Senso e sensibilità: una panoramica

No, anzi, non sono mai troppo occupato per pensare a S. e S. Non posso dimenticarlo più di quanto una madre possa dimenticare il suo bambino succhiante; e sono molto grato a voi per le vostre richieste. Ho avuto due fogli da correggere, ma l'ultimo ci porta solo alla prima apparizione di Willoughby. Signora K. rimpianti nel modo più lusinghiero che lei deve aspettare fino a maggio, ma ho appena una speranza che il suo essere fuori a giugno. Henry non lo trascura; ha fretta la stampante, e dice che lo vedrà di nuovo oggi. Non si fermo durante la sua assenza, sarà inviato a Eliza. I redditi rimangono come erano, ma li farò alterare se posso. Sono molto gratificato dall'interesse della signora K in esso, ma io sono molto soddisfatto di e qualunque cosa possa essere l'evento di esso per quanto riguarda il mio credito con lei, sinceramente desiderano che la sua curiosità potrebbe essere soddisfatta prima di quanto ora è probabile. Penso che le piacerà il mio Elinor, ma non può costruire su nient'altro. Da Jane Austen a Cassandra 25 aprile 1811
Senso e sensibilità è un romanzo della scrittrice inglese Jane Austen. Pubblicato nel 1811, fu il primo dei romanzi di Austen ad essere pubblicato, sotto lo pseudonimo di "A Lady". La storia ruota attorno a Elinor e Marianne, due figlie di Mr. Dashwood dalla sua seconda moglie. Hanno una sorella minore, Margaret, e un fratellastro maggiore di nome John. Quando il padre muore, la tenuta di famiglia passa a John, e le donne Dashwood vengono lasciate in circostanze ridotte. Il romanzo segue le sorelle Dashwood fino alla loro nuova casa, un cottage nella proprietà di un lontano parente, dove sperimentano sia romanticismo che crepacuore. Il contrasto tra i personaggi delle sorelle alla fine si risolve quando ognuno di loro trova amore e felicità duratura. Questo porta alcuni a credere che il titolo del libro descriva come Elinor e Marianne trovano un equilibrio tra senso e sensibilità nella vita e nell'amore. Austen scrisse la prima bozza di Elinor e Marianne (in seguito rinominato Senso e sensibilità) c. 1795, quando aveva circa 19 anni, in forma epistolare. Mentre aveva scritto una grande quantità di narrativa breve nella sua adolescenza, Elinor e Marianne è stato il suo primo romanzo a figura intera. La trama ruota attorno a un contrasto tra il senso di Elinor e l'emotività di Marianne; le due sorelle potrebbero essere state liberamente basate sull'autrice e sulla sua amata sorella maggiore, Cassandra, con Austen che ha lanciato Cassandra come la sorella sobria e ben giudicante e se stessa come quella emotiva. Austen intendeva chiaramente rivendicare il senso e l'autocontrollo di Elinor, e al livello più semplice, il romanzo può essere letto come una parodia del romanticismo e della sensibilità in piena regola che era di moda intorno al 1790. Eppure il trattamento riservato da Austen alle due sorelle è complesso e sfaccettato. La biografa di Austen Claire Tomalin sostiene che Senso e sensibilità ha un "oscillare nel suo approccio", che si è sviluppato perché Austen, nel corso della scrittura del romanzo, è diventato gradualmente meno sicuro se il senso o la sensibilità dovrebbero trionfare. Conferisce a Marianne ogni qualità attraente: intelligenza, talento musicale, franchezza e capacità di amare profondamente. Riconosce anche che Willoughby, con tutte le sue colpe, continua ad amare e, in qualche misura, ad apprezzare Marianne. Per questi motivi, alcuni lettori trovano il matrimonio finale di Marianne con il colonnello Brandon un finale insoddisfacente. Il finale, tuttavia, si unisce ordinatamente ai temi del senso e della sensibilità facendo sposare alla sorella sensibile il suo vero amore dopo lunghi e romantici ostacoli alla loro unione, mentre la sorella emotiva trova felicità con un uomo che inizialmente non amava, ma che era una scelta eminentemente sensibile e soddisfacente di un marito. Il romanzo mostra al meglio la sottile ironia di Austen, con molti passaggi comici eccezionali sui Middleton, i Palmer, la signora Jennings, e Lucy Steele. Nel 1811, Thomas Egerton della casa editrice Military Library di Londra accettò il manoscritto per la pubblicazione, in tre volumi. Austen pagò per la pubblicazione del libro e pagò all'editore una commissione sulle vendite. Il costo di pubblicazione era più di un terzo del reddito familiare annuo di Austen di £ 460 (circa US $ 46,000 in denaro di oggi). Fece un profitto di £ 140 (US $ 14.000) alla prima edizione, che vendette tutte le 750 copie stampate nel luglio 1813. Una seconda edizione fu pubblicizzata nell'ottobre 1813. Il libro è stato adattato per il cinema e la televisione diverse volte, incluso un serial del 1981 per la TV diretto da Rodney Bennett; Un Film del 1995 adattato da Emma Thompson e diretto da Ang Lee; una versione in tamil chiamata Kandukondain Kandukondain pubblicato nel 2000; e un Serie TV del 2008 su BBC adattato da Andrew Davies e diretto da John Alexander. Panoramica della trama: Quando il signor Dashwood muore, la sua tenuta - Norland Park - passa a John, il suo unico figlio e figlio della sua prima moglie. La signora Dashwood, la sua seconda moglie, e le loro figlie, Elinor, Marianne e Margaret, sono lasciati solo un piccolo reddito. Sul letto di morte, il signor Dashwood aveva chiesto a John di promettere di prendersi cura delle sue sorellastre, ma la moglie egoista di John, Fanny, presto persuase il marito debole che non ha alcun vero obbligo in materia, e non dà nulla alle ragazze. John e Fanny si trasferisce a Norland mentre i suoi nuovi proprietari e le donne Dashwood, ora trattate come ospiti in quella che era la loro casa, iniziano a cercare un altro posto dove vivere. Il fratello di Fanny, Edward Ferrars, un giovane simpatico, senza pretese, intelligente ma riservato, viene a Norland per una visita. Lui ed Elinor sono chiaramente attratti l'uno dall'altra e la signora Dashwood spera che si sposino. Fanny chiarisce che la loro madre, una ricca vedova, vuole che suo figlio sposi una donna di alto rango o di grande proprietà, se non di entrambi. Sebbene Edward sia attento a Elinor, il suo comportamento riservato rende difficile indovinare le sue intenzioni. Elinor non incoraggia i suoi parenti a sperare nel matrimonio, anche se lo fa segretamente. Uno dei cugini della signora Dashwood, il ricco Sir John Middleton, le offre un cottage nella sua tenuta, Barton Park, nel Devonshire, e la signora Dashwood decide di accettare. Lei e le ragazze lo trovano minuscolo e oscuro rispetto a Norland, ma cercano di trarne il meglio. Sono accolti calorosamente da Sir John, che insiste affinché cenino spesso con lui nella grande casa di Barton Park e si uniscano alla vita sociale della sua famiglia. Con Sir John è anche sua suocera la signora Jennings, una ricca vedova piena di gentilezza e buon umore e che si assegna subito il progetto di trovare mariti per le ragazze di Dashwood. Durante la visita a Sir John, i Dashwood incontrano il suo vecchio amico, il colonnello Brandon. Diventa presto evidente che Brandon è attratto da Marianne e la signora Jennings li prende in giro a riguardo. Marianne non è contenta perché considera il colonnello Brandon, all'età di 35 anni, un vecchio scapolo incapace di innamorarsi o di ispirare l'amore in nessun altro. Marianne, fuori per una passeggiata, viene sorpresa dalla pioggia, scivola e si sloga la caviglia. L'affascinante e affascinante John Willoughby, che sta visitando la sua ricca zia, la signora Smith, nella zona, sembra essere fuori con la sua pistola ei suoi cani nelle vicinanze e vede l'incidente. La porta a casa e presto conquista la sua ammirazione con il suo bell'aspetto e la sua personalità estroversa, l'opposto del tranquillo e solenne Brandon. Va a trovarla ogni giorno, ed Elinor e la signora Dashwood iniziano a sospettare che la coppia sia segretamente fidanzata. Dopo una gita al picnic, durante la quale Willoughby e Marianne sono soli insieme per un po ', Willoughby dice alla signora Dashwood che avrà qualcosa di importante da dire alla sua prossima visita. La signora Dashwood presume che intende fare una proposta a Marianne e cercare la sua benedizione per la partita. Ma quando arriva il giorno, lei e Marianne sono sconvolte nel sentire Willoughby annunciare che sua zia lo sta mandando a Londra per affari e che potrebbe non tornare nella loro zona per un anno. Edward Ferrars visita i Dashwood a Barton Cottage ma sembra infelice. Elinor teme di non provare più sentimenti per lei. Tuttavia, a differenza di Marianne, non permette a nessuno di vederla crogiolarsi nella sua tristezza, sentendo che è suo dovere essere esteriormente calma per il bene di sua madre e delle sue sorelle, che amano Edward e hanno ferma fede nel suo amore per Elinor. Anne e Lucy Steele, cugine di Lady Middleton, vengono a soggiornare a Barton Park. Sir John dice a Lucy che Elinor è attaccata a Edward, spingendo Lucy a informare Elinor che lei (Lucy) è stata segretamente fidanzata con Edward per 4 anni. Sebbene Elinor inizialmente incolpi Edward per aver suscitato i suoi affetti quando non era libero di farlo, si rende conto che si è fidanzato con Lucy mentre era giovane e ingenuo e forse ha commesso un errore. Pensa (spera) che Edward non ami Lucy, ma non la ferirà né la disonorerà rompendo il loro fidanzamento. Elinor nasconde la sua delusione e lavora per convincere Lucy che non prova nulla per Edward. Questo è particolarmente difficile poiché vede che Lucy potrebbe non essere sinceramente innamorata di Edward e potrebbe solo renderlo infelice. Elinor e Marianne trascorrono l'inverno a casa della signora Jennings a Londra. Le lettere di Marianne a Willoughby rimangono senza risposta e lui la tratta freddamente quando la vede a una festa. Successivamente scrive a Marianne, allegando la loro precedente corrispondenza e gettoni d'amore, compresa una ciocca dei suoi capelli e informandola che è fidanzato con una signorina Gray, una donna ricca e di nobili origini con cinquantamila sterline (equivalenti a circa cinque milioni di sterline oggi). Marianne ammette a Elinor che lei e Willoughby non sono mai stati fidanzati, ma lei lo amava e lui l'ha portata a credere che lui l'amava. Il colonnello Brandon dice a Elinor che Willoughby aveva sedotto il reparto di Brandon, la quindicenne Eliza Williams, e l'aveva abbandonata quando era rimasta incinta. Brandon una volta era innamorato della madre della signorina Williams, una donna che assomigliava a Marianne e la cui vita fu distrutta da un infelice matrimonio combinato con il fratello del colonnello. Poiché a Fanny Dashwood non piacciono le sue cognate, rifiuta l'offerta del marito di lasciarle stare con lei. Invece, invita le Miss Steeles. Lucy Steele diventa molto arrogante e si vanta con Elinor che la vecchia vedova Mrs. Ferrars la favorisce. Infatti Fanny e la signora Ferrars erano affezionate a Lucy, quindi la sorella di Lucy, Anne, decide che non sarebbe improprio raccontare loro del fidanzamento di Lucy con Edward. Quando la signora Ferrars scopre il fidanzamento di Edward e Lucy, si infuria e gli chiede di porre fine immediatamente al fidanzamento. Tuttavia, rifiuta così lei lo diseredato, a favore immediato di suo fratello, Robert. Elinor e Marianne sono dispiaciute per Edward e lo considerano onorevole per essere rimasto fidanzato con una donna di cui non è innamorato. Edward progetta di prendere ordini sacri per guadagnarsi da vivere, e il colonnello Brandon, sapendo come le vite possono essere rovinate quando l'amore viene negato, esprime la sua commiserazione a Edward per la deplorevole circostanza e offre a Edward una canonica a Delaford, la tenuta del sterline all'anno. Il colonnello Brandon non intendeva che la canonica fosse assistenza per Edward a sposare Lucy poiché sarebbe insufficiente per ospitare una moglie, ma intende fornire a Edward un po 'di sostentamento. Elinor incontra il rozzo fratello di Edward, Robert ed è scioccato dal fatto che non abbia scrupoli a rivendicare l'eredità di suo fratello. Le sorelle terminano il loro soggiorno invernale a Londra e iniziano il viaggio di ritorno a Barton passando per Cleveland, la tenuta di campagna del genero della signora Jennings, il signor Palmer. Là, infelice per Willoughby, Marianne trascura la sua salute e si ammala gravemente. Venuto a conoscenza della sua grave malattia, Willoughby arriva all'improvviso e rivela a Elinor che amava veramente Marianne, ma da quando è stato diseredato quando la sua benefattrice ha scoperto la sua seduzione di Miss Williams, ha deciso di sposare la ricca Miss Grey. Elinor racconta a Marianne della visita di Willoughby. Marianne ammette che sebbene amasse Willoughby, non avrebbe potuto essere felice con il padre libertino di un figlio illegittimo, anche se le fosse stato accanto. Marianne si rende anche conto che la sua malattia è stata causata dal suo crogiolarsi nel dolore, dalla sua eccessiva sensibilità, e se fosse morta, sarebbe stato moralmente equivalente al suicidio. Ora decide di modellarsi sul coraggio e sul buon senso di Elinor. La famiglia scopre che Lucy ha sposato il signor Ferrars. Quando la signora Dashwood vede quanto è sconvolta Elinor, si rende finalmente conto di quanto siano forti i sentimenti di Elinor per Edward ed è dispiaciuta di non aver prestato più attenzione all'infelicità di sua figlia. Tuttavia, il giorno successivo Edward arriva e rivela che è stato suo fratello, Robert Ferrars, a sposare Lucy. Dice di essere rimasto intrappolato nel suo fidanzamento con Lucy, "una donna che aveva smesso da tempo di amare", e lei ha rotto il fidanzamento per sposare l'ormai ricco Robert. Edward chiede a Elinor di sposarlo, e lei è d'accordo. Alla fine Edward si riconcilia con sua madre, che gli dà diecimila sterline. Si riconcilia anche con sua sorella Fanny. Edward ed Elinor si sposano e si trasferiscono nella canonica a Delaford. Tuttavia, la signora Ferrars tende a favorire Robert e Lucy rispetto a Edward ed Elinor. La patrona del signor Willoughby alla fine gli dà la sua eredità, vedendo il suo matrimonio con una donna di il buon carattere lo ha riscattato. Willoughby si rende conto che sposare Marianne avrebbe prodotto lo stesso effetto; se si fosse comportato in modo onorevole, avrebbe potuto avere amore e denaro. Nei due anni successivi, la signora Dashwood, Marianne e Margaret trascorrono la maggior parte del loro tempo a Delaford. Marianne matura e, all'età di diciannove anni, decide di sposare il 37enne colonnello. Ci viene detto che non è nella sua natura fare qualcosa a metà, e la gratitudine e il rispetto che è arrivata a provare per lui si sviluppano in un amore molto profondo. La casa del colonnello è vicino alla canonica in cui vivono Elinor ed Edward, quindi le sorelle ei loro mariti possono visitarsi spesso. 1. Claire Tomalin, Jane Austen: Una vita (New York: Vintage, 1997) 2. Secondo un'analisi combinata del cambiamento dei valori valutari nel tempo e dei tassi di cambio contemporanei, una sterlina 1811 vale circa cento dollari nel 2007 oggi. Ad esempio, vedere http://www.measuringworth.com.) Ristampato da Wikipedia.com