio duro; ea volte viene estratto un artiglio e viene dato un pizzicotto a qualunque cosa offenda. Sono le lettere di chi non le apre il cuore; e nell'adulto che evita l'intimità si percepisce il bambino che era incerto su dove aspettarsi amore o cercare sicurezza, e si è blindato contro il rifiuto ".
O questo per dire di madre e figlia:
"Sig.ra. Austen aveva una lingua tagliente per i vicini, apprezzata da sua figlia e trasmessa a lei. "
Oppure, con l'episodio di Jane che accetta e in seguito rifiuta la proposta di matrimonio di Harris Bigg-Wither, l'opinione di Tomalin è chiara:
“Avremmo preferito naturalmente Mansfield Park e Emma che la piccola di Bigg-Wither che Jane Austen avrebbe potuto dare al mondo, e chi quasi certamente le avrebbe impedito di scrivere altri libri. "
Se riesci ad apprezzare questo tipo di commenti abrasivi, troverai sicuramente divertente leggere Tomalin piuttosto che un abbozzo biografico altrimenti ordinario. Ironia della sorte, ho la sensazione che questo sia il tipo di biografie che Jane avrebbe scritto se avesse potuto scrivere senza censura. Mettendo a frutto la sua incisiva analisi, Tomalin esplora il processo creativo di Jane, dando credito alla sua ingegnosità immaginativa. La limitazione della mobilità fisica e sociale rende il mondo di Jane campanilistico, tuttavia i suoi personaggi e le sue trame sono diversi e innovativi. I suoi scritti sono prove di intrugli creativi puri.
"... essenzialmente sta inventando, assorbita dalla forma e dalle possibilità del romanzo ... Il mondo della sua immaginazione era separato e distinto dal mondo che abitava."
Per Jane, è l'immaginazione e non l'esperienza che le ha dato le ali per librarsi al di fuori delle sue tetre circostanze. Un vivido esempio è la scrittura del vivace Orgoglio e pregiudizio. Il romanzo è stato scritto durante un periodo di tragedia familiare con la morte del fidanzato di Cassandra Tom Fowle, e in mezzo alla delusione di Jane per l'evaporazione della speranza con Tom LeFroy. Tutto sommato, lo stile di scrittura tagliente e tagliente di Tomalin va a favore di Jane. La sua biografia è piena di risorse e divertente, la sua analisi incisiva e le sue conclusioni commoventi. Soprattutto, Jane l'avrebbe trovato divertente e soddisfacente. Jane Austen: una vita di Claire Tomalin, include altre 16 pagine di foto. Comprare on line Qui! Paperback: 384 pagine Editore: Pinguino; Nuova edizione edizione ISBN-10: 0140296905 ISBN-13: 978-0140296907 RRP: £9.99  

Jane Austen di Carol Shields

Recensito da Arti di Effetto a catena Jane Austen di Carol Shield è una versione succinta e gentile della vita di Jane. Shields e sua figlia, la scrittrice Anne Giardini, sono state presentatrici della JASNA AGM a Richmond, Virginia nel 1996. Questo libro è uscito cinque anni dopo. Shields ha creato un gioiello letterario di grande leggibilità, adornato dal suo stile di scrittura lucido e fluido. Come romanziere, l'obiettivo principale di Shields è quello di tracciare lo sviluppo di Jane come scrittrice. Esplorando le circostanze della sua famiglia mentre cresceva, Shields ci presenta una giovinezza dotata di spirito esuberante, una che aveva conosciuto la gioia delle rappresentazioni teatrali e sperimentato il potere esilarante dell'umorismo. L'ingenuità di Jane sta nelle sue parodie. Come giovane collaboratrice del settimanale The Loiterer di suo fratello maggiore James, era già un'abile scrittrice di satire. Shield osserva che:
“… È la forma satirica della sua scrittura giovanile che ci stupisce oggi. Cosa rende un bambino di dodici o tredici anni un satirico? ... Jane Austen era stata nutrita, certamente, in un circolo che apprezzava il burlesque ... ma era anche una piccola presenza in una famiglia numerosa e dotata. Si può presumere il suo desiderio di attirare l'attenzione dei suoi genitori e fratelli. Ha dato loro quello che volevano, quello che li avrebbe fatti ridere e meravigliati ad alta voce della sua intelligenza "
Questo desiderio di intrattenere, influenzare ed essere riconosciuta è rimasta la motivazione per la scrittura di Jane per tutta la sua vita. I suoi concerti e satire giovanili si sono trasformati in romanzi a tutti gli effetti. Prendi e basta L'abbazia di Northanger per esempio. È un burlesque del gotico in uno stile che le era familiare sin dalla sua infanzia. E uno sguardo ai personaggi come Mr. Collins in Orgoglio e pregiudizio, o la signora Elton in Emma, i lettori potrebbero facilmente apprezzare la "genialità comica e ... la maestria artistica" di Jane. Shields offre un'analisi approfondita delle opere di Austen, esplorando non solo la scrittura ma la psiche di una mente brillante. Come Tomalin, sfata il mito dell'arte che imita la vita e attribuisce all'immaginazione di Jane l'ingrediente chiave della sua ingegnosità:
“I suoi romanzi sono stati concepiti e composti isolatamente. Ha inventato i loro personaggi, le loro scene e scenari e il loro quadro morale. L'architettura romanzesca può essere stata presa in prestito dai romanzieri del diciottesimo secolo, ma lei l'ha resa nuova, pulita e razionale, proprio come se avesse preso con una scopa la vecchia pignoleria di trama e azione. Ha fatto tutto questo da sola. "
Considerando i limiti fisici e sociali che confinano Jane, è stata la sua scrittura a trasportarla verso nuovi mondi coraggiosi, e il veicolo era la sua immaginazione. Quando ho finito di leggere queste due biografie, l'elogio di Virginia Woolf a Jane Austen ha risuonato nella mia mente:
“Ecco una donna intorno al 1800 che scriveva senza odio, senza amarezza, senza paura, senza protesta, senza predica. Così scriveva Shakespeare ".

Mentre ci lamentiamo del fatto che Jane abbia lasciato solo sei romanzi completi dopo la sua prematura scomparsa a quarantun anni, facciamo tesoro di queste eredità di immaginazione e dell'ispirazione che evocano per le generazioni a venire.

Paperback: 208 pagine Editore: Fenice; Nuova edizione Ed ISBN-10: 0753812568 ISBN-13: 978-0753812563 RRP: £7.99   Arti recensisce film, libri, arte e intrattenimento sul suo blog Effetto a catena. Le piace molte cose, in particolare il lavoro e l'arguzia di Jane Austen.