Beau Brummell e la nascita della moda reggenza

Beau Brummell era un Dandy?

È un'idea sbagliata popolare che un dandy Regency fosse un horror incipriato e rattoppato, vestito di seta e affettazione. Nulla potrebbe essere più lontano dalla verità. L'originale e il più grande dandy di tutti - Beau Brummell - si sarebbe tirato indietro con orrore per essere paragonato a queste creature. Sebbene avesse dei sensi molto raffinati - affermando di aver preso un raffreddore dopo aver condiviso una stanza con uno sconosciuto umido e di aver nutrito un palato delicato (quando gli è stato chiesto se mangiava verdure, si dice che abbia risposto "Signora, una volta ho mangiato un pisello". ) - queste pretese erano solo aggiunte alla sua ragion d'essere: il suo aspetto. Era molto chiaro che i vestiti non dovevano mai attirare l'attenzione, "niente di troppo stretto o troppo alla moda" ha ammonito. Se le teste si giravano per seguire un uomo lungo la strada, non era ben vestito. La massima di Brummell era "lino fine e abbondante". Non era mai appariscente, ma virile e dignitoso e, sebbene non alto, si sforzava di essere perfetto in ogni modo. Ogni giorno, la sua toilette richiedeva più di due ore e comportava lavarsi i denti, radersi, lavare e strofinare accuratamente; seguito da spazzolando il suo corpo dappertutto con una spazzola rigida e infine inseguendo eventuali peli rimanenti con un paio di pinzette. Si vantava di non aver mai avuto bisogno del profumo perché era così pulito. La ricerca della perfezione di Brummell nel suo vestito lo ha portato a ideare una staffa per andare sotto il piede e impedire ai suoi pantaloni di raggrinzirsi, ma è la cravatta per la quale è più famoso. Una storia racconta che il suo cameriere lascia la stanza con le braccia cariche di cravatte di lino, "questi sono i nostri fallimenti" - non c'è da stupirsi che Brummell abbia ispirato la canzoncina
La mia cravatta, naturalmente, costituisce la mia cura principale, poiché per questo noi giuriamo criteri di eleganza; E mi costa, ogni mattina, qualche ora di raffica, per far sembrare che sia legato in fretta.
Indossava invariabilmente un cappotto blu abbottonato in vita con le code tagliate sopra il ginocchio, pantaloni e panciotto color bufalo, rifiniti con il più bianco dei cravattini bianchi e stivali di iuta del nero più nero il cui splendore, si diceva, si estendeva al suole ed è stata mantenuta con schiuma di champagne. Gli unici gioielli sarebbero i suoi bottoni luccicanti e un semplice anello con sigillo. Ha detto di se stesso: “Non ho altri talenti che vestire; il mio genio è nell'indossare abiti. " Acquista la moda Regency nel nostro negozio di articoli da regalo online, clicca qui! Questo pezzo complementare all'articolo di Joanna Brown su Beau Brummell è stato copiato con il permesso di Regency World di Jane Austen. Per saperne di più su questa rivista, l'unica rivista a colori dedicata a Jane Austen, o per iscriverti, visita il loro sito web: www.worldmags.com