Anna Austen Lefroy: una credente nel vero amore

Jane Anna Elizabeth Lefroy è nata nel 1793, prima figlia di James Austen e Anne Mathew. Dopo la morte della madre di Anna nel 1795, James sposò Mary Lloyd (1797) e generò James Edward Austen-Leigh (JEAL) e Caroline Austen. JEAL scrisse in seguito Un ricordo di Jane Austen. Da bambina, Anna era molto vicina a sua zia, Jane Austen e rimase con Jane e Cassandra per due anni a Steventon prima che suo padre (James) si risposasse. Anna scriveva spesso a sua zia Jane e riceveva in cambio numerose lettere, consigli e amore. Leggendo le lettere tra queste due donne, si ha la sensazione che Anna fosse speciale per Jane e viceversa. Austen è divertenteMock Panegyric on a Young Friend dichiarare le virtù di Anna perché tutti possano vederle. È stato detto che Anna Lefroy è stata la prima orchestratrice per aver acceso il fuoco del vecchio amore tra Tom Lefroy e Jane Austen. Nel Memoria, JEAL è stato molto attento a non menzionare più di un paragrafo della breve interazione tra sua zia e il giudice capo d'Irlanda. Nello scrivere il libro, Caroline ha avvertito suo fratello:
'Contro il raccontare quella vecchia storia del' capo della giustizia 'ancora vivo - che ci fosse qualcosa, è vero - ma niente fuori dal comune - (come credo). Niente da chiamare cattivo uso, e nessun dolore molto serio ha subito. Gli York Lefroy hanno inventato una versione molto forte di tutto ciò e hanno diffuso le loro idee nella famiglia - ma per anni sono stati molto arrabbiati con il loro Parente, e piuttosto deliziati da una prova, come pensavano, della sua precoce mancanza di cuore. Ho la mia storia da mia madre, che era vicina in quel momento - Fu una delusione, ma la signora Lefroy mandò via il signore alla fine di pochissime settimane, perché non si potesse fare più male. Se il suo amore fosse durato ancora per qualche anno, avrebbe potuto cercarla di nuovo - dato che allora stava guadagnando abbastanza per sposarsi - ma chi può meravigliarsi che non l'abbia fatto? Era residente in Irlanda e sposò una signora irlandese - che certamente aveva la convenienza del denaro - non c'era fidanzamento e non lo era mai stato.
La lettera di Caroline era datata 1 aprile 1869. Solo poche settimane dopo, il 4 maggio 1869, il presidente della Corte suprema irlandese Tom Lefroy morì. Successivamente, il 24 maggio, Anna scrisse a Emma Austen-Leigh (la moglie di JEAL) una contraddizione di ciò che Caroline aveva testimoniato (Faye et al. 1989, p. 251):
'... Sono l'unica persona che ha una qualche fede nella tradizione - né probabilmente dovrei essere un'eccezione se non mi fossi sposato nella famiglia di Lefroy - ma quando sono tornato a sentire ancora e ancora, da coloro che erano abbastanza grandi da ricordate, come la Madre aveva detestato Tom Lefroy perché si era comportato così male con Jane Austen, cosa che a volte il peso aggiuntivo della condanna del Padre, cosa potevo pensare allora? O che altro se non per dare un verdetto ... [di] "in circostanze attenuanti" - come - Primo, i giovani delle Parti - secondo, che la signora Lefroy, donna affascinante com'era e calda nei suoi sentimenti, era anche parziale i suoi giudizi - in terzo luogo - che per altre cause, troppo lunghe per entrare, lei non si è improbabilmente lanciata con un pregiudizio contro il gentiluomo, e avrebbe diffidato se non ci fosse stata Jane Austen nel caso. L'unica cosa certa è che fino all'ultimo anno della sua vita lei è stata ricordata come oggetto della sua giovane ammirazione. "
Il biografo Deidre Le Faye suggerisce che "le opinioni di Anna [ri: Jane e Tom] erano state evidentemente formate da informazioni fornite dai suoi cognati maggiori George ed Edward Lefroy ..." e anche da Thomas Edward Preston Lefroy (TEPL, Il nipote di Lefroy che apparteneva al ramo di York della famiglia Lefroy). " L'8 novembre 1814, Anna Austen ha sposato Benjamin Lefroy, uno dei figli della signora Anne Lefroy di Ashe, quindi cugino di Tom Lefroy. Il loro matrimonio non fu un'occasione eccessivamente allegra; Caroline ha ricordato che:
`` Il matrimonio di mia sorella era certamente nell'estremo silenzio: eppure non tanto da essere in alcun modo> censurato o rimarcato - e questo era l'ordine del giorno ... La stagione dell'anno, la strada poco frequentata per la chiesa, la luce grigia all'interno ... nessuna stufa per dare calore, nessun fiore per dare colore e luminosità, nessun amico, alto o basso, per offrire i propri auguri, e quindi per rivendicare un certo interesse per il grande evento della giornata - tutto queste circostanze e carenze devono, credo, aver dato un'aria cupa al matrimonio… ”(Radovici 1995, p. 24).
C'è da chiedersi se le circostanze accadute a Jane e Tom siano accadute anche ad Anna e Ben, cioè che il matrimonio dell'erede sia stato osteggiato da altri. Vale la pena notare che durante l'ordinazione di Ben in seguito, il vescovo ha chiesto se fosse 'il figlio della signora Lefroy di Ashe? E aveva sposato una signorina Austen? '(Halperin 1984, p. 29). Cosa ne pensava Jane del matrimonio di Anna e della sua fortuna di unirsi alla famiglia di Lefroy? Era sicuramente felice per il suo nipote e ha visitato la coppia in diverse occasioni. È possibile che anche lei abbia sentito l'ironia; quello di un matrimonio di una signorina Austen con un signor Lefroy, anche se non quello di Jane e Tom? Quando Anna ha dato alla luce Jemima, Jane era molto felice e come una madre orgogliosa lei stessa, si è arrabbiata che Anna avrebbe sicuramente voluto vedere Jane's Emma anche per Emma era già stato pubblicato a quel tempo (Lettera 124, dicembre 1815). Contro ogni previsione, l'amore tra Anna e Ben è sopravvissuto; la loro figlia Jemima sposò persino Thomas E.P. Lefroy, che in seguito fornì le informazioni più importanti a JEAL (quella del Chief Justice's "amare Jane, anche se l'ha qualificato definendolo un" amore infantile ".) Seguendo le orme della sua famosa zia, Anna Lefroy era anche una scrittrice affermata. Ha scritto la novella Mary Hamilton (1833), The Winter’s Tale (1841), Springtide (1842) e Ricordi di zia Jane (1864). Anna ha anche cercato di portare a termine l'ultima eredità di sua zia Sanditon, ma inutilmente. Anna Lefroy riuscì a fare una cosa che la sua cara zia Jane non poteva fare: sposare un Lefroy (anche se Ben morì presto, nel 1829), e persino estese quella tendenza alla seconda generazione sposando un'altra Austen-Lefroy (la loro figlia Jemima) a un Lefroy (TEPL) il 9 settembre 1846. Credente nel vero amore, Anna Lefroy morì nel 1872. Anna Lefroy: una credente dell'Amore è stato scritto da Icha per Diventare fan di Jane. È adattato qui con il permesso dell'autore. Icha ammette di non sapere molto di Jane Austen prima di guardare il film, e sebbene abbia capito che il film non è accurato al 100%, è stata ispirata a saperne di più sul famoso autore inglese. Icha e i suoi amici hanno creato il sito dei fan di Becoming Jane per soddisfare le loro ricerche e i loro interessi su Jane Austen, Tom Lefroy e il film. Attualmente sta facendo il suo dottorato di ricerca in Australia sulla gestione dei mammiferi marini. I ritratti di Anna Austen Lefroy usati in questa biografia sono ristampati da Un ricordo di Jane Austen di JAEL e Un ritratto di Jane Austen di David Cecil. Riferimenti: Austen-Leigh, J. E. 1871, Memoria di Jane Austen e altri ricordi di famiglia (2002 Oxford edition), Oxford World's Classics, Oxford. Cecil, D. 1978, Un ritratto di Jane Austen, Constable, Londra. Chapman, R. W. 1979, Lettere di Jane Austen a sua sorella Cassandra e altri, 2a edizione, Oxford University Press, Oxford. Cranfield, R. E. 1960, Dall'Irlanda all'Australia occidentale: fondazione di un ramo della famiglia Lefroy a Walebing, Australia occidentale, 1842-1960, Service Printing Perth. Faye, D.l., Austen-Leigh, W. & Austen-Leigh, R. A. 1989, Jane Austen: A Family Record, The British Library, Londra. Halperin, J. 1984, La vita di Jane Austen, The Harvester Press Limited, Sussex. Radovici, N. 1995, Un amore giovanile: Jane Austen e Tom Lefroy, Merlin Books Devon.