Chi era il vero Tom Lefroy?

"Di 'a Mary che le restituisco il signor Heartley e tutti i suoi beni per il suo esclusivo uso e beneficio in futuro, e non solo lui, ma tutti gli altri miei ammiratori si impegnano ovunque lei possa trovarli, anche il bacio che C. Powlett mi ha voluto dare, poiché intendo limitarmi in futuro al signor Tom Lefroy, per il quale non mi interessa sixpence.
Assicuratela anche, come ultima e indiscutibile prova dell'indifferenza di Warren nei miei confronti, che in realtà ha disegnato per me il ritratto di quel signore e me lo ha consegnato senza un sospiro.
Jane Austen a Cassandra il 14 gennaio 1796

Foto di film da Diventare Jane, disponibile su DVD dal Negozio di articoli da regalo Jane Austen

Thomas Langlois Lefroy (1776-1869) era un politico e giudice irlandese, che alla fine raggiunse la carica di giudice capo dell'Irlanda. Era uno dei 10 figli nati dal colonnello Anthony Lefroy di Limerick e Anne Gardiner.

Essendo il figlio maggiore, la famiglia dipendeva da lui per "distinguersi e trascinare il resto".

Questo aumento di distinzione, da figlio di un soldato, a giudice capo d'Irlanda è stato facilitato dallo zio di Tom, Benjamin Lefroy. Lo zio Benjamin, in realtà, prozio del giovane Thomas e dei suoi fratelli e sorelle, aveva fatto i suoi soldi nel settore bancario in Italia, prima di tornare a Londra per assumere la vita come politico. Era molto preoccupato per il benessere della sua famiglia e provvedeva generosamente all'educazione dei suoi parenti, lodando il suo "buon cuore, una buona mente, buon senso e il minimo da correggere in lui come mai ho visto in uno della sua età".

Tom si laureò con il massimo dei voti al Trinity College di Dublino nel 1795 e presto iniziò a studiare legge a Londra. Ad un certo punto, tuttavia, fu deciso che avrebbe dovuto prendersi una pausa. La storia familiare sostiene che lunghe notti a studiare attentamente i libri avevano indebolito la sua costituzione e la sua vista. Era chiaro che aveva bisogno di riposo.

Con un nuovo mandato che iniziò nel gennaio 1796, Tom si prese diverse settimane di ferie nel dicembre 1795 per visitare suo zio e sua zia, il reverendo George e Anne Lefroy ad Ashe, a quasi 60 miglia di distanza. Madame Lefroy 

Fu lì che questo giovane studente di giurisprudenza lasciò il segno nella storia, poiché vicino ad Ashe, a Steventon, viveva la famiglia Austen. La loro figlia minore, Jane, era una grande favorita di Tom's Aunt Anne, anche se quasi 30 anni li separavano per età.

Anne Brydges Lefroy era, a detta di tutti, una bella donna che deteneva grandi poteri di persuasione sui suoi figli e amici, e in cambio era rispettata e amata da molti. Per molti versi era Lady Russell per Anne Elliot della giovane Jane Austen.

Sebbene sia chiaro che molti lettere mancano, il resoconto di questo incontro che abbiamo è dovuto al fatto che la più cara amica e sorella maggiore di Jane Austen, Cassandra, era al momento della visita di Tom, in visita al suo fidanzato, Thomas Fowle. Era assente per tutta la visita di Lefroy ad Ashe e infatti non ha mai incontrato quest'uomo che avrebbe potuto essere suo cognato. Solo due lettere sopravvivono di questo periodo della vita di Jane Austen, ma sono inestimabili per lo studioso che cerca informazioni su questo unico interesse amoroso noto che ovviamente ha plasmato la visione di Jane sull'amore e sulla vita.

Molti hanno sostenuto che il tono di queste lettere non sembra quello di una donna profondamente innamorata. È importante considerare, tuttavia, che Jane, ma all'epoca aveva 20 anni, senza dubbio si aspettava che fossero letti o almeno condivisi con la famiglia Fowle, con la quale Cassandra si trovava. Forse desiderava esprimere meno di quanto si sentisse per evitare imbarazzo con i suoi amici. È anche noto che dopo la morte di Jane, Cassandra ha spietatamente cancellato le sue lettere, per timore che quelle che potrebbero sembrare troppo personali cadano nelle mani sbagliate. Non sapremo mai quali erano le lettere mancanti che Jane ha scritto a sua sorella. Non è improbabile che due giovani attraenti si incontrino e si godano la reciproca compagnia. Alcuni anni prima, la cugina di Jane, la saggia mondana Eliza de Fuillide, aveva descritto Cassandra e Jane come "bellezze perfette [che] ovviamente guadagnano cuori a dozzine".

Un ritratto * disegnato da Tom Lefroy nel 1796 mostra un giovane serio con i capelli chiari tipici della famiglia. Il suo naso prominente e gli occhi blu profondi rappresentano certamente il quadro generale di un "giovanotto molto gentile, di bell'aspetto e piacevole".

Amare la danza [è] un certo passo verso l'innamoramento -Orgoglio e pregiudizio

Tom e Jane si sono incontrati per la prima volta a metà dicembre. Dato che era il periodo natalizio, i balli si tenevano spesso e Jane e questo giovane studente irlandese si incontravano spesso e ballavano spesso. Jane ha persino preso in giro sua sorella per quanto spesso si sono alzati insieme e come hanno insegnato ad altre coppie una lezione su "essere particolari". I due hanno trovato molto in comune, condividendo opinioni e libri. La loro relazione era molto stretta, come dimostra il fatto che lui la prestò Tom Jones, un romanzo incredibilmente audace, che difficilmente si troverà sugli scaffali della biblioteca del padre ecclesiastico.

Anche altri li consideravano una coppia, come evidenziato da un conoscente che abbozzava una foto di Tom affinché Jane tenesse. Le visite furono scambiate a casa dell'altro e questa relazione vorticosa finì dopo quattro settimane con Jane che si aspettava piuttosto di ricevere un'offerta di matrimonio da Tom. È stata fatta un'offerta del genere? Si tende a pensare di no. Anche se rifiuta fermamente di accettarlo nella sua lettera (a meno che non si sbarazzi del suo camice bianco) la sua frase successiva nella stessa lettera tradisce il suo atteggiamento sprezzante: "Finalmente è arrivato il giorno in cui devo flirtare per l'ultima volta con Tom Lefroy , e quando lo riceverai, sarà tutto finito. Le mie lacrime scorrono mentre scrivo all'idea malinconica. "

Tom è tornato a casa di suo zio a Londra e ai suoi studi. Molti lettori si ostinano a pensare che Anne Lefroy lo abbia mandato via per evitare una partita imprudente da parte di Tom. Sicuramente sarebbe stato nel suo migliore interesse sposarsi bene. Anna Austen Lefroy, nuora di Anne Lefroy e nipote di Jane Austen, confuta questa teoria. Sebbene sola tra i suoi parenti, scrisse, nel 1869,

Sono l'unica persona che ha una qualche fede nella tradizione ... ma quando sono tornato a sentire ancora e ancora, da coloro che erano abbastanza grandi da ricordare, come la madre non avesse gradito Tom Lefroy perché si era comportato così male con Jane Austen, con a volte il peso aggiuntivo della condanna del Padre, cosa potevo pensare allora? O adesso se non per dare un verdetto. . . [di] 'in circostanze attenuanti' - come - Primo, la gioventù delle Parti - secondo, che la signora Lefroy, donna affascinante com'era, calda nei suoi sentimenti, era anche parziale nei suoi giudizi - Terzo - che per altre cause , troppo a lungo per entrare, non è improbabilmente partita con un pregiudizio contro il gentiluomo, e avrebbe diffidato se non ci fosse stata Jane Austen nel caso. L'unica cosa certa è che fino all'ultimo anno della sua vita lei fu ricordata come oggetto della sua giovanile ammirazione ...

Forse la colpa era di Tom. Prima ancora che avesse lasciato la campagna, si sparse la voce di un fidanzamento con un altro. È vero che nella primavera successiva, nel 1797, era fidanzato con Mary Paul, la sorella di un compagno di college. Questa alleanza esisteva prima che incontrasse Jane Austen? Jane ha lavorato su questo angolo Senso e sensibilità quando l'ha riscritta anni dopo, permettendo a Edward Ferrars di essere intrappolato da un fidanzamento giovanile mentre si innamorava di Elinor Dashwood? I romantici potrebbero avere difficoltà a perdonare l'uomo che ha amato e lasciato la nostra autrice preferita, spezzandole il cuore, forse per sempre, e tuttavia dobbiamo essere grati anche a lui. È ovvio che Jane conosceva l'amore e sapeva scrivere con autorità sull'amore. Sebbene non lo ammetta mai nelle lettere che abbiamo, sembra chiaro che amasse Tom Lefroy, e quando le è stato chiesto di Jane, all'età di 94 anni, anche Tom ha ammesso di amare Jane, anche se l'ha qualificato definendolo un "Amore fanciullesco".

Se si fosse sposata, è dubbio che Jane avrebbe avuto il tempo o l'incoraggiamento per scrivere e senza questo periodo di risveglio, senza questa perdita, potremmo non aver mai visto i romanzi di Jane Austen in stampa.

È possibile vedere aspetti di Tom Lefroy e della sua relazione con Jane in ogni eroe che ha creato, e nell'elaborare le vite delle sue eroine, non è sorprendente che lei abbia dato a ciascuno di loro il lieto fine che desiderava? Non possiamo sapere se quella notte ad Ashe sia stata l'ultima che Jane abbia mai visto di Tom. La lettera successiva che scrisse a Cassandra (agosto 1796) è datata da Cork Street, Londra, dove Tom viveva con suo zio Benjamin. "Per gli Austen essere rimasti lì per caso in questo particolare momento, proprio nella strada in cui viveva Tom Lefroy, sarebbe stata una strana coincidenza", suggerisce Jon Spence nel suo libro, Diventare Jane. La storia mostra che in quel periodo non c'erano pensioni o hotel a Cork Street. "Non ci sono prove dirette che siano rimasti con Langlois e suo nipote, ma sembra che lo abbiano fatto." Altri suggeriscono che Jane abbia almeno intravisto Tom più tardi quello stesso anno a Bath. ** Visitò sua zia ad Ashe nel 1797, ma lasciò il paese senza visitare gli Austens. Questo fu chiaramente un momento difficile per Jane, che scrisse di questa visita a sua sorella nel novembre 1798,

"Sig.ra. Lefroy è venuto mercoledì scorso ... con il quale, nonostante le interruzioni sia da parte di mio padre che di James, sono stato abbastanza da solo per ascoltare tutto ciò che era interessante, cosa di cui potrai facilmente credito quando ti dico che di suo nipote non ha detto nulla, e della sua amica molto poco. Non mi ha menzionato neanche una volta il nome della prima, ed ero troppo orgoglioso per fare domande; ma dopo che mio padre ha chiesto dove fosse, ho saputo che era tornato a Londra per dirigersi verso l'Irlanda, dove è stato chiamato al bar e ha intenzione di esercitarsi ".

Thomas Lefroy fu chiamato all'Irish Bar nel 1797, Jane lo sapeva, e lì divenne un membro di spicco, pubblicando una serie di Law Reports sui casi della Irish Court of Chancery. Ha sposato Mary Paul nel 1799 e hanno avuto sette figli. Il figlio maggiore Anthony Lefroy era anche un parlamentare per la vecchia sede di suo padre all'Università di Dublino. Si pensa spesso che una figlia di nome Jane sia stata chiamata per Jane Austen, anche se un candidato più probabile è sua suocera, Jane Paul.

Thomas fu eletto alla Camera dei Comuni per la sede dell'Università di Dublino nel 1830, come Tory (il partito che in seguito divenne noto come conservatore). Divenne membro del Privy Council of Ireland il 29 gennaio 1835. Continuò a rappresentare l'Università fino a quando non fu nominato giudice irlandese (con il titolo di Baron of the Exchequer) nel 1841. Fu promosso a Chief Justice of the Court of Queen's Bench in Irlanda nel 1852. Nonostante alcune accuse in Parlamento, che era troppo vecchio per svolgere il lavoro, Lefroy non si dimise da Chief Justice fino al 1866 quando, all'età di 90 anni, un governo conservatore era in carica per ricoprire la vacanza. Morì nel 1869.

La casa della famiglia Lefroy, Maniero di Carrigglas, nella contea di Longford, in Irlanda, è un'imponente casa vittoriana in pietra calcarea con finestre a bovindo, frontoni a falda e torrette merlate. Proprio il tipo di posto in cui Catherine Morland si sarebbe divertita. Carrigglas fu progettato nel 1837 per Thomas e la sua famiglia dall'architetto scozzese Daniel Robertson. Rimane ancora oggi nella famiglia Lefroy ed è aperto stagionalmente per i tour. *Questo ritratto fa parte di una collezione privata, ma può essere trovato in Jane Austen's World: The Life and Times of England's Most Popular Author. ** Jane Austen e Tom Lefroy: Storie, di Linda Robinson Walker, Persuasions, On-line Informazioni biografiche prese in prestito da Wikipedia, l'enciclopedia gratuita online. Alai di film da Diventare Jane, disponibile su DVD dal Negozio di articoli da regalo Jane Austen

Laura Boyle corre Austentation: Accessori regency, creando cappelli, cofani e reticoli su misura in stile Regency.

2 commentare

The Trinity College dates for Mr. Lefroy should be corrected, as they appear to be off by about 20 years.

Jeslyn luglio 26, 2020

[…] Who was the Real Tom Lefroy? […]

83: Becoming Jane | Based on a True Story Podcast luglio 26, 2020

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati