Captain Wentworth's Diary, di Amanda Grange: A Review

Diario del capitano Wentworth di Amanda Grange Quando si sente che il proprio sostegno a Jane Austen paraliterature è un business senza speranza in quanto il genere è diventato un pantano di twaddle rivoltante scritto da persone che pensano che Jane Austen fosse una dolce zitella che scriveva belle storie d'amore, è un vero sollievo ricordare perché ci preoccupiamo ancora. Ci sono alcune gemme che si trovano nei fanghi, Gentle Readers, e i precedenti due libri di Amanda Grange, (Mr.) Diario di Darcy E Diario di Mr. Knightley, sono tra questi. Siamo lieti di raccontare che la sua ultima offerta, Diario del capitano Wentworth, non delude. Il punto di vista di questi racconti "dal punto di vista dell'eroe" è quello di presentare il retroscena, di mostrare il parallelo al viaggio dell'eroina. In questa rivisitazione Persuasione ci viene data una vera delizia: l'intera storia dell'estate dell'anno sei, quando Anne Elliot e Frederick Wentworth si innamorarono. Il giovane Wentworth è pieno di "intelligenza, spirito e brillantezza" come lo descrisse Jane Austen; fresco dei suoi eroici a St. Domingo, rotola nel Somerset pronto a ballare e flirtare con ogni bella ragazza. L'ultima cosa che si aspetta è di innamorarsi, soprattutto non con la tranquilla Anne; e quando lo fa, e offre per lei, ed è accettato, l'ultima cosa che si aspetta è che lei rompa il loro fidanzamento. Lascia Somerset, ferito e arrabbiato, per fare la sua fortuna. Otto anni dopo, Napoleone è stato confinato all'Elba e la Royal Navy torna a casa; e di tutte le grandi case in Inghilterra da affittare, suo cognato sceglie Kellynch, la scena di quella storia d'amore mortificante. Wentworth arriva, fresco della scena dolorosa di aiutare il suo amico Benwick a far fronte alla morte della sua fidanzata, ancora risentito per il suo rifiuto, e convinto che il potere di Anna Elliot con lui fosse sparito per sempre. Il palco è pronto e il gioco è in corso. Quando leggiamo Persuasione, di solito ci arrabbiamo per conto di Anne quando Wentworth appare per la prima volta; arrabbiato per la sua maleducazione, per aver detto alle belle ragazze Musgrove che Anne era così alterata che non l'avrebbe conosciuta. Doveva sapere che le sarebbe stato ripetuto; doveva sapere come quelle parole potessero ferire; come poteva un uomo una volta così innamorato dire una cosa del genere? Non dovrebbe, non lo fa! Ma la signora Grange è gentile con il suo eroe; ci viene mostrato il suo shock nel vedere dapprima Anne, abbattuta da otto anni di delusione e rimpianto, e averla scambiata per una bambinaia; di essere così distratto da questo cambiamento e dalle emozioni che genera in se stesso, che pronuncia sconsideratamente le parole offensive. Invece di nutrire il nostro risentimento (o urlare a voce alta imprecazioni navali salate, come è nostra abitudine), ci siamo trovati, con nostro grande stupore, in simpatia con lui. Un altro espediente interessante è un parallelismo tra le storie di Anne e Wentworth. Ad esempio, sappiamo del dolore di Anne quando la signora Croft parla del matrimonio di suo fratello; Anne pensa che si riferisca a Frederick, quando intende il fratello maggiore, Edward. In questa storia, i Croft raccontano a Wentworth che Miss Elliot è ancora molto bella e che sua sorella è sposata con Charles Musgrove. Wentworth, conoscendo la proprietà di una simile corrispondenza per Anne, presume che lei sia la signora Charles piuttosto che Mary, e prova lo stesso dolore e lo stesso sollievo di Anne quando scopre il suo errore. L'episodio del sesto anno occupa il primo terzo del romanzo, quindi alcuni elementi della storia principale erano, secondo noi, un po 'più affrettati di quanto vorremmo; ma siamo persuasioniti devoti e non ne abbiamo mai abbastanza di questi personaggi. C'è certamente soddisfazione da provare: nel seguire il cambiamento di cuore di Wentworth mentre riconosce i suoi veri sentimenti; il suo rimprovero quando si rende conto che il suo flirt sconsiderato con Louisa Musgrove potrebbe avere gravi conseguenze; la sua gelosia per il signor Elliot e la paura che sia troppo tardi per conquistare Anne finalmente; pensieri che scorrono a raffiche e sussulti di emozione mentre ascolta una conversazione e scrive una lettera; e una bella e lunga chiacchierata durante una passeggiata dal White Hart a Camden Place, "spiriti che danzano in privato rapimento". Come gli altri libri della serie di Ms. Grange, viene prestata scrupolosa attenzione all'originale, anche durante l'interpretazione di ciò che non viene esplicitamente mostrato, e alcune scene ben note vengono arricchite mentre altre sono condensate, completando piacevolmente l'originale. Anne Elliot è l'eroina più matura di Jane Austen e, a differenza delle sue sorelle, le eroine ha vissuto il suo viaggio di conoscenza di sé prima dell'apertura del romanzo. È Wentworth a fare il vero viaggio Persuasionee in Il diario del capitano Wentworth facciamo quel viaggio con lui, da giovane ufficiale sfacciato a uomo maturo, plasmato dall'esperienza e dalla perdita ma ancora in grado di cogliere un'opportunità quando non può più ascoltare in silenzio, e sebbene conosciamo la fine, esultiamo quando ritorna la speranza. Il diario del capitano Wentworth è disponibile direttamente dal editore o da Amazon.co.uk; sarà pubblicato in Nord America da Berkeley il prossimo anno. Rilegato: 224 pagine Editore: Robert Hale Ltd (30 giugno 2007) ISBN-13: 978-0709082811 Prezzo: £18.99
Margaret C. Sullivan è la webmistress di Tilneys e botole e Il culto di Da Mane ha un fascino infantile per le grandi navi di legno e gli uomini che le navigano. Il suo ultimo libro, Manuale di Jane Austen adesso è disponibile.