The Jane Austen Book Club

The Jane Austen Book Club è un gruppo eterogeneo di eccentrici come la California specializzata in. Le cinque donne e un uomo che compongono i membri del gruppo di lettura sono un gruppo eterogeneo, età, background, stato civile, orientamenti sessuali diversi, lettori principianti di Jane Austen e coloro che rileggono Austen da decenni. Il loro legame comune è che le loro vite sono disperse, frammentate e solitarie. Il 21 ° secolo non fornisce loro alcun insieme di valori per dire loro quali comportamenti sono giusti o sbagliati, quali relazioni sono accettabili o inaccettabili. Il loro obiettivo più alto è quello di compiacere se stessi, anche se sembrano non avere idea di come affrontarlo al meglio e le loro relazioni personali sono soggette a cambiamento. Armeggiano nel buio. Sembra altamente improbabile che un tale gruppo di lettura trovasse rilevanza nei romanzi inglesi del diciannovesimo secolo, poiché i membri del club sono lontani anni luce dalle signore e dai gentiluomini di Jane Austen che reprimono le loro emozioni, ritardano le loro gratificazioni, mantengono la loro dignità, si conformano al loro società e sposarsi, nel bene e nel male, finché la morte non li ha separati. Come possono gli americani ultramoderni relazionarsi con personaggi che trovano scioccante il divorzio ma che considerano il duello con le pistole una risposta razionale alla provocazione? Il club del libro potrebbe anche leggere della vita su un altro pianeta, eppure leggono Jane Austen. Ma il loro interesse per i personaggi di Austen non è forse più improbabile dell'interesse dello spettatore per le vite disordinate dei californiani e della speranza dello spettatore che i membri del club del libro troveranno amore e felicità, eppure ciò accade anche. Il film inizia con un promemoria ben costruito delle vite tormentate che conduciamo nel 21 ° secolo, costantemente tormentate da cicalini e beep, toni e timer, messaggi preregistrati e macchinari malfunzionanti. È tutto così impersonale, frustrante e incredibilmente solitario, eppure il mondo moderno ha legami con Jane Austen, l'irresistibile fascino dell'innamoramento (Orgoglio e pregiudizio), il conforto dei parenti solidali (Senso e sensibilità), il dolore delle famiglie disfunzionali (Mansfield Park), la freschezza della giovinezza (L'abbazia di Northanger), la nostra capacità permanente di sorprenderci (Emma) e la resistenza e il potere rigenerativo dell'amore (Persuasione). Ogni membro del club si assume la responsabilità di guidare la discussione di un libro diverso, un romanzo il cui personaggio principale ha una strana somiglianza con ... Bene, hai capito. Con un'affinità per i romanzi di fantascienza e horror, Grigg (Hugh Dancy) è dolce, giovane e pronto ad innamorarsi a prima vista. Allegra (Maggie Grace) è una persona che prende rischi che non pone la correttezza su nulla e si lancia, a tutto gas, nella vita. Leggera, brillante e scintillante Bernadette (Kathy Baker) ha trasformato l'incontro con il signor Darcy nel lavoro della sua vita. Prudie (Emily Blunt) è una sopravvissuta goffa, timida e tesa, che manovra con cautela attraverso le relazioni. Jocelyn (Maria Bello) è indipendente, sicura di sé e autoritaria, ma non si conosce bene come pensa. Sylvia (Amy Brenneman) guarda impotente mentre l'amore della sua vita (Jimmy Smits) insegue un'altra donna. Tutto questo suona familiare? Il Book Club è una tappa obbligata per i fan di Austen che sono tenuti ad apprezzare i riferimenti a romanzi e personaggi molto amati, ma non è necessario aver letto nessuno dei libri di Austen per capire il film. Come i romanzi di Austen, il tumulto emotivo del film è bilanciato da una buona dose di umorismo e il risultato è un film assolutamente divertente che finisce troppo presto. C'è una conclusione improbabile e piacevole, ma poi Jane Austen non era del tutto contraria ai lieti fine, anche a quelli certamente artificiosi, e, come avrebbe potuto dire la stessa Austen, lasciò che altri film si soffermassero sulla colpa e sulla miseria. Inoltre, The Jane Austen Book Club è un film con un messaggio. Il club del libro ci ricorda il potere della letteratura di ispirarci, di sfidarci, di suggerire soluzioni ai nostri problemi, di offrirci speranza e, sì, di cambiare le nostre vite. Anche se pochi di noi oserebbero raccomandare Persuasione come manuale di istruzioni per riparare le relazioni travagliate, dobbiamo essere d'accordo con Bernadette nel film che dichiara, se hai bisogno di un consiglio, potresti fare peggio di Jane Austen. E, qualunque altra cosa si possa dire sul club del libro, hanno un gusto impeccabile nella lettura del materiale. Il Jane Austen Book Club è basato sul romanzo di Karen Joy Fowler. Sheryl Craig è un'istruttrice presso l'Università del Missouri centrale. Attualmente sta conseguendo un dottorato di ricerca presso l'Università del Kansas.