Miss Austen si rammarica: una biografia "immaginata"

Sono molto soddisfatto del tuo racconto di Fanny; L'ho trovata d'estate proprio come descrivi, quasi un'altra sorella; e non avrei potuto supporre che una nipote sarebbe stata così tanto per me. È piuttosto alla ricerca del proprio cuore; dalle il mio più grande amore e dille che penso sempre a lei con piacere. Jane Austen a Cassandra il 7 ottobre 1808
Il problema con le biografie su Jane Austen è che c'è così tanto che non si sa per certo che almeno una parte della storia dovrà essere di fantasia. Di per sé, questo non è un problema, a meno che la finzione non sia presentata come verità o se la finzione non sia il tipo di scherzo romantico adolescenziale che la stessa Jane Austen avrebbe aborrito. Diventare Jane ha fallito in entrambi i casi, e nel frattempo La signorina Austen si rammarica non riesce in modo spettacolare, lo è quasi il film biografico di Jane Austen che molti Janeiti hanno sperato. Olivia Williams è eccellente come Jane Austen che si avvicina al suo quarantesimo compleanno. Acutamente intelligente, sarcastico e divertente ma comunque di buon cuore: sì, questa è la donna che avrebbe potuto creare Mary Crawford, Lucy Steele e Augusta Elton. Che gioia vedere Jane Austen non una patetica zitella dal cuore solitario, ma una donna che ha avuto l'opportunità di sposarsi ma ha scelto con lucidità di rimanere single e perseguire una carriera. La vediamo interessarsi sconsideratamente al business della paternità, passare da un editore a uno che le darà maggiore visibilità e lavorerà più a stretto contatto con lei e trarrà pieno vantaggio dalle opportunità professionali come coltivare la relazione del medico di suo fratello con il Price Regent. È stato anche bello vedere Jane come parte di una famiglia numerosa, lo stretto rapporto con Cassandra, il sistema di supporto reciproco con i suoi fratelli e la signora Austen ritratta non come un clone della signora Bennet ma come una donna intelligente anche se difficile la cui figlia minore era un genio. Anche a noi è venuta in mente l'idea che Cassandra avrebbe convinto Jane a non sposare Harris Bigg-Wither, anche se molti spettatori hanno tolto l'idea che Cassandra lo avesse fatto perché aveva paura di essere sola; la nostra impressione era che Cassandra non volesse che Jane sposasse un uomo che non amava sua interesse. (Dopo tutto, se Jane si fosse sposata per motivi di sicurezza, presumibilmente Cassandra sarebbe andata a vivere con Jane e suo marito.) Purtroppo, il tempo di esecuzione di 90 minuti (meno dopo i tagli richiesti da Masterpiece Classics) non è stato sufficiente per sviluppare la storia o anche molti dei personaggi con nostra soddisfazione. Sappiamo dalle lettere di Jane Austen che si è goduta un bicchiere di vino, ma strisciare tre fogli tra i cespugli al vento era un po 'troppo. Jane Austen seduta accanto al fuoco, le inibizioni rilassate da uno o due bicchieri di qualcosa delle cantine di Godmersham, e parlare in modo esilarante a Fanny sul gentiluomo presente è molto più vicino alla nostra immagine mentale. E mentre possiamo apprezzare appieno che una Jane matura sia interessata a un uomo giovane attraente e intelligente che si complimenta con i suoi "adorati figli", pensiamo che avrebbe mantenuto una prospettiva più ferma e più realistica su una relazione del genere, e si sarebbe rallegrata del fatto che un uomo del genere si mostrasse interesse per la sua nipote preferita (e pensiamo che le sue lettere ci confermino). Abbiamo anche dei cavilli con alcuni vestiti. Jane Austen era per lo più vestita con abiti informi simili a tuniche che erano piuttosto scollati durante il giorno. E abbiamo detto ad alta voce un paio di volte di troppo: "Che cosa ha in testa i Ferrar?" I cappelli erano semplicemente strani e non veniva quasi mai mostrata con il berretto da zitella che aveva adottato quando aveva vent'anni. Desideriamo ardentemente i giorni in cui i clienti erano fieri della correttezza storica! Quando i vestiti non sono giusti, lo spettatore esperto è distratto dalla storia. E avevamo dei rimpianti per il fatto che non sarebbe stato possibile in qualche modo girare il film a Chawton, così familiare a così tanti Janeiti, anche se comprendiamo che la logistica coinvolta sarebbe stata un enorme ostacolo da superare per i produttori, specialmente per un film per la televisione. Alla fine, il titolo del film diventa quasi una domanda anziché un'affermazione: Miss Austen aveva rimpianti? E ci viene mostrato che i rimpianti che aveva non erano quelli che i romantici avrebbero potuto desiderare: non desiderava l'amore, ma il tempo. E mentre avremmo potuto desiderare qualcosa di più da Miss Austen Regrets, dopo alcuni dei film eccessivamente romantici legati a Jane e al suo lavoro che abbiamo sofferto negli ultimi due anni, questo di per sé potrebbe essere considerato un trionfo. Miss Austen Regrets è stata presentata per la prima volta su PBS il 3 febbraio 2008. Ha una durata di 90 minuti, inclusa un'introduzione di Gillian Anderson. Miss Austen Regrets è disponibile presso il nostro negozio di articoli da regalo online. Clic Qui. Margaret C. Sullivan è una scrittrice e redattrice di Austenblog.com. Il suo recente libro, The Jane Austen Handbook: A Sensible Yet Elegant Guide to Her World può essere trovato nel nostro negozio di articoli da regalo. È anche autrice di, Deve esserci un omicidio, una continuazione di Northanger Abbey.