Ecco a te: una storia del pane tostato

Il suo congedo scadrà presto e dovrà tornare al suo reggimento. E quale sarà poi la loro conoscenza? La mensa berrà Isabella Thorpe per due settimane, e lei riderà con tuo fratello della passione del povero Tilney per un mese. "-Northanger Abbey
Il termine "Toast" non è nato fino al XVI secolo, e forse anche prima (la nostra fonte originale diceva 17 °, ma Shakespeare lo menziona in Merry Wives of Windsor, quindi a loro!), Quando divenne consuetudine mettere un un pezzo di pane tostato o crostino nella bevanda per migliorare il sapore o come una sorta di spuntino incorporato. L'aggiunta di aromi al vino non era una novità. Spezie, aromatici, miele, uvetta, zafferano, menta, acqua di mare, petali di rosa, pepe, violette, resina e una moltitudine di altri additivi erano stati usati per alterare o migliorare il sapore del vino (il che mi fa pensare che la frutta moderna -I produttori di vino aromatizzati non sono poi così originali ... ma sto divagando). La mania del toast, tuttavia, prese piede e presto qualsiasi cosa trovata fluttuante in un drink fu chiamata toast. “Bere un brindisi” a qualcuno o qualcosa divenne immensamente popolare nel XVII e XVIII secolo, fino all'eccesso. Quando a un raduno mancavano i partecipanti per brindare, diventava consuetudine brindare agli amici assenti, prolungando così il bere. Fu durante questo periodo, il periodo di massimo splendore del brindisi, che nacque la posizione di Toastmaster. Una sorta di arbitro di festa, il compito del Toastmaster era quello di assicurarsi che tutti avessero una giusta possibilità e pari opportunità per offrire brindisi. Divennero popolari elaborati giochi di bevute e gare di tostatura, così come alcune usanze piuttosto macabre. Impressionare le donne (o forse gli altri ragazzi) sembrava essere la motivazione per la maggior parte di questi. I giovani a volte si pugnalavano al braccio, mescolavano il loro sangue con il loro vino e lo bevevano al loro vino quando brindavano a una giovane donna per dimostrare la loro devozione e abilità (hmm ... gli studenti non sono cambiati molto, vero?) , e la pratica di bere alla bellezza di una signora dalla sua scarpa è nata, anche se non riesco a immaginare che nessuna donna ne sia particolarmente divertita. Com'era prevedibile, questo eccesso alla fine ha portato a un contraccolpo. Cominciarono ad apparire movimenti e leggi anti-tostatura, sebbene in gran parte fallirono. Alla fine, l'eccesso chiassoso si calmò e tostare divenne ancora una volta un affare intellettuale. I club di tostatura iniziarono a emergere e il brindisi si evolse in un modo per promuovere la dottrina morale e il patriottismo, rendendo il brindisi un'usanza sociale invece che bevente. William Jennings Bryan, lui stesso astemio, una volta brindò alla Marina britannica con un bicchiere d'acqua, dicendo: "Signori, credo che le vostre vittorie siano state vinte sull'acqua". L'ambasciatore britannico si alzò e fece un brindisi, "Giorgio Terzo, che, come il sole nel suo meridiano, diffonde un lustro in tutto e illumina il mondo". Fu seguito dal ministro francese, che brindò: "L'illustre Luigi XVI che, come la luna, diffonde i suoi raggi miti e benevoli e influenza il globo". Franklin allora si alzò e brindò: "George Washington, comandante degli eserciti americani, che, come Joshua un tempo, comandò al sole e alla luna di stare fermi, ed entrambi obbedirono". Semplicemente non riceviamo più ottimi toast come quello. Poi di nuovo, nessuno ti sta chiedendo di infilare una baionetta nel braccio per dimostrare la tua virilità, quindi forse dovremmo contare le nostre benedizioni. Ristampato con il permesso di Vigneti Scheid: The Twisted Vine, Holiday 1999 Ti è piaciuto questo articolo? Sfoglia il nostro Jane Austen Giftshop!  

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati