Salta al contenuto

Carrello

Il tuo carrello è vuoto

Articolo: L'abito Regency: l'importanza del bianco

The Importance Of Wearing White - The White Regency Gown - JaneAusten.co.uk
Cathy Decker

L'abito Regency: l'importanza del bianco

L'abito della reggenza bianca nei romanzi di Austen

"" La signora Allen ", disse Catherine la mattina dopo, ci saranno danni nella mia chiamata su Miss Tilney oggi? Non sarò facile finché non avrò spiegato tutto." "Vai, con ogni mezzo, mia cara; metti solo un abito bianco; la signorina Tilney indossa sempre bianco." "
-Jane austen, L'abbazia di Northanger (1818)

Piatto di moda britannico di abito a piedi bianco e abito bianco o abito da seraPotresti esserti sorpreso a chiederti, perché la signorina Tilney di Jane Austen indossa sempre il bianco? La risposta è relativamente semplice: l'abito bianco tubolare è stato per le donne del giorno di Austen What the Little Black Dress è oggi: una necessità alla moda per ogni stagione. Nei primi anni del diciannovesimo secolo, un abito bianco era parte integrante del tuo guardaroba se tu desiderasse essere elegante. Dalle sue lettere, sappiamo che la stessa Austen possedeva abiti bianchi e piatti di moda dal 1790-1820, come quello dato a sinistra qui, presentano comunemente abiti bianchi per l'abbigliamento da giorno e da sera. Vediamo diversi abiti bianchi modellati nel Repository of Arts di Ackermann, un periodico britannico illustrato che ha registrato le mode attuali. Quando la forma alla moda per gli abiti si muoveva verso un clessidra piuttosto che un tubo nel 1820, molti degli eleganti abiti bianchi popolari negli anni precedenti non potevano essere modificati per abbinare il nuovo stile e furono così conservati.

Secondo Jane Ashford's L'arte del vestito (1996), esiste ancora un gran numero di questi abiti bianchi e può essere visto nelle collezioni di musei di tutto il mondo. Negli ultimi cinque anni, molti di questi abiti bianchi sono stati persino offerti in vendita da vari siti specializzati in tessuti e abbigliamento storici. Altre due ragioni per la sopravvivenza di così tanti abiti tubolari e di reggenza bianchi dalla giornata di Jane Austen sono la facilità di conservare un capo così piccolo e flessibile. L'abito bianco era facile da conservare perché era realizzato in un tessuto morbido e sottile proprio come quello usato per la biancheria intima della fine del XVIII e dei primi del diciannovesimo secolo.

Ciò che si è comportato come il moderno slip era una chimica beige bianca o naturale: un sottile mutamento di cotone o lino che proteggeva il vestito dal contatto con il sudore e impediva agli abiti di catturare i glutei e le gambe e offriva un po 'di occultamento del seno e del cavallo. Quando l'abito bianco divenne di moda per la prima volta in Francia nel 1780, si chiamava "abito chimico" o "abito chimico" (o "Chemise à la reine"-Una chemise nello stile della regina) perché è stato realizzato nello stesso stile e con le stesse fibre di tessuto della Chemise. Ciò che ha distinto l'abito di chimica da una vera chimica è stata la finezza del tessuto e il suo sottile ricamo.

      Le tre grazie al vento alto, una stampa satirica di James Gillray (1810)

Abito di reggenza bianca: virtuoso o scandaloso?

Allora perché l'abito bianco era così popolare, specialmente nel primo decennio del diciannovesimo secolo? L'abito bianco era associato alla virtù: per secoli bianchi e in particolare i fiori di giglio bianco erano stati associati al CHAAppartenente alla collezione del Metropolitan Museum of Art di New York CityStity. I semplici abiti di cotone bianco erano associati alla vita pastorale idealizzata: le persone più morali e felici presumibilmente vivevano semplicemente nel paese da un lavoro onesto, come le pastori da pecora. Questo ideale è celebrato sia negli scritti degli antichi greci che dei romani e degli scrittori neoclassici del XVIII secolo, che si sono visti ricreare l'età d'oro di Augustus Cesare. L'abito bianco ha quindi permesso alle donne di identificarsi con una virtuosa moderazione in abito. Quando Fanny Price in Austen's Mansfield Park Si preoccupa che sia troppo vestita per una cena indossando un abito bianco fatto per lei da indossare al matrimonio di suo cugino, le viene detto dal suo futuro marito: "Una donna non può mai stare troppo bene mentre è tutta in bianco. No, io Non vedere alcuna raffinatezza su di te; nient'altro che ciò che è perfettamente corretto. Il tuo abito sembra molto carino. Mi piacciono questi punti lucidi. " La risposta di Edmund sottolinea l'idea del bianco associato alla virtuosa moderazione in abito. Eppure, allo stesso tempo, nota i "punti lucidi", che sono probabilmente in cotone o chenille ricamato all'opera bianca-in altre parole, centinaia di macchie ricamate bianche seguite a mano su un tessuto bianco. Il tessuto bianco era probabilmente uno dei tanti tipi molto fini di cotone disponibili: Mull, mussola, prato o garza. Un'altra possibilità è che il vestito potrebbe essere la seta, "sparato" con un filo più lucido, o persino un tessuto a rete di seta, come il tulle, coperto di ago o pizzo di bobina. Meno probabilmente sono i "punti lucidi" erano gruppi di perle cucite sull'abito. La speculazione sopra sull'abito bianco spalato di Fanny rivela l'altro grande fascino dell'abito bianco: il suo lusso. Paradossalmente, mentre l'abito bianco potrebbe suggerire una moderazione virtuosa da un lato, dall'altro, potrebbe anche suggerire anche che chi lo indossa voleva apparire desiderabile, sensuale e caratterizzato di alta classe e evidente tempo libero.

 

 "'Che la signora Whitaker è un tesoro! È stata piuttosto scioccata quando le ho chiesto se il vino fosse permesso al secondo tavolo, e ha respinto due cameriere per indossare abiti bianchi.'" -Jane Austen, Mansfield Park (1814)

 

Dal costume Parisien, 1801Come suggerisce la citazione sopra, un abito di stoffa di cotone domestico o lino a buon mercato, forse anche con un po 'di lana o rivestimento da ricamo di cotone, potrebbe essere realizzato da una donna più povera di classe inferiore per imitare la raffinatezza bianca dei ricchi. La signora Whitaker di Austen si allontana o spara le cameriere, non per l'impraticabilità della loro indossare bianca, ma per i loro tentativi di sembrare alla moda come le donne per le quali lavorano. Inoltre, a seconda di quanto fossero sottili il tessuto degli abiti della cameriera o di ciò che gli abiti venivano indossati, il licenziamento delle cameriere poteva anche relazionarsi con i loro tentativi di alludere e, quindi, apparire immorale. Nel 1808, Jane Austen scrisse a sua sorella di una cena in cui "la signora Powlett era allo stesso tempo abitualmente e nudo; abbiamo avuto la soddisfazione di stimare il suo pizzo e la sua mussola".

La mussola bianca e l'abito in pizzo della signora Powlett erano probabilmente molto trasparenti e Vestito di garza bianca, 1805. da Heritage StudioIndossato su indumenti intimi di seta color carne e calze per suggerire la sua carne nuda sotto il vestito. L'aspetto "nudo" aveva lo scopo di imitare l'abbigliamento del mondo antico, così fortemente favorito dal neoclassicismo. La scoperta delle rovine di Pompei ed Ercolano, le campagne di Napoleone in Egitto e il trasferimento di Lord Elgin delle sculture di Partenone nel 1803-12 dall'Acropoli a Londra, fatte vestirsi in terapia bianca a causa popolare. Sebbene gli studiosi fossero consapevoli del fatto che l'abbigliamento greco antico era spesso colorato e modellato, furono le molte statue di marmo bianco che rimasero nella mente del pubblico come tipico del costume antico. Il 1812 di Thomas Hope si espanse Costumi di Greci e Romani (che è stato estratto nelle riviste di moda delle donne del tempo) nella sua introduzione, "in cui la figura umana, invece di essere coperta, è nascosta dal capo, non offre più bellezze superiori a ciò che i vari articoli potrebbero avere Visualizzato, raccolto in un semplice fascio ". Il commento di Hope va in qualche modo per spiegare la filosofia dietro l'aspetto "nudo" di abiti bianchi sottili: l'abito dovrebbe accentuare e rivelare le bellezze superiori della forma umana, non coprire o nasconderla. 

Per riassumere, l'abito bianco potrebbe essere visto come virtuoso o scandalosamente nudo; Semplice, trattenuto o lussuoso e costoso, un modo aristocratico. Questo paradosso è probabilmente la ragione per cui per circa quarant'anni era importante che anche le donne di stile fossero una donna in bianco.

Se non vuoi perdere un battito quando si tratta di Jane Austen, assicurati di essere iscritto al Newsletter Jane Austen per aggiornamenti esclusivi e sconti da Il nostro negozio di articoli da regalo online.

 

*****

3 commenti

For the first Time, the proposed Reading in English was immediately translated into French without my permission.
Reading some English is a pleasure for me !
Thanks for your attention.
Dominique

Leclercq Dominique Louise

Also there were improvements in technology. This meant that bleach was available as a chemical so that white fabric not longer had to be laid in the sun and watered for days at a time to retain the whiteness. White fabric, which used to be so expensive, was now available to the middle classes as well as aristocrats.

frances tucker

In addition to comments on the naked look of the white tubular regency gowns, I believe some ladies at the French Court would sometimes wear little underwear and were known to rouge their nipples and ‘damp down’ their gowns in order that their ‘charms’ might be further appreciated.

Anne Stones

Commenta

Questo sito è protetto da reCAPTCHA e applica le Norme sulla privacy e i Termini di servizio di Google.

Nota che i commenti devono essere approvati prima di essere pubblicati.

Per saperne di più

Gloves - JaneAusten.co.uk
accessories

Guanti

Uso dei guanti durante l'era della reggenza

Per saperne di più