Mary Robinson: una vita vissuta straordinariamente

"Ieri è arrivato in città un messaggero, con l'interessantissima e gradita intelligenza della Tarleton, nave armata, che dopo un inseguimento di alcuni mesi ha catturato la fregata Perdita e l'ha portata al sicuro nel porto di Egham. La Perdita è la prodigiosa bella nave dal fondo pulito, e aveva vinto molti premi durante la sua crociera, in particolare la Florizel, una nave di grande valore appartenente alla Corona, ma che è stata immediatamente rilasciata, dopo aver ritirato il carico. La Perdita è stata catturata qualche tempo fa dalla Volpe, ma fu, in seguito, riconquistata dal Malden, e aveva una sontuosa tuta di nuovo sartiame, quando cadde con il Tarleton. La sua manovra per fuggire fu ammirevole; ma il Tarleton, completamente determinato a prenderla, o perire, non su per la chace; e alla fine, avvicinandosi alla Perdita, completamente determinata a salire a bordo, spada in mano, si arrese immediatamente a discrezione. London's Morning Post, settembre 1782
Mary Robinson, nata Darby, la poetessa e scrittrice inglese, era nota anche per il ruolo di Perdita (eroina del racconto d'inverno di Shakespeare) nel 1779. Fu durante questa performance che attirò l'attenzione del giovane principe di Galles, in seguito re Giorgio IV di Gran Bretagna e Irlanda. La sua relazione con lui terminò nel 1781 e "Perdita" Robinson fu lasciata a sostenersi attraverso una rendita concessa dalla Corona (in cambio di alcune lettere scritte dal Principe) nel 1783 e attraverso i suoi scritti. Oggi è ricordata sia come la prima amante pubblica di Giorgio IV, sia come scrittrice della fine del XVIII secolo. Mary Darby Robinson è nata da un capitano di mare e sua moglie presumibilmente il 27 novembre 1758 secondo le sue memorie, ma nel 1757 secondo una ricerca pubblicata di recente. Suo padre ha abbandonato la madre quando Mary era ancora una bambina e la signora Darby ha sostenuto se stessa ei cinque figli nati dal matrimonio avviando una scuola per ragazze (dove Mary insegnava per il suo 14 ° compleanno). Tuttavia, durante uno dei suoi brevi ritorni alla famiglia, il capitano Darby fece chiudere la scuola (cosa che aveva il diritto di fare per legge inglese). Mary, che a un certo punto ha frequentato una scuola gestita dalla riformatrice sociale Hannah More, è arrivata all'attenzione dell'attore David Garrick. Tuttavia, lei e sua madre preferivano un buon matrimonio. Mary accettò la proposta di un articolato impiegato, Thomas Robinson, che affermava di avere aspettative da parenti anziani. Mary aveva solo 16 anni quando si sposarono nell'aprile del 1774. Si scoprì che Thomas Robinson non era né ricco né nobile, e la coppia viveva a Londra al di là delle proprie possibilità, finendo in volo per il Galles (dove nacque l'unica figlia vivente di Mary a novembre). Quando Thomas Robinson fu imprigionato per debiti, Mary e la loro figlia, Maria Elizabeth, vivevano in prigione con lui. Durante questo periodo fu pubblicato il primo volume di poesie di Mary Robinson. Anche se il lavoro ha fatto pochi soldi, ha ottenuto il patrocinio di Georgiana, duchessa del Devonshire. Dopo che Thomas Robinson ha ottenuto la sua liberazione dalla prigione, Mary ha deciso di tornare a teatro. Ha debuttato come Juliet e ha recitato in diversi ruoli a Drury Lane, a partire dal 1776. Fu la sua interpretazione del 1779 come Perdita in Florizel and Perdita (l'adattamento di Garrick del Racconto d'inverno di Shakespeare) che le portò sia la notorietà pubblica che le attenzioni del Principe di Galles. Con la sua nuova importanza sociale, Robinson è diventata una trend-setter a Londra, introducendo uno stile di abito in mussola ampio e fluido basato sulla statuaria greca che divenne nota come Perdita. Dopo la fine della sua relazione con il Principe di Galles, Mary Robinson tentò di ricattare la Corona minacciando di rendere pubbliche le lettere che il Principe le scrisse durante la loro relazione. Era dopo le 20.000 sterline che il principe le aveva promesso prima che diventasse maggiorenne. In grado di ottenere solo una piccola rendita che veniva pagata sporadicamente, Mary Robinson, che ora viveva separatamente dal marito donnaiolo, continuò ad avere diverse relazioni amorose, in particolare con Banastre Tarleton, un soldato che si era distinto combattendo nella guerra rivoluzionaria americana (e l'ispirazione per il colonnello Tavington in Il patriota.) La loro relazione è sopravvissuta per i successivi 15 anni, attraverso l'ascesa al rango militare di Tarleton e i suoi concomitanti successi politici, attraverso le varie malattie di Mary, le vicissitudini finanziarie e gli sforzi della famiglia di Tarleton per porre fine alla relazione. Tuttavia, alla fine, Tarleton sposò Susan Bertie, ereditiera e figlia illegittima del giovane 4 ° duca di Ancaster, e nipote delle sue sorelle Lady Willoughby de Eresby e Lady Cholmondeley. Nel 1783, all'età di 26 anni, la Robinson soffrì di una misteriosa malattia che la lasciò parzialmente paralizzata. La biografa Paula Byrne ipotizza che un'infezione da streptococco derivante da un aborto abbia portato a una grave febbre reumatica che l'ha lasciata disabile per il resto della sua vita. Dalla fine del 1780, Mary Robinson si distinse per lei poesia ed è stato chiamato "l'inglese Saffo". Oltre alle poesie, ha scritto sei romanzi, due opere teatrali, un trattato femminista e un manoscritto autobiografico che era incompleto al momento della sua morte. Come la sua contemporanea Mary Wollstonecraft, ha difeso i diritti delle donne ed è stata una fervente sostenitrice della Rivoluzione francese. Morì alla fine del 1800, dopo essere sopravvissuta a diversi anni di cattiva salute, e sopravvisse sua figlia, che era anche una scrittrice pubblicata. Dopo anni di trascuratezza degli studiosi, l'aldilà letterario di Robinson continua a ritmo sostenuto. Oltre a riguadagnare notorietà culturale grazie agli studiosi che studiano la sua scrittura, ha nuovamente raggiunto un certo grado di celebrità negli ultimi anni quando sono apparse diverse sue biografie, tra cui una di Paula Byrne che è diventata una delle dieci bestseller. La signora Robinson compare anche nel romanzo, All for Love: The Scandalous Life and Times of Royal Mistress Mary Robinson di Amanda Elyot (By a Lady: Being the Adventures of an Illuminated American in Jane Austen's England) Informazioni storiche fornite da Wikipedia. Maggiori informazioni sull'affascinante vita e sugli amori della signora Robinson sono disponibili a Banastre Tarleton e alla British Legion.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati