A Jane Austen Education

A Jane Austen Education di William Deresiewicz

Recensito da Arti di Effetto a catena Ho seguito gli articoli di William Deresiewicz in Lo studioso americano per un po 'di anni. Anche se non ho visto nessuna sua foto, so che ha insegnato inglese a Yale per dieci anni. Quindi ho sempre pensato che fosse un accademico calmo, freddo e raccolto (più anziano). Beh, sono rimasto totalmente sorpreso mentre leggevo il suo libro A Jane Austen Education: come sei romanzi mi hanno insegnato sull'amore, l'amicizia e le cose che contano davvero. In attesa di un libro sulla critica letteraria, e dal titolo, forse un pizzico di aneddoto personale, ho trovato che fosse molto di più di questi. È tutto quanto segue: analisi letteraria, biografia, memorie e persino confessionale. Presentata a Jane Austen dal suo professore alla scuola di specializzazione, Deresiewicz aveva incontrato numerosi "momenti eureka" di scoperta di sé leggendo i suoi sei romanzi. Rivela sfacciatamente come le sue esperienze di vita, e spesso le debolezze giovanili, siano parallele a quelle dei personaggi di Austen di ogni libro. Per noi che abbiamo assaporato le opere di Austen, sappiamo già quanto sia saggia e perspicace. Ma Deresiewicz è andato molto più in profondità essendo così coraggioso da rivelare la sua psiche egocentrica dei giorni più giovani, le sue disavventure romantiche, i veri amici e quelli che sembrano essere, i dolorosi conflitti tra i suoi genitori e la sua ricerca di sé separato da un padre prepotente, il tutto alla luce della colorata tela letteraria di Austen. Quindi, prima che emergesse il ragazzo calmo, freddo e raccolto, c'era un ribelle, seguace alienato dei modernisti. Sembra che ogni ragazzo che viene ad Austen venga trascinato con molta riluttanza, "solo pensare a lei mi ha fatto venire sonno". Ma la sua lettura, studio e scrittura di un capitolo di tesi sulle opere di Austen ha completamente rimodellato le sue opinioni e la sua vita. Ecco uno schema del viaggio di maturità di Deresiewicz, per trovare il vero amore e, soprattutto, per diventare uno che ha la capacità di amare, tutto grazie ai romanzi di Austen. Troppo bello per essere vero, non è vero? Ammetto che a volte ho scoperto che c'erano troppe coincidenze e paralleli perfetti, un po 'artificiosi. Ma mentre leggevo, sapevo che dovevo decidere in un modo o nell'altro. Ed ero persuaso a vederla come un'audace onestà. Il suo racconto autoironico e rivelatore del suo viaggio verso la maturità e il miglioramento è divertente, audace anche se traccia mentalmente il confine tra amici e "nemici", vero e falso, pur mantenendoli anonimi. Sono sicuro che quelli che aveva descritto si sarebbero sicuramente riconosciuti nel libro. Come per le battute di apertura di Austen nei suoi romanzi, la battuta di apertura di Deresiewicz pone le basi per ciò che verrà:
"Avevo ventisei anni e, in tutte le cose umane, più o meno quanto un ragazzo di ventisei anni ha il diritto di essere, quando ho incontrato la donna che avrebbe cambiato la mia vita."
Quella donna, ovviamente, è Jane Austen. Ecco alcune delle lezioni chiave: Da Emma, impara a mettere da parte il suo snobismo accademico, che non c'è nessuno troppo umile per lui da sapere, niente di troppo banale o comune per lui da passare. Perché questi sono gli ingredienti che compongono la vita.
"Non che non avessi sempre preso sul serio i miei piani e le mie grandi ambizioni, certo che l'avevo fatto. Quello che non avevo preso sul serio erano i piccoli eventi, i piccoli momenti di sentimento, in cui consisteva effettivamente la mia vita. Non ero Stephen Dedalus o il Marlow di Conrad, ero Emma. Ero Jane Fairfax. Ero la signorina Bates. Non ero un ribelle, ero uno stupido. Non stavo galleggiando in uno splendido isolamento un milione di miglia sopra il branco. Facevo parte della mandria. Dopo tutto ero una persona normale. Il che significa che ero una persona ".
A partire dal Orgoglio e pregiudizio, impara a crescere.
"Per [Austen], crescere non ha nulla a che fare con la conoscenza o le abilità, perché ha tutto a che fare con il carattere e la condotta ... Crescere significa commettere errori ... imparare a dubitare di noi stessi ... Facendo errori e riconoscendo i suoi errori, e Mettendo alla prova i suoi impulsi contro le pretese della logica, l'eroina di Orgoglio e pregiudizio ha imparato la lezione più importante di tutte. Ha imparato che non era il centro dell'universo. "
A partire dal L'abbazia di Northanger, impara ad imparare e, così facendo, ad insegnare.
“L'abitudine di imparare: se Catherine potesse imparare ad amare un giacinto quando aveva diciassette anni… potrei continuare ad imparare ad amare cose nuove per tutta la mia vita. Certo, era stato il mio stesso professore ad avermi aiutato a imparare ad amare Jane Austen in primo luogo, contro aspettative ostinate almeno quanto quelle che Catherine aveva portato a Northanger Abbey. Ma stavo iniziando a capirlo ora: la cosa meravigliosa della vita, se la vivi bene, è che continua a coglierti di sorpresa. "
A partire dal Mansfield Park, impara a vederlo come uno specchio del circolo dei "ricchi di Manhattan" in cui stava cercando di entrare.
"... l'avidità sotto l'eleganza, la crudeltà dietro il bagliore - e quello che io stesso ci avevo fatto ... Se il mio amico era uno scalatore sociale, allora che diavolo ero io? ... la mia attrazione per quella folla dorata, il mio dolore per essere accettato da loro, a cosa equivaleva se non la stessa cosa? Chi stavo diventando? Chi ero già diventato? ... abbiamo anche un'aristocrazia in questo paese, e stavo guardando. "
A partire dal Persuasionee dalla propria esperienza impara a dimostrare che Nora Ephron ha torto. A differenza della sceneggiatura del suo film Quando Harry ha incontrato Sally, uomo e donna possono essere amici, senza che "la cosa del sesso si intrometta".
"Un uomo e una donna, anche due giovani, disponibili, potrebbero parlarsi, capirsi, simpatizzare l'uno con l'altro, essere attratti l'uno dall'altra, persino condividere i loro pensieri e sentimenti intimi l'uno con l'altro - come Anne e Benwick lo fecero, senza essere attratti l'uno dall'altro, come chiaramente non lo erano Anne e Benwick. Potrebbero, in altre parole, essere amici. "" Anne e Harville hanno condiviso un punto comune nella conversazione, dibattendosi a vicenda con rispetto, affetto e stima reciproci. Uomini e donne possono essere uguali, ci diceva Austen, quindi uomini e donne possono essere amici ".
E infine, da Senso e sensibilità, impara cosa significa innamorarsi.
"Per Austen, l'amore a prima vista è una contraddizione in termini ... Per quanto possa sembrare noioso, ora ho capito, il modo di fare di Elinor è quello giusto: vedere molte persone, studiare i loro sentimenti, ascolta le loro opinioni. ... Ed è il carattere di una persona, non il suo corpo, di cui ci innamoriamo.
Come tutti i romanzi di Austen, il libro di Deresiewicz si conclude con un matrimonio, il suo. Ma senza aver prima letto i sei romanzi di Austen, sarebbe stato totalmente impreparato a un simile rapporto. “L'amore, per Austen, non sta diventando per sempre giovane. Si tratta di diventare un adulto. " Il libro è il modo migliore per mostrare la sua gratitudine al sensale. CLICCA QUI per visitare il sito web di William Deresiewicz e guardare le sue interviste con il direttore editoriale di Penguin Classics, Elda Rotor. RRP: £16.03 Rilegato: 272 pagine Editore: Penguin Press (28 aprile 2011) Linguaggio: Inglese ISBN-10: 1594202885 ISBN-13: 978-1594202889

Arti recensisce film, libri, arte e intrattenimento sul suo blog Effetto a catena. Le piace molte cose, in particolare il lavoro e l'arguzia di Jane Austen.

Lascia un commento

Tutti i commenti sono moderati prima di essere pubblicati