J. M. W. Turner: Painter of Light

800px-Turner_selfportrait Joseph Mallord William "J. M. W." Turner, RA (battezzato il 14 maggio 1775-19 dicembre 1851) è stato un pittore paesaggista, acquarellista e incisore romantico inglese. Turner era considerato una figura controversa ai suoi tempi, ma ora è considerato l'artista che ha elevato la pittura di paesaggio a un'eminenza che rivaleggia con la pittura storica. Sebbene rinomato per i suoi dipinti ad olio, Turner è anche uno dei più grandi maestri della pittura paesaggistica ad acquerello britannica. È comunemente noto come "il pittore della luce" e il suo lavoro è considerato una prefazione romantica all'impressionismo. Alcune delle sue opere sono citate come esempi di arte astratta prima del suo riconoscimento all'inizio del XX secolo. Joseph Mallord William Turner fu battezzato il 14 maggio 1775, ma la sua data di nascita è sconosciuta. Si ritiene generalmente che sia nato tra la fine di aprile e l'inizio di maggio. Lo stesso Turner ha affermato di essere nato il 23 aprile, ma non ci sono prove. È nato a Maiden Lane, Covent Garden, a Londra, in Inghilterra. Suo padre, William Turner (1745-21 settembre 1829), era un barbiere e produttore di parrucche, sua madre, Mary Marshall, proveniva da una famiglia di macellai. Una sorella minore, Mary Ann, nacque nel settembre 1778 ma morì nell'agosto 1783. La Bethlem del diciottesimo secolo è stata particolarmente rappresentata in una scena di A Rake's Progress (1735) di William Hogarth, la storia del figlio di un ricco mercante, Tom Rakewell, la cui vita immorale lo porta a finire a Bethlem. Nel 1785, a causa della madre che mostrava i segni del disturbo mentale per il quale fu ricoverata prima al St Luke's Hospital for Lunatics in Old Street nel 1799 e poi al Bethlem Hospital nel 1800, il giovane Turner fu mandato a stare con suo zio materno, Joseph Mallord William Marshall, a Brentford, poi una piccola città sulle rive del Tamigi a ovest di Londra. Di questo periodo si trova il primo esercizio artistico conosciuto di Turner, una serie di semplici colorazioni di lastre incise di Henry Boswell Vista pittoresca delle antichità di Inghilterra e Galles. Intorno al 1786, Turner fu inviato a Margate, sulla costa nord-orientale del Kent. Qui ha prodotto una serie di disegni della città e dell'area circostante che prefigurano il suo lavoro successivo. Turner è tornato a Margate molte volte in età avanzata. A questo punto, i disegni di Turner venivano esposti nella vetrina di suo padre e venduti per pochi scellini. Suo padre si vantava con l'artista Thomas Stothard che: "Mio figlio, signore, diventerà un pittore". Nel 1789 Turner rimase di nuovo con suo zio, che si era ritirato a Sunningwell nel Berkshire (in seguito, a seguito dei cambiamenti di confine del 1974, parte dell'Oxfordshire). Sopravvive un intero album da disegno di questo periodo nel Berkshire, così come un acquerello di Oxford. L'uso di schizzi a matita sul posto come base per dipinti finiti successivamente ha costituito la base dello stile di lavoro essenziale di Turner per tutta la sua carriera. Una veduta del palazzo arcivescovile, Lambeth Descrizione Questo acquerello fu il primo ad essere accettato per la mostra annuale della Royal Academy nell'aprile 1790, il mese in cui Turner compì quindici anni. L'acquerello mostra i progressi di Turner nella padronanza della prospettiva, mostrando diversi edifici da angolazioni notevolmente diverse. (1790) Molti dei primi schizzi di Turner erano studi di architettura e / o esercizi di prospettiva ed è noto che da giovane ha lavorato per diversi architetti tra cui Thomas Hardwick (junior), James Wyatt e Joseph Bonomi the Elder. Entro la fine del 1789 aveva anche iniziato a studiare con il disegnatore topografico Thomas Malton, che Turner avrebbe poi chiamato "Il mio vero maestro". Entrò nella Royal Academy of Art School nel 1789, quando aveva 14 anni, e un anno dopo fu ammesso all'Accademia. Sir Joshua Reynolds, presidente della Royal Academy, ha presieduto la giuria che lo ha ammesso. All'inizio Turner mostrò un vivo interesse per l'architettura, ma fu consigliato dall'architetto Thomas Hardwick di continuare a dipingere. La sua prima pittura ad acquerello Una vista del palazzo arcivescovile, Lambeth fu accettato per la mostra estiva della Royal Academy del 1790 quando Turner aveva 15 anni. In qualità di probationer nell'accademia, gli fu insegnato a disegnare da calchi in gesso di sculture antiche e il suo nome appare nel registro dell'accademia più di cento volte dal luglio 1790 al Ottobre 1793. Nel giugno 1792 fu ammesso al corso di vita per imparare a disegnare il corpo umano da modelli nudi. Turner esponeva acquerelli ogni anno all'Accademia, viaggiando d'estate e dipingendo d'inverno. Ha viaggiato molto in tutta la Gran Bretagna, in particolare in Galles, e ha prodotto una vasta gamma di schizzi per elaborare studi e acquerelli. Questi si sono concentrati in particolare sul lavoro architettonico, che ha utilizzato le sue capacità di disegnatore. Nel 1793, ha mostrato un acquerello intitolato The Rising Squall - Hot Wells da St Vincent's Rock Bristol (ora perduto) che prefigurava i suoi successivi effetti climatici. Cunningham nel suo necrologio di Turner scrisse che era: "riconosciuto dai pochi più saggi come un nobile tentativo di sollevare l'arte del paesaggio dalle insipidità addomesticate ... [e] manifestò per la prima volta quella maestria degli effetti per la quale è ora giustamente celebrato ". 800px-Joseph_Mallord_William_Turner _-_ Fishermen_at_Sea _-_ Google_Art_Project Turner ha esposto il suo primo dipinto ad olio all'Accademia nel 1796, Pescatori in mare: una scena notturna al chiaro di luna di The Needles, che si trova al largo dell'isola di Wight. L'immagine delle barche in pericolo contrasta la fredda luce della luna con il bagliore del fuoco della lanterna dei pescatori. Wilton ha detto che l'immagine: "È un riassunto di tutto ciò che era stato detto sul mare dagli artisti del diciottesimo secolo". e mostra una forte influenza di artisti come Horace Vernet, Philip James de Loutherbourg, Peter Monamy e Francis Swaine, ammirato per i suoi dipinti marini al chiaro di luna. Non si può dire che questo particolare dipinto mostri alcuna influenza di Willem van de Velde il Giovane, poiché quel pittore non conosce una sola scena notturna. Alcuni lavori successivi, tuttavia, come mostrato di seguito, furono creati per rivaleggiare o completare il modo dell'artista olandese. L'immagine è stata elogiata dalla critica contemporanea e ha fondato la reputazione di Turner, sia come pittore ad olio che come pittore di scene marittime. Turner viaggiò molto in Europa, iniziando con Francia e Svizzera nel 1802 e studiando al Louvre di Parigi nello stesso anno. Ha fatto molte visite a Venezia. Durante una visita a Lyme Regis, nel Dorset, dipinse una scena tempestosa (ora al Cincinnati Art Museum). Joseph_Mallord_William_Turner_081 Un supporto importante per il suo lavoro è venuto da Walter Ramsden Fawkes, di Farnley Hall, vicino a Otley nello Yorkshire, che divenne un caro amico dell'artista. Turner visitò per la prima volta Otley nel 1797, all'età di 22 anni, quando gli fu commissionato di dipingere acquerelli della zona. Era così attratto da Otley e dall'area circostante che ci è tornato per tutta la sua carriera. Lo sfondo tempestoso di Annibale che attraversa le Alpi si dice che sia stato ispirato da una tempesta sulla Chevin a Otley mentre si trovava a Farnley Hall. Turner è stato un ospite frequente di George O'Brien Wyndham, 3 ° conte di Egremont, a Petworth House nel West Sussex e ha dipinto scene che Egremont ha finanziato prese dal terreno della casa e della campagna del Sussex, inclusa una vista sul Canale di Chichester. Petworth House mostra ancora una serie di dipinti. Quando Turner è cresciuto, è diventato più eccentrico. Aveva pochi amici intimi tranne suo padre, che ha vissuto con lui per 30 anni e ha lavorato come assistente di studio. La morte di suo padre nel 1829 ebbe un profondo effetto su di lui e da allora in poi fu soggetto ad attacchi di depressione. Non si è mai sposato, ma ha avuto una relazione con una vedova più anziana, Sarah Danby. Si crede che sia stato il padre delle sue due figlie nate nel 1801 e nel 1811. In seguito ebbe una relazione con Sophia Caroline Booth, dopo la morte del suo secondo marito, vivendo per circa 18 anni come "Mr Booth" nella sua casa di Chelsea. Come molti altri durante la giornata, Turner era un consumatore abituale di tabacco da fiuto; nel 1838 il re di Francia, Luigi Filippo, gli regalò una tabacchiera d'oro. Di altre due tabacchiere, un esemplare in agata e argento porta il nome di Turner, e un altro, fatto di legno, è stato raccolto insieme ai suoi occhiali, lente d'ingrandimento e portacarte da un domestico associato. Turner morì nella casa della sua amante Sophia Caroline Booth a Cheyne Walk a Chelsea il 19 dicembre 1851, e si dice che abbia pronunciato le ultime parole "Il sole è Dio". Su sua richiesta è stato sepolto nella cattedrale di St Paul, dove giace accanto a Sir Joshua Reynolds. La sua ultima mostra alla Royal Academy fu nel 1850. L'amico di Turner, l'architetto Philip Hardwick (1792–1870), figlio del suo tutore, Thomas Hardwick, era incaricato di organizzare il funerale e scrisse a coloro che conoscevano Turner per dirglielo a il momento della sua morte che, "Devo informarti, lo abbiamo perso". Altri esecutori testamentari furono suo cugino e capo lutto al funerale, Henry Harpur IV (benefattore di Westminster - ora Chelsea e Westminster - Hospital), Revd. Henry Scott Trimmer, George Jones RA e Charles Turner ARA. Il talento di Turner è stato riconosciuto all'inizio della sua vita. L'indipendenza finanziaria ha permesso a Turner di innovare liberamente; il suo lavoro maturo è caratterizzato da una tavolozza cromatica e lavaggi atmosferici ampiamente applicati di vernice. Secondo David Piper La storia illustrata dell'arte, le sue foto successive furono chiamate "puzzle fantastici". Tuttavia, Turner è stato riconosciuto come un genio artistico: l'influente critico d'arte inglese John Ruskin lo ha descritto come l'artista in grado di "misurare in modo più emozionante e sincero gli stati d'animo della Natura". 1280px-Joseph_Mallord_William_Turner, _English _-_ The_Burning_of_the_Houses_of_Lords_and_Commons, _October_16, _1834 _-_ Google_Art_Project Veicoli adatti all'immaginazione di Turner sono stati trovati in naufragi, incendi (come l'incendio del Parlamento nel 1834, un evento a cui Turner si precipitò a testimoniare in prima persona e che trascrisse in una serie di schizzi ad acquerello), catastrofi naturali e fenomeni naturali come luce solare, tempesta, pioggia e nebbia. Era affascinato dal potere violento del mare, come si vede in L'alba dopo il naufragio (1840) e "The Slave Ship" (1840). Nave di schiavi La principale impresa di Turner nel campo della stampa è stata la Liber Studiorum (Libro degli studi), settanta stampe su cui lavorò dal 1806 al 1819. Il Liber Studiorum era un'espressione delle sue intenzioni per l'arte del paesaggio. Liberamente basato su quello di Claude Lorrain Liber Veritatis (Book of Truth), le tavole dovevano essere ampiamente diffuse e classificarono il genere in sei tipi: marino, montuoso, pastorale, storico, architettonico ed elevato o epico pastorale. La sua incisione è stata una parte importante della sua produzione, e ad essa è dedicato un museo, il Turner Museum di Sarasota, in Florida, fondato nel 1974 da Douglass Montrose-Graem per ospitare la sua collezione di stampe di Turner. Turner ha inserito gli esseri umani in molti dei suoi dipinti per indicare il suo affetto per l'umanità da un lato (si noti le frequenti scene di persone che bevono e si divertono o lavorano in primo piano), ma la sua vulnerabilità e volgarità in mezzo alla natura 'sublime' di il mondo dall'altro. "Sublime" qui significa grandezza maestosa e selvaggia, un mondo naturale non dominato dall'uomo, prova del potere di Dio - un tema che artisti e poeti romantici stavano esplorando in questo periodo. Per Turner, la luce era l'emanazione dello spirito di Dio e questo è il motivo per cui ha concentrato l'argomento dei suoi dipinti successivi tralasciando distrazioni come oggetti solidi e dettagli, concentrandosi sul gioco della luce sull'acqua, la radiosità dei cieli e dei fuochi. Anche se questi ultimi dipinti sembrano essere "impressionisti" e quindi un precursore della scuola francese, Turner si sforzava di esprimere la spiritualità nel mondo, piuttosto che rispondere principalmente ai fenomeni ottici. 423px-Turner_Tintern1 I suoi primi lavori, come Abbazia di Tintern (1795), rimase fedele alle tradizioni del paesaggio inglese. Tuttavia, in Annibale che attraversa le Alpi (1812), era già entrata in gioco un'enfasi sul potere distruttivo della natura. Il suo stile pittorico distintivo, in cui utilizzava la tecnica dell'acquerello con colori ad olio, creava leggerezza, fluidità ed effetti atmosferici effimeri. Negli ultimi anni ha usato gli oli in modo sempre più trasparente e si è rivolto a un'evocazione di luce quasi pura mediante l'uso di colori scintillanti. Un ottimo esempio del suo stile maturo può essere visto in Pioggia, vapore e velocità - La Great Western Railway, dove gli oggetti sono appena riconoscibili. L'intensità della tonalità e l'interesse per la luce evanescente non solo hanno posto il lavoro di Turner all'avanguardia della pittura inglese, ma hanno esercitato un'influenza sull'arte in Francia; gli impressionisti, in particolare Claude Monet, studiarono attentamente le sue tecniche. 1280px-Turner _-_ Rain, _Steam_and_Speed ​​_-_ National_Gallery_file Turner ha usato pigmenti come il carminio nei suoi dipinti, sapendo che non erano di lunga durata, nonostante il consiglio degli esperti contemporanei di usare pigmenti più resistenti. Di conseguenza, molti dei suoi colori sono ora notevolmente sbiaditi. John Ruskin si lamentò di quanto velocemente il lavoro di Turner decadesse; Turner era indifferente ai posteri e scelse materiali che sembravano belli quando applicati di fresco. Nel 1930 c'era la preoccupazione che sia i suoi oli che i suoi acquerelli stessero sbiadendo. Alti livelli di cenere nell'atmosfera durante il 1816, l '"Anno senza estate", portarono a tramonti insolitamente spettacolari durante questo periodo, e furono un'ispirazione per alcune delle opere di Turner. John Ruskin dice nelle sue "Note" su Turner nel marzo 1878, che uno dei primi mecenati, il dottor Thomas Monro, il medico principale di Bedlam, ebbe un'influenza significativa sullo stile di Turner:
Il suo vero maestro era il dottor Monro; All'insegnamento pratico di quel primo mecenate e alla saggia semplicità del metodo di studio dell'acquerello, in cui fu disciplinato da lui e accompagnato da Giston, si deve principalmente attribuire il sano e costante sviluppo del potere maggiore; la grandezza del potere stesso, è impossibile sopravvalutare.
Durante un viaggio in Europa, intorno al 1820, incontrò il medico irlandese Robert James Graves. Graves stava viaggiando diligentemente sulle Alpi quando salì un uomo che sembrava il compagno di una nave, si sedette accanto a lui e ben presto tolse di tasca un taccuino sul quale la sua mano passava di tanto in tanto con la rapidità di fulmini. Graves si chiese se l'uomo fosse pazzo, guardò, vide che lo sconosciuto aveva notato le forme delle nuvole mentre passavano e che non era un artista comune. I due hanno viaggiato e disegnato insieme per mesi. Graves racconta che Turner avrebbe delineato una scena, si sarebbe seduto senza fare nulla per due o tre giorni, poi all'improvviso "forse il terzo giorno avrebbe esclamato 'eccolo', e afferrando i suoi colori lavorare rapidamente finché non avesse annotato il particolare effetto che voleva fissare nella sua memoria. " staffa-fingal-s-cave Il primo americano ad acquistare un dipinto di Turner è stato James Lenox di New York City, un collezionista privato. Lenox desiderava possedere un Turner e nel 1845 ne acquistò uno invisibile tramite un intermediario, il suo amico C. R. Leslie. Tra i dipinti che Turner aveva a portata di mano ed era disposto a vendere per £ 500, Leslie scelse e spedì il suggestivo paesaggio marino del 1832 Staffa, grotta di Fingal. Preoccupata per l'accoglienza del dipinto da parte di Lenox, che conosceva il lavoro di Turner solo attraverso le incisioni, Leslie scrisse a Lenox che la qualità Staffa, "un'immagine molto poetica di un battello a vapore" sarebbe diventata evidente nel tempo. Dopo aver ricevuto il dipinto, Lenox rimase sconcertato e "molto deluso" da ciò che definì "indistinto" del dipinto. Quando Leslie fu costretta a trasmettere questa opinione a Turner, Turner disse "Dovresti dire al signor Lenox che l'indistinzione è il mio forte". Staffa, grotta di Fingal è ora di proprietà dello Yale Center for British Art.
Testo e immagini da Wikipedia.com